• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 16
  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    20-10-2005
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    35

    Com'è l'eds a chieti??

    CIAO RAGAZZI, STO RACCOGLIEND UN Po’ DI INFO PRIMA DI INIZIARE A STUDIARE PER L’ESAME DI STATO, E NELLO SPECIFICO VOLEVO CAPIRE SE PRESSO QUESTA UNIVERSITà FANNO MOLTA SELEZIONE, SE LE PROVE SONO TANTO DILAZIONATE NEL TEMPO E QUANTO COSTA SOSTENERE L’EDS E RELATIVA ISCRIZIONE ALL’ALBO.

    PS. QUALI TESTI CONSIGLIATE PER STUDIARE??

    GRAZIE MILLE A TUTTI 

  2. #2
    Partecipante
    Data registrazione
    20-10-2005
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    35

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    In più, leggevo in una discussione ormai un pò datata, che nel caso clinico è assolutamente proibita la diagnosi differenziale e che va fatto riferimento alle sole teorie dinamiche che potrebbero chiarire i sintomi in questione. Me lo confermate??
    Grazie ancora

  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di Arianna150681
    Data registrazione
    17-01-2009
    Messaggi
    767

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    ciao!!!
    io sto sostenendo l'esame a chieti, ho iniziato a fine novembre scorso e finirò a metà maggio. come vedi i tempi sono piuttosto lunghi, però questo dipende dal numero di iscritti. noi eravamo più di 400, per questo hanno impiegato molto tra una prova e l'altra. so che in passato, con meno iscritti i tempi sono stati notevolmente più corti. quindi sulla tempistica ti rispondo che DIPENDE...
    sul fatto che facciano selezione, per la mia esperienza ti dico che la fanno ma non come altre sedi (per esempio a firenze, nella sessione di novembre, su 180 candidati SOLO 30 hanno ottenuto l'abilitazione; lo stesso vale per roma, dove l'affluenza è davvero alta e gira voce che non correggano tutti i compiti). a mio avviso la selezione maggiore viene fatta nella prima prova, il vero spartiacque di questo esame (almeno nella sede di chieti).
    poi i tempi e la selezione molto dipendono anche dalla commissione, che cambia ogni anno.
    per quanto riguarda i costi dell'iscrizione, se non ricordo male la cifra era intorno ai 300 euro...per l'iscrizione all'albo ancora non ti so dire...spero di poterti aiutare presto in questo senso...
    testi: per la prima prova testi veri e propri non ce ne sono, io ti consiglio di stabilire un elenco di argomenti (Io ne preparai circa 45) e di iniziare a buttar giù dei temi così strutturati: definizione - 2 paradigmi teorici - costrutti e variabili presi in considerazione dalla teoria - metodi e strumenti di indagine - ambiti di applicazione
    per la prova del progetto non ti posso aiutare perchè sono del vecchio ordinamento e per noi non è prevista.
    per il caso clinico io ho utilizzato il falabella ma solo per determinate cose (va preso diciamo un po' con le pinze) e soprattutto il DSM-IV-TR, nel quale ho studiato tutti i criteri diagnostici e la diagnosi differenziale per quanto riguarda la psicopatologia degli adulti.
    se hai bisogno di altre info sono qua... ciao

    Citazione Originalmente inviato da morettina Visualizza messaggio
    CIAO RAGAZZI, STO RACCOGLIEND UN Po’ DI INFO PRIMA DI INIZIARE A STUDIARE PER L’ESAME DI STATO, E NELLO SPECIFICO VOLEVO CAPIRE SE PRESSO QUESTA UNIVERSITà FANNO MOLTA SELEZIONE, SE LE PROVE SONO TANTO DILAZIONATE NEL TEMPO E QUANTO COSTA SOSTENERE L’EDS E RELATIVA ISCRIZIONE ALL’ALBO.

    PS. QUALI TESTI CONSIGLIATE PER STUDIARE??

    GRAZIE MILLE A TUTTI 

  4. #4
    Partecipante Figo L'avatar di Arianna150681
    Data registrazione
    17-01-2009
    Messaggi
    767

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    assolutamente NON TE LO CONFERMO...assolutamente proibita la diagnosi differenziale, e perchè??? nel caso clinico che ho fatto io a febbraio non era richiesta la diagnosi differenziale, io l'ho messa ugualmente per completezza e per dimostrare la conoscenza dell'argomento ed è andata bene...quindi non presumo fosse proibita. però magari dipende dalla commissione...ogni commissione purtroppo o per fortuna ha le sue idee in merito. so che nella commissione dell'anno scorso non si poteva assolutamente citare interventi sul versante espressivo o supportivo, pur trovandoli nel falabella. in linea generale a me è sempre stato consigliato di non citare le teorie dinamiche, data la loro scarsa "scientificità" (quindi più attaccabili e contestabili) rispetto ad altre come la sistemico-relazionale o ancora meglio cognitivo-comportamentale.
    comunque è sempre bene conoscere a grandi linee l'orientamento della commissione e comportarsi di conseguenza.
    certo è che non c'è una PROIBIZIONE GENERALE nel fare una diagnosi differenziale o un OBBLIGO nell'impostare una valutazione da un punto di vista dinamico, dipende dai professionisti che ti trovi di fronte...

    Citazione Originalmente inviato da morettina Visualizza messaggio
    In più, leggevo in una discussione ormai un pò datata, che nel caso clinico è assolutamente proibita la diagnosi differenziale e che va fatto riferimento alle sole teorie dinamiche che potrebbero chiarire i sintomi in questione. Me lo confermate??
    Grazie ancora

  5. #5
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    19-11-2009
    Messaggi
    315

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    scusate, io non vengo da un indirizzo clinico quindi avrei un chiarimento da chiedervi: ma in sostanza la diagnosi differenziale in che cosiste???
    Citazione Originalmente inviato da Arianna150681 Visualizza messaggio
    assolutamente NON TE LO CONFERMO...assolutamente proibita la diagnosi differenziale, e perchè??? nel caso clinico che ho fatto io a febbraio non era richiesta la diagnosi differenziale, io l'ho messa ugualmente per completezza e per dimostrare la conoscenza dell'argomento ed è andata bene...quindi non presumo fosse proibita. però magari dipende dalla commissione...ogni commissione purtroppo o per fortuna ha le sue idee in merito. so che nella commissione dell'anno scorso non si poteva assolutamente citare interventi sul versante espressivo o supportivo, pur trovandoli nel falabella. in linea generale a me è sempre stato consigliato di non citare le teorie dinamiche, data la loro scarsa "scientificità" (quindi più attaccabili e contestabili) rispetto ad altre come la sistemico-relazionale o ancora meglio cognitivo-comportamentale.
    comunque è sempre bene conoscere a grandi linee l'orientamento della commissione e comportarsi di conseguenza.
    certo è che non c'è una PROIBIZIONE GENERALE nel fare una diagnosi differenziale o un OBBLIGO nell'impostare una valutazione da un punto di vista dinamico, dipende dai professionisti che ti trovi di fronte...

  6. #6
    Partecipante Figo L'avatar di Arianna150681
    Data registrazione
    17-01-2009
    Messaggi
    767

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    dunque...in pratica ti accorgerai leggendo i criteri del dsm che alcune patologie hanno dei sintomi in comune...fare la diagnosi differenziale consiste andare oltre questi punti in comune e trovare invece gli elementi che le distinguono. esempio pratico: il disturbo dipendente di personalità condivide con l'evitante sentimenti di inadeguatezza, ipersensibilità alla critica e il bisogno di essere rassicurato. il paziente evitante però, a differenza del dipendente, presenta un timore così forte di essere umiliato e rifiutato che tende a ritirarsi dalle relazioni, a meno che non sia certo di essere accettato. il dipendente invece si comporta nel modo opposto, ricerca costantemente legami piuttosto che evitarli.
    chiaramente di diagnosi differenziali ce ne sono diverse per ogni disturbo, io ti ho messo la prima che mi è venuta in mente.
    spero di essere riuscita a spiegarmi...


    Citazione Originalmente inviato da anitnelav Visualizza messaggio
    scusate, io non vengo da un indirizzo clinico quindi avrei un chiarimento da chiedervi: ma in sostanza la diagnosi differenziale in che cosiste???

  7. #7
    L'avatar di Melody82
    Data registrazione
    22-09-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    3,128

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    Morettina, come già avvisata in un altro thread il crossposting è vietato qui come su altre community online. Questo lo lascio aperto perchê hai ormai avviato una discussione, ma ti prego di tenere presente il regolamento in futuro e non costringerci a dover cancellare piú thread identici tra loro. Grazie per la collaborazione
    Lo staff
    *** Venditore Accreditato OpS per materiale completo EdS***

    1. Regolamento OpsOnline
    2. Testi consigliati per EdS
    3. Consigli 4a prova Orale EdS

  8. #8
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    19-11-2009
    Messaggi
    315

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    grazie arianna! quindi nello svolgimento della traccia va proprio scritto cosi? cioè che i sintomi che il paziente riporta potrebbero far pensare al disturbo dipendente e a quello evitante, ma la presenza di (....) fa propendere per uno piuttosto che per l'altro?

    Citazione Originalmente inviato da Arianna150681 Visualizza messaggio
    dunque...in pratica ti accorgerai leggendo i criteri del dsm che alcune patologie hanno dei sintomi in comune...fare la diagnosi differenziale consiste andare oltre questi punti in comune e trovare invece gli elementi che le distinguono. esempio pratico: il disturbo dipendente di personalità condivide con l'evitante sentimenti di inadeguatezza, ipersensibilità alla critica e il bisogno di essere rassicurato. il paziente evitante però, a differenza del dipendente, presenta un timore così forte di essere umiliato e rifiutato che tende a ritirarsi dalle relazioni, a meno che non sia certo di essere accettato. il dipendente invece si comporta nel modo opposto, ricerca costantemente legami piuttosto che evitarli.
    chiaramente di diagnosi differenziali ce ne sono diverse per ogni disturbo, io ti ho messo la prima che mi è venuta in mente.
    spero di essere riuscita a spiegarmi...

  9. #9
    Partecipante Figo L'avatar di Arianna150681
    Data registrazione
    17-01-2009
    Messaggi
    767

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    si esattamente...specifica SEMPRE che i dati in tuo possesso non sono sufficienti per formulare una diagnosi certa, quindi sarebbero necessari ulteriori approfondimenti attraverso colloqui e test. tuttavia, da una prima lettura del caso si ipotizza un disturbo dell'asse ..... del DSM-IV-TR. dopodichè inizi ad elencare i sintomi e solo dopo IPOTIZZI una diagnosi principale e differenziale...
    il termine più giusto è IPOTIZZARE...mai fare diagnosi certe anche perchè su una traccia di 15 righe è impossibile!!!

    Citazione Originalmente inviato da anitnelav Visualizza messaggio
    grazie arianna! quindi nello svolgimento della traccia va proprio scritto cosi? cioè che i sintomi che il paziente riporta potrebbero far pensare al disturbo dipendente e a quello evitante, ma la presenza di (....) fa propendere per uno piuttosto che per l'altro?

  10. #10
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    19-11-2009
    Messaggi
    315

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    grazie mille arianna!!!

  11. #11
    Partecipante
    Data registrazione
    20-10-2005
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    35

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    Citazione Originalmente inviato da Melody82 Visualizza messaggio
    Morettina, come già avvisata in un altro thread il crossposting è vietato qui come su altre community online. Questo lo lascio aperto perchê hai ormai avviato una discussione, ma ti prego di tenere presente il regolamento in futuro e non costringerci a dover cancellare piú thread identici tra loro. Grazie per la collaborazione
    Lo staff
    scusate !!!!
    per capire, se ho bisogno della stessa info relativa a università diverse e, quindi, a stanze diverse, posso inoltrare la mia richiesta scrivendo in conversazioni già aperte o è comunque proibito??
    grazie mille e scusate ancora

  12. #12
    Partecipante
    Data registrazione
    20-10-2005
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    35

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    ciao Arianna, mi sei stata davvero utile..

  13. #13
    Partecipante Figo L'avatar di Arianna150681
    Data registrazione
    17-01-2009
    Messaggi
    767

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    felicissima di esserti stata di aiuto

    Citazione Originalmente inviato da morettina Visualizza messaggio
    ciao Arianna, mi sei stata davvero utile..

  14. #14

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    tranquilla è fattibile costo intorno ai 300 :-)

  15. #15
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: Com'è l'eds a chieti??

    Citazione Originalmente inviato da morettina Visualizza messaggio
    scusate !!!!
    per capire, se ho bisogno della stessa info relativa a università diverse e, quindi, a stanze diverse, posso inoltrare la mia richiesta scrivendo in conversazioni già aperte o è comunque proibito??
    grazie mille e scusate ancora
    scrivi direttamente nella stanza eds generale...NON nelle varie stanze! da quella stanza sarà leggibile da tutti, e potranno risponderti persone da tutte le sedi!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy