• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8

Discussione: Critica

  1. #1
    Ospite non registrato
    Non pensate che ci sono troppi FORUM ???? La cosa potrebbe risultare abbastanza dispersiva .....

  2. #2
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    :cry: cribbio sta al terzo post e apre un post chiamato CRITICA!!

    forse sono troppi
    forse no

    ma credo che siano ben divisi per il momento

    poi vedremo come va.. se nn si riempiono si tolgono.. se ne servono altri si aggiungono..

    tanto il forum è flessibilissimo

    è tutto all'inizio.. ma credo che siano tutti forum interessanti

  3. #3
    Postatore Compulsivo
    Data registrazione
    08-12-2001
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    3,834
    ciao Psycho,

    effettivamente, a prima vista, la tua osservazione è più che sensata, tuttavia sono convinto che tra un mesetto o due saranno tutti a palla

    Le sezioni "Private" e "Supporto ops" non fanno testo.
    La sezione Dolce Vita, dalle un po' d tempo e decollerà... la gente ama cazzeggiare

    L'area sulle facoltà si spera non abbia problemi, difatti in ogni facoltà citata mi sono messo daccordo con un promotore/moderatore che si impegnerà a promuoverla!
    Da cui discende che anche la prima sezione (quella effettivamente più a rischio) potrà avere a disposizione un bacino d'utenza superiore a cui affidarsi...

    Il ragionamento mi sembra che fili... vedremo nella pratica

    un in bocca al lupo a tutti

  4. #4
    Valeria
    Ospite non registrato
    Andiamo bene... voi dite che ci sono troppi forum, e io ero entrata qui dentro per proporvene uno )
    Dunque.... a parte i primissimi esami, andando avanti capita spesso che i programmi d'esami non prevedano l'uso di "manuali specifici", quanto piuttosto la lettura di saggi a più ampio raggio....
    Ad esempio ho letto dei libri stupendi studiando "Psicodinamica dello sviluppo delle relazioni familiari"...
    Sarebbe un'idea aprire un forum in cui scambiarsi suggerimenti e segnalazioni su letture belle e non troppo tecniche.... Che ne dite ?!?!?!
    Troppo presuntuosa ????

    Vale

  5. #5
    io credo sia meglio aspettare prima di aggiungere altri forum, magari sarebbe meglio che le persone (me compresa) si ambientino prima ...e poi...ci si regola in base alle esigenze

  6. #6
    Postatore Compulsivo
    Data registrazione
    08-12-2001
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    3,834
    condivido

    Anch'io avrei in mente altre stanze, tuttavia adesso dobbiamo impegnarci a far decollare e/o a tarare quelli attualmente presenti....

    Anzi: ognuno dovrebbe sforzarsi di dare un contributo anche alle stanze in cui non è moderatore

    Un saluto e buon lavoro,
    nico

  7. #7
    Ospite non registrato
    Vorrei mandarvi la e-mail che ho spedito a Maurizio Costanzo ed alle Jene sull'argomento "Disorganizzazzione e confusione totale sul nuovo esame di stato".
    Vorrei saper cosa ne pensate e vorrei che tutti voi vi mobilitaste per rinforzare la mia collera!!!! Che ne dite????
    Magari potreste inviarla a qualche istituzione competente.Aspetto vostre notizie.


    Sono una neolaureata in psicologia alla facoltà "la Sapienza" di Roma
    e nella sessione di giugno dovrei sostenere l'esame di stato relativo alla mia aprofessione.
    Dico dovrei in quanto è proprio questo il probelma che secondo me merita la vostra attenzione e cercherò dunque di riassumerlo in poche righe.
    Per la prossima sessione (quella di giugno) infatti è stata applicata la riforma sull'esame di stato relativa alla DPR 328/2001 art.50-51-52-53.
    Sorvolando la questione relativa a questo cambiamento corrispettivo alla riforma universitaria che noi candidati appartenenti al vecchio ordinamento ci troviamo a dover sostenere ingiustamente, concentriamo invece l'attenzione sui preparativi per questa nuova prova che sono davvero mal organizzati e confusi.
    La pubblica istruzione dovrebbe metterci nelle condizioni ottimali per affrontare questo esame significativo e di riconoscimento della nostra professione ma in questo caso questo non sta avvenendo nel senso che coloro che dovrebbero sostenerci e chiarirci le idee su come affrontarlo (professori e docenti delle varie facoltà di psicologia d'Italia) ne sanno meno di noi e quindi devono gestire una situazione complessa, cercando di aiutarci attraverso delle loro supposizioni sulla bibliografia e i programmi da utilizzare (prendendosene ovviamente la totale responsabilità)e contenendo continuamente la nostra ferocia e insoddisfazione per la mancanza di attenzione e di informazioni verso questo problema.
    Che dire!!!!!
    Che cosa possiamo fare se coloro che dovrebbero sostenerci e aiutarci nella risoluzione del problema temporeggiano crendoci così delle grosse difficoltà soprattutto rispetto al tempo necessario alla adeguata preparazione a questo esame.
    Non voglio fare polemica ma credo che noi candidati, dopo aver faticato tanto per avere un titolo accademico che dovrebbe essere un diritto per tutti ma che è diventato invece un prestigio, dovremmo essere facilitati in questa situazione o perlomeno sostenuti sufficientemente e dal punto di vista informativo e da quello umano (aspetto amolto più carente ma coerentemente alla situazione di disagio a cui sono sottoposti i diretti interessati).
    Avrei bisogno del vostrio aiuto!!!
    Questo problema non è da sottovalutare poichè conferma come vanno le cose qui in Italia soprattutto dal punto di vista informativo e di prevenzione del disagio.
    Spero di aver destato la vostra attenzione e che darete voce alla mia sofferenza.
    Sottolineo che molti dei miei colleghi sono nella stessa situazione e che sono fortemente arrabbiati.
    Vi ringrazio a priori per avermi ascoltato.
    Cordiali saluti.

  8. #8
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111
    Ciao, io credo che tu abbia ragione, perchè molti di noi non hanno spesso molto tempo per stare on-line. Questo significa che devono andare da un forum all'altro , perdendo tempo. Io penso che nel forum "La dolce vita" bisognerebbe comprendere anche il forum sui fatti di cronaca (Che è praticamente vuoto), in modo tale che gli utenti possano saltare da un argomento a un altro senza saltare da forum a forum e avere maggiore libertà di gestirsi.

Privacy Policy