• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 13 di 13
  1. #1

    Scuola sistemico-relazionale di Prato

    Salve a tutti,
    vorrei sapere se qualcuno ha informazioni su cosa viene chiesto al colloquio di ammissione al Centro Studi e Applicazione della Psicologia Relazionale di Prato. Io so che il colloquio lo tiene direttamente il Manfrida e che c'è un caso clinico da discutere (oralmente o per scritto?)... vi risulta?
    Grazie a tutti!
    Ciao!
    Ultima modifica di arwen : 25-07-2013 alle ore 12.32.50

  2. #2

    Scuola sistemico-relazionale di Prato

    Ciao,

    sto valutando alcune scuole di psicoterapia, qualcuno ha esperienza della scuola sistemico-relazionale di Prato?
    E' valida?

    Grazie
    Ultima modifica di arwen : 25-07-2013 alle ore 12.33.41

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di joeypotter2707
    Data registrazione
    13-01-2006
    Residenza
    Pistoia
    Messaggi
    444
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Colloquio di selezione Scuola Sistemico-Relazionale di Pr

    Salve a tutti,
    vorrei sapere se qualcuno ha informazioni su cosa viene chiesto al colloquio di ammissione al Centro Studi e Applicazione della Psicologia Relazionale di Prato. Io so che il colloquio lo tiene direttamente il Manfrida e che c'è un caso clinico da discutere (oralmente o per scritto?)... vi risulta?
    Grazie a tutti!
    Ciao!
    Ciao, c'è una parte scritta che riguarda un caso clinico con sei domande aperte, del tipo: se potessi fare una sola domanda cosa chiederesti? Quali sono le tue ipotesi sulle cause di questa situazione? Come pensi di intervenire?
    Ti danno di tempo circa 1 ora e mezza.
    Poi c'è il colloquio con Manfrida. Lui è molto tranquillo e inizialmente aspetta che sia tu a parlare e a spiegare le tue motivazioni che ti hanno condotto a scegliere proprio questo percorso e questa scuola. Io ho parlato di me, della mia passione per la psicoterapia e in particolare per la sua scuola perché ho letto vari libri sull'argomento, ho approfondito il modello teorico e mi è piaciuto molto ecc.
    Intanto Manfrida ha sotto mano il tuo curriculum, che ha letto mentre facevi la prova scritta, e può farti delle domande su quello, sulle cose che hai fatto nella tua vita perché da li capisce anche come sei di carattere. Io ad esempio quando mi ha fatto notare che ho studiato in molte città diverse, ho semplicemente detto che seguo i miei sogni dovunque essi siano e ho studiato nelle migliori università per cercare di sopavvivere nel mio piccolo ad un mercato del lavoro cosi competitivo.
    Il colloquio è durato circa 30 minuti. E' stato piacevole e lui era molto incoraggiante con i suoi feedback.
    Alla fine sono stata ammessa alla scuola. Non c'è gioia più grande.
    Ultima modifica di arwen : 25-07-2013 alle ore 12.33.31

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di joeypotter2707
    Data registrazione
    13-01-2006
    Residenza
    Pistoia
    Messaggi
    444
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Scuola sistemico-relazionale di Prato

    Ciao,

    sto valutando alcune scuole di psicoterapia, qualcuno ha esperienza della scuola sistemico-relazionale di Prato?
    E' valida?

    Grazie
    Ciao, ho svolto 6 mesi di tirocinio post-laurea in questa scuola e mi sono trovata molto bene. In segreteria sono cordiali e gentili. Ho avuto l'opportunità di partecipare a seminari e lezioni insieme agli allievi della scuola. E' stato entusiasmante.
    L'ho scelta come scuola da frequentare e a Novembre inizio il 1° anno.
    C'è da dire che è molto costosa (circa 4.500 euro all'anno), prevede 100 ore di tirocinio annuali, frequenza una volta a settimana (martedì per 2013/2014), i docenti sono bravissimi e competenti perché già lavorano sul campo e riportano casi clinici reali anche videoregistrati, i locali sono nuovissimi e moderni completi di tutto, ci sono le stanze dove fanno terapie con lo specchio unidirezionale ecc.
    Per qualsiasi info chiedete pure.
    Ultima modifica di arwen : 25-07-2013 alle ore 12.34.00

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Riferimento: Scuola sistemico-relazionale di Prato

    ciao a tutti
    ho unito le due discussioni identiche che erano state aperte sulla medesima scuola, una più generale e una sul colloquio di ammissione

    vi ricordo che è vietato dal regolamento del forum aprire più discussioni (oltretutto a così breve distanza di tempo) sul medesimo argomento e pertanto ho unito i messaggi inserendo nelle risposte di joeypotter2707 il quote con il messaggio a cui si riferisce

    come sempre, se ci sono problemi restiamo a disposizione
    a presto
    Chiara
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di joeypotter2707
    Data registrazione
    13-01-2006
    Residenza
    Pistoia
    Messaggi
    444
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Scuola sistemico-relazionale di Prato

    Grazie, ora c'è più ordine :-)
    "Non esistono terapie impossibili ma solo terapeuti incapaci"

  7. #7
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    26-12-2007
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    105

    Riferimento: Scuola sistemico-relazionale di Prato

    Salve a tutti, scusate se riesumo questa vecchia discussione ma sono davvero interessata a questa scuola. Potreste darmi delle informazioni più precise?
    -frequenza: davvero è una volta a settimana durante giorni infrasettimanali? non è il weekend come tutte le altre?
    -terapia: non è prevista terapia individuale?
    -modello teorico: offre degli strumenti pragmatici per l'intervento clinico? Per spiegarmi meglio: ho svolto il primo semestre di tirocinio post-lauream all'IGF, e ho avuto modo di capire quanto in questa scuola si lavori sul terapeuta, "rigirandolo come un calzino", spetto che ho apprezzato molto..però l'approccio mi sembrava troppo "campato in aria", privo di una metodologia tecnica efficace. Non prendetemi per comportamentista, dio me ne scampi, ma sento di aver bisogno di una cornice teorica un po' più forte, con pratica clinica ben definita. La sistemica di prato offre qualcosa di simile?
    -lezioni: in cosa consistono? oltre alle discipline cattedratiche si assiste a delle sedute? si partecipa in prima persona? a partire da quando?
    -che differenze c'è con la sistemica di firenze, quella di De Bernardt? (sicuramente l'ho scritto sbagliato, chiedo venia)
    -opinioni: come vi trovate e consigliereste questa scuola, indipendentemente dall'approccio personale, che è relativo a ciascuno di noi? io sono indecisa tra questa e la costruttivista, e sempre all'interno della medesima tra quella di chiari e quella di cionini!!! help!!!
    grazie a tutti per le info

  8. #8
    Partecipante Esperto L'avatar di joeypotter2707
    Data registrazione
    13-01-2006
    Residenza
    Pistoia
    Messaggi
    444
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Scuola sistemico-relazionale di Prato

    Cerco di risponderti a una domanda per volta.
    Non è prevista la psicoterapia individuale dell'allievo in quanto durante il training gli allievi sono comunque seguiti dai didatti di riferimento per qualsiasi problema.
    Gli allievi sono 20 divisi in due gruppetti da 10 persone. Ogni gruppetto ha un didatta di riferimento.
    "Non esistono terapie impossibili ma solo terapeuti incapaci"

  9. #9
    Partecipante Esperto L'avatar di joeypotter2707
    Data registrazione
    13-01-2006
    Residenza
    Pistoia
    Messaggi
    444
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Scuola sistemico-relazionale di Prato

    La frequenza: all'inizio dell'anno la segreteria fornisce agli allievi il calendario completo delle lezioni per tutto l'anno!
    Il mio gruppo ha le lezioni di training il martedi pomeriggio dalle 14 alle 19. Tuttavia la mattina può esserci una lezione teorica.
    Alcune volte si va il sabato, solitamente per i seminari (5-7 all'anno), oppure per lezioni teoriche.
    In linea di massima è un sabato al mese, massimo 2.
    "Non esistono terapie impossibili ma solo terapeuti incapaci"

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di joeypotter2707
    Data registrazione
    13-01-2006
    Residenza
    Pistoia
    Messaggi
    444
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Scuola sistemico-relazionale di Prato

    -modello teorico: offre degli strumenti pragmatici per l'intervento clinico? Per spiegarmi meglio: ho svolto il primo semestre di tirocinio post-lauream all'IGF, e ho avuto modo di capire quanto in questa scuola si lavori sul terapeuta, "rigirandolo come un calzino", spetto che ho apprezzato molto..però l'approccio mi sembrava troppo "campato in aria", privo di una metodologia tecnica efficace. Non prendetemi per comportamentista, dio me ne scampi, ma sento di aver bisogno di una cornice teorica un po' più forte, con pratica clinica ben definita. La sistemica di prato offre qualcosa di simile?
    -lezioni: in cosa consistono? oltre alle discipline cattedratiche si assiste a delle sedute? si partecipa in prima persona? a partire da quando?


    Sicuramente c'è un approccio teorico ben consolidato a cui va dedicato tutto il primo anno. Tuttavia non si tratta di una mera trasmissione di regolette, del tipo si fa cosi e cosi. C'è una teoria sottostante che secondo me funziona ma non esiste un protocollo ben delineato della seduta, solo alcune indicazioni basilari per non commettere errori grossolani.
    Durante le prime lezioni già si possono guardare le videoregistrazioni delle sedute e alla fine del 1 anno l'allievo entra in seduta!!!
    Il fatto di affrontare subito le sedute in supervisione diretta aiuta molto nell'esperienza cosicchè alla fine del 4 anno non ci si trova spauriti ma già abbastanza sicuri di sè. Quando l'allievo è in seduta, dietro allo specchio unidirezionale c'è il didatta supervisore che interviene con il citofono nel caso in cui ci fossero delle cose da aggiustare. Nei casi più difficili il supervisore affianca l'allievo in seduta.
    Questa scuola secondo me insegna le conoscenze e le competenze per intraprendere una professione carica di responsabilità.
    Il principio base è che la gente oggi non vuole parole rassicuranti e una pacca sulla spalla, ma un aiuto concreto basato su teorie e tecniche che possa aiutare seriamente a risolvere il problema della persona che ci sta davanti per cui ci vuole la giusta preparazione.
    Non è una scuola strategica ma si rifà molto al controparadosso delle Selvini, alle tecniche teatrali di Minuchin, alle sculture, al metodo narrativo cioè creare nuovi modi di vedere le cose con storie alternative ecc.
    "Non esistono terapie impossibili ma solo terapeuti incapaci"

  11. #11
    Partecipante Esperto L'avatar di joeypotter2707
    Data registrazione
    13-01-2006
    Residenza
    Pistoia
    Messaggi
    444
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Scuola sistemico-relazionale di Prato

    Le lezioni sono teoriche, di approfondimento testi e di training. Durante il training si impara ad applicare la teoria alla clinica. Si vedono le sedute registrate e si fanno "simulate" di terapia per metterci in gioco e alla prova e capire bene come muoversi, gli errori da non fare ecc applicando magari i concetti appresi in giornata e commentarli poi tutti insieme. E' molto interattiva come lezione.
    Io rifarei la stessa scelta perchè i didatti sono eccezionali prima professionalmente e poi a livello personale. Ti seguono moltissimo e imparano a conoscerci bene per darci le dritte giuste. Si sente che c'è passione e interesse verso l'allievo.
    Si può parlare di sè durante la lezione sul genogramma. Ogni allievo costruisce una specie di albero genealogico della sua famiglia dove quello che conta sono le relazioni. Il didatta fa alcune domande di approfondimento e non commenta. Dopo di chè ognuno porta una scena avvenuta nella sua famiglia e che si è ripetuta frequentemente fino ai 18 anni e viene recitata. Il didatta cambierà la scena due volte in modo da trovare dei modi alternativi di vedere le cose e nessuno commenterà. Beh ero molto scettica ma poi quando mi è stata dedicata questa giornata e ho potuto parlare di me e rivedere la scena cambiata, devo dire che mi ha incoraggiato molto ad andare avanti su questa strada. So di essere seguita da persone capaci che fanno di tutto per prepararmi al meglio e sento che non sto perdendo tempo ma che ad ogni lezione imparo delle perle che potrò utilizzare nella mia futura attività di terapeuta.
    Alla fine dei 4 anni c'è un esame da superare a Roma.
    "Non esistono terapie impossibili ma solo terapeuti incapaci"

  12. #12
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    26-12-2007
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    105

    Riferimento: Scuola sistemico-relazionale di Prato

    Grazie mille per le risposte..non ho ancora chiaro in cosa si differenzi da quella di Firenze peró..qualcuno può aiutarmi?

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di Chispita
    Data registrazione
    25-01-2008
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    127

    Riferimento: Scuola sistemico-relazionale di Prato

    Ciaooo, vorrei sapere avete fatto il tirocinio al Centro Studi e Applicazione della Psicologia Relazionale di Prato, se si: come vi siete trovati???, vi hanno fatto fare un vero tirocinio in ambito clinico o di sviluppo?...Spero possiate darmi una mano a capire meglio come funziona...vi ringrazio e buona domenica

Privacy Policy