• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Styrofoam Crown L'avatar di Grace
    Data registrazione
    22-03-2007
    Residenza
    Sulla Mia Strada
    Messaggi
    4,928
    Blog Entries
    3

    Bambino portato via dalla polizia a scuola

    http://mattinopadova.gelocal.it/cron...tere-1.5837914

    non voglio vedere il video, leggere mi basta e mi avanza, però vorrei sapere alcune cose se qualcuno può chiarirmele, ad esempio:
    1- perchè dicono che la sindrome da alienazione parentale non esiste in alcun manuale e non è riconosciuta? mi ricordo distintamente di averla studiata
    2- quale sarebbe stato il modo corretto di agire in questo caso? voglio dire, quale soluzione si prospetta se un minore si rifiuta attivamente di andare in una casa famiglia? è veramente possibile, legalmente parlando, arrivare a questi livelli?
    3- che caspita avevano in testa le persone che hanno preso il bambino? secondo voi, è possibile che stessero semplicemente "obbedendo a un ordine"? come è riportato sull'articolo, le altre 2 volte poliziotti e assistenti sociali si sarebbero rifiutati di prelevarlo con la forza..quindi a un ordine si può disobbedire...

    UNBELIEVABLE..I was surprised..I was surprised..I'm still surprised
    17 Luglio 2011, Udine
    We're gonna try to remember this picture right here in my mind,when I close my eyes tonight on that pillow..when I look up in the sky,I thank God of what I had here..I'll be thinking of this!
    We're gonna record this moment in time..the night we laid up in the sky of San Siro..at the end of It

    29 Giugno 2013, Milano
    Jon Bon Jovi

  2. #2
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    20-06-2008
    Residenza
    Napoli (prov)
    Messaggi
    115
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Bambino portato via dalla polizia a scuola

    E' una questione abbastanza complessa. Personalmente a livello giuridico, non ne so molto. Tuttavia penso che le leggi sono fatte dagli uomini e pertanto possono essere fallaci in qualcosa; possono avere delle lacune. Mi auguro che un caso del genere (che nn sarebbe mai dovuto capitare) aiuti il legislatore a differenziare e chiarire la legge e i trattamenti idonei.
    SITO INTERNET LAVORO DEI SOGNI
    Annunci, link e strategie per trovare Lavoro.
    http://oklavoro.blogspot.it/

    PAGINA FACEBOOK DOTT ANTONIO FABOZZI (PSICOLOGO CLINICO)

  3. #3
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    09-11-2011
    Messaggi
    98

    Riferimento: Bambino portato via dalla polizia a scuola

    http://www.opsonline.it/forum/psicol...as-117340.html

    La Corte ha quindi evidenziato «la necessità di un allontanamento del minore dalla madre, fino ad aiutarlo a crescere, imparare, e non certo da ultimo, a resettare e riassestare i propri rapporti affettivi in ambiente consono al suo stile di vita, accogliente e specificatamente preparato a trattare le sue involontarie problematiche che, anche comportamentali, equidistanti dai genitori e nel contempo ad entrambi ugualmente vicino».

    Reset.
    Un bambino è un contenitore vuoto che può essere condizionato, cancellato e riprogrammato secondo quanto una persona, una comunità (scientifica o altro), uno stato ritenga utile e giusto che sia.

    Le mani sul corpo. Anche al bambino di Padova sono state messe le mani addosso, impedendone i movimenti. Per il suo bene. Bene che però è un altro a decidere. E sul corpo altrui. Biopotere.

    C'era un ordine di allontanamento dalla madre, non un ordine restrittivo della libertà (di muoversi, tra l'altro) per il bambino! Non era un arresto. Ma ad un bambino è permesso comprimere anche quella libertà personale. Ad un bambino si può fare tutto, è un terminale stupido, non un server. Il server è l'adulto.
    Semplice no? E pure facile.

    Ad un uomo del domani non si concede neanche la possibilità di assumersi la libertà e la responsabilità di scegliere la propria sofferenza e se reagire o no ad essa.
    Non si può concedere al bambino neanche di dire di no. Per il suo bene non si può ascoltare. Perché è condizionato. Perché il condizionamento risponde alla linearità della causa-effetto.
    Poco valgono le relazioni, le retroazioni, la complessità. Poco valgono le potenzialità che un essere umano porta in sé nella sua individualità fin dalla nascita.
    Tutto stroncato da uno stimolo. A cui consegue in modo univoco un comportamento. Invertiamo lo stimolo ed abbiamo la sicurezza che tutto si metterà a posto.

    La polizia ha eseguito gli ordini? Anche a Norimberga si rispondeva così.
    C’era un bene superiore, considerato dalla collettività e dal potere, rispetto all’individualità della vita e delle relazioni affettive.
    E’ stato necessario un'altra cultura ed un’altra società civile per condannare (per quanto possibile ed almeno moralmente) quegli ordini.
    Ultima modifica di benedetta14 : 14-10-2012 alle ore 17.38.52

  4. #4
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Bambino portato via dalla polizia a scuola

    io non ho ancora capito bene cosa è qusta PAS.
    Ieri sera a Porta a Porta c'era lo PSICOLOGO consulente del tribunale, stava iniziando a spiegare cos'è la PAS, ma Bruno Vespa che non ha simpatia per gli psicologi (l'ha detto esplicitamente tempo fa in faccia a RIta Parsi) l'ha interrotto per far vedere il servizio di una giornalista.

Privacy Policy