• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di normalitÓ
    Data registrazione
    17-10-2006
    Messaggi
    109

    PSICOTERAPIA TRANSAZIONALE vs SISTEMICO RELAZIONALE

    salve,
    sto pensando di iscrivermi alla scuola di spec e sono indecisa tra questi 2 approcci. li trovo entrambi interessantissimi ma vorrei scegliere quello che mi darÓ maggiori possibilitÓ lavortative. mi hanno detto che in questo momento la sistemica va tanto. voi cosa ne pensate? e che mi dite della trnsazionale ad orientamento psicodinamico?in particolare io sono interessata al CENTRO LOGOS DI CASAPULLA e all'IPR di caserta, li conoscete?
    grazie

  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: PSICOTERAPIA TRANSAZIONALE vs SISTEMICO RELAZIONALE

    Le mode vanno e vengono. Le sofferenze e le difficoltÓ delle persone no.

    E "transazionale ad orientamento psicodinamico", considerata la storia dell'Analisi Transazionale, Ŕ un ossimoro.

    Buona vita
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n░ 10126

  3. #3

    Riferimento: PSICOTERAPIA TRANSAZIONALE vs SISTEMICO RELAZIONALE

    Ciao NormalitÓ, io avevo la tua stessa indecisione, e ti dico come l'ho risolta: Ho letto tanto tanto tanto, di un orientamento e dell'altro, cercando di conoscere pi¨ autori possibili. Dopo diversi mesi mi Ŕ stato chiaro quale approccio mi sentivo meglio addosso; ma non ti dico quale, per la tua scelta personale non servirebbe a nulla sapere a quale scuola mi sono iscritta alla fine!

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Riferimento: PSICOTERAPIA TRANSAZIONALE vs SISTEMICO RELAZIONALE

    Ciao
    Mi unisco a quello che dice elekid: scegli in base alla tua preferenza, a quale approccio ti piace di pi¨, a quale "senti tuo"...piuttosto aspetta e leggi qualche libro per capire meglio le differenze...
    Non scegliere in base alle presunte maggiori probabilitÓ di trovare lavoro, prima di tutto perchŔ ai pazienti non gliene frega nulla del tuo orientamento n'Ŕ delle differenze metodologiche (apparte qualche raro caso), e poi perchŔ non Ŕ la scuola di psicoterapia che ti farÓ trovare il lavoro! ...a meno che tu non intenda per "trovare lavoro" la possibilitÓ di partecipare ai concorsi, che spesso sono fatti solo per assumere chi giÓ collabora da anni con l'ente, e che nel bando non riportano mai la preferenza per un orientamento piuttosto che per un anno!!!

    In bocca al lupo
    Chiara
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

Privacy Policy