• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1

    Libera Professione..cosa fare?

    Ciao a tutti! Sono iscritta all'albo degli psicologi da febbraio 2012, mi sto formando in psicoterapia e sto seriamente valutando l'idea di aprire uno studio privato. Il mio dubbio riguarda le aree di intervento, nello specifico:
    1) Posso occuparmi sia di adulti che di età evolutiva anche se ho conseguito una laurea in psicologia dinamica maggiormente centrata sugli adulti? Dico questo perchè mi sto specializzando in psicoterapia sia per adulti che per età evolutiva ma quest'ultima rimane la mia area di maggior interesse perchè l'ho approfondita durante il tirocinio post-lauream;
    2) Posso diagnosticare i Disturbi Specifici dell'Apprendimento anche se non ho seguito master nè corsi di formazione? Anche qui ho appreso le tecniche diagnostiche e di trattamento nel tirocinio post-lauream.
    In pratica vorrei sapere cosa possiamo fare noi Psicologi, quali interventi possiamo fare e quali no. Ovviamente non possiamo fare psicoterapia se non siamo abilitati...ma possiamo invece realizzare interventi per ragazzini con DSA?
    3) Se diagnostico un Ritardo Mentale posso stendere e firmare la Diagnosi Funzionale e inviare il minore a una commissione invalidi per la certificazione in base alla legge 104?
    Scusate per tutti questi dubbi! Grazie mille a chi mi risponderà

  2. #2
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,889
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Libera Professione..cosa fare?

    Ciao. In quanto psicologa iscritta all'albo ti puoi occupare di sostegno psicologico sia di adulti che di minori. L'esperienza di tirocinio e la pratica sul campo sono fondamentali per acquisire competenze e anche per capire quali sono i settori della psicologia che ti interessano maggiormente e verso cui ti senti più portata, perchè alla fine, al di là dei titoli, le mansioni che si possono svolgere dopo la laurea sono moltissime e ad ampio raggio, ma ovviamente ci si direziona su quegli ambiti per cui abbiamo competenze e/o maggiore inclinazione ed esperienza.
    Rispetto ai DSA vale il medesimo discorso; io me ne occupo (me ne sono occupato prima come psicologo inserito a contratto nell'asl, distretto socio-sanitario e ora, quando mi capita, come libero professionista) e nella mia regione, il Veneto, è previsto che io, in quanto professionista privato, possa fare la valutazione e redigere la diagnosi. La mia relazione psicodiagnostica dovrà però passare al vaglio del Servizio Pubblico (Distretto oppure U.O. Neuropsichiatria Infantile) che certificherà che i criteri con cui ho condotto la valutazione e sono giunto alla diagnosi siano conformi alla Consensus Conference e che le prove somministrate e i punteggi riportati rientrino nei criteri definiti dalle linee guida. Non so però quali siano le regioni oltre alla mia che hanno emesso la nota in seguito all'entrata in vigore della Legge 170 dell'ottobre 2010 specifica per i DSA. Ma credo che se chiedi all'ordine o alla tua asl di riferimento ti sapranno dire. La legge parla di privati accreditati, ma essendo le procedure di accreditamento per un libero professionista molto lunghe, la diagnosi di quest'ultimo dovrebbe essere comunque ritenuta valida (come di fatto succede dal 2005), a patto che appunto la regione non abbia disposto diversamente, come nel caso della mia.
    Sempre come libera professionista tu puoi diagnosticare un ritardo mentale (ora disabilità intellettiva), ma per quanto riguarda la stesura della diagnosi funzionale e dunque della certificazione scolastica, queste devono essere redatte dal Servizio Pubblico o da Enti Privati accreditati che sono indicati come abilitati a fornire tale prestazione nei protocolli di intesa. Tuttavia, un ipotetico genitore che venisse da te per una valutazione neuropsicologica del figlio cui tu diagnostichi un ritardo, può portare la tua relazione diagnostica presso l'asl che acquisirà la documentazione, effettuerà gli approfondimenti e procederà alla stesura della certificazione che poi passa in commissione per l'avvallo.
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Re: Libera Professione..cosa fare?

    1) sì! a prescindere dal tuo indirizzo di laurea, per lo stato italiano sei psicologa e quindi autorizzata a operare in qualunque settore psi, anche psi del lavoro se vuoi. Ovvio, bisogna avere le competenze e blablabla, ma formalmente puoi eccome
    2) sì, puoi fare sia diagnosi, sia riabilitazione dei DSA, è scritto sul tariffario ufficiale: ci sono tutte le voci, decine e decine, puoi farle tutte, tranne le 3 che riguardano la psicoterapia (psicoter individuale, di coppia, di gruppo). Il resto via libera, sempre ovviamente se hai le competenze, e per averle non è obbligatorio fare il master (anche se consigliato e blablabla)
    3) qui il discorso è delicato e potrebbe variare di regione in regione, nel senso che la relazione del privato, in alcune asl non la acettano (anche se formalmente dovrebbe essere valida), in altre sì, in alcune scuole no, in altre sì...nel senso che la legge dice una cosa, però poi come tutte le leggi ci sono margini di interpretazione e di "manovra" operativa per cui l'applicazione finisce per essere abbastanza differenziata di zona in zona (nel Lazio e Toscana l'ho constatato personamente, poi non so per il resto d'Italia e le varie zone). Cmq la legge per i dsa non dovrebbe essere la 104 che è quella sulla disabilità e dà diritto all'insgenante di sostegno, a meno che nel caso specifico alla dislessia non si affiancano quelle che nella tale legge sono considerate disabilità. C'è la legge apposita per a dislessia. Però passo perché non sono informata nello specifico.
    In ogni caso approfitto per farti un'enorme in bocca al lupo per il tuo avvio!

  4. #4

    Riferimento: Libera Professione..cosa fare?

    Grazie Crissangel e Ste per le dettagliate informazioni. Mi informerò per sapere cosa prevede la mia regione, Emilia Romagna, per diagnosi e certificazioni. Un' altra cosa, i criteri per diagnosticare DSA si riferiscono alla Consensus Conference del 2010 o ci sono aggiornamenti di cui non sono a conoscenza?

Privacy Policy