• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 61

Discussione: Ban di Complicata

  1. #1
    Banned
    Data registrazione
    21-03-2008
    Residenza
    Salerno
    Messaggi
    1,546

    Ban di Complicata

    Siccome non potevo rispondere nell'apposita discussione del ban, non avendo il permesso di scrivere lì, uso questo spazio qua. Le motivazioni del ban erano queste:

    Motivazione: Dopo numerose richieste di allineamento al regolamento e allo spirito del forum, regolarmente ignorati. Dopo numerose segnalazione da parti di molti utenti non soddisfatti della situazione.. procediamo al ban.
    L'utente è stata avvertita via PM e anche in pubblico su diverse discussioni ma la modalità di interazione, spesso provocatoria e volutamente polemica, non è vista bene nel forum.
    Speravo si riuscisse ad arrivare ad un compromesso costruttivo e invece..

    Ricordiamo il regolamento, come sempre, che avete tutti sottoscritto al momento dell'ingresso nel forum

    1.5 sono vietate azioni di trolling, ovvero partecipazione alla community al solo scopo di portare scompiglio e confusione. Tali comportamenti, se protratti, portano al ban definitivo. Questi i comportamenti di trolling non consentiti:

    1.5.1 incitamento al mancato rispetto delle regole della community, a scopo di destabilizzazione della normale e serena partecipazione attiva;
    1.5.2 atteggiamenti e/o posizioni di contestazione palesemente ostili nei confronti degli amministratori, moderatori e di altri utenti del forum senza alcun motivo apparente;aprire thread
    1.5.3 (discussioni) e/o post (messaggi) i cui toni siano provocatori o polemici, al fine di causare liti e/o di inasprire il clima ed il tono della discussione;
    1.5.4 trattare di frequente argomenti non idonei allo spirito del forum, off-topic rispetto alle tematiche della stanza di discussione, contrari al buon gusto ed al pudore, o comunque in grado di offendere la sensibilità degli utenti.
    Vorrei sapere almeno chi sono gli utenti che si sono lamentati.

    Poi la cosa che mi chiedo è: in base al gusto il pudore e la sensibilità di chi bisogna scegliere di allontanare un utente?
    Se si apre una discussione sulle parafilie qualcuno potrebbe offendersi se qualcuno esprime certe opinioni a favore della pedofilia mentre altri no.
    Ecco qua un problema che ha a che fare direttamente anche con la psicoterapia e non è perciò nemmeno off-topic. Anche gli psicoterapeuti spesso dicono "sei libero di esprimere quel che vuoi"...Ma mi chiedo, come fai ad essere libero davvero di esprimerti se poi l'altro può decidere di buttarti fuori nel caso tu dica davvero quello che pensi?
    Per essere libera l'espressione bisognerebbe proprio abolire una regola che dà il potere a qualcuno di eliminare le idee dissidenti o contrastanti con l'espulsione della persona che ha queste idee. Un tempo li facevano sparire proprio con con una bella fiammata i dissidenti, oggi s'è divenuti più moderni c'è il ban, ma alla fine il principio è lo stesso.
    Questo potere per me non dovrebbero averlo nemmeno i moderatori, perciò contesto questo modo di operare, e contesto la regola stessa.
    E' chiaro che se vengo espulso non potrò più esprimermi e contestare. Poi una contestazione come fa ad essere in linea con certe regole e completamente amichevole visto che si contesta sia queste che l'operato di qualcuno?
    Se è sbagliata la collocazione della mia risposta che la si sposti nella discussione aperta nel ban di complicata, ma che mi si permetta almeno di rispondere e parlare.

    Saluti

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Ban di Complicata

    Citazione Originalmente inviato da Char_Lie Visualizza messaggio
    Siccome non potevo rispondere nell'apposita discussione del ban, non avendo il permesso di scrivere lì, uso questo spazio qua. Le motivazioni del ban erano queste:



    Vorrei sapere almeno chi sono gli utenti che si sono lamentati.

    Poi la cosa che mi chiedo è: in base al gusto il pudore e la sensibilità di chi bisogna scegliere di allontanare un utente?
    Se si apre una discussione sulle parafilie qualcuno potrebbe offendersi se qualcuno esprime certe opinioni a favore della pedofilia mentre altri no.
    Ecco qua un problema che ha a che fare direttamente anche con la psicoterapia e non è perciò nemmeno off-topic. Anche gli psicoterapeuti spesso dicono "sei libero di esprimere quel che vuoi"...Ma mi chiedo, come fai ad essere libero davvero di esprimerti se poi l'altro può decidere di buttarti fuori nel caso tu dica davvero quello che pensi?
    Per essere libera l'espressione bisognerebbe proprio abolire una regola che dà il potere a qualcuno di eliminare le idee dissidenti o contrastanti con l'espulsione della persona che ha queste idee. Un tempo li facevano sparire proprio con con una bella fiammata i dissidenti, oggi s'è divenuti più moderni c'è il ban, ma alla fine il principio è lo stesso.
    Questo potere per me non dovrebbero averlo nemmeno i moderatori, perciò contesto questo modo di operare, e contesto la regola stessa.
    E' chiaro che se vengo espulso non potrò più esprimermi e contestare. Poi una contestazione come fa ad essere in linea con certe regole e completamente amichevole visto che si contesta sia queste che l'operato di qualcuno?
    Se è sbagliata la collocazione della mia risposta che la si sposti nella discussione aperta nel ban di complicata, ma che mi si permetta almeno di rispondere e parlare.

    Saluti
    Mi permetto io di risponderti anche se non sono nessuno e nessun titolo ufficiale avrei a farlo.
    Questo è un forum sì aperto a tutti, ma con dei precisi titolari responsabili, anche di fronte alla legge, di ciò che qui viene pubblicato. Per cui chi vi entra non dovrebbe mai dimenticare di essere "ospite" in casa altrui, con l'obbligo morale, prima ancora che legale, di rispettare le regole che i titolari del forum, direttamente o indirettamente attraverso i moderatori, decidono di imporre.
    Chi non le condivide, semplicemente non frequenta il forum: non è nè un diritto nè un dovere farlo.

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di ParanorWill
    Data registrazione
    23-06-2005
    Messaggi
    63

    Riferimento: Ban di complicata

    Citazione Originalmente inviato da Char_Lie Visualizza messaggio
    Siccome non potevo rispondere nell'apposita discussione del ban, non avendo il permesso di scrivere lì, uso questo spazio qua. Le motivazioni del ban erano queste:



    Vorrei sapere almeno chi sono gli utenti che si sono lamentati.

    Poi la cosa che mi chiedo è: in base al gusto il pudore e la sensibilità di chi bisogna scegliere di allontanare un utente?
    Questo ritengo sia il punto centrale della questione. Se vogliamo guardare a quante siano le persone che hanno aperto topic volutamente polemici e provocatori che sembravano fatti apposta per innescare dei flame non c'è che l'imbarazzo della scelta, rispetto alle situazioni che richiederebbero il ban. La differenza è ovviamente rintracciabile nel genere di contenuti oggetto della discussione e a chi erano rivolte quelle polemiche. Si tratta di un tipo di regolamenti, diciamo, abbastanza suscettibili di "ampia interpretazione".

  4. #4
    Banned
    Data registrazione
    21-03-2008
    Residenza
    Salerno
    Messaggi
    1,546

    Riferimento: Ban di Complicata

    Citazione Originalmente inviato da joker.the.mad Visualizza messaggio
    Mi permetto io di risponderti anche se non sono nessuno e nessun titolo ufficiale avrei a farlo.
    Questo è un forum sì aperto a tutti, ma con dei precisi titolari responsabili, anche di fronte alla legge, di ciò che qui viene pubblicato. Per cui chi vi entra non dovrebbe mai dimenticare di essere "ospite" in casa altrui, con l'obbligo morale, prima ancora che legale, di rispettare le regole che i titolari del forum, direttamente o indirettamente attraverso i moderatori, decidono di imporre.
    Chi non le condivide, semplicemente non frequenta il forum: non è nè un diritto nè un dovere farlo.
    Ma si possono contestare queste regole secondo te?
    Questo discorso sembra non fare una piega, ma secondo me una piega la fa e come.

    Se una persona non condividesse certe idee, come potrebbe esprimere questo dissenso senza alcun mezzo di comunicazione adeguato?

    E' come se qualcuno avesse in mano una serie di mezzi di comunicazione e dicesse "senti guarda, questa è casa mia, lo spirito è questo qua, perciò o ti esprimi dicendo quel che voglio io, oppure te ne vai", e qualcuno docilmente s'adatta pure a questa idea qua come se fosse sacrosantamente giusta e corretta in assoluto.

    Io personalmente già a monte non la accetterei, contesto proprio questo, se non condivido le regole, secondo me è pure coerente che cerchi di attaccarle, trasgredirle, modificarle, usando il mezzo stesso messo a disposizione dai gestori in modo parzialmente illegale (perché alla fine tutto l'apparato non è ben disposto ad accettare certi atteggiamenti secondo il regolamento interpretato dai gestori) per andare contro le regole e i gestori del mezzo stesso proprio per modificarlo.

    Se bisogna aspettare che gli altri ci diano il consenso di essere in contrasto con loro (per non offendere la loro sensibilità, o meglio ancora per non andare contro il loro interesse) non potremmo mai porci in contrasto con nessuno.

    Certo vivremmo in un mondo ed un forum pacifici se fosse così, ma a cosa serve una pace del genere? Secondo me la pace non è il sommo bene, l'essere in pace spontaneamente e volentieri è il sommo bene, non la pace in sé.

    Quel che dà fastidio da oggi e da sempre lo si vuol disintegrare o far sparire. Comunque domando di nuovo la stessa cosa, oltre ai moderatori chi sono gli utenti che si sono lamentati di come si comportava nel forum complicata?

    Perché questa cosa non è trasparente?

    Tu sei uno di questi utenti?

    Saluti

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Ban di Complicata

    Citazione Originalmente inviato da Char_Lie Visualizza messaggio
    Ma si possono contestare queste regole secondo te?
    Questo discorso sembra non fare una piega, ma secondo me una piega la fa e come.

    Se una persona non condividesse certe idee, come potrebbe esprimere questo dissenso senza alcun mezzo di comunicazione adeguato?

    E' come se qualcuno avesse in mano una serie di mezzi di comunicazione e dicesse "senti guarda, questa è casa mia, lo spirito è questo qua, perciò o ti esprimi dicendo quel che voglio io, oppure te ne vai", e qualcuno docilmente s'adatta pure a questa idea qua come se fosse sacrosantamente giusta e corretta in assoluto.

    Io personalmente già a monte non la accetterei, contesto proprio questo, se non condivido le regole, secondo me è pure coerente che cerchi di attaccarle, trasgredirle, modificarle, usando il mezzo stesso messo a disposizione dai gestori in modo parzialmente illegale (perché alla fine tutto l'apparato non è ben disposto ad accettare certi atteggiamenti secondo il regolamento interpretato dai gestori) per andare contro le regole e i gestori del mezzo stesso proprio per modificarlo.

    Se bisogna aspettare che gli altri ci diano il consenso di essere in contrasto con loro (per non offendere la loro sensibilità, o meglio ancora per non andare contro il loro interesse) non potremmo mai porci in contrasto con nessuno.

    Certo vivremmo in un mondo ed un forum pacifici se fosse così, ma a cosa serve una pace del genere? Secondo me la pace non è il sommo bene, l'essere in pace spontaneamente e volentieri è il sommo bene, non la pace in sé.

    Quel che dà fastidio da oggi e da sempre lo si vuol disintegrare o far sparire. Comunque domando di nuovo la stessa cosa, oltre ai moderatori chi sono gli utenti che si sono lamentati di come si comportava nel forum complicata?

    Perché questa cosa non è trasparente?

    Tu sei uno di questi utenti?

    Saluti
    Assolutamente no, non so neanche chi sia questa Complicata né perchè sia stata bannata... Solo, avendo fatto, anni fa e per un beve periodo di tempo, l'amministratore di un forum ( che si occupava di tutt'altro...) ho, come dire, assimilato la forma mentis di chi è dall'altra parte della barricata...
    Internet è un mezzo meraviglioso perchè ci si possono trovare tutte le risorse che si desiderano ed anche di più, non si può certo dire che manchino gli spazi per potersi esprimere. Proprio per questo, però, non si può considerare una forma di censura quella da parte di chi, negli spazi da lui amministrati ( e pagati...), decide autonomamente come gestire il flusso di informazioni che viene scambiato tra gli utenti... Purchè, s'intende, vengano sempre rispettate le leggi dello Stato... Per intenderci: non è che io, gestore di un forum, posso decidere che, per esempio, solo chi professa fedeltà ad una certa religione o ad un credo politico o faccia parte di una determinata razza può partecipare al forum da me amministrato... Se lo facessi, violerei precise norme del codice penale e potrei essere denunciato per questo.
    Posso però decidere che, per esempio, gli utenti non possano postare link a siti pornografici, o incitanti alla violenza o alla disobbedienza alle leggi... Oppure posso proibire che i frequentatori del forum possano insultarsi a vicenda, polemizzare violentemente con i moderatori, usare un linguaggio non appropriato etc. etc. Questo rientra nella sfera della discrezionalità di chi, legittimamente, non vuole che lo spazio da lui gestito si trasformi in un letamaio, ma rimanga un luogo di confronto civile ed ordinato.
    Volendo, Internet è pieno di siti che non si pongono neanche il problema dell'esistenza di "regole": lì, chi ne ha voglia, può sbizzarrirsi a proprio piacimento.

  6. #6
    Banned
    Data registrazione
    21-03-2008
    Residenza
    Salerno
    Messaggi
    1,546

    Riferimento: Ban di Complicata

    Citazione Originalmente inviato da joker.the.mad Visualizza messaggio
    Assolutamente no, non so neanche chi sia questa Complicata né perchè sia stata bannata... Solo, avendo fatto, anni fa e per un beve periodo di tempo, l'amministratore di un forum ( che si occupava di tutt'altro...) ho, come dire, assimilato la forma mentis di chi è dall'altra parte della barricata...
    Internet è un mezzo meraviglioso perchè ci si possono trovare tutte le risorse che si desiderano ed anche di più, non si può certo dire che manchino gli spazi per potersi esprimere. Proprio per questo, però, non si può considerare una forma di censura quella da parte di chi, negli spazi da lui amministrati ( e pagati...), decide autonomamente come gestire il flusso di informazioni che viene scambiato tra gli utenti... Purchè, s'intende, vengano sempre rispettate le leggi dello Stato... Per intenderci: non è che io, gestore di un forum, posso decidere che, per esempio, solo chi professa fedeltà ad una certa religione o ad un credo politico o faccia parte di una determinata razza può partecipare al forum da me amministrato... Se lo facessi, violerei precise norme del codice penale e potrei essere denunciato per questo.
    Posso però decidere che, per esempio, gli utenti non possano postare link a siti pornografici, o incitanti alla violenza o alla disobbedienza alle leggi... Oppure posso proibire che i frequentatori del forum possano insultarsi a vicenda, polemizzare violentemente con i moderatori, usare un linguaggio non appropriato etc. etc. Questo rientra nella sfera della discrezionalità di chi, legittimamente, non vuole che lo spazio da lui gestito si trasformi in un letamaio, ma rimanga un luogo di confronto civile ed ordinato.
    Volendo, Internet è pieno di siti che non si pongono neanche il problema dell'esistenza di "regole": lì, chi ne ha voglia, può sbizzarrirsi a proprio piacimento.
    Complicata non mi sembra avesse mai postato link a siti pornografici... Di rado, se non mai ha usato un linguaggio scurrile o insultato qualcuno, nemmeno ha provocato liti... Potrei sapere perché è stata bannata? Precisamente i suoi interventi contestati quali sono?

    Comunque al di là dell'episodio particolare, io sarei proprio contrario ad una gestione dello spazio così come la intendi tu. Ho sempre pensato che pure se hai costruito una casa non è mica detto che il traffico o il comportamento delle persone e degli animali che transitano sul suolo di questa casa debba essere regolato come preferisci tu, è sempre discutibile che questo sia un diritto acquisito definitivamente. Che tu possa fare qualcosa è un conto, infatti complicata è stata esclusa effettivamente, questo potere chi gestisce il forum lo possiede, quindi non è questo che è in discussione (chi possiede un'arma o mezzi di coercizione può ammazzarti), è in discussione il diritto stesso di utilizzarlo questo potere (Ossia è giusto utilizzarlo? E quando?).
    C'è da chiedersi a monte perché tu hai il diritto di decidere e di esercitare questo potere? Il fatto che un moderatore possa esercitarlo non è in discussione, un moderatore lo può fare perché lo ha fatto effettivamente.

    Per me non dovrebbe poterlo fare nemmeno un moderatore questo, ecco tutto. E' come per la pena di morte, non è che se mi si mostra che il flusso del traffico viene regolato meglio mi si convince che delle persone debbano essere legittimate definitivamente ad esercitare un potere del genere. Non è che se c'è scritto da qualche parte "Se fai questo, allora vieni ammazzato" io debba riconoscere questa cosa come un qualcosa di sacrosanto ed indiscutibile. E' la regola stessa che è sbagliata per me.

    Ad esempio si parla sempre di posteggiatori abusivi, ma mi sono sempre chiesto: ma i posteggiatori con la patente non sono forse lo stesso e comunque abusivi quanto gli abusivi visto che sono stati piazzati là comunque da un'organizzazione che potrebbe essere vista come un qualcosa di abusivo a monte? La differenza sta soltanto nel fatto che c'hanno un pezzo di carta in mano che assicura tutti che quel che fanno lo possono fare secondo un certo regolamento.

    Poi insomma se persone come complicata sono abusive in questo forum, beh per me allora è abusivo tutto il forum stesso e l'operato delle persone secondo le regole stesse del forum. Alla fine preferisco chi te lo dice chiaramente in faccia "Non è che io ho un diritto o sono legittimato da qualcosa di fondamentale e riconosciuto da tutti a fare quel che faccio adesso, lo posso fare effettivamente perché ho le armi ed il potere per farlo, e quindi lo faccio".

  7. #7
    Partecipante Esperto L'avatar di Keblish
    Data registrazione
    29-11-2006
    Messaggi
    324
    Blog Entries
    2

    Riferimento: Ban di complicata

    Citazione Originalmente inviato da Char_Lie Visualizza messaggio

    Poi la cosa che mi chiedo è: in base al gusto il pudore e la sensibilità di chi bisogna scegliere di allontanare un utente?
    Se si apre una discussione sulle parafilie qualcuno potrebbe offendersi se qualcuno esprime certe opinioni a favore della pedofilia mentre altri no.
    Ecco qua un problema che ha a che fare direttamente anche con la psicoterapia e non è perciò nemmeno off-topic. Anche gli psicoterapeuti spesso dicono "sei libero di esprimere quel che vuoi"...Ma mi chiedo, come fai ad essere libero davvero di esprimerti se poi l'altro può decidere di buttarti fuori nel caso tu dica davvero quello che pensi?
    Per essere libera l'espressione bisognerebbe proprio abolire una regola che dà il potere a qualcuno di eliminare le idee dissidenti o contrastanti con l'espulsione della persona che ha queste idee. Un tempo li facevano sparire proprio con con una bella fiammata i dissidenti, oggi s'è divenuti più moderni c'è il ban, ma alla fine il principio è lo stesso.
    Questo potere per me non dovrebbero averlo nemmeno i moderatori, perciò contesto questo modo di operare, e contesto la regola stessa.
    E' chiaro che se vengo espulso non potrò più esprimermi e contestare. Poi una contestazione come fa ad essere in linea con certe regole e completamente amichevole visto che si contesta sia queste che l'operato di qualcuno?
    Se è sbagliata la collocazione della mia risposta che la si sposti nella discussione aperta riguardo al ban di complicata, ma che mi si permetta almeno di rispondere e parlare.

    Saluti
    Ma infatti qui non c'è libertà assoluta.. La libertà è vincolata al regolamento.. L'interpretazione del regolamento poi sta ai moderatori.. E da qui la variabilità soggettiva..

    Sono d'accordo con te..

    Io abolirei la moderazione sui forum..

    Ah cmq, ho dato una letta veloce al regolamento, forse ho letto male, ma tipo ho letto che contestare l'operato dei moderatori potrebbe portare al ban..

    Lol..

    Mo ci bannano..

    OT:
    Cmq, Char, non temere: la risposta che attendevi arriverà.......................... Ora non ho voglia, e poi uffa quanto cazzo hai scritto?? :angry:

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Ban di Complicata

    Citazione Originalmente inviato da Char_Lie Visualizza messaggio
    Complicata non mi sembra avesse mai postato link a siti pornografici, di rado, se non mai ha usato un linguaggio scurrile o insultato chissà come qualcuno e nemmeno ha provocato liti, potrei sapere perché è stata bannata? Precisamente i suoi interventi contestati quali sono.

    Comunque al di là dell'episodio particolare io sarei proprio contrario ad una gestione dello spazio privato così come la intendi tu. Ho sempre pensato che pure se hai costruito una casa non è mica detto che il traffico o il comportamento delle persone che transitano sul suolo di questa casa debba essere regolato come preferisci tu, è sempre discutibile che questo sia un diritto acquisito definitivamente. Che tu possa fare qualcosa è un conto, infatti complicata è stata esclusa effettivamente, questo potere chi gestisce il forum lo possiede, quindi non è questo che è in discussione (chi possiede un'arma può o mezzi di coercizione può ammazzarti), è in discussione il diritto stesso di utilizzarlo questo potere.
    C'è da chiedersi a monte perché tu hai il diritto di decidere e di esercitare questo potere? Il fatto che un moderatore possa esercitarlo non è in discussione, un moderatore lo può fare perché lo ha fatto effettivamente.

    Per me non dovrebbe poterlo fare nemmeno un moderatore questo, ecco tutto.

    Ad esempio si parla sempre di posteggiatori abusivi, ma mi sono sempre chiesto: i posteggiatori con la patente non sono forse lo stesso e comunque abusivi quanto gli abusivi e la differenza sta soltanto nel fatto che c'hanno un pezzo di carta in mano che assicura tutti che quel che fanno lo possono fare secondo un certo regolamento?

    Se persone come complicata sono abusive in questo forum, beh per me allora è abusivo tutto il forum stesso e l'operato delle persone secondo le regole stesse del forum. Alla fine preferisco chi te lo dice chiaramente in faccia "Non è che io ho un diritto o sono legittimato da qualcosa di fondamentale e riconosciuto da tutti a fare quel che faccio adesso, lo posso fare effettivamente perché ho le armi ed il potere per farlo, e quindi lo faccio".
    Ripeto che non conosco il caso di questa Complicata e che mi sono lanciato in questa discussione ( ma chi me l'ha fatto fare... ) solo per una questione di principio...
    E per una questione di principio intervengo per l'ultima volta ( poi, giuro, per me la questione finisce qui: ti risponderà, se lo riterrà opportuno, chi di dovere... )
    Tu dici: "pure se hai costruito una casa non è mica detto che il traffico o il comportamento delle persone che transitano sul suolo di questa casa debba essere regolato come preferisci tu"
    E no, caro amico, è esattamente il contrario: a casa mia ci si comporta come dico io e chi non è d'accordo quella è la porta!...
    E se non esci con le tue gambe, ti ci spingo io a calci nel sedere!

  9. #9
    Banned
    Data registrazione
    21-03-2008
    Residenza
    Salerno
    Messaggi
    1,546

    Riferimento: Ban di Complicata

    Citazione Originalmente inviato da joker.the.mad Visualizza messaggio
    Ripeto che non conosco il caso di questa Complicata e che mi sono lanciato in questa discussione ( ma chi me l'ha fatto fare... ) solo per una questione di principio...
    E per una questione di principio intervengo per l'ultima volta ( poi, giuro, per me la questione finisce qui: ti risponderà, se lo riterrà opportuno, chi di dovere... )
    Tu dici: "pure se hai costruito una casa non è mica detto che il traffico o il comportamento delle persone che transitano sul suolo di questa casa debba essere regolato come preferisci tu"
    E no, caro amico, è esattamente il contrario: a casa mia ci si comporta come dico io e chi non è d'accordo quella è la porta!...
    E se non esci con le tue gambe, ti ci spingo io a calci nel sedere!
    Ma che a casa tua (che la casa è tua lo hai deciso tu ) ci si comporta come decidi tu (e pure questo sempre tu lo hai deciso ) è una regola che hai posto in essere tu. Puoi continuare ad affermare la cosa a parole ma io non è detto che la riconosca come corretta, che puoi esercitare un potere se sei più forte di un altro e lo cacci via è un conto, ma potrebbe capitare pure che quello che vuoi cacciare via caccia via te a calci nel sedere sostenendo che la tua casa è sua perché il territorio su cui la hai costruita era suo, e pure questo l'altro lo deciso da solo come hai fatto tu . Chi ha ragione? Per me c'hanno torto tutti e due, il possesso di quella casa non è un diritto acquisito definitivamente da nessuno dei due, la casa non è né solo tua, né solo dell'altro.
    Per un essere umano ad esempio dei piccioni che hanno costruito un nido sul condizionatore esterno hanno invaso la sua proprietà perché hanno rovinato lo spirito della sua costruzione, ma mi chiedo: la proprietà del condizionatore e della casa ed il diritto di dettar legge chi gliel'ha concesso a questo essere umano da farlo divenire un qualcosa di indiscutibile ed inalienabile? Dio?

  10. #10
    Banned
    Data registrazione
    21-03-2008
    Residenza
    Salerno
    Messaggi
    1,546

    Riferimento: Ban di Complicata

    Chiedo comunque che il ban a complicata venga tolto (se ancora non è stato fatto) sinceramente non comprendo i motivi per un'iniziativa del genere nei suoi confronti.

    Almeno che mi si dica quali sono i suoi interventi che sono stati contestati, e chi li ha contestati.


    In ogni caso sono libero di essere in disaccordo con una parte del regolamento anche se partecipo usando questi spazi? Secondo il regolamento non potrei farlo questo, solo che per me questa cosa è paradossale.

    E' corretto bannarmi per questo?

  11. #11
    Banned
    Data registrazione
    21-03-2008
    Residenza
    Salerno
    Messaggi
    1,546

    Riferimento: Ban di complicata

    Citazione Originalmente inviato da Keblish Visualizza messaggio
    Ma infatti qui non c'è libertà assoluta.. La libertà è vincolata al regolamento.. L'interpretazione del regolamento poi sta ai moderatori.. E da qui la variabilità soggettiva..

    Sono d'accordo con te..

    Io abolirei la moderazione sui forum..

    Ah cmq, ho dato una letta veloce al regolamento, forse ho letto male, ma tipo ho letto che contestare l'operato dei moderatori potrebbe portare al ban..

    Lol..

    Mo ci bannano..

    OT:
    Cmq, Char, non temere: la risposta che attendevi arriverà.......................... Ora non ho voglia, e poi uffa quanto cazzo hai scritto?? :angry:
    Io personalmente non sono contrario alla moderazione in sé, è rispetto al ban definitivo che non sono d'accordo, se anche tu sei d'accordo io chiederei ai moderatori e ai gestori del sito di modificare queste regole e di riammettere gli utenti bannati (quelli almeno di cui hanno ancora traccia), insomma direi che sarebbe magari più giusto dare la possibilità ad un utente che non vuol leggere l'intervento di un altro utente di non rispondere semplicemente o di immettere un comando di "ignore".

    Chiedo comunque, anche nel caso non fosse possibile modificare il regolamento, che il ban a complicata venga tolto (se ancora non è stato fatto) sinceramente non comprendo i motivi per un'iniziativa del genere nei suoi confronti, era divenuta praticamente una presenza importante in questo forum (come Megiston Matema, Lalangue, Neuromancer, RosadiMaggio, Bellaprimavera, Johnny, Lucio Regazzo, Ludovicamaria... Luigi, Gieko e Ikaro che non si sentono da un po')

    Almeno che si dica quali sono i suoi interventi che sono stati contestati, e chi li ha contestati.


    In ogni caso sono libero di essere in disaccordo con una parte del regolamento anche se partecipo usando questi spazi? Secondo il regolamento non potrei fare nemmeno quel che sto facendo ora.

    Saluti

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Ban di Complicata

    Citazione Originalmente inviato da Char_Lie Visualizza messaggio
    Ma che a casa tua (che la casa è tua lo hai deciso tu ) ci si comporta come decidi tu (e pure questo sempre tu lo hai deciso ) è una regola che hai posto in essere tu. Puoi continuare ad affermare la cosa a parole ma io non è detto che la riconosca come corretta, che puoi esercitare un potere se sei più forte di un altro e lo cacci via è un conto, ma potrebbe capitare pure che quello che vuoi cacciare via caccia via te a calci nel sedere sostenendo che la tua casa è sua perché il territorio su cui la hai costruita era suo, e pure questo l'altro lo deciso da solo come hai fatto tu . Chi ha ragione? Per me c'hanno torto tutti e due, il possesso di quella casa non è un diritto acquisito definitivamente da nessuno dei due, la casa non è né solo tua, né solo dell'altro.
    Il tuo ragionamento sarà perfettamente legittimo ed accettabile quando in Italia ( o in Europa, o nel Mondo, decidi tu... ) i Movimenti Anarchici e/o quelli Comunisti-Collettivisti di bolscevica memoria avranno preso il potere, rovesciato lo Stato ed imposto l'abolizione della proprietà privata. Siccome ( fortunatamente dal mio punto di vista... ) , in Italia ( o in Europa o nel Mondo, decidi tu... ) quelli che ancora propugnano simili idiozie sono solo pochi sfigati ( anche se a volte vigliaccamente aggressivi nei confronti del prossimo, come recenti ed antichi attentati dimostrano...), non credo che una tale evenienza sia all'ordine del giorno.
    Fino a quel momento, pertanto, l'Italia resta ancora uno Stato di Diritto ( pur con tutti i difetti che ben conosciamo e che io,per primo ho spesso denunciato anche su questo forum ).... Uno Stato in cui le domande "esistenziali" che ti poni tu sulla natura della proprietà privata, sono risolte semplicemente da pezzi di carta denominati "Certificati Catastali" o "Atti di Proprietà". E chi non li riconosce, violandone volutamente i dettami, si espone ad azioni di repressione da parte della collettività, attraverso gli strumenti ( Polizia, Carabinieri, Magistratura... ) che questa, nell'ambito, appunto, di uno Stato di Diritto, legittimamente si è data.

    P.s. Avevo promesso di estraniarmi dal thread, ma delle castronerie simili non potevano restare senza risposta...

  13. #13
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Axamer Ibk
    Data registrazione
    19-10-2010
    Residenza
    Inghilterra
    Messaggi
    723

    Riferimento: Ban di Complicata

    concordo anch'io con quanto ha scritto Joker. Non vorrei essere semplicistico ma la cosa si riduce al fatto che ogni comunita'/'sistema'/congregazione eccetera ha le sue regole e chi chiede volontariamente (nessuno ci obbliga a partecipare a questo forum) di partecipare a tale comunita' deve essere in grado di rispettarne le specifiche regole.

    Se le specifiche regole non piacciono ogni individuo e' libero di crearsi il proprio blog o forum e gestirlo come meglio crede.

    Sul ban di un utente specifico non mi esprimo perche' non ne ho le competenze. Il forum in generale mi sembra gestito in modo molto rilassato senza modi polizieschi.

  14. #14
    Banned
    Data registrazione
    21-03-2008
    Residenza
    Salerno
    Messaggi
    1,546

    Riferimento: Ban di Complicata

    Fino a quel momento, pertanto, l'Italia resta ancora uno Stato di Diritto ( pur con tutti i difetti che ben conosciamo e che io,per primo ho spesso denunciato anche su questo forum ).... Uno Stato in cui le domande "esistenziali" che ti poni tu sulla natura della proprietà privata, sono risolte semplicemente da pezzi di carta denominati "Certificati Catastali" o "Atti di Proprietà". E chi non li riconosce, violandone volutamente i dettami, si espone ad azioni di repressione da parte della collettività, attraverso gli strumenti ( Polizia, Carabinieri, Magistratura... ) che questa, nell'ambito, appunto, di uno Stato di Diritto, legittimamente si è data.
    E che io legittimamente non riconosco come assolute, perciò ci penso due volte prima di dar ragione al possessore di beni e torto a chi non ha nulla e briga contro un mucchio di briganti che si son legittimati in questo Stato di Diritto qua (Stato di diritto = Stato per difendere certi interessi). Posso riconoscere che uno stato o un'organizzazione è più forte bellicamente rispetto ad un'altra (e come fai a non riconoscere 'sta cosa ) e quindi che uno si espone ad uno stato di repressione, ma che questo stato di repressione lo si deve sentire pure come giusto, equo e corretto non lo condivido.
    Che mi si dica che devo riconoscere la legittimità o la correttezza di certe azioni in base a questo (un accordo sociale stipulato da altre persone), non mi si convince, credo che continuerò a dire e sostenere castronerie .
    Complicata per me va riammessa, riconosco che la regola i moderatori hanno il potere di applicarla, infatti non sto contestando questo, è uno stato di fatto, visto che è stata bannata effettivamente, ma è la regola stessa del buttar fuori persone da un spazio che per me è scorretta e non la condivido, devo dire per forza che è legittimo fare certe cose?
    Questo è un punto, poi nel caso di Complicata secondo me è stata anche applicata male perché non vedo tutta questa azione di disturbo da parte sua.
    Alcune persone potrebbero pensare insieme ad altre (ed essere in maggioranza) che è legittimo lapidare una donna che commette adulterio, e immettere questa legge in uno stato di diritto, ora può capitare anche che delle donne vengano lapidate effettivamente in uno stato di diritto fatto così, ma io potrei non riconoscere la legittimità della cosa (ossia la correttezza morale soggettiva), come effettivamente avviene. Si può pure dire alle donne "guardate che vi esponete a questa forma di repressione se commettete adulterio all'interno del matrimonio", ed allora? Questo rende la legge perfettamente legittima? Per me manca ancora il riconoscimento soggettivo della legittimità della punizione. Pure che un'organizzazione è stata messa in piedi da certe persone posso non riconoscere che questa cosa è corretta?
    Quando Gesù Cristo parla alle persone che stanno per scagliare delle pietre contro la persona "cattiva" che è andata contro il regolamento, in fin dei conti fa riflettere tutti proprio su questo: "ma voi siete davvero legittimati ad agire in questo modo violento qua contro una persona che trasgredisce questa regola?".
    Tutto questo gioco l'hanno messo in mezzo gli esseri umani e non è assolutamente indiscutibile, l'ideologia di fondo che si basa su Le regole vanno eseguite e basta e a casa mia le persone devono fare quel che dico io e se non lo fanno è legittimo che le punisca così e colà io non la riconosco.
    Ora se ci sono anche altre persone che iniziano a pensarla come me, magari posso pure modificare qualcosa, visto che vorrei fosse modificato, tu sembra che sei contento e felice così, ti sta bene già la gestione così, per me la regola è ingiusta, per te non lo è.

    Saluti

  15. #15
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Ban di Complicata

    Citazione Originalmente inviato da Char_Lie Visualizza messaggio
    E che io legittimamente non riconosco come assolute, perciò ci penso due volte prima di dar ragione al possessore di beni e torto a chi non ha nulla e briga contro un mucchio di briganti che si son legittimati in questo Stato di Diritto qua (Stato di diritto = Stato per difendere certi interessi). Posso riconoscere che uno stato o un'organizzazione è più forte bellicamente rispetto ad un'altra (e come fai a non riconoscere 'sta cosa ) e quindi che uno si espone ad uno stato di repressione, ma che questo stato di repressione lo si deve sentire pure come giusto, equo e corretto non lo condivido.
    Che mi si dica che devo riconoscere la legittimità o la correttezza di certe azioni in base a questo, non mi si convince, credo che continuerò a dire e sostenere castronerie .
    Complicata per me va riammessa, riconosco che la regola i moderatori hanno il potere di applicarla, infatti non sto contestando questo, è uno stato di fatto, visto che è stata bannata, ma è la regola stessa del buttar fuori persone da un spazio che per me è scorretta e non la condivido, devo dire per forza che è legittimo fare certe cose?
    Alcune persone potrebbero pensare insieme ad altre (ed essere in maggioranza) che è legittimo lapidare una donna che commette adulterio, e immettere questa legge in uno stato di diritto, ora può capitare anche che delle donne vengano lapidate effettivamente in uno stato di diritto fatto così, ma io potrei non riconoscere la legittimità della cosa (ossia la correttezza morale soggettiva), come effettivamente avviene.
    Quando Gesù Cristo parla alle persone che stanno per scagliare le pietre contro la persona "cattiva" che è andata contro il regolamento in fin dei conti fa riflettere tutti proprio su questo: "ma voi siete davvero legittimati ad agire in questo modo violento qua contro una persona che trasgredisce questa regola?".

    Saluti
    Non esistono, non sono mai esistite e mai esisteranno comunità umane prive di regole, di qualunque tipo esse siano.
    Le regole, per definizione, sono delle limitazioni della libertà soggettiva, ma sono indispensabili per la sopravvivenza stessa di una qualunque comunità...
    Non io e neanche un cretino qualunque, ma un Grande della storia, Marco Tullio Cicerone, diceva che "La libertà consiste nel rispettare le regole, perchè queste, limitando la libertà di ciascuno, assicurano quella di tutti...".

Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy