Mi trovo sul raccordo anulare, mi sbaglio, non dovevo imboccarlo e ora non so più come uscirne, sto pensando di prendere un taxi e affidarmici. Poi penso di chiedere informazioni, mi fermo a un benzinaio enorme e finisco in un posto strano, sotto il benzinaio, attraverso una rampa. Chiedo come uscire da li ma loro mentono e in realtà mi inseriscono in delle procedure destinate alle prigioniere. Non mi credono e pensano che io sono stata portata li come le altre.
Mi arrabbio e spiego che sono li per uno sbaglio e alla fine, faccio la fila e una signora minfa alcune domande; riesco ad andarmene pero mi affidano un bambino anomalo e mi dicono che devo tornare ogni tot (3 volte a settimana tipo) per farlo controllare. Era un mostriciattolo pieno di rotoli e cattivo.
Poi mi ritrovo a casa, in una villa e il mio primo ex per cui ho sofferto(e che mi umiliava) mi chiama e approccia con me io però lo evito, sono indifferente e a un certo punto viene da me, sotto il davanzale e dice ironicamente che queste cose dovrebbe farle per la sua ragazza, ma non fa in tempo a concludere niente perchè compare anche la ragazza e ci ritroviamo tutti al piano di sopra. Alla fine si vede qualcuno che bada al bambino che non ho ancora riportato al centro e cerca di lavarlo con una pompa e il bambino spruzza sangue e feci che gli finiscono in bocca.

Ho fatto alcune associazioni:
Il piccoli bambino pieno di rotoli: mi sto interessando di buddismo e volevo leggere qualcosa al riguardo.
3 volte a settimana: come la psicoanalisi che ho condotto per 6 anni e ho concluso da appena una settimana

Se qualcuno ha qualche idea sarei curiosa di ascoltare!