• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 12 12311 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 166

Discussione: Sogni Premonitori

  1. #1
    Ospite non registrato

    Sogni Premonitori

    Salve, a me capita di parlare molto di notte, gridi, risa, battibecchi, ecc.
    A volte mi è capitato di risvegliarmi sdraiato in corridoio, sovente vengo svegliato da crampi allucinanti al polpaccio, a volte nel risvegli improvvisi sento come una sensazione di paralisi totale, mi vengono quasi le lacrime a gli occhi credendo di essere rimasto paralizzato.
    Ma la cosa più insolita è che sovente mi capita di fare sogni premonitori, inizialmente pensavo fosse una questione di suggezione o di probabilità, poi nel tempo si sono verificati sogni premonitori sempre più dettagliati da far escludere sia la suggestione sia la probabilità statistica.
    Purtroppo non posso farli a comando altrimenti già avrei potuto fare qualche sogno premonitore sul come vincere qualche euro, ma generalmente sono spontanei e riguardano gli aspetti della vita personale non sono mai rivolti ha eventi di terzi tranne se hanno a che fare con me, ad esempio mi capita di sognare una persona che conosco e che sta facendo qualcosa, e quando la incontro mi dice esattamente che ha fatto la cosa che ho sognato.
    Io non so se questo è un fenomeno normale della mente, qualche vaga idea sul cosa possa produrre ciò mi è venuta in mente, ma prima volevo un vostro parere in merito a questi sogni premonitori, anche a voi capitano? se si con che frequenze e quali aspetti vengono premoniti?
    kocis

  2. #2
    io mordo
    Ospite non registrato
    Ciao,
    premetto subito che io sono molto scettico su queste cose e su tante altre, a me non è mai capitato di fare sogni premonitori.
    Secondo me ci sono tante cose da valutare, ad esempio se le cose che sogni sono abbastanza scontate da prevedere, quanto effettivamente sei preciso, ricordi bene i tuoi sogni al mattino o ti vengono in mente al momento del confronto con la realtà? Come avverti questo confronto, come un deja vu ?
    Prova a scrivere i tuoi sogni al risveglio e a confrontare poi il sogno scritto con la realtà.
    La suggestione potrebbe aver avuto luogo proprio nel momento in cui l' hai esclusa dalle tue ipotesi non credi ? .....
    Penso proprio che i tuoi sonniloqui e il tuo sonnambulismo siano dei forti elementi suggestivi per te.
    Mi vengono quasi le lacrime a gli occhi credendo di essere rimasto paralizzato, crampi allucinanti al polpaccio............... sono parole che mi fanno pensare precisamente alla tua suggestionabilità di fronte a questi eventi perchè dai l'idea di percepirle come delle cose molto strane, più di quanto lo siano in realtà.
    I crampi al polpaccio sono sicuramente dovuti a dei movimenti eccessivi dello stesso durante il sonno, il sonnambulismo e soprattutto il sonniloquio sono dei fenomeni abbastanza comuni.

    Forse le mie idee sono un po precipitose, comunque sono curiuoso di sentire le tue.
    a presto

  3. #3
    Ospite non registrato
    No, all'inizio lo pensavo anch'io, la prima volta successe così soggiornavo circa 6 anni fà in sardegna, era una notte del tutto normale in un periodo normalissimo, dormivo con altre persone quando alle 3:59 di notte vengo svegliato da una fitta al polpaccio come se mi avessero tagliato la gamba con un macete, la prima cosa che vidi era l'ora della radiosveglia emisi un urlo da far svegliare tutto il palazzo, poco dopo tutto passo e ripresi a dormire.
    L'indomani verso le 11 del mattino mi chiama mio padre da roma e mi dice che mia nonna era morta, prendo il primo aereo e torno a roma per il funerale, quando vado a leggere la cartella clinica di morte leggo: Morta per arresto cardiaco alle 3:59 del mattino!
    Questo fu il primo episodio che mi fece pensare che c'è qualcosa di strano nel sogno o sonno...
    Successivamente oltre che le solite fitte di polpaccio in occasione di eventi strani, si sono manifestati veri e propri sogni premonitori molto più plateali del primo accadutomi con mia nonna, addirittura l'ultimo 1 settimana fà, con direttamente un incontro sognato che pareva irrealizzabile in realtà, eppure è successo!
    Quello che noto è che quando faccio questi sogni premonitori è che lo capisco imediatamente al risveglio se ho sognato qualcosa che è premonotivo o meno, sento un coinvolgimento difficile da descrivere anche durante il sogno c'è tutto un alone quasi di atmosfera negativa che generalmente al risveglio diventa quasi dolore fisico, anche se ripeto la premonizione non è negativa il sogno lo riconosco perchè è caratterizzato da opacità mistero e dolore al risveglio.
    Per quanto riguarda i contenuti sono abbastanza chiari ed espliciti rispetto alla realtà che stanno premonendo.
    Io da quando mi succede qualche idea me la sono fatta, ora provo a spiegarti, dato che ho escluso che si tratti di suggestioni o coincidenze, vista la nitidezza del messaggio sia il ricordo sia il fatto del dolore fisico che quasi sempre li accompagna, ho ipotizzato un'altra cosa, sto provando a vedere i sogni con un approccio che forse nessuno ha mai utilizzato, ovvero:
    E se il sogno o almeno non tutti sogni non sono un prodotto del cervello nel senso che a volte i sogni non originano dai neuroni ma vengono captati da fuori?
    Nei miei sogni premonitori c'è sempre un altra persona vivente, non ho mai avuto sogni premonitori ne con oggetti ne con persone defunte ma solo con persone viventi.
    Allora ho pensato, e se il lavoro onirico del cervello a volte sia in grado di captare i sogni o pensieri altrui? Nel senso che sognando riesco a poter individuare la pianificazione mentale del giorno dopo di altre persone che dormono o che pensano, una sorta di telepatia del sogno.
    Perchè escludendo casualità o suggestionabilità per spiegare razionalmente un fenomeno del genere si arriva a 2 punti:
    1) Sono io che con il mio pensiero onirico riesco ad imporre gli eventi futuri? (da escludersi)
    2) Semplicemente per qualche meccanismo onirico riesco a captare il pensiero o sogno altrui?
    Personalmente reputo la seconda più probabile e penso che l'emotività sia la porta per questi fenomeni, a volte è come se nei sogni riuscissi a sentire un alone di strana oscurità e negatività, sai quante volte nei sogni mi sono ritrovato in cecenia affianco a dei barbuti islamici e a scappare come un folle dai russi che volevano trucidarmi? Sognavo questo, la mattina accendo la tv è sento dell'ultima strage in cecenia, ebbi un sogno stranissimo 2 giorni prima delle twin tower!
    Alla lunga non ci credi più alla suggestionabilità o coincidenza, soprattutto quando ti trovi improvvisamente in cecenia! luogo e fatti a me completamente sconosciuti!
    Ti sottolineo secondo me c'è una chiave emotiva, perchè il tutto è generalmente accompagnato da crampi, dolori ed i sogni premonitori qualsiasi sia il loro contenuto sono sempre sgradevoli a farsi quasi sempre accompagnati da emotività negativa.
    Io vi ho raccontanto la mia esperienza, a voi non capita nulla di simile?
    kocis

  4. #4
    io mordo
    Ospite non registrato
    A me non è mai capitato niente di simile.
    Io propongo una terza ipotesi e cioè che hai una percezione inconscia, un'istintinto molto acuto per cui riesci a immaginarti come andranno le cose (approssimativamente) ancora prima di prenderne coscienza.
    Il fatto che, consciamente, dici di non sapere nulla della cecenia non significa che tu non abbia recepito delle informazioni inconsciamente.
    Io penso che tu sia una persona molto creativa, secondo me, l'inconscio e il conscio non si contendono un determinato spazio mentale, piuttosto, si allargano o si restringono in maniera approssimativamente proporzionale............mi spiego meglio: le persone coscienti, sveglie, che riescono ad avere un quadro ampio delle situazioni che osservano hanno anche una grande attività inconscia che contribuisce ad allargare e a costruire (seguo un'ottica costruttivista) la loro percezione della realtà.
    Arrivando dove volevo arrivare ho come l'impressione che, in te, la separazione tra conscio e inconscio sia piuttosto netta, in te, la sensazione di percepire la realtà correttamente e con chiarezza è forte...............(non so se sto scrivendo un mucchio di stronzate, comunque vado avanti).........niente di sbagliato in questo (ti invidio ) ma per me, la premonizione, il pensare di captare il pensiero altrui nel sogno è un concetto troppo avanti, mi suona un po come "la posizione dei pianeti nel momento in cui nasciamo o veniamo concepiti influenza il nostro carattere".........
    ps. è un piacere ascoltarti
    di nuovo a presto

  5. #5
    Ospite non registrato
    Se premonissi eventi fisici non ci sarebbe nulla di strano, i corvi sanno in anticipo di 3/4 ora se il tempo cambia, i pesci avvertono un giorno prima se cisarà un temporale, le mosche avvertono anche con 3 giorni di anticipo se ci sarà un calo della temperatura, i cani e gatti si sa che sono degli ottimi premonitori dei terremoti, molti uccelli degli uragani o tornado.
    Vista questa capacità molto elevata da parte degli animali di prevedere in largo anticipo gli avvenimenti geofisici (alla lunga più efficaci dei nostri misticizzati satteliti e pc), a mio avviso è una loro caratteristica alla loro evoluzione.
    Un grosso errore in psicologia è quello di non capire le due seguenti formule:
    1) Animali evolvono: Interazione Animale e Ambiente.
    2)L'uomo evolve: Interazione tra UOMO e UOMO.

    L'uomo non è vincolato dall'ambiente dato che può anche distruggerlo e cambiarlo a paicimento, la sua evoluzione è dovuta al mentale ed è quindi un evoluzione relata ai rapporti fra menti. (6 milioni di ebrei sono morti nel 45 non per un cataclisma, ma bensì per le loro idee).
    Nessun psicologo ha mai fatto un modello che prevedesse che: Gli animali dato che il loro aspetto evolutivo è relato esclusivamente alla relazione di variabili geofisiche hanno evoluto capacità nel prevederle.
    Di contro dato che il più grande pericolo dell'uomo è proprio un altra mente e non un aspetto geofisico, perchè non potrebbero alcuni uomini aver sviluppato un aspetto evolutivo difensivo per prevedere conseguenze negative?
    Il buco dell'ozono c'è perchè originato da solo o da gli animali? o perchè è il prodotto dell'attività mentale umana?
    Secondo me in questo modello che ti ho descritto, dove forse si vede anche con chiarezza la differenza tra uomo e bestia e relativi "poteri", si può inserire il mio caso, quello che ti dicevo nelle premonizione è che sono quasi sempre negative ed il tutto è accompagnato da sensazioni di fuga tristezza dolore fisico, al risveglio il tutto si riconosce perchè è come se ti fosse arrivato un campanello di allarme! Ecco perchè ho cercato di dargli un contesto evolutivo come reazione di difesa e protezione della specie.
    In finale cosa hanno fatto da millenni gli sciamani? Non prevedevono catastrofi, malattie, pestilenze?
    Secondo voi queste figure di stregoni, sciamani, pseudoreligiosi non sono serviti a nulla sul piano evolutivo ed erano tutti ed in tutte le culture dei ciarlatani?
    Non io ho scritto nella bibbia dei sogni premonitori di Mosè ed il diluvio!
    Ma quello che mi fa pensare ad una teoria razionale del fenomeno e non a casualità o suggestione e che per la maggiore sia nel mio caso, sia nei sciamani, sia nei bibblici, la premonizione è quasi sempre negativa e le persone che capita questo evento sono accompagnate quasi sempre da dolore fisico, questi due aspetti mi fanno pensare lucidamente ad un aspetto evolutivo umano molto probabilmente legato al dna che sia come un segnale di allarme per la specie, ne più ne meno di quello che capita con gli animali per gli eventi geofisici.
    Ora rimane il problema di capire come avviene il tutto nella mente, io pensavo fosse come se noi umani ovvero, come se ogni mente del pianeta sia in qualche maniera collegata alle altre, come se quando pensiamo generassimo una sorta di eeg, in alcuni momenti emotivi queste onde acquisterebbero determinate frequenze che siano recepite da altre menti che in qualche maniera ne colgono il significato o almeno l'aspetto emotivo.
    Secondo me c'è qualcosa che va fortemente indagato nell'emotività, i ridicoli esperimenti di laboratorio che si conducono in facoltà con un eeg sono nulli, non si può mai fare un eeg ad una persona emotiva che sta per esempio per commettere un omicidio, o all'emotività di una mamma che sta gettando nel cassonetto il proprio figlio, in laboratorio sono emotività ancora irrilevabili, le emozioni studiate attualmente sono quasi componenti di un personal computer più che una vera teoria sull'emotività umana!
    Ne consegue che adottare modelli animali non dice nulla sull'emotività umana, visto che la loro evoluzione non è relata all'evoluzione emotiva umana ma bensì a variabili geofisiche!
    Io ho provato a dirti l'idea che mi sono fatto di questi fenomeni premonitori ma non mi è pasato per la mente di pensare all'oroscopo!
    Ora sta da vedere un indagine statistica sui sogni premonitori, ovvero quanta percentuale di persone hanno questa capacità, negli animali ad esmpio è molto diffusa ma non completamente in tutti, almeno che non sia un pericolo imminente tipo il terremoto, in quel caso lo avvertono quasi tutti e di tutte le specie.
    Nell'uomo nel modello che mi sono fatto dovrebbe essere più sviluppata nella donna per alcune cose e per l'uomo in altre.
    Non ho molti dati perchè come tu puoi capire questi argomenti nella nostra cultura vengono paragonati a religione, oroscopo, occulto e cartomanzia, già a parlarne con i colleghi con approccio scientifico significa aver coraggio e si rischia di essere guardati come Giordano Bruno!
    Fatemi sapere se anche a voi capitano queste cose, non abiate timore di parlare, male che vada lo premoniremo se ci vogliono bruciare in piazza farnese! ;-)
    Kocis

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Non so che dire, secondo me un sogno è un pensiero come un altro... solo che a volte attingono da qualcosa che noi durante la veglia non sappiamo neanche di avere acquisito. Però mi sembra che tutto quello che penso sia già stato detto in parte da Kocis e in parte da io mordo, quindi non mi intrometto più di tanto
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  7. #7
    io mordo
    Ospite non registrato
    Se non sbaglio, la parapsicologia si occupa di queste cose........ho visto un documentario su discovery una volta che trattava proprio questo argomento, in un laboratorio si creavano dei campi elettromagnetici intorno allla testa del soggetto, la stanza era completamente isolata da qualsiasi stimolo esterno, compresi i campi elettromagnetici.
    Quello che succedeva era che il soggetto viveva delle esperienze sensoriali, non ricordo se le sensazioni fossero ripetibili tramite la riproduzione dello stesso campo elettromagnetico.............ad esempio il soggetto si sentiva chiamare ripetutamente dallo sperimentatore che era in un'altra stanza insonorizzata, altre persone erano convinte di essere in altri luoghi e in altre situazioni.
    Non ricordo bene i dettagli ma l'esperimento era teso a verificare proprio una qualche capacità sensoriale non del tutto sviluppata nei confronti di questi segnali, l'effetto dei campi elettromagnetici presenti all'esterno sulle esperienze extrasensoriali che alcuni soggetti riferiscono, e si parlava anche di telepatia.

    Comunque, stando alla tua visione delle cose non si potrebbe ancora parlare di premonizione se non indirettamente, mi sembra più un'idea sulla telepatia........

  8. #8
    Ospite non registrato
    Brava Ember! tu dici il sogno è un pensiero, bè ti dico che a mio parere si sa molto di più su cosa sia un sogno che su cosa sia un pensiero!
    Se il sogno ancora lo chiamiamo X secondo me il pensiero è sacrosantamente ancora Y!
    Non esiste la definizione di pensiero, ma forse quella di sogno di si! è certo che il sogno lo si fà dormendo, viceversa il pensiero cos'è? un emozione? logica? amore? intelligenza? linguaggio? razionalità? Democrazia? Dittatura?
    Io mentre sgozzo una persona e mentre allatto mio figlio sto pensando di giorno!
    I crimini più elevati come le bontà più pie vengono svolte dal pensiero, pertanto se andiamo a vedere è molto più pericoloso e oscuro un pensiero nonchè un sogno orribile!
    Freud diceva che i sogni sono il luogo dove si manifestà la creatività repressa aggressiva del pensiero cosciente, ne consegue che allora i nazzisti dovevano avere dei sogni paradisiaci dato che si sfogavano quotidianamente tutte le loro creatività violente verso gli ebrei?
    Andiamo a vedere che tipologia di sogni facevano gli ebrei detenuti nei campi di sterminio e domandiamo viceversa ai nazzisti del lager che tipologia di sogni facevano di notte quando di giorno sfogavano l'aggressività, secondo me l'avrebbe fatto freud ma non ha avuto il modo di vivere fino al 45° per fare questa tipologia d'indagine.
    Se a me mi servono i muscoli per menare a chi vuole aggredirmi me ne accorgerò quando vedrò per la prima volta qualcuno che vuole menarmi! se nessuno mi ha mai picchiato io che ne sò cos'è un gancio?
    Darwin dice che alcuni geni si attivano con l'ambiente, quando ovvero ci sono le condizioni, e se questa tipologia di sogni premonitori non sia che semplicemente l'ennesima e semplice conferma alla teoria darwiniana sull'evoluzione, come carattere difensifo adattivo? Ovvero a mio parere o almeno al punto che sono giunto personalmente la vedo così: Il sogno premonitore è la capacità dell'attività mentale onirica di cogliere in modo più o meno sfumato eventi del breve futuro riguardanti eventi fisici o sociali.
    Questi sogni premonitori emergono prevalentemente in situazioni di disagio emotivo conseguente a disagi sociali o ambientali, la finalità di questi sogni è di prevenire possibili pericoli o avversità per la specie.
    Certo capisco che ammettere questa semplice prova del darwinismo, ancora si palesano resistenze del tipo religione, oroscopo, occulto ecc.
    Cmq fatemi sapere se qualcuno a avuto delle esperienze e sto raccogliendo dei dati al riguardo lo sto facendo personalmente e completamente svincolato da ogni ambiente accademico.
    Mi servono dei dati per convalidare la mia teoria, ovvero capire chi ha il potere di fare sogni premonitori, se è una capacità di tutte le menti, se viene attivata solo in condizioni di disagio emotivo (ebbrei, perseguitati), se ha una componente ereditaria, se è più sviluppata nelle donne o negli uomini, se è visibile nei bambini, ecc.
    Io un idea c'è l'ho, ho raccolto più di qualche caso storico sui dei personaggi che hanno palesato qualche forma di premonizione da gandi, padre pio, mosè ecc.
    e tutti avevano una cosa in comune che nessuno ha mai notato, ma voglio fermermi dal dirla, vi dico che secondo, me è una cosa che si può indurrè nel gran numero di persone, non si tratta ne di droghe ne di ipnosi, ma non voglio dirla ora la risposta perchè potrei finire come Giordano Bruno, mi servono solo esperienze di persone che hanno fatto questi tipi di sogni premonitori, devo vedere se anche in loro c'è lo stesso denominatore con gli altri, ma torno a ripetere che anche se vi dico qual'è il denomitare su cui agire per produrre questa tipologia non è niente di mistico ma solo l'enessima conferma del darwinismo, fatemi sapere
    Kocis

  9. #9
    io mordo
    Ospite non registrato
    telepatia (te-le-pa-tì-a) s.f. Facoltà di trasmettere o percepire immagini o messaggi senza l'uso dei sensi; è uno dei fenomeni studiati dalla parapsicologia. [Comp. di tele– e –patia].

    Questa definizione mi sembra ambigua: magari senza l'uso dei 5 sensi conosciuti ma la telepatia stessa sarebbe un senso, il 6°, se pensiamo ad un'apparato per la captazione\decodificazione degli eeg già mi suona meglio ( ma non troppo bene ).....molto più improbabile è invece l'esistenza di un'apparato per il controllo volontario della codificazione\invio degli stessi.
    Detto così, come nella definizione, sembra magia.......è un pregiudizio in effetti.
    Senza pensare invece ad un apparato vero e proprio.......io ho un'altra idea: mi piace pensare che i neuroni stessi vengano controllati, in un rapporto di causa\effetto circolare, anche dal campo elettromagnetico (eeg) che si genera intorno ad essi e che questo campo sia cosa di più vicino possa andare al concetto di anima

    .................che è però il principio immateriale della vita.....e ha sede quindi nelle forze sintropiche che mantengono o creano l'organizzazzione del nostro organismo intero e non solo del nostro cervello...................anche se però è proprio il nostro sistema nervoso che mantiene l'equilibrio del nostro organismo.........quidi direi che la nostra anima non sta in tutto il nostro corpo ma più vicino al nostro CNS.

    Al di la della mie speculazioni confuse....non so quanto il campo elettromagnetico intorno al CNS possa effetivamente influenzare la generazione di potenziali d'azione da parte dei suoi neuroni.........chissà......




    Nell'uomo nel modello che mi sono fatto dovrebbe essere più sviluppata nella donna per alcune cose e per l'uomo in altre.
    Hai voglia di spiegarmi meglio questo punto della tua teoria?

  10. #10
    io mordo
    Ospite non registrato
    Ti comunico che ti sei già "sputtanato" ufficialmente e che ancora nessuno si è mobilitato per cucirti la bocca e darti fuoco
    Di pure quel che hai da dire, è interessante.

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Beh io sapevo che Freud diceva che i sogni sono appagamento di desiderio, non necessariamente valvola di sfogo dell'aggressività.
    Non necessariamente si sogna da addormentati (vedi ipnosi o altri stati). Se vogliamo sempre parlare di Freud, la differenza tra sogno e pensiero nella veglia sta principalmente nel super-io

    Cosa dorme di noi quando noi dormiamo? Il corpo continua a fare le proprie funzioni. Il pensiero lo stesso, infatti sognamo. Allora? Quello che dorme è secondo me il nostro "freno", per questo i sogni rappresentano spesso quello che vorremmo fare e non possiamo per un motivo o per un altro.

    I bambini, che più piccoli sono più sono Es, infatti, fanno sogni limpidi, del tipo: voglio andare a Mirabilandia, allora sogno Mirabilandia. Sono sogni semplici. Ti ricordo che sto sempre parlando di Freud.

    Se si parla a livello di geni, non posso dire nulla. Noi siamo semplicemente la macchine dei geni per produrre altri geni, ogni generazione più forti dei primi. Le potanzialità che abbiamo possono essere incredibili, ma io non le posso conoscere
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  12. #12
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    Originariamente postato da io mordo
    Ti comunico che ti sei già "sputtanato" ufficialmente e che ancora nessuno si è mobilitato per cucirti la bocca e darti fuoco
    Di pure quel che hai da dire, è interessante.
    Marco, complimenti è lo spirito giusto
    Trovo anch'io molto interessante questa discussione e convalido quanto su citato:
    nessuno cuce la bocca a nessuno
    Soprattutto in questa stanza non sono ammessi "cerini, accendini, taniche di benzina e quant'altro"

    Pat
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  13. #13
    Ospite non registrato
    Secondo voi, quanto e fino a che punto incide la dieta alimentare sui sogni? ES: Se io ho fame, sognerò bistecche! Non appagherò il mio vuoto allo stomaco con un sogno erotico! Pertanto il legame tra dna e sogni lo si può già interpretare come una soluzione possibile del dna per soddisfare bisogni almeno primari! Fame, erotismo, ecc. Anche molti animali fanno sogni erotici e di appagamento della fame, ciò conferma ancor di più il lato genetico evolutivo del sogno.
    Pertanto vi chiedo: Nessuno di voi a mai sentito parlare di qualche teoria che mette in relazione tipologia di sogni e dieta alimentare?
    kocis

  14. #14
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    Originariamente postato da Kocis
    Anche molti animali fanno sogni erotici e di appagamento della fame, ciò conferma ancor di più il lato genetico evolutivo del sogno.
    kocis

    spiegare, contestualizzare, suffragare con dati e riscontri ... riformulare ...

    Grazie

    animali: SOGNI ?????????????
    animali: EROTISMO ???????????


    Pat (sempre troppo poco presente ma "vigile" )
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  15. #15
    Iggy
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da alea
    animali: SOGNI ?????????????
    animali: EROTISMO ???????????
    Su quali dati consolidati ti sconvolge in tal modo quanto hai citato?

Pagina 1 di 12 12311 ... UltimoUltimo

Privacy Policy