• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 21
  1. #1

    Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di sostegno????

    Non capisco come mai possono diventare insegnanti di sostegno tutti i laureati in qualsiasi disciplina(matematica,biologia,fisica,architettura etc.) dopo il tfa e un brevissimo corso sul sostegno, mentre a noi psicologi viene richiesto lo stesso identico iter.
    Ma come e' possibile ????E' uno scandalo!!!!
    Dopo tanti anni di studio psicologi e psicoterapeuti dovrebbero di diritto entrare in graduatoria per questo tipo di insegnamento e invece non siamo riconosciuti nella nostra professionalita' specifica,ma paragonati a tanti altri laureati in una qualunque disciplina.
    Eppure il sostegno e' qualcosa di veramente importante e non dovrebbe essere affidato a persone inesperte che con un corso di pochi mesi si dilettano professionisti!!!!
    Non e' questo vergognoso????
    La nostra categoria dovrebbe indignarsi di fronte a questo come a molti altri casi in cui tutti ci passano avanti....ma invece nessuno parla.....

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di ParanorWill
    Data registrazione
    23-06-2005
    Messaggi
    63

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Alcune volte mi chiedo perchè la difficoltà ad inserirsi nel proprio ambito lavorativo e professionale debba portare così spesso a volersi attribuire la prerogativa d'esercizio di quello altrui...

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Allora io in prima persona posso attivarmi....

    Scriviamo mail all'ordine? Io posso scrivere all?ordine psico del lazio....(magari facendo girare la mail fra i miei colleghi)....Voi fate altrettanto..e parte quelaocsa..che ne dite?
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  4. #4
    Matricola
    Data registrazione
    27-10-2010
    Messaggi
    26

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Citazione Originalmente inviato da psicolaurea Visualizza messaggio
    Non capisco come mai possono diventare insegnanti di sostegno tutti i laureati in qualsiasi disciplina(matematica,biologia,fisica,architettura etc.) dopo il tfa e un brevissimo corso sul sostegno, mentre a noi psicologi viene richiesto lo stesso identico iter.
    Ma come e' possibile ????E' uno scandalo!!!!
    Dopo tanti anni di studio psicologi e psicoterapeuti dovrebbero di diritto entrare in graduatoria per questo tipo di insegnamento e invece non siamo riconosciuti nella nostra professionalita' specifica,ma paragonati a tanti altri laureati in una qualunque disciplina.
    Eppure il sostegno e' qualcosa di veramente importante e non dovrebbe essere affidato a persone inesperte che con un corso di pochi mesi si dilettano professionisti!!!!
    Non e' questo vergognoso????
    La nostra categoria dovrebbe indignarsi di fronte a questo come a molti altri casi in cui tutti ci passano avanti....ma invece nessuno parla.....
    Perché lo Psicologo (a volte anche Psicoterapeuta) può fare "solo" lo Psicologo (e Psicoterapeuta)... Se ne è capace. Quindi si limiti a ciò. Che la specificità della sua professione non divenga anche fonte di presunzione e arroganza cercando di dimostrare una supposta competenza anche nell'insegnamento. Se desidera insegnare, si metta in coda come qualsiasi altro laureato. Di fatto, una laurea in Psicologia non è meglio e non è peggio di un'altra: è una laurea e basta.
    D'altro canto riconosco la precarietà (e caoticità) anche di alcuni corsi di formazione per l'insegnamento di sostegno: la loro debolezza, tuttavia, non dice nulla della (e non avvalora la) competenza di altri settori.
    Vita dura per i laureati in Psicologia: la scarsità del mercato del lavoro fa credere loro di essere in diritto di posizionarsi ovunque.

  5. #5

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Citazione Originalmente inviato da stefano3 Visualizza messaggio
    Vita dura per i laureati in Psicologia: la scarsità del mercato del lavoro fa credere loro di essere in diritto di posizionarsi ovunque.
    Psicologi, prego. E non vedo quali competenze possano mancare ad uno psicologo abilitato, magari specializzato in DSA, rispetto ad un insegnante di sostegno.

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Johnny
    Data registrazione
    10-04-2005
    Messaggi
    9,991

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Citazione Originalmente inviato da stefano3 Visualizza messaggio
    Perché lo Psicologo (a volte anche Psicoterapeuta) può fare "solo" lo Psicologo (e Psicoterapeuta)... Se ne è capace. Quindi si limiti a ciò. Che la specificità della sua professione non divenga anche fonte di presunzione e arroganza cercando di dimostrare una supposta competenza anche nell'insegnamento. Se desidera insegnare, si metta in coda come qualsiasi altro laureato. Di fatto, una laurea in Psicologia non è meglio e non è peggio di un'altra: è una laurea e basta.
    D'altro canto riconosco la precarietà (e caoticità) anche di alcuni corsi di formazione per l'insegnamento di sostegno: la loro debolezza, tuttavia, non dice nulla della (e non avvalora la) competenza di altri settori.
    Vita dura per i laureati in Psicologia: la scarsità del mercato del lavoro fa credere loro di essere in diritto di posizionarsi ovunque.
    la verità è che la professione dello psicologo è recente (1989) e fa fatica ad affermarsi perché ogni ambito di lavoro è già "occupato" da altre figure che ci vedono come intrusi e impediscono agli psicologi di accedere nei vari ambiti lavorativi.

    L'arroganza, se permetti, io la vedo in tutti quei soggetti che pensano di conoscere la psicologia in virtù di un esamino e negano l'importanza del contributo che lo psicologo può dare nei più svariati settori.

    Infine, tu dici che lo psicologo non deve avere il "diritto di posizionarsi ovunque", ma è anche vero il contrario: che le competenze psicologiche sono necessarie in una vasta serie di ambiti e spesso "altre figure" di fatto fanno gli psicologi senza esserlo, svolgono mansioni che dovrebbero essere svolte dallo psicologo, secondo da LEGGE 56/89 che definisce le competenze dello psicologo.
    Ultima modifica di Johnny : 06-06-2012 alle ore 08.58.57

  7. #7

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Non credo proprio che noi psicologi dobbiamo "metterci in coda come altri laureati" ,nell'ambito del sostegno, dal momento che abbiamo competenze specifiche che altri ( come biologi,matematici,architetti,archeologi e chissà quanti altri...) non hanno in questo settore.
    Io sono psicologa e non credo proprio di riuscire a fare il progetto di una casa, ma a quanto pare un architetto può essere insegnante di sostegno con un corso di poche ore.

    Lo Stato non dovrebbe permettere a chiunque di poter arrivare a svolgere un ruolo così importante e delicato come il SOSTEGNO!!!!!!!!!
    E' INACCETTABILE che per collocare i precari laureati in altre discipline si giochi sulla pelle di questi bambini!!!

  8. #8

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Bravissima....facciamo girare la mail fra colleghi!!!!!!!!!!

    Io farò altrettanto.....

  9. #9
    Partecipante
    Data registrazione
    05-03-2005
    Residenza
    provincia Varese
    Messaggi
    53

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Io credo che l'insegnante di sostegno sia un ruolo specifico con competenze specifiche, soprattutto perchè "dovrebbe" avere competenze nell'ambito dell'educazione speciale. Forse noi psicologi abbiamo un certo vantaggio (ma non solo noi) ma dovremo comunque acquisire competenze che non sono direttamente nostre. Ho fatto l'insegnante di sostegno in una scuola dell'infanzia ma come didattica avevo ancora tanto da imparare...

  10. #10
    Partecipante Affezionato L'avatar di ParanorWill
    Data registrazione
    23-06-2005
    Messaggi
    63

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Citazione Originalmente inviato da raffaellas Visualizza messaggio
    Io credo che l'insegnante di sostegno sia un ruolo specifico con competenze specifiche, soprattutto perchè "dovrebbe" avere competenze nell'ambito dell'educazione speciale. Forse noi psicologi abbiamo un certo vantaggio (ma non solo noi) ma dovremo comunque acquisire competenze che non sono direttamente nostre. Ho fatto l'insegnante di sostegno in una scuola dell'infanzia ma come didattica avevo ancora tanto da imparare...
    Totale accordo con il tuo pensiero. La specificità delle competenze va rispettata! E questo è vero per ogni professione. L'insegnamento e la didattica speciale richiedono, tra le altre, anche competenza psicologiche; ma non ci si può illudere che queste siano sufficienti ed esaurienti in ogni ambito e contesto lavorativo. Altrimenti sembra veramente di assistere ad una sorta di delirio di onnipotenza professionale ed assolutizzazione della psicologia all'interno di ogni professione d'aiuto, senza rispettarne le specificità.

  11. #11
    Partecipante
    Data registrazione
    05-03-2005
    Residenza
    provincia Varese
    Messaggi
    53

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Il problema è che per assenza di figure e di formazione specifica si da il sostegno a laureati di ogni tipo purchè inseriti in graduatorie scuola - mentre noi psicologi non ci possiamo rientrare

  12. #12

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Non credo affatto si tratti di "delirio di onnipotenza" il nostro,quanto piuttosto quello di cercare di far valere la nostra professionalità!!!
    Per quanto riguarda la didattica che a parere di qualcuno noi dovremmo imparare.....non concordo!!!!
    Se poi fosse questo il vero motivo per cui ci stanno impedendo di accedere a questa tipologia di insegnamento (ma tutti sappiamo bene che non è questo il motivo!!!!!)..... la SOLUZIONE sarebbe a portata di mano,ovvero fare in modo che
    l'insegnante di sostegno possa diventarlo chi laureato in psicologia effettui un periodo di tirocinio di affiancamento a chi insegnante lo è già.....

    Qui si tratta invece di permettere al sostegno di funzionare in maniera efficace ed efficiente una volta per tutti!!!!
    E basta continuare a dire che abbiamo sempre qualcosa da imparare....dovremmo piuttosto cominciare ad "aprire gli occhi" e renderci finalmente conto che persone con qualifiche affatto affini al sostegno (addirittura architetti,archeologi...come tanti altri) possono al contrario di qualsiasi logica diventare insegnanti di sostegno!!!
    E questi con un affiancamento(chiamatelo tirocinio o tfa) sarebbero già in grado di aver acquisito oltre alla didattica anche le competenze e conoscenze equivalenti alla nostra laurea????
    MA PER FAVORE......ci vogliamo forse continuare a prendere in giro o crediamo che qualcosa finalmente possa cambiare????
    BISOGNA AGIRE se vogliamo almeno far valere i NOSTRI DIRITTI!!!!
    Perchè si capisce che molte categorie vorrebbero farci tacere...tenerci da parte....negarci l'accesso ad alcune professioni....e alcuni lo stanno già facendo....ma spetta soltanto a noi adesso riprenderci ciò che ci è stato ingiustamente negato per anni!!!!!

  13. #13
    Matricola
    Data registrazione
    27-10-2010
    Messaggi
    26

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Citazione Originalmente inviato da psicolaurea Visualizza messaggio
    Non credo affatto si tratti di "delirio di onnipotenza" il nostro,quanto piuttosto quello di cercare di far valere la nostra professionalità!!!
    Per quanto riguarda la didattica che a parere di qualcuno noi dovremmo imparare.....non concordo!!!!
    Se poi fosse questo il vero motivo per cui ci stanno impedendo di accedere a questa tipologia di insegnamento (ma tutti sappiamo bene che non è questo il motivo!!!!!)..... la SOLUZIONE sarebbe a portata di mano,ovvero fare in modo che
    l'insegnante di sostegno possa diventarlo chi laureato in psicologia effettui un periodo di tirocinio di affiancamento a chi insegnante lo è già.....

    Qui si tratta invece di permettere al sostegno di funzionare in maniera efficace ed efficiente una volta per tutti!!!!
    E basta continuare a dire che abbiamo sempre qualcosa da imparare....dovremmo piuttosto cominciare ad "aprire gli occhi" e renderci finalmente conto che persone con qualifiche affatto affini al sostegno (addirittura architetti,archeologi...come tanti altri) possono al contrario di qualsiasi logica diventare insegnanti di sostegno!!!
    E questi con un affiancamento(chiamatelo tirocinio o tfa) sarebbero già in grado di aver acquisito oltre alla didattica anche le competenze e conoscenze equivalenti alla nostra laurea????
    MA PER FAVORE......ci vogliamo forse continuare a prendere in giro o crediamo che qualcosa finalmente possa cambiare????
    BISOGNA AGIRE se vogliamo almeno far valere i NOSTRI DIRITTI!!!!
    Perchè si capisce che molte categorie vorrebbero farci tacere...tenerci da parte....negarci l'accesso ad alcune professioni....e alcuni lo stanno già facendo....ma spetta soltanto a noi adesso riprenderci ciò che ci è stato ingiustamente negato per anni!!!!!
    Ribadisco l'idea che la precarietà e, spesso, la superficialità che contraddistingue la formazione all'insegnamento non dice nulla circa la qualità nella formazione di professioni differenti. Tra queste anche quella dello Psicologo.
    Può essere vero che lo Psicologo può esercitare un ruolo all'interno della Scuola: in molti casi già lo fa. Occorre, però, sottolineare come lo Psicologo abbia da spendere "solo" una parola psicologica riguardo all'oggetto di studio e di intervento. Un esempio: è possibile studiare le dinamiche, i processi, le strutture e gli esiti di una specifica modalità relazionale quale potrebbe essere quella tra un Insegnante ed un allievo. Rimane, tuttavia, una prospettiva psicologica di cui l'Insegnante (o l'Istituzione) può decidere di avvalersi se ritiene lo ritiene utile per la propria pratica professionale. Potrebbe anche decidere di non avvalersi di una simile collaborazione. E rientra nella facoltà di ciascuno decidere se avvalersi della consulenza di uno psicologo oppure no.

    Qualcuno ha fatto notare che pare ingiusto che molti professionisti di settori diversi abbiano la possibilità di ricoprire il ruolo di insegnante di sostegno: in particolare, viene fatta notare come una simile scelta sia motivata da necessità occupazionali, anziché da competenza. Ciò è vero, ma vale anche per lo Psicologo: che, mi pare, spesso si trincera pure dietro la giustificazione (rarefatta e intellettualistica o, forse, più semplicemente presuntuosa) di una supposta competenza (che è "solo" psicologica... quando ce l'ha) per poter accedere a posti di lavoro e tirare a campare.
    Lo Psicologo può certamente far valere i propri "diritti": può cercare di suscitare l'interesse per un lavoro psicologico, proponendolo. Ha però anche il dovere di saper discernere l'ambito epistemologico (ambiti e limiti) della propria pratica professionale. Poiché tutto ciò che è umano è psichico: ma non tutto ciò che è umano è solamente psichico.

    Ad ogni modo, la modalità con la quale si desidera affrontare il problema (posto che sia un problema dello psicologo) è poco efficacie, nella misura in cui risulta essere eccessivamente sbilanciata verso sentimenti di rivendicazione.

  14. #14
    Postatore Epico L'avatar di Johnny
    Data registrazione
    10-04-2005
    Messaggi
    9,991

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    PAROLE AL VENTO

    col tempo ho capito che discorsi come questi sono tutte parole al vento, alla fine tutti fanno tutto e gli psicologi invece non possono fare niente.
    Alla fine è solo una questione di politica e di interessi. In politica non c'è neanche uno psicologo e di conseguenza i nostri diritti vengono sempre calpestati, a favore di figure che invece sono rappresentate nella politica.

    Lo psicologo ha tutte le competenze per fare sostegno, ci mancherebbe altro, solo che per qualche ragione misteriosa la laurea in psicologia e il titolo di psicologo è tagliato fuori.
    punto

  15. #15
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Pentesilea84
    Data registrazione
    01-10-2008
    Messaggi
    736
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Perche' non possiamo essere noi i futuri insegnanti di so

    Adesso dico la mia... diplomata in psicosocipedagogico (vecchio Diploma Magistrale), Laurea Specialistica in Psicologia Clinica (5 anni), Master in DSA e qualcuno ci vuol far credere che deliriamo???
    Premesso che non voglio fare l'insegnante però vi posso assicurare che durante i miei tirocini nell'ambito dei DSA ne ho sentite di cavolate da docenti di sostegno e non... una delle frasi storiche che citerò per sempre è la seguente : << Ma con questa nuova legge 170, secondo voi è normale che noi dobbiamo tenerci tutti questi handicappati in classe?>>
    Inoltre abbiamo gente che insegna con i vecchi diplomi magistrale o psicosociopedagogico basta che si sia diplomata entro il 2001 e gente con le competenze appropriate a casa, personalmente credo che questo sia scandaloso.

    Pedagogia e Psicologia in ambito scolastico sono due discipline inscindibili, poichè la scuola è un luogo altro dove il bambino dovrebbe imparare a saper essere nel mondo oltre che a saper fare.
    Ultima modifica di Pentesilea84 : 12-06-2012 alle ore 10.57.16

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy