• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    Partecipante L'avatar di wavesequence
    Data registrazione
    02-10-2012
    Residenza
    Mestre
    Messaggi
    33

    Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Da nuovo iscritto getto un sasso nello stagno che forse è più un macigno...
    L'argomento è piuttosto vasto e parlarne così mi sembra quasi di semplificarlo esageratamente...

    Ad ogni modo, la premessa che vorrei fare è: le apparenze ingannano... spesso e volentieri.
    Ora mi spiego.

    Dal 1999 ho intrapreso una relazione con una donna (oggi 43 anni lei e 46 io). La relazione è iniziata per tutta una serie di motivi che non sto ad elencare, ma principalmente perché provavamo reciprocamente sia attrazione fisica che mentale... E non è cosa da poco..
    Uno degli aspetti che tra le altre cose mi aveva colpito di più era proprio la "tendenza" della mia partner ad essere un soggetto dominante. Per fare un esempio, durante le vacanze, dopo aver pianificato assieme l'itinerario autostradale, a lei lasciavo il compito di navigatrice - in realtà svolto molto bene - mentre io mi limitavo a guardare la strada e guidare l'autovettura.

    Nelle mie fantasie erotiche, vedevo la mia partner assumere talvolta un ruolo dominante all'interno della coppia...
    Fondamentalmente questo accadeva perché, stanco e stressato dal lavoro, non avevo sempre l'energia per prendere il controllo della situazione.
    Nel tempo, andando avanti con la relazione, condividendo vari momenti di intimità, si è fatto largo dentro di me il desiderio di diversificare la nostra attività sessuale, fino a che non ho deciso di dirlo proprlo a lei.
    Si trattava in buona sostanza di giochi erotici basati su un sadomasochismo soft, nei quali lei avrebbe impersonato il ruolo della padrona ed io dello schiavo.

    Purtroppo la mia proposta non è stata accolta molto favorevolmente, anzi, ma con una certa freddezza e distacco.
    Nonostante le mie insistenze, peraltro discrete, a distanza di anni i nostri rapporti sessuali si sono sempre più diradati, nonostante la nostra affettività e coinvolgimento emotivo siano rimasti sempre forti.

    E' come se da parte della mia partner non ci sia il desiderio di "uscire" fuori dal solito recinto.
    Da parte mia invece vedere questa sua indisponibilità fa diminuire il desiderio di avere rapporti sessuali di tipo tradizionale, proprio come se il mio inconscio dicesse: se tu non mi dai quello che chiedo, ugualmente faccio anch'io.

    Attualmente, dal punto di vista sessuale, ci troviamo in una fase di stallo: nessuno fa un passo verso l'altra, o meglio da parte mia c'è stata disponibilità ma non da parte sua.

    Mi chiedo allora se sia veramente amore quello che la mia partner dice di provare.

    Amore è accettare tutto quello che dal partner proviene, senza discussioni e frustrando ed inibendo le proprie pulsioni, oppure significa anche rendersi disponibili per assecondarlo?
    Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
    -- F. Nietzsche


  2. #2
    Partecipante
    Data registrazione
    11-09-2010
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    35

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Penso che ognuno nel rapporto di coppia debba fare esattamente ciò che fa stare al proprio agio, sia tu che lei. Avete provato a riparlarne con tranquillità? Magari esprimendo i propri disagi chiaramente, si riesce ad arrivare ad un compromesso che renda soddisfatti entrambi! Purtroppo, a prescindere dai sentimenti, viviamo in società stigmatizzata e piena di taboo e limiti, specialmente per quanto riguarda il ruolo sessuale, sia nell'attività vera e propria che nella vita di coppia. Discutetene a riguardo.

  3. #3
    Partecipante L'avatar di wavesequence
    Data registrazione
    02-10-2012
    Residenza
    Mestre
    Messaggi
    33

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Citazione Originalmente inviato da misskwanongoma Visualizza messaggio
    Penso che ognuno nel rapporto di coppia debba fare esattamente ciò che fa stare al proprio agio, sia tu che lei. Avete provato a riparlarne con tranquillità? Magari esprimendo i propri disagi chiaramente, si riesce ad arrivare ad un compromesso che renda soddisfatti entrambi! Purtroppo, a prescindere dai sentimenti, viviamo in società stigmatizzata e piena di taboo e limiti, specialmente per quanto riguarda il ruolo sessuale, sia nell'attività vera e propria che nella vita di coppia. Discutetene a riguardo.
    misskwanongoma, grazie per la tua risposta. :-)
    Purtroppo ne abbiamo parlato e riparlato, sia con tranqullità che animatamente, ma trovo davanti a me sempre un muro di gomma. O meglio, in dodici anni ci sono stati alcuni tentativi di gioco erotico (non più di tre o quattro a dire il vero...) con le caratteristiche di cui sopra, ma una sola volta si è concretizzata la magia.
    Per la mia partner, a causa di una pregressa educazione cattolica che tutt'ora fa danni, non è ammissibile che si vada oltre una sessualità tradizionale e, a suo avviso, questa dovrebbe essere più che sufficiente... lo potrebbe essere se l'esito dei nostri rapporti sessuali fosse soddisfacente per entrambi. La realtà invece è ben diversa: la penetrazione, oltre ad essere all'inizio difficoltosa, conduce in tempi congrui all'orgasmo solo me. Lei invece deve essere stimolata per poterlo raggiungere. Questo crea un forte discrasia nella nostra intimità e nella mia autostima, tale per cui rimango insoddisfatto di non essere riuscito a raggiungere l'obiettivo. Non c'è verso, il copione è sempre lo stesso, nonostante i vari tentativi, abbiamo sempre orgasmi in tempi differenziati, ma il peggio è che lei lo raggiunge solamente se non penetrata.
    Questo nel tempo mi ha fatto elaborare tutta una serie di considerazioni, non da ultima quella che, anche a distanza di anni, lei non voglia accettarmi completamente.
    D'altro canto, come già dicevo nel precedente post, a tutte le considerazioni fatte nel presente, si aggiunge anche una mia rinnovata indisposizione a rendermi sessualmente disponibile, quando so che certe mie proposte vengono naturalmente cassate.
    Si dice che nemmeno i cani scodinzolano a vuoto. Ecco, a me sembra d'essere il cane scemo che corre dietro alla lepre di pezza...
    Sapessi quante volte ho pensato di chiudere la relazione, ma altrettante volte mi sono detto che sarebbe stato un peccato, visto tutto il resto.
    Continuo però a chiedermi se sia lecito rinunciare a qualcosa che mi fa(rebbe) stare bene solo perché una stron*a di partner sostiene del tutto il suo non interesse per tali argomentazioni.
    Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
    -- F. Nietzsche


  4. #4
    Partecipante
    Data registrazione
    11-09-2010
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    35

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Capisco pienamente quello che dici. Ti rispondo per gradi. L'educazione "cattolica" potrebbe benissimo c'entrare nella difficoltà di realizzazione di certe pratiche, molte donne per esempio non concordano sul sesso anale (e ho sentito anche di gente che evita il sesso orale) perché le fa sentire in un certo senso sporche, delle donne di "poco costume", quando invece non è assolutamente vero; ma come dire, le abitudini son dure a morire! Bisogna avere una buona apertura mentale per poter sperimentare in toto la propria ed altrui sessualità. Per quanto riguarda l'orgasmo, non tutte le donne sono in grado di raggiungerlo con la sola penetrazione... spesso e volentieri è necessaria la stimolazione (anche contemporanea) del clitoride, per non parlare di tutte le componenti psicologiche che in particolar modo nella donna entrano in gioco. Tu dici di aver pensato di chiudere la relazione, ma non l'hai fatto perché giustamente ritieni che in gioco ci sia ben altro. L'amore è fatto di sentimento, ma anche di intesa sessuale e chiariamoci, il sesso in una coppia è fondamentale tanto quanto lo è il coinvolgimento affettivo. Tu stesso sei l'esempio di una insoddisfazione sessuale che rischia di minare l'intero rapporto.

  5. #5
    Partecipante L'avatar di wavesequence
    Data registrazione
    02-10-2012
    Residenza
    Mestre
    Messaggi
    33

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Citazione Originalmente inviato da misskwanongoma Visualizza messaggio
    Capisco pienamente quello che dici. Ti rispondo per gradi. L'educazione "cattolica" potrebbe benissimo c'entrare nella difficoltà di realizzazione di certe pratiche, molte donne per esempio non concordano sul sesso anale (e ho sentito anche di gente che evita il sesso orale) perché le fa sentire in un certo senso sporche, delle donne di "poco costume", quando invece non è assolutamente vero; ma come dire, le abitudini son dure a morire! Bisogna avere una buona apertura mentale per poter sperimentare in toto la propria ed altrui sessualità. Per quanto riguarda l'orgasmo, non tutte le donne sono in grado di raggiungerlo con la sola penetrazione... spesso e volentieri è necessaria la stimolazione (anche contemporanea) del clitoride, per non parlare di tutte le componenti psicologiche che in particolar modo nella donna entrano in gioco. Tu dici di aver pensato di chiudere la relazione, ma non l'hai fatto perché giustamente ritieni che in gioco ci sia ben altro. L'amore è fatto di sentimento, ma anche di intesa sessuale e chiariamoci, il sesso in una coppia è fondamentale tanto quanto lo è il coinvolgimento affettivo. Tu stesso sei l'esempio di una insoddisfazione sessuale che rischia di minare l'intero rapporto.
    Ti ringrazio di voler partecipare a questa discussione, sperando che nel contempo anche altri vogliano inserirvisi.
    L'aspetto principale che mi porta a covare tutta questa rabbia è proprio il ragionare a senso unico della mia partner, escludendo a priori qualsiasi deviazione del percorso che ha nella sua testa (dura). Non mi rendo conto se sono stato un fesso a non lasciarla prima oppure un idiota ad aver resistito così a lungo senza il giusto e naturale soddisfacimento delle mie pulsioni. L'unica scusante che posso addurre è la rapidità con cui passa il tempo, visto il tipo di vita strozzata al quale quotidianamente siamo sottoposti, ci si trova da un anno all'altro con grandi propositi, puntualmente disattesi.
    Ritengo che l'origine di tutto in nostro disaccordo, di natura sessuale, stia proprio nel percepire il suo netto rifiuto dei giochi erotici di ruolo che più volte le ho proposto. Dal suo punto di vista invece, è il suo timore di non essere accettata per quello che è ad incrementare la nostra distanza. Siamo entrati in un corto circuito per il quale lei non accetta chi non la desidera ed io non riesco ad accettare e desiderare una partner che rifiuta il mio mondo erotico (dove per inciso solo lei sarebbe protagonista). Da lì non ne usciamo perché il patto di dare spazio alle esigenze di entrambi, non funziona. Una volta che lei ha ottenuto il risultato di una rapporto sessuale tradizione, seppur con tutti i limiti del caso, è soddisfatta così e si dimentica tranquillamente delle promesse fatte.
    Verrà allora spontaneo chiedersi se faccio tutto questo solo per fare in modo che, in cambio, la mia partner a mettere in scena le mie fantasie erotiche. Rispondo solamente che all'interno della coppia ognuno deve avere il suo spazio ed essere da questo gratificato altrimenti, come detto prima, è un rapporto a senso unico.

    Rifletterò sul tuo consiglio di lavorare maggiormente sul/la clitoride, sperando possa essere un passo in avanti.
    Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
    -- F. Nietzsche


  6. #6
    Partecipante
    Data registrazione
    11-09-2010
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    35

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Va bene, aggiornami su eventuali sviluppi! Nel mentre aspettiamo che qualcuno si intrufoli nella discussione, magari con nuovi spunti che potrebbero essere utili.

  7. #7
    Partecipante L'avatar di wavesequence
    Data registrazione
    02-10-2012
    Residenza
    Mestre
    Messaggi
    33

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Citazione Originalmente inviato da misskwanongoma Visualizza messaggio
    Va bene, aggiornami su eventuali sviluppi! Nel mentre aspettiamo che qualcuno si intrufoli nella discussione, magari con nuovi spunti che potrebbero essere utili.
    Più che altro sarei grato se partecipassero alcune/i forumer che in altri thread hanno dichiarato di conoscere molto bene questa particolare declinazione della sessualità. Una voce autorevole, magari potrebbe fare la differenza...
    Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
    -- F. Nietzsche


  8. #8
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Ciao!

    Ricordo da Regolamento che volendo affrontare delle questioni ci si debba attenere a domande generiche,
    altrimenti si rischia di scivolare nella consulenza, ossia potete discutere sul
    "è giusto tenere in piedi un rapporto insoddisfacente sotto questo punto di vista?", senza entrare, per cortesia, in dettagli personali,
    E questo è facilmente confondibile con una richiesta di consulenza, e da regolamento non è sede.

    Suggerisco a wavesequence nel suo caso specifico di chiedere consulenza, ad un collega nel settore.

    Lasciamo aperta la discussione pregandovi (come moderatrici) di attenervi a disquisizioni generiche.

    Detto questo, in generale in coppia si deve poter trovare dei buoni compromessi, se ci son altre problematiche alla base

    1) prima di tutto trovare buoni medici (ginecologi/andrologi) che appurino l'assenza di patologie fisiche prima di tutto,
    (se c'è un endometriosi senza un'apposita terapia medica non risolviamo in consulenza psicologica il dolore nella penetrazione, ad esempio)

    2) rivolgersi a un esperto in sessuologia: ci sono sia psicologi-sessuologi che psicoterapeuti sessuologi, è preferibile rivolgersi ai secondi se vi sono problematiche psichiche di altra natura, è possibile rivolgersi ai primi se non vi sono problematiche psichiche profonde e i problemi sono circoscritti al solo rapporto sessuale e alla comunicazione/relazione della coppia.

    Questo vale in generale, ad esempio situazioni di astinenza sessuale forzata pre e post gravidanza quando son passati alcuni mesi dalla nascita, se i rapporti non riprendono o riprendono con varie difficoltà.
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  9. #9
    Partecipante L'avatar di wavesequence
    Data registrazione
    02-10-2012
    Residenza
    Mestre
    Messaggi
    33

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Claudia

    Grazie della risposta. Ho tentato di replicare privatamente, ma sono ancora troppo "giovane"
    Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
    -- F. Nietzsche


  10. #10
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di paradelta
    Data registrazione
    21-04-2009
    Messaggi
    738
    Blog Entries
    134

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Citazione Originalmente inviato da wavesequence Visualizza messaggio
    Da nuovo iscritto getto un sasso nello stagno che forse è più un macigno...
    L'argomento è piuttosto vasto e parlarne così mi sembra quasi di semplificarlo esageratamente...

    Ad ogni modo, la premessa che vorrei fare è: le apparenze ingannano... spesso e volentieri.
    Ora mi spiego.

    Dal 1999 ho intrapreso una relazione con una donna (oggi 43 anni lei e 46 io). La relazione è iniziata per tutta una serie di motivi che non sto ad elencare, ma principalmente perché provavamo reciprocamente sia attrazione fisica che mentale... E non è cosa da poco..
    Uno degli aspetti che tra le altre cose mi aveva colpito di più era proprio la "tendenza" della mia partner ad essere un soggetto dominante. Per fare un esempio, durante le vacanze, dopo aver pianificato assieme l'itinerario autostradale, a lei lasciavo il compito di navigatrice - in realtà svolto molto bene - mentre io mi limitavo a guardare la strada e guidare l'autovettura.

    Nelle mie fantasie erotiche, vedevo la mia partner assumere talvolta un ruolo dominante all'interno della coppia...
    Fondamentalmente questo accadeva perché, stanco e stressato dal lavoro, non avevo sempre l'energia per prendere il controllo della situazione.
    Nel tempo, andando avanti con la relazione, condividendo vari momenti di intimità, si è fatto largo dentro di me il desiderio di diversificare la nostra attività sessuale, fino a che non ho deciso di dirlo proprlo a lei.
    Si trattava in buona sostanza di giochi erotici basati su un sadomasochismo soft, nei quali lei avrebbe impersonato il ruolo della padrona ed io dello schiavo.

    Purtroppo la mia proposta non è stata accolta molto favorevolmente, anzi, ma con una certa freddezza e distacco.
    Nonostante le mie insistenze, peraltro discrete, a distanza di anni i nostri rapporti sessuali si sono sempre più diradati, nonostante la nostra affettività e coinvolgimento emotivo siano rimasti sempre forti.

    E' come se da parte della mia partner non ci sia il desiderio di "uscire" fuori dal solito recinto.
    Da parte mia invece vedere questa sua indisponibilità fa diminuire il desiderio di avere rapporti sessuali di tipo tradizionale, proprio come se il mio inconscio dicesse: se tu non mi dai quello che chiedo, ugualmente faccio anch'io.

    Attualmente, dal punto di vista sessuale, ci troviamo in una fase di stallo: nessuno fa un passo verso l'altra, o meglio da parte mia c'è stata disponibilità ma non da parte sua.

    Mi chiedo allora se sia veramente amore quello che la mia partner dice di provare.

    Amore è accettare tutto quello che dal partner proviene, senza discussioni e frustrando ed inibendo le proprie pulsioni, oppure significa anche rendersi disponibili per assecondarlo?
    se ho ben capito il tuo interrogativo.....

    Credo che tu confonda l'amore col desiderio sessuale(e le sue preferenze!)

  11. #11
    Partecipante L'avatar di wavesequence
    Data registrazione
    02-10-2012
    Residenza
    Mestre
    Messaggi
    33

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Citazione Originalmente inviato da paradelta Visualizza messaggio
    se ho ben capito il tuo interrogativo.....

    Credo che tu confonda l'amore col desiderio sessuale(e le sue preferenze!)
    Non saprei come esemplificare in modo diverso quanto scritto precedentemente. Rimane il fatto che, a mio modesto avviso, valuto la mia relazione affettiva come incompleta e per questo provo frustrazione. Non credo sia un capriccio adolescenziale, solo un desiderio di vivere la sessualità, in una delle innumerevoli possibili declinazioni attuabili in una coppia. Per inciso, non pretendo questa sia l'unica declinazione (sarebbe patologico), ma una delle tante, almeno tra le due possibili: sesso vanilla e non. Mentre dall'altro lato della coppia vedo che non c'è alcun interesse alla sperimentazione e questo mi fa male.
    Sul fatto oramai si sia detto e stradetto che in tali condizioni uno dovrebbe avere il coraggio di cercare altro, forse perché è più facile dare consigli che seguirli, posso dire quanto sia assurda la situazione nella quale mi trovo: una coppia ben assortita dove regna amore, fedeltà e rispetto reciproco, dove però la sessualità non ha quel ruolo e quell'importanza che vorrei.
    Bisogna mettere sul piatto della bilancia pro e contro della relazione, non so se cambiando partner andrei in meglio... Magari l'intesa sessuale sarebbe più intensa e coinvolgente, ma il rapporto umano no... A me una relazione di solo sesso non basta.
    Visto che la perfezione non esiste, ho capito che dovrò accontentarmi e soffrire in silenzio.
    Ultima modifica di wavesequence : 12-11-2012 alle ore 17.06.04
    Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
    -- F. Nietzsche


  12. #12
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di paradelta
    Data registrazione
    21-04-2009
    Messaggi
    738
    Blog Entries
    134

    Riferimento: Dominazione e sottomissione come gioco erotico

    Citazione Originalmente inviato da wavesequence Visualizza messaggio
    Non saprei come esemplificare in modo diverso quanto scritto precedentemente. Rimane il fatto che, a mio modesto avviso, valuto la mia relazione affettiva come incompleta e per questo provo frustrazione. Non credo sia un capriccio adolescenziale, solo un desiderio di vivere la sessualità, in una delle innumerevoli possibili declinazioni attuabili in una coppia. Per inciso, non pretendo questa sia l'unica declinazione (sarebbe patologico), ma una delle tante, almeno tra le due possibili: sesso vanilla e non. Mentre dall'altro lato della coppia vedo che non c'è alcun interesse alla sperimentazione e questo mi fa male.
    Sul fatto oramai si sia detto e stradetto che in tali condizioni uno dovrebbe avere il coraggio di cercare altro, forse perché è più facile dare consigli che seguirli, posso dire quanto sia assurda la situazione nella quale mi trovo: una coppia ben assortita dove regna amore, fedeltà e rispetto reciproco, dove però la sessualità non ha quel ruolo e quell'importanza che vorrei.
    Bisogna mettere sul piatto della bilancia pro e contro della relazione, non so se cambiando partner andrei in meglio... Magari l'intesa sessuale sarebbe più intensa e coinvolgente, ma il rapporto umano no... A me una relazione di solo sesso non basta.
    Visto che la perfezione non esiste, ho capito che dovrò accontentarmi e soffrire in silenzio.

    stai dicendo che la sofferenza scaturita dalla tua insoddisfazione sessuale è compensata dal rapporto d'amore che hai con la tua compagna?!

Privacy Policy