• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    08-03-2010
    Messaggi
    57

    riflessione sull'attrazione e masturbazione

    Ciao a tutti! ma secondo voi la masturbazione può far provare meno attrazione verso la propria donna o il proprio uomo?
    mi spiego meglio: se uno/a cerca e guarda video e foto dove ci sono altre/i ragazze/i molte/o belle/i è un pò come se stesse puntando l'attenzione verso altre/i domme/uomini quindi ad un modello ideale che vorrebbe per se e che potrebbe far calare quindi l'apprezzamento della/l propria/o compagna/o.
    o magari ha l'effetto opposto, ovvero portare un pò di variazione dalla vita sessuale e quindi rendere più difficile "l'abituamento" che porta di conseguenza poi alla monotonia...
    o magari ci sonaltre possibilità che non ho considerato?
    voi che ne pensate?

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di paradelta
    Data registrazione
    21-04-2009
    Messaggi
    738
    Blog Entries
    134

    Riferimento: riflessione sull'attrazione e masturbazione

    l'immaginario sessuale , ciò che fantastichi durante l'autoerotismo o anche durante l'atto sessuale va valutato in maniera simile ad i sogni.
    provo a spiegarmi.
    quando fantastichi ad occhi aperti o chiusi le immagini che ti vengono o che richiami alla mente per eccitarti o per raggiungere l'orgasmo non necessariamente sono in armonia con il pensiero che hai quando non sei in una fase eccitatoria...
    o, viceversa, le fantasie che fai sono così ben articolate da consentirti di farle anche se celano un materiale che difficilmente se ti fosse consapevole ti consentirebbe l'eccitazione, fungerebbere da Anteros perdendo le connotazioni di Eros.
    ora, il tuo interrogativo , se ho ben capito, è se tali fantasie che non includono il proprio compagno sessuale o compagna possano far diminuire l'attrazione per quest'ultimo/a.
    senza riferimenti a fatti o persone posso dirti che:
    molti , pur amando la propria metà hanno bisogno delle proprie immagini o scene fantasmatiche per eccitarsi , altri riescono ad eccitarsi pensando alla propria compagna.
    dalle innumerevoli fantasie che ho letto e ascoltato posso dire che chi immagina solo ed esclusivamente la propria compagna o compagno per procurarsi eccitazione e piacere è un numero esiguo rispetto al numero totale.
    tant'è che è stato scritto anche un libro "leggero" ed interessante che si intitola: indovina chi viene a letto.
    nel libro si mostra proprio che durante il rapporto sessuale ogni persona ha le sue fantasie a cui ricorrere, il che non va confuso con l'amore o l'attrazione che si può avere o non avere nei confronti di chi fa sesso con noi.
    alle volte le fantasie di altri potrebbero essere un tentativo per non vivere una forte fusione, o semplicemente per soddisfare un bisogno narcisistico o masochista o sadico o...che nella realtà non realizzeremmo mai!
    credo di essere andata un pò oltre...

    se invece volevi semplicemente un "si" o un "no"
    la mia personale risposta è un "no"
    la masturbazione e le fantasie sono un arricchimento della vita individuale, la capacità di incontrare sè stessi e di comunicare e dare piacere a se stessi ...
    l'esclusivo "utilizzo" dell'altro per raggiungere o provare piacere lo vedo non solo una limitazione ma un blocco ad una fase di sviluppo inferiore.

    con questo ti saluto...
    aggiungendo che la monotonia proviene da ben altre componenti e situazioni...
    Ultima modifica di paradelta : 10-05-2012 alle ore 09.40.17

  3. #3
    Partecipante
    Data registrazione
    08-03-2010
    Messaggi
    57

    Riferimento: riflessione sull'attrazione e masturbazione

    Grazie mille della risposta, perfettamente esaustiva, con tanto di bibliografia
    è un argomento molto interessante credo davvero che comprerò anche il libro.
    il dubbio mi è stato ampiamente chiarito comunque, grazie

Privacy Policy