• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4

Discussione: Paura d'amare

  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di Nethelien
    Data registrazione
    26-09-2006
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    239

    Paura d'amare

    Da quanto tempo non scrivevo su questo forum, ma tornare qui è come tornare a casa

    Vi chiedo un pensiero, un consiglio, un confronto.
    Ho un problema, so di averlo da molto, ma superarlo è difficile.

    Ho paura. Paura che abbandonandomi all'amore rimarrei gravemente ferita.
    Ho sempre avuto questa paura.

    Mi sono innamorata però, 2 volte. Una volta di un bravo ragazzo, tranquillo, dolce, che mi faceva sentire protetta e sicuramente amata. Stiamo insieme 1 anno e mezzo. Ma era anche troppo tranquillo, noioso, lento in tutto, e così è finita.

    Poi la scorsa estate ho conosciuto il mio attuale ragazzo. A me non sono mai piaciuti gli stronzi, e anzi sono sempre stata molto "combattiva" e contro la donna tappetino o le teorie di a chi piacciono gli stronzi. Lui si atteggiava a distaccato. Magari a parole, a gesti di fatto ci vedevamo sempre più. Dopo un mese mi chiede di metterci insieme. Io all'inizio non volevo, perchè mi sembrava qualcosa di vincolante, mettersi con qualcuno di cui non ero sicura (lo giudicavo un po' un "caz*one" e troppo alternativo per me). Ho proposto un "tempo determinato" (all'epoca pensavo di andare all'estero dopo 3/4 mesi). Poi ho pensato che non aveva senso vivere una storia con il freno a mano tirato e mi son lasciata andare.

    E mi sono innamorata. Cotta. Mai così persa. Facevo tutte le cose, avevo tutti i bei pensieri di chi è strapreso. Lui no. Mi voleva bene. Stop. Sono stata davvero male a non vedermi ricambiata. Io che non volevo fare il tappetino, io che non volevo perdere le redini della situazione. Io che gli dico che sono innamorata, e lui no.
    Sono partita per l'esterno per un breve periodo, e nel tempo in cui a me è passata ("niente perle ai porci") lui si è preso.
    Io torno, lui mi dice di essere innamorato, io lo lascio. Sapevo tutti i suoi lati positivi, e così siamo rimasti in contatto, io gli ho spiegato tutto quello che andava e non andava, lui pure.
    Ci rimettiamo insieme.

    Lui è cambiato davvero. Esprime i suoi sentimenti, è dolce, ha piccole premure che prima non c'erano (es. riaccompagnarmi a casa ogni sera).
    Dopo un po' di situazione instabile torna tutto rose e fiori.
    Per poco.
    Io sento che mi sto ri-innamorando.
    Lui mi ri-dice, dopo mesi, che è innamorato di me.

    Lui è molto intelligente, sveglio, ha cultura, è simpatico e socievole, dolce e riusciamo a parlare e confrontarci su tutto). Note negative, disorganizzato, dà priorità alle feste e uscite (io ora lavoro, quando studiavo anch'io facevo festa, ma il mio dal lato studio lo facevo). In un anno non l'ho visto fare un esame. Si perde, perde tempo. Potrà sembrare stupido ma secondo me i bei giochi devono durare poco, passare un anno con qualcuno vuol dire avere "intenzioni serie" (non dico sposarsi entro l'anno, ma perlomeno sapere che non ci sono a priori "condizioni di esclusione" dal poter stare bene a lungo termine insieme.)

    Ora, mi stanno venendo tutte le paranoie sul perchè non dovrei stare con lui.
    Ho paura di ri-prendermi e stare male. Ho paura di innamorarmi e diventare cieca ai suoi difetti, e passare anni con un ragazzo che non va bene per me (es. il mio ex storico - 4 anni buttati - non ero innamorata però)

    Sento che sto rovinando tutto.
    Eppure continuo a stare con le antenne vigili, e cercare segni d'allarme che mi facciano scappare in tempo.
    Sono un disastro.

    E non so quale decisione sia quella giusta.

    Grazie a chiunque sia arrivato fin qui senza addormentarsi o darmi (eccessivamente) della cretina e voglia darmi un suo punto di vista.

    So cosa dovrei fare, ma spegnere il cervello o cambiare un pensiero automatico non è facile.

    Un bacio, grazie

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Paura d'amare

    Ciao Nethelien...
    Mi pare che tu stia vivendo un periodo di crisi e di confusione, ti domandi se questo ragazzo sia la persona giusta per te, sei sempre vigile e alla ricerca di segnali che ti indichino in qualche modo cosa devi fare, cerchi di capire se i suoi difetti possono determinare la tua/vostra infelicità....
    Io non penso che tu debba "spegnere il cervello", perchè non serve mettere sott'acqua i pensieri che ci vengono in automatico. Però penso anche che tu non debba allarmarti in modo eccessivo. Cerca di viverti questo momento, anche se doloroso, e di ascoltare tutti i pensieri che nascono dentro di te. Solo passando attraverso la crisi si può arrivare a qualche piccola certezza su cosa fare. Non puoi saltare questa fase.
    Poi a me sembra anche positivo che dopo un primo periodo di euforia e innamoramento folle ci sia anche la fase del dubbio e della messa in discussione, perchè giunti ad un certo punto ci si interroga sul futuro e, specie se si è sui 30 anni, si inizia ad avere bisogno di fare dei progetti a lungo termine e mettere in ordine la propria vita.
    Quindi nulla di catastrofico, secondo me, se ti poni questi dubbi. Ed è normale che la confusione trovi terreno fertile in quelli che sono i difetti del tuo fidanzato. Se lui avesse avuto altri difetti invece di quelli che ha, il dubbio si sarebbe attaccato a quei difetti e ti avrebbe portato a chiederti "ma uno così è giusto per me o no?".

    Insomma, cerco di dirti che questa fase devi vivertela e vedere dove ti porterà...
    Non so se consigliarti di parlarne con lui, dipende da che tipo è, e penso che solo tu sappia se è il caso di farlo.
    Ti direi di fare, se possibile, delle piccole prove di convivenza...anche in vacanza magari....giusto per vedere che sensazioni provi avendolo sempre tra i piedi

    Tienici aggiornati
    Ultima modifica di Alesxandra : 10-07-2012 alle ore 00.53.57

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di John Snow
    Data registrazione
    20-12-2011
    Residenza
    Oltre la Barriera!
    Messaggi
    1,523

    Riferimento: Paura d'amare

    Goditi questo momento senza pensare alla negatività. Tanto se 2 persone alla fine non sono fatte per stare insieme prima o poi si lasceranno e troveranno qualcun altro più idoneo. Prendi per esempio il tuo ex, magari lui pensava le stesse cose di te eppure tu lo hai lasciato perch era noioso. Può darsi che quest altro tipo pensi la stessa cosa, per altre ragioni come può darsi di no.IL tempo darà le risposte che cerchi
    Ci sono 10 tipi di persone: quelle che capiscono il codice binario e quelle che non lo capiscono.

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di Nethelien
    Data registrazione
    26-09-2006
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    239

    Riferimento: Paura d'amare

    Epilogo.

    Sono single da 3 giorni.

    Abbiamo parlato, gli ho detto cosa non mi va bene, e ci siamo lasciati. Di comune accordo, con ancora affetto, e lo so che per ceri versi è una persona unica.
    Ma sono tranquilla. Serena. Da subito. So che è la scelta giusta.

    Quello che è importante, e che vorrei scrivere a caratteri cubitali qui, ed appendermi in camera:
    NON HO NIENTE CHE NON VA.

    Io che mi chiedevo se avevo paura d'amare. Si, ma quella l'ho sempre avuta, ce l'hanno tutti.
    Ma se le cose non vanno, spesso è perchè ci sono motivi seri. Non è paura d'amare, ma paura di amare QUELLA persona perchè si sa già che non va bene per noi. E non dico difettucci su cui si può passare sopra. Paura perchè quella persona ha comunque dei pregi, e le vogliamo bene, fa paura perderla ma anche rimanere invischiata in qualcosa che a lungo termine è negativo.

    Ragazze, e futura me stessa: se avete il sentore che qualcosa non vada, riconoscetelo, parlate chiaro con lui e soprattutto con voi stesse. E non cercate scuse.

    E i difetti che si notano all'inizio restano. Fatto salvo che le persone possono (ma solo se lo vogliono loro davvero, non per fare piacere a voi) cambiare, tenete queste cose da conto. Se non sono gravi, decidete che non sono gravi e sopportate, come lui sopporterà i vostri, di difetti. Se sono incompatibilità di fondo, fate le scelte che volete. Ma non auto-ingannatevi.

    Un bacio

Privacy Policy