• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1

    riabilitazione cognitiva in pazienti anziani

    Salve a tutti!
    sto cercando di capire se la riabilitazione cognitiva in pazienti anziani (come il memory training o la ROT..) sia di competenza dello psicologo o di altra figura professionale.. voi neuropsicologi potete illuminarmi??? e poi ancora: in pazienti dementi o in casi post-incidente che tipo di riabilitazione si può fare? esistono dei corsi di formazione? scusate ma l'argomento inizia ad interessarmi e su internet trovo un sacco di info ma non chiarissime per me..
    grazie mille!!! : )

  2. #2

    Riferimento: riabilitazione cognitiva

    ma nessuno può aiutarmi??

  3. #3
    Partecipante
    Data registrazione
    06-04-2006
    Residenza
    Sevenoaks
    Messaggi
    49

    Riferimento: riabilitazione cognitiva

    Citazione Originalmente inviato da evaluna? Visualizza messaggio
    ma nessuno può aiutarmi??
    CIao Evaluna,

    Da quello che ne so (ma io lavoro in Inghilterra e non sono terribilmente aggiornato sulla legislazione in Italia), interventi di riorientamento alla realta' sono competenza dello psicologo (credo anche senza specializzazione in psicoterapia, ma qui pregherei chiunque e' piu' informato di correggermi se sbaglio!).
    Per quanto riguarda gli interventi che possiamo effettuare nel caso di traumi cranici, ictus o anche nelle demenze in fase lieve/moderata, si aprirebbe un mondo, ma alcune cose temo che in Italia si possano fare solo con una qualifica da psicoterapeuta. Per esempio, un problema enorme nel caso dei traumi cranici, anche quando sono molto lievi, e' la persistenza di sintomi di natura disesecutiva e di un cambiamento nel comportamento/personalita'. Molto spesso c'e' anche una perdita del lavoro dovuto proprio ai suddetti problemi. Il tutto e' reso enormemente piu' complicato dal fatto che, specie se non c'e' disabilita' fisica, la famiglia si trova isolata perche' manca un supporto economico e la comprensione da parte di amici/parenti (la disabilita' cognitiva non viene sempre capita, anzi). Quindi e' normale, purtroppo, per il 'sistema famiglia', entrare in crisi. Un intervento sistemico (spesso associato ad una riabilitazione cognitiva) e' davvero raccomandabile. Ma credo sia appannaggio degli psicoterapeuti.
    Un intervento cognitivo puo' consistere di...qualsiasi cosa, davvero. Io adesso sto ricreando una 'autobigraphical timeline' con un paziente reduce da encefalite perche ha dimenticato parti della propria vita. O insegnare ad usare i telecomandi di casa ad un altro paziente. O progettare una ricetta e cucinarla. Tutto cio' dove possiamo applicare principi cognitivi/comportamentali e che possono aumentare la qualita' di vita e l'indipendenza (e che siano cost-effective) e' un intervento riabilitativo.

    CIao!

  4. #4

    Riferimento: riabilitazione cognitiva

    grazie marco-va!

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480

    Riferimento: riabilitazione cognitiva

    sì è di competenza dello psicologo con una preparazione adeguata (ma anche altre figure professionali lo fanno).

    Sul paziente con demenza puoi fare stimolazione cognitiva...dipende dal grado di deterioramento.

Privacy Policy