• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4

    Elezioni Giugno 2004 - VADEMECUM

    Elezioni 2004 - Europee e amministrative - come si vota

    Quando si vota:
    sabato 12 dalle 15 alle 22 e domenica 13 giugno dalle 7 alle 22
    sabato 26 dalle 15 alle 22 e domenica 27 dalle 7 alle 22 (per eventuali ballottaggi)

    Per che cosa si vota:
    per i 78 rappresentanti italiani al Parlamento europeo
    per i sindaci e i consigli comunali di 4.518 comuni
    per i presidenti e i consigli provinciali di 63 province
    per il presidente e il consiglio regionale della Sardegna

    Quanti sono gli elettori:
    Per le europee: 50.007.650 (24.085.883 uomini, 25.921.767 donne)
    Per le amministrative: 35.211.317 (16.982.125 uomini, 18.229.192 donne)
    Per la regione Sardegna: 1.452.577 (711.560 uomini, 741.017 donne)

    Il colore delle schede:
    Provinciali: giallo
    Comunali: azzurro
    Europee: a seconda delle circoscrizioni (grigio nel Nord Ovest; marrone nel Nord Est; rosso per il Centro; arancione per il Sud; rosa per le Isole)

    Che serve per votare:
    Un documento di riconoscimento
    La scheda elettorale che dovrebbe essere in possesso di ciascun elettore
    Se la scheda non è stata consegnata, o ne è necessario un duplicato è possibile ottenerla dagli uffici elettorali del comune di residenza, che restano aperti a questo scopo anche il sabato e la domenica negli orari di apertura dei seggi elettorali

    Europee/Chi può votare:
    tutti i cittadini italiani maggiorenni con diritti politici
    tutti i cittadini di uno degli altri 24 Paesi membri della Ue che ne abbiano fatto richiesta per tempo (votano per i candidati italiani)

    Europee/Dove si può votare:
    I cittadini italiani residenti in Italia: in una delle 60.512 sezioni distribuite nei comuni di residenza
    I cittadini italiani nei Paesi della Ue (iscritti all'anagrafe degli italiani all'estero): nei consolati e nelle ambasciate d'Italia; nella sezione elettorale del comune italiano di residenza; nelle sezioni elettorali del Paese di residenza ma per i rappresentanti di quel Paese.
    I cittadini italiani in Paesi non Ue: nella sezione elettorale del comune italiano di residenza (a differenza delle politiche e dei referendum non possono votare dall'estero)

    Europee/Metodo di voto:
    Si vota con il sistema proporzionale: tanti seggi, in proporzione ai voti ottenuti da ciascuna lista in ogni circoscrizione
    Le circoscrizioni sono cinque: la Prima (Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria e Lombardia), elegge 20 rappresentanti italiani al Parlamento europeo; la Seconda (Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna) elegge 15 rappresentanti; la Terza (Toscana, Umbria, Marche e Lazio) elegge 15 rappresentanti; la Quarta (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata) elegge 19 rappresentanti; la Quinta (Sicilia e Sardegna) elegge 9 rappresentanti.

    Europee/Come si esprime il voto:
    Occorre fare un segno chiaro sul simbolo della lista per la quale si vota.
    Accanto al simbolo è possibile inserire fino a tre nomi tra quelli presenti nella lista per indicare le proprie "preferenze" (ma non è obbligatorio: è possibile votare anche solo il simbolo)
    Qualunque altro segno sulla scheda annulla il voto
    I candidati che in ciascuna lista hanno ottenuto maggiori preferenze risultano eletti

    Provinciali/Metodo di voto:
    Si vota con il sistema maggioritario per il presidente della provincia: chi ottiene oltre il 50% dei voti risulta subito eletto. Ogni candidato alla presidenza è collegato con uno o più gruppi di candidati al consiglio provinciale.
    Se nessun candidato ottiene più del 50% dei voti, i due più votati se la vedono faccia a faccia due settimane dopo in un turno di ballottaggio
    All'eventuale ballottaggio risulta eletto il candidato con più voti
    Per i consiglieri provinciali si usa un sistema uninominale corretto: la provincia è divisa in diversi collegi e in ogni collegio ogni gruppo presenta un solo candidato che può collegarsi con candidati del suo gruppo in altri collegi o raggrupparsi in alleanze di diversi gruppi per sostenere un candidato alla presidenza. I seggi si attribuiscono con un complicato sistema di quozienti, calcolato sulla base dei voti complessivi ottenuti da ciascun gruppo di candidati.
    I gruppi di candidati collegati al presidente risultato eletto ha diritto almeno al 60% dei seggi in consiglio
    Provinciali/Come si esprime il voto al primo turno:
    Sulla scheda appaiono i candidati alla presidenza, con accanto i nomi dei candidati consiglieri provinciali di quel collegio collegati al candidato presidente e il relativo simbolo.
    Occorre mettere un segno sul candidato alla presidenza e un altro sul simbolo del candidato consigliere
    E' possibile votare solo il candidato consigliere, il che attribuisce automaticamente il voto al candidato alla presidenza ad esso collegato.
    E' possibile votare solo il candidato alla presidenza, il che non attribuisce alcun voto specifico per il consiglio provinciale
    Provinciali/Come si esprime il voto al ballottaggio:
    Sulla scheda del secondo turno delle elezioni provinciali ci sono solo i nomi dei due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti al primo turno, con l'elenco dei gruppi di candidati (partiti) che ne appoggiano la candidatura
    Per votare basta fare un segno sul nome del candidato alla presidenza.

    Comunali (oltre i 15.000 abitanti)/Metodo di voto:
    Si vota con il sistema maggioritario per il sindaco: chi ottiene oltre il 50% dei voti risulta subito eletto. Ogni candidato a sindaco è collegato con uno o più gruppi di candidati al consiglio comunale.
    Se nessun candidato ottiene più del 50% dei voti, i due più votati se la vedono faccia a faccia due settimane dopo in un turno di ballottaggio
    All'eventuale ballottaggio risulta eletto il candidato che ha ottenuto più voti.
    Il 60% dei seggi del consiglio comunale va alle liste collegate al candidato sindaco vincitore, a meno che una lista non collegata al vincitore abbia ottenuto oltre il 50% dei voti .
    Il resto dei seggi è diviso tra le altre liste in modo proporzionale ai voti ricevuti
    I candidati sindaco non eletti, collegati a liste che abbiano ottenuto almeno un seggio, sono automaticamente consiglieri comunali
    Una volta assegnati i seggi ai candidati sindaci, i seggi rimanenti vengono divisi tra i diversi candidati consiglieri a seconda delle preferenze ricevute.
    Comunali (oltre i 15.000 abitanti)/Come si esprime il voto al primo turno:
    C'è una sola scheda con il nome dei candidati sindaco, affiancati dai simboli delle liste ad essi collegati. Accanto a ogni simbolo che una riga bianca.
    Si vota per il sindaco facendo un segno sul nome di uno dei candidati
    Si vota per il consiglio facendo un segno su uno dei simboli delle liste collegate ai candidati sindaco.
    Accanto al simbolo della lista c'è uno spazio bianco dove si può scrivere il nome di uno dei candidati di quella lista (voto di preferenza: non obbligatorio)
    E' possibile votare solo il nome di un candidato sindaco (senza esprimere voti per le liste)
    Se si fa un segno su un simbolo di lista ma NON su un candidato sindaco, il voto viene esteso automaticamente al candidato sindaco collegato a quella lista.
    E' possibile votare per una lista diversa da quelle collegate al candidato sindaco prescelto (il cosiddetto voto disgiunto)
    Comunali (oltre i 15.000 abitanti)/Come si esprime il voto al ballottaggio:
    Sull'unica scheda compaiono i nomi dei due candidati al ballottaggio, accompagnati dai simboli delle liste che appoggiano la candidatura
    Si vota facendo un segno sul nome di uno dei candidati.
    Comunali (meno di 15.000 abitanti)/Metodo di voto:
    Si vota con il sistema maggioritario per il sindaco e per il consiglio comunale a un solo turno
    Vince il candidato a sindaco che ha ottenuto il maggior numero di voti, anche se non rappresentano la maggioranza assoluta (anche, cioè, se ha ottenuto meno del 50%)
    A ogni candidato sindaco è associata una lista di candidati per il consiglio comunale
    La lista collegata al candidato sindaco vincente ottiene i due terzi dei seggi del consiglio, il resto dei seggi è diviso proporzionalmente tra le altre liste. In ogni lista risulta eletto il candidato sindaco e chi ha ottenuto più voti di preferenza.
    Comunali (meno di 15.000 abitanti)/Come si esprime il voto:
    Sulla scheda compare il nome del candidato sindaco con il simbolo della lista cui è associato
    Sotto al simbolo c'è una riga bianca
    Si vota facendo un segno sul simbolo del candidato
    Sulla riga bianca è possibile indicare uno dei nomi tra i candidati presenti nella lista collegata ("voto di preferenza")
    Non è obbligatorio dare il voto di preferenza; il voto al candidato sindaco si trasmette automaticamente alla lista collegata.
    Regionali Sardegna/Metodo di voto:
    Il presidente della regione è eletto direttamente con il sistema maggioritario: vince chi ha più voti
    Il consiglio regionale (80 seggi) è eletto con un sistema misto: parte proporzionale, parte maggioritario.
    Quattro quinti dei seggi (64) sono attribuiti proporzionalmente, sulla base di liste di partito presentate nelle diverse circoscrizioni (tanti voti, tanti seggi)
    Un quinto dei seggi (16) è attribuito con il maggioritario, sulla base di liste regionali il cui capolista è il candidato alla presidenza: chi vince prende tutto, con la seguente eccezione:
    Se le liste circoscrizionali collegate alla lista regionale vincente hanno ottenuto già il 50% dei seggi, alla lista regionale vengono attribuiti solo 8 seggi, gli altri 8 sono divisi tra le liste di opposizione.
    Il nuovo presidente ha diritto ad avere una maggioranza stabile in consiglio (a seconda dei casi: il 55% o il 60% dei seggi): se il gioco del voto proporzionale e maggioritario fa raggiungere alla maggioranza quelle quote, resta tutto com’è; se invece i consiglieri che appoggiano il presidente sono in percentuale inferiore, si aggiungono “consiglieri extra” fino ad ottenere la percentuale richiesta.
    Regionali Sardegna/ Come si esprime il voto:
    C’è un’unica scheda per il presidente e il Consiglio, sulla quale l’elettore può esprimere due voti.
    Per votare il presidente, occorre fare il segno sul nome del candidato o su uno dei simboli che rappresentano la lista regionale guidata dal candidato.
    Per votare i consiglieri, occorre fare un segno sul simbolo della lista circoscrizionale preferita. Accanto al simbolo c’è lo spazio per indicare il nome di uno dei candidati della lista (voto di preferenza: non è obbligatorio).
    E’ possibile votare un candidato presidente (e la lista regionale che egli guida) e al tempo stesso votare una lista circoscrizionale tra quelle che NON lo appoggiano (il cosiddetto “voto disgiunto”).
    E’ possibile votare solo il candidato presidente (in questo caso non ci sono ricadute sulle liste circoscrizionali ad esso collegate)
    E’ possibile votare solo la lista circoscrizionale (in questo caso il voto si estende automaticamente anche al candidato presidente ad essa collegato).

  2. #2

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068
    grazie haruka!!!! non c'avevo capito molto, soprattutto riguardo alle preferenze!!! sono alla mia prima votazione, dopo il referendum sull'articolo 18

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di Pedrita
    Data registrazione
    08-07-2003
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,880
    Blog Entries
    2
    andiamo tutti a votare mi raccomando e votiamo BENE!!!

    [<<<Tutti sul lettino>>>clikka!
    questo è un video di sedute psicoanalitiche nei diversi film!
    il mio avatar è un quadro di BoB ArT

  4. #4

    Ireland Addicted
    L'avatar di arpista
    Data registrazione
    12-08-2002
    Residenza
    toscana in perenne trasferta!
    Messaggi
    5,068
    ci puoi contare pedrita!!! e speriamo bene

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di Ele*
    Data registrazione
    13-12-2002
    Residenza
    *Campi Bisenzio*[FI]
    Messaggi
    10,523
    Io con il mio profondo odio x la politica dovro'stare tutti e 2 i giorni al seggio vediamo se riesco a capirci qualcosa!!!


    Questa qua è per te
    e anche se non e` un granché
    ti volevo solo dire
    che era qui in fondo a me.
    Perché sei
    viva viva cosi come sei quanta vita mi hai passato
    e non la chiedi indietro mai

    *Non si vede che col cuore.L'essenziale e'invisibile agli occhi*-Il Piccolo Principe-
    *..per una magia così,dice,vale la pena vivere..*
    //qUeLLe DeL cUrLy PoWeR\\
    Proud To Be A Ciccins
    fondatrice con Rae del f.c.f.c.[fancazziste fan club]con sede in una bella spiaggetta della Croazia...1°adepta:claudina!
    FemminaComeLaVita
    "ah beh, cos'è la vita senza draghi?"
    ..vogliono ballare un po'di piu',vogliono sentir girar la testa,voglio sentire un po'di piu',un po'di piu',le donne lo sanno,le donne l'han sempre saputo..
    La mia Libreria

  6. #6
    Lupo Solitario Biblico L'avatar di Antares
    Data registrazione
    14-05-2003
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    2,731
    avete ricevuto il messaggio dalla Presidenza Del Consiglio Dei Ministri???io l'ho ricevuto stanotte alle 3.48 meno male che stavo ancora in giro e non stavo dormendo
    Terra - Acqua - Fuoco - Aria - Vuoto....... i 5 Anelli......


    Credo nelle rovesciate di Bonimba e nei riff di Keith Richard
    Credo al doppio suono di campanello del padrone di casa che vuole l’affitto ogni primo del mese
    Credo che ognuno di noi meriterebbe di avere una madre e un padre che siano decenti con lui almeno fino a quando non si sta in piedi
    Credo che un Inter come quella di Corso, Mazzola e Suarez non ci sarà mai più, ma non è detto che non ce ne saranno altre belle in maniera diversa
    Credo che non sia tutto qua. Però prima di credere in qualcosa d’altro bisogna fare i conti con quello che c’è qua, e allora mi sa che crederò prima o poi in qualche dio
    Credo che se mai avrò una famiglia sarà dura tirare avanti con 300000 al mese ma credo anche che se non leccherò culi come fa il mio capo-reparto difficilmente cambieranno le cose
    Credo che ci ho un buco grosso dentro ma anche che il rock and roll, qualche amichetta , il calcio, qualche soddisfazione sul lavoro, le stronzate con gli amici... beh ogni tanto questo buco me lo riempiono
    Credo che la voglia di scappare da un paese con 20000 abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso e credo che da te stesso non ci scappi neanche se sei Eddie Merx
    Credo che non è giusto giudicare la vite degli altri perché non puoi sapere proprio un cazzo della vita degli altri
    Credo che per credere certi momenti ti ci vuole molta energia.
    [/color]

    GrazieToni

    King of Movies del mese di Novembre

  7. #7
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    ne parlano su pensieri liberi anta'

Privacy Policy