è un sogno vecchio, ma mi è rimasto talmente impresso nella mente che ancora oggi cerco risposta...avevo provati siti per l'interpretazione dei sogni, ma erano troppo approssimativi...mi chiedevo se qualcuno di voi poteva dirmi cosa poteva significare

Ero nella mia camera, era buio e fuori era notte, c'erano tantissime stelle, io ero inginocchiata sul mio letto. Poi vedo avvicinarsi una cometa di colore arcobaleno molto grossa, che si stava avvicinando sempre di più alla mia finestra, e vedo che questa cometa si trasforma in un ammasso di perline colorate e scintillanti che formano una domanda: "sai perchè?" non capendo cosa voleva dirmi, rimasi stranita e andai di sotto. Seca giù vidi nella sala che c'era mia sorella maggiore davanti al pc(è sempre davanti al pc lei) e io di colpo mi ritrovo in mano una scatolina di caramelle(ricordo perfno che erano le fruittella alla fragola e vaniglia ). Poi sento di là in cucina mia madre piangere, diceva che non poteva organizzare il mio compleanno perchè aveva la febbre ed era dispiaciuta(quando ho fatto quel sogno mancavano pochi giorni al mio compleanno, sarà stato il 16-17 luglio, e io li compio il 19), la vedevo chinata sulla sedia e non la vedevo di faccia.

Ci rimasi male per questo, e intanto andai dal mobile con le credenze per mettere via il pacchetto che mi ero ritrovata in mano, ma non lo feci, e mi sparì di mano subito dopo. Allora ritorno su in camera, e vedo che un'altra cometa si stava avvicinando. Impaurita scappai dalla camera dicendo "Eh no, stavolta no!", e scappai, andando fuori in giardino. In lontanaza si vedeva una specie di fuoco d'artificio colorato che si stava avvicinando piano piano nel fondo del mio giardino, così volli chiamare mia sorella per farle vedere cos'era quello strano fuoco scintillante, ma ci misi molto a farla venire da me, la chiamai ripetute volte. Poi, appena quel fuoco d'artificio tocca il prato esplode, formando un ceneroso fumo nerissimo che si stava espandendo per tutto il giardino. Io sentendo già il respiro pesante scappai in casa con mia sorella per chudere tutte le finestre(la cosa bizzarra è che anche il nostro cane ci stava aiutando a chiuderle da fuori ).

Mi avviai in sala per chiudere l'ultima finestra, ma vidi che il fumo, nonostante la finestra fosse aperta, non entrava, entravano solo piccoli cumuli di cenere nera, ma la chiusi comunque e mi accovacciai in un angolo tra il mobile e il muro, spaventata. Appena mi rialzai vidi che il fumo era sparito, e il prato era diventato una specie di giardino dell'eden, era pieno di riugiada e c'erano strani fiori colorati per tutto il prato, e pozzanghere limpide nell'erba. Camminai lentamente, affascinata da questo prato, e mi diressi vicino al cancello dove c'era un enorme giglio bianco, ma mi faceva impressione perchè era enorme e peloso, ma intanto volli andare a prendere il cellulare per fare una foto, ma mi bloccai di colpo. Mi girai sulla mi sinitra e vidi un enorme gufo dalle lunghe ali fermo, immobile a mezz'aria, come se il tempo lo avesse fermato. Poi mi girai e vidi un altro gufo accanto a me. Io gli chiesi se voleva appoggiarsi sulla mia spalla, lui me la graffiò e(bizzarria in arrivo) si trasformò in un cane marrone che mi saltava ripetutamente addosso, poi si ri trasformò in un oggetto meccanico e poi mi svegliai di colpo.

Ok, dopo quel sogno, non ho mai smesso di cercare informazioni e risposte su di esso, e per quanto possa essere vecchio voglio ancora capire che diavolo volesse dire. Certo, ci sono tanti altri sogni di cui vorrei parlare, maaaa...meglio di no, per preservare l'incolumità mentale di tutti

PS. Scusate gli errori di battitura ma questa tastiera ha dei tasti così simpatici che li mangerei. E scusate anche il poema, ma lo ricordo così bene che non voglio tagliare nessuna parte