• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 14 di 14
  1. #1

    psicologo o psicoterapeuta??

    ciao a tutti!
    mi sono iscritta all'albo a gennaio e mi trovo ad affrontare l'inevitabile dilemma..scuola di specializzazione si?scuola di specializzazione no?
    al di fuori delle motivazioni personali per cui mi piacerenbbe fare la scuola ho bisogno di valutare le prospettive pratiche e lavorative.
    il mio grosso dubbio è:
    ESISTONO PSICOLOGI CHE LAVORANO COME TALI SENZA ESSERE ANCHE PSICOTERAPEUTI/SPECIALIZZANDI??
    qualcuno di voi è, o conosce, qualche psicologo che abbia uno studio o lavori in un'azienda, cooperativa, associazione o struttura privata come PSICOLOGO (non come educatore, assistente, insegnante ecc..) senza avere una spezializzazione in psicoterapia???
    grazie!!

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di alterpsico
    Data registrazione
    21-09-2006
    Residenza
    Vermegliano (GO)
    Messaggi
    351

    Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Citazione Originalmente inviato da eleonora-373 Visualizza messaggio
    ciao a tutti!
    mi sono iscritta all'albo a gennaio e mi trovo ad affrontare l'inevitabile dilemma..scuola di specializzazione si?scuola di specializzazione no?
    al di fuori delle motivazioni personali per cui mi piacerenbbe fare la scuola ho bisogno di valutare le prospettive pratiche e lavorative.
    il mio grosso dubbio è:
    ESISTONO PSICOLOGI CHE LAVORANO COME TALI SENZA ESSERE ANCHE PSICOTERAPEUTI/SPECIALIZZANDI??
    qualcuno di voi è, o conosce, qualche psicologo che abbia uno studio o lavori in un'azienda, cooperativa, associazione o struttura privata come PSICOLOGO (non come educatore, assistente, insegnante ecc..) senza avere una spezializzazione in psicoterapia???
    grazie!!
    Ciao Eleonora,
    eccomi qui :-) lavoro oramai da più di un anno come "Psicologa" Libera Professionista (prima non avevo p.iva) collaborando con Cooperative e Società del mio territorio (Friuli Venezia Giulia) nell'ambito della Psicologia Scolastica (DSA, DAS, apprendimento, metodo di studio, etc. etc.). Sono stata abilitata alla professione all'inizio del 2010 e, per scelta, ho aspettato prima di iscrivermi ad una Scuola di Specializzazione (probabilmente frequenterò la Sistemica a Gennaio 2013). Perchè? Perchè volevo capire se c'era margine per lavorare come Psicologa, per esplorare il territorio, per vedere se era effettivamente possibile esercitare la nostra professione. Ebbene sì, ce la si fa. Non è certo facile: ci vuole determinazione, tenacia, una buona rete di contatti, botte di "lato b", tanto sacrificio ed impegno, ma ce la si fa. Ho deciso di procrastinare l'iscrizione ad una scuola di specializzazione anche per capire il "mio" orientamento, per conoscermi, per comprendere "cosa" nel mio lavoro sarebbe servito. Ora sento che manca qualcosa, c'è bisogno di affinare la preparazione, di regolare, impostare e definire bene la professione che, seppur diversa trattandosi di psicoterapia, ti forma come professionista, ma soprattutto come persona.

    Questa, in poche righe, è la mia esperienza :-)
    Se hai bisogno....

    Alter.
    psicologo.gorizia

    "To be human means to be modified..."
    "Si può sbagliare senza essere sbagliati"
    "Ognuno ha i suoi tempi!"

  3. #3
    Matricola L'avatar di Luz Marina
    Data registrazione
    20-08-2012
    Residenza
    UK
    Messaggi
    16

    Re: Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Citazione Originalmente inviato da alterpsico Visualizza messaggio
    Ciao Eleonora,
    eccomi qui :-) lavoro oramai da più di un anno come "Psicologa" Libera Professionista (prima non avevo p.iva) collaborando con Cooperative e Società del mio territorio (Friuli Venezia Giulia) nell'ambito della Psicologia Scolastica (DSA, DAS, apprendimento, metodo di studio, etc. etc.). Sono stata abilitata alla professione all'inizio del 2010 e, per scelta, ho aspettato prima di iscrivermi ad una Scuola di Specializzazione (probabilmente frequenterò la Sistemica a Gennaio 2013). Perchè? Perchè volevo capire se c'era margine per lavorare come Psicologa, per esplorare il territorio, per vedere se era effettivamente possibile esercitare la nostra professione. Ebbene sì, ce la si fa. Non è certo facile: ci vuole determinazione, tenacia, una buona rete di contatti, botte di "lato b", tanto sacrificio ed impegno, ma ce la si fa. Ho deciso di procrastinare l'iscrizione ad una scuola di specializzazione anche per capire il "mio" orientamento, per conoscermi, per comprendere "cosa" nel mio lavoro sarebbe servito. Ora sento che manca qualcosa, c'è bisogno di affinare la preparazione, di regolare, impostare e definire bene la professione che, seppur diversa trattandosi di psicoterapia, ti forma come professionista, ma soprattutto come persona.

    Questa, in poche righe, è la mia esperienza :-)
    Se hai bisogno....

    Alter.
    grazie per la tua risposta. penso che sia importante capire che fare la scuola di specializzazione deve essere una scelta basata su un desiderio di crescita personale (come hai descritto tu) , e non un'imposizione del mercato del lavoro. la scuola di spec. e' un grosso impegno, non solo economico (direi molto simile ad una rapina a mano armata!!) ma anche di tempo ed energie. io non ho ancora nn me la sento e non so francamente se la faro' mai. come hei detto bene tu, uno ce la po' fare anche come psicologo, anche se immagino le difficolta' che cmq sono comuni anche ad uno psicoterapeuta.

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di alterpsico
    Data registrazione
    21-09-2006
    Residenza
    Vermegliano (GO)
    Messaggi
    351

    Riferimento: Re: Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Citazione Originalmente inviato da Luz Marina Visualizza messaggio
    grazie per la tua risposta. penso che sia importante capire che fare la scuola di specializzazione deve essere una scelta basata su un desiderio di crescita personale (come hai descritto tu) , e non un'imposizione del mercato del lavoro. la scuola di spec. e' un grosso impegno, non solo economico (direi molto simile ad una rapina a mano armata!!) ma anche di tempo ed energie. io non ho ancora nn me la sento e non so francamente se la faro' mai. come hei detto bene tu, uno ce la po' fare anche come psicologo, anche se immagino le difficolta' che cmq sono comuni anche ad uno psicoterapeuta.

    Esattamente! La scelta della Scuola di Specializzazione, almeno secondo il mio punto di vista, deve essere fatta non per scopi di "speranze economiche future", ma per accrescere la propria padronanza di sè e della professione che si ha deciso di intraprendere.
    Qualche anno fa ero anch'io dell'idea che altri 4 anni di scuola sarebbero stati molto pesanti da affrontare, ma nel lavoro sono arrivata ad un certo punto in cui ho sentito proprio il bisogno e la necessità di specializzarmi ancora più... di trattare dei casi "particolari" e di poter avere un'impostazione solida e precisa.
    Credo che la scelta sia molto personale e dipenda dal percorso professionale e lavorativo che si è già intrapreso o si intende perseguire.

    Comunque il confronto di esperienze fa sempre bene... quindi... sbizzarriamoci
    psicologo.gorizia

    "To be human means to be modified..."
    "Si può sbagliare senza essere sbagliati"
    "Ognuno ha i suoi tempi!"

  5. #5
    fiona774
    Ospite non registrato

    Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Citazione Originalmente inviato da eleonora-373 Visualizza messaggio
    ciao a tutti!
    mi sono iscritta all'albo a gennaio e mi trovo ad affrontare l'inevitabile dilemma..scuola di specializzazione si?scuola di specializzazione no?
    al di fuori delle motivazioni personali per cui mi piacerenbbe fare la scuola ho bisogno di valutare le prospettive pratiche e lavorative.
    il mio grosso dubbio è:
    ESISTONO PSICOLOGI CHE LAVORANO COME TALI SENZA ESSERE ANCHE PSICOTERAPEUTI/SPECIALIZZANDI??
    qualcuno di voi è, o conosce, qualche psicologo che abbia uno studio o lavori in un'azienda, cooperativa, associazione o struttura privata come PSICOLOGO (non come educatore, assistente, insegnante ecc..) senza avere una spezializzazione in psicoterapia???
    grazie!!
    Ciao!
    Sí, sono 10anni che ho uno studio e faccio sostegno e consulenza. Ma ho sempre avuto piú supervisori che ho pagato privatamente per aiutarmi nei casi che ho seguito. Poi ho sentito che era il momento di specializzarmi e ora inizio il 3 anno di specializzazione in psicoterapia.
    Psicologo o psicoterapeuta cambia poco se non hai le idee chiare su cosa vuoi fare e su quali siano le regole del mercato.
    Conosco tantissimi specializzati in psicoterapia che brancolano nel buio.
    Anche nel lavoro con i pazienti.
    La formazione credo sia importante, ancora di piú una buona supervisione, ma la cosa fondamentale sono le risorse personali e la capacita di mettersi in gioco sul serio nel mercato del lavoro ed esporsi. Anche con i pazienti.
    Ciao ciao!!!

  6. #6
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Io ne conosco diversi.. tutti mi hanno detto (persone sia che lavorano da pochi anni che invece da oltre 10, 20 anni) che con la psicoterapia non ci si mangia, serve casomai per arrotondare e che al momento devi farti un mazzo enorme per farla, promuoverti e avere clienti e se va bene comunque soprattutto anche vista la crisi non e' proprio facile avere un buon numero di clienti stabili che vengano e che si alternino nel tempo..
    Molti psicologi (clinici e non) psicoterapeuti si sono buttati nell'ambito della psicologia del lavoro e in altri settori proprio perche' a loro dire con la psicoterapia non ci si vive, serve magari per arrotondare... ma non ci si basa l'esistenza.. o almeno chi lo fa sono pochissimi

  7. #7
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Aggiungo inoltre che parlavo con una mia amica, assunta in una cooperativa a tempo indeterminato come psicologa, laureata nel 2007 e ha iniziato la scuola di psicoterapia, la sua assunzione e' stata in base alla qualifica di psicologa e questo fa all'interno della cooperativa, mi diceva che la scuola di psicoterapia le sta servendo molto a livello personale pero' tornando indietro non sa (visto il gravoso impegno di tempo, denaro e fatica fisica e mentale) se la rifarebbe... perche' comunque anche da quello che ha visto e anche parlando con docenti e terapeuti che lo hanno fatto capire piu' o meno indirettamente e' molto difficile mantenersi solo con l'esercizio della psicoterapia.
    Inoltre credo sia abbastanza duro puntare tutto su quello, vi immaginate 6., 7 ore al giorno a fare terapia tutti i giorni??

  8. #8
    fiona774
    Ospite non registrato

    Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Citazione Originalmente inviato da Duccio Visualizza messaggio
    Aggiungo inoltre che parlavo con una mia amica, assunta in una cooperativa a tempo indeterminato come psicologa, laureata nel 2007 e ha iniziato la scuola di psicoterapia, la sua assunzione e' stata in base alla qualifica di psicologa e questo fa all'interno della cooperativa, mi diceva che la scuola di psicoterapia le sta servendo molto a livello personale pero' tornando indietro non sa (visto il gravoso impegno di tempo, denaro e fatica fisica e mentale) se la rifarebbe... perche' comunque anche da quello che ha visto e anche parlando con docenti e terapeuti che lo hanno fatto capire piu' o meno indirettamente e' molto difficile mantenersi solo con l'esercizio della psicoterapia.
    Inoltre credo sia abbastanza duro puntare tutto su quello, vi immaginate 6., 7 ore al giorno a fare terapia tutti i giorni??
    Ciao!
    8 pazienti al giorno, 6giorni su 7 credo sia impensabile.
    E comunque per vivere dignitosamente ne bastano anche meno.
    Certo lo psicologo o lo psicoterapeuta che vuole lavorare in ambito clinico, puó occuparsi anche di altre attività che esulino lo studio:gruppi a tema, seminari residenziali, progetti in associazioni o enti, ecc.
    Con i "mi hanno detto" non si possono prendere scelte e fare valutazioni serie.
    E' sempre meglio sperimentarsi in prima persona.
    Ciao ciao

  9. #9
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Beh infatti ho riportato esperienze di persone che lavorano sul campo (ne ho contati almeno 23.. fra giovani, di mezza eta', e piu' anziani) che conosco personalmente.. Ovviamente e' importantissima la prova diretta, pero' secondo me anche quella indiretta (sempre che non siano leggende metropolitane campate in aria) si puo' tastare il terreno.. Insomma e' sempre bene avere piu' fonti possibili

    Da quello che ho capito io diventare psicoterapeuta e' un qualcosa che serve tantissimo a livello formativo e personale nella tua identita' di psicologo.. Se parliamo di mercato del lavoro dipende sempre da cosa uno vuole fare, chesso' si vuole entrare in ospedali o altri enti pubblici come psicologi ? spesso richiedono oltre l'iscrizione all'albo da tot anni anche la qualifica di psicoterapeuta .. bandi pero' alla asl ne escono uno ogni morte di papa di un posto per 3000 candidati e oltre...
    Quando dicevo 6 ore al giorno era ovviamente un'esagerazione ... pero' era per dire che nessuno fa "solo" lo psicoterapeuta sia perche' e' difficilissimo... e sono pochi nomi che riescono a farlo e poi perche' credo sia particolarmente sfiancante dal punto di vista emotivo e psichico..

    In sintesi, non vedo psicologi che fanno solo una cosa, gli psicologi che lavorano e che vedo io hanno magari il lavoro part time o full time a seconda in comunita' o in qualche cooperativa o aziende e strutture varie, poi fanno consulenze piu' livelli (counseling, orientamento, consulenza aziendale ecc), hanno quel corso di formazione in cui fare docente qualche volta a settimana il tardo pomeriggio-sera o fine settimana ecc... e possono avere anche la qualifica di psicoterapeuta e avere dei pazienti una tantum...

    Piu' si va avanti e piu' ci dobbiamo scordare il lavoro dello psicologo come un lavoro di dipendenza con orario e luogo fisso...ma sara' sempre piu' autonomo e mobile..

    Secondo me la domanda non e' tanto fare o meno in maniera assoluta la scuola di psicoterapia, dipende da tanti fattori..

    Prima cosa pensare che costa almeno 16 mila, 20mila euro .. secondo che dura 4 anni... e poi valutare anche cosa si sta facendo mentre si fa la scuola, quanti anni si ha ecc.. Insomma secondo me e' necessario fare sempre una valutazione a tutto tondo e anche guardando un po' il proprio contesto di vita, sociale e ambientale perche' e' una scelta importante e soprattutto molto dispendiosa...

    Si puo' lavorare benissimo anche senza essere terapeuti, il terapeuta lo fai o come libero professionista o perche' perovi a entrare come psicologo nel pubblico e li che io sappia chiedono la qualifica... Nel privato o se uno vuole lavorare in cooperative, scuole, aziende ecc non necessariamente chiedono la qualifica di psicoterapeuta e si puo' lavorare anche come psicologo senza essere terapeuta.

    Poi come dicevi tu non e' secondo me importante cosa tu sia, l'importante e' il tuo progetto professionale e come lo vuoi portare avanti e in quel modo tari e indirizzi anche la tua formazione...

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di sara81
    Data registrazione
    02-06-2003
    Residenza
    Brescia
    Messaggi
    268

    Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Vorrei sapere quali sono le regole per fare colloqui, ad esempio di sostegno, come semplice PSICOLOGA e non come psicoterpeuta. c'è un limite nel numero di colloqui? quanti?sto frequentando una scuola di specializzazione ma mi piacerebbe incominciare l'attività nel frattempo.

    Grazie

  11. #11
    Matricola L'avatar di Luz Marina
    Data registrazione
    20-08-2012
    Residenza
    UK
    Messaggi
    16

    Re: Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Citazione Originalmente inviato da sara81 Visualizza messaggio
    Vorrei sapere quali sono le regole per fare colloqui, ad esempio di sostegno, come semplice PSICOLOGA e non come psicoterpeuta. c'è un limite nel numero di colloqui? quanti?sto frequentando una scuola di specializzazione ma mi piacerebbe incominciare l'attività nel frattempo.

    Grazie
    mi associo alla domanda. ma nel sito dell'ordine si trova qualcosa a riguardo?

  12. #12
    fiona774
    Ospite non registrato

    Riferimento: Re: Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Citazione Originalmente inviato da Luz Marina Visualizza messaggio
    mi associo alla domanda. ma nel sito dell'ordine si trova qualcosa a riguardo?
    Ciao a tutti,
    potreste fare una domanda più precisa?
    Altrimenti trovo difficile che qualcuno possa darvi una mano.
    I colloqui come psicologo possono essere fatti in svariatissimi contesti e ambiti.
    Quindi il "numero" varia se è una perizia o un sostegno, questo per dire un esempio di applicazione.
    Comunque siete già laureati?
    Se è così, la risposta dovreste già saperla nel caso del sostegno.
    Poi esistono innumerevoli testi sul colloquio psicologico.

    L'Ordine non mi risulta abbia tra le sue competenze quella di formare al lavoro clinico.

    Insomma, ragazzi! Un po' d'intraprendenza e fiducia in se stessi !!
    Che tanto con i primi pazienti farete molti errori, ma da qualche parte toccherà pur iniziare.
    Se fate delle cretinate ai pazienti importa relativamente (in ambito clinico), quello che importa è che usiate il buon senso e se ne ve ne rendete conto, chiedete scusa e ripartite.
    Gli errori in clinica spesso sono utili anche ai pazienti e insieme si scoprono a volte i nodi più dolorosi dei pazienti.

    Abbiate il coraggio di fare errori.
    Ciao ciao

  13. #13
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    13-03-2008
    Messaggi
    92

    Cosa può fare lo psicologo ...

    Salve,
    Sono una Psicologa e nell'attesa di avere le risorse per iscrivermi alla scuola di specializzazione ho aperto lo studio. In questo periodo mi stò dunque documentando tantissimo al fine di non correre rischi dovuti alla cattiva o scarsa informazione...
    Dato che tra Sostegno psicologico (che è quello che voglio fare, oltre alla psicodiagnosi strumentale) e Psicoterapia intercorre una linea sottilissima, voglio essere sicura di non sconfinare mai .
    Una domanda alla quale non riesco a trovare risposta è per esempio se da Psicologa (senza specializzazione) potrei seguire una persona con ritardo mentale, dato che spesso mi trovo a leggere che generalmente vengono trattati con psicoterapia, ma sinceramente penso che questo debba dipendere dall'esigenza della persona stessa, o sbaglio? Ovvero se mi chiedessero di seguire tale persona solo allo scopo di non farla regredire e quindi non di curarla, questo non sarebbe psicoterapia giusto? in quanto il mio scopo non sarebbe lavorare sul sintomo bensì su capacità di adattamento, sugli aspetti affettivi ed emotivi ecc...

    Dalle mie frasi capirete che sono un pò confusa in merito, c'è qualcuno che sappia darmi delle delucidazioni?

  14. #14
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di GIUNONE
    Data registrazione
    20-01-2005
    Residenza
    Iperuranio
    Messaggi
    1,443
    Blog Entries
    1

    Riferimento: psicologo o psicoterapeuta??

    Ciao, con un'utenza di questo tipo puoi benissimo fare interventi/percorsi di promozione della salute, ovvero sviluppo/potenziamento/consolidamento delle risorse psicosociali al fine di ottimizzare le loro competenze affettive, cognitive, sociali e quindi la qualità di vita nelle sue varie componenti.

Privacy Policy