• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9

Discussione: Consiglio

  1. #1
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Consiglio

    Ciao a tutti, volevo un consiglio ... scrivo qua anziche' in tesi di laurea perche' non cerco ne' articoli ne' altro ma voglio capire se questa cosa puo' essere fattibile e se puo' essere un'idea buona... dato che l'ergonomia e' un aspetto proprio anche della psicologia del lavoro.
    Io avevo intenzione di fare la tesi sul costrutto dell'innovazione all'interno dell'ospedale Meyer di Firenze... Il Meyer e' un'eccellenza nel campo medico ed un esempio di innovazione sia strutturale che come progetti della fondazione.... Ad esempio la struttura e' fatta di materiale ecosostenibile, e l'architettura e' stata predisposta in modo da utilizzare meno possibile la luce artificiale a favore di quella solare anche negli interni e nei reparti ad esempio con dei pannelli di fibre ottiche che convogliano la luce del sole al loro interno... Inoltre anche gli ambienti sono destrutturati e lo spazio si cocostruisce e non ci sono spazi simmetrici come nei normali ospedali... Questo perche' in una ricerca fu fatto un questionario ai bambini ospedalizzati e fu chiesto loro cosa gli piaceva o meno dell'ospedale e venne fuori che i bambini non amano ambienti simmestrici e regolari.
    In facolta' nostra c'e' un docente in particolare che studia il costrutto dell'innovazione e avevo deciso di fare la tesi con lui facendo una ricerca mediante somministrazione di un questionario a domande chiuse al personale dell'ospedale. Purtroppo questo docente andra' a breve in anno sabbatico e non mi potra' seguire e all'interno della facolta' non c'e' nessun altro docente che ha delle competenze in questo argomento che e' in effetti molto specifico e di nicchia.. Infatti quando si pensa all'innovazione ci viene subito in mente l'innovazione tecnologica... qui parliamo dell'innovazione a piu' livelli, strutturali, di gruppo, individuali ecc..e degli effetti psicologici che si hanno....
    Ora purtroppo non potro' fare la tesi con questo docente e mi dispiace molto pero' l'idea di fare la tesi in una struttura cosi' importante e innovativa mi piaceva molto... L'ospedale che avevo iniziato a contattare lo conosco avendolo visitato tutto durante uno stage nella formazione sanitaria... e quindi qualche contatto sto coltivandolo diciamo...
    Ammesso che non possa fare la tesi sull'innovazione riguardo a questo secondo voi potrei spostare il focus sull'ergonomia? Alla fine credo che possa entrare in gioco anche l'aspetto ergonomico dell'ospedale... dato che gli ambienti e la struttura e' stata predisposta in un certo modo....
    Ci stavo pensando ma non vorrei fare un buco nell'acqua e rendere un lavro che avrebbe ottime potenzialita' un flop perche' ho cambiato prospettiva e argomento parzialmente...
    Non so sinceramente, mi rendo conto che non avete magari elementi sufficienti ... ma non conosco neanche troppo bene l'ergonomia come argomento ... voi come impostereste la cosa? vi sembra una cosa fattibile?

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di namtar24
    Data registrazione
    09-05-2007
    Residenza
    unknown
    Messaggi
    212

    Riferimento: Consiglio

    da quanto hai scritto, l'argomento che proponi è si ergonomico ma riguarda anche la psicologia ambientale; visto che questo professore a cui volevi chiedere la tesi ora manca per un anno, non potresti dirottare la tua idea a un professore che si occupi di psicologia ambientale/architettonica? (non so se nella tua università ci sia qualcuno che si occupi di questo settore).
    se prendi un qualsiasi libro di psicologia architettonica (in italiano non sono molti) vedrai che buona parte di questa disciplina si è occupata proprio di ambienti sanitari, quindi si, la tua tesi sarebbe fattibile e soprattutto utile.

  3. #3
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Consiglio

    Mmm si.. molto interessante! In effetti non avevo pensato fra le tante che mi erano venute in mente alla psicologia ambientale e a quella architettonica... che in efetti sarebbe proprio adatta... A me in realta' piacerebbe molto fare una tesi sperimentale dove valuto gli effetti magari sul personale ecc... quindi magari questionario a domande chiuse... So che il professore con cui volevo inizialmente fare la tesi sull'innovazione aveva gia' pronto un questionario che aveva fatto somministrare in due ASL per due ragazze che avevano fatto la tesi li sullo stesso costrutto.
    Ora si tratta di sentire un po' qualche docente e strutturare al meglio la cosa... Vedro' un po' sul da farsi... Ora ambientale come esame almeno a firenze e' dell'area di sociale , a me piaceva fare una cosa maggiormente di ambito di psicologia del lavoro indagando magari il benessere organizzativo ecc... Insomma vediamo... ho in mente qualche docente.. non proprio di ambientale... speriamo siano flessibili... l'argomento come anche i contesti sanitari mi piace tantissimo.. Staremo a vedere.. Grazie mille intanto a te per il consiglio

  4. #4
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Consiglio

    devo averla chiusa io per sbaglio la discussione... pardon..

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di namtar24
    Data registrazione
    09-05-2007
    Residenza
    unknown
    Messaggi
    212

    Riferimento: Consiglio

    si lo so, la psicologia ambientale ha un taglio più sull'area sociale, però considerala come arma in più qualora i professori con cui andrai a parlare ti dovessero far storie

    comunque se hai tempo prova ad andare in biblioteca e cerca libri di psicologia ambientale, almeno ti puoi fare meglio un'idea su cosa proporre ai prof come alternativa; se ti servono consigli su eventuali titoli fammi sapere.
    Ultima modifica di namtar24 : 02-04-2012 alle ore 23.30.23

  6. #6

    Riferimento: Consiglio

    In realtà, da come poni la questione e se ho interpretato correttamente i tuoi post, l'argomento sembra proprio cross-tematico, nel senso che abbraccia la psicologia ergonomica, architettonica, sociale e delle organizzazioni tutte insieme. Quindi, potresti rivolgerti indifferentemente a prof di queste aree, fermo restando la preparazione di uno scheda/proposta di lavoro.

    C'è da dire che da noi a Roma abbiamo proprio un esame che si chiama Innovazione e Knowledge Management che è sotto l'area M-PSI/06, però non so dire se il taglio teorico è sovrapponibile a quello che trattava questo prof di cui parlavi.
    "And all my armour falling down, in a pile at my feet
    And my winter giving way to warm, as I'm singing him to sleep"

  7. #7
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Re: Consiglio

    Grazie mille della risposta
    Allora le tesi con questo docente si strutturavano cosi'.. Il costrutto era appunto l'innovazione come processo psico-sociale, sia essa tecnologica, di gruppo individuale ecc... in una data azienda o struttura... dopo di che viene preparato un questionario ad hoc specifico per la realta' aziendale sia esso a domande aperte quindi per una valutazione maggiormente qualitativa o a domande chiuse per un'analisi quantitativa...Nel caso in generale di strutture varie che abbiano specifiche innovazioni fa somministrare una griglia per indagare l'atteggiamento innovativo dell'azienda su cui poi costruire il questionario... Qui nel caso del Meyer parliamo di innovazione piu' che altro strutturale e tecnologica.. e degli effetti psicologici che possono derivarne... Ora il farla con lui era per me rassicurante dato che lui e' l'unico a trattare questo argomento nella nostra facolta'.. e parlando con il suo assistente avevano anche un questionario a domande chiuse gia' pronto che avevano utilizzato in due asl....
    Quando ci ho parlato mi ha detto appunto che in facolta' nostra nessun altro ha le competenze necessarie per seguire una tesi di questo tipo su questo costrutto... Per questo non so pensavo di spostare un po' il focus... ma non so dove...
    Cioe' fare una tesi costruendo un questionario basato sul fatto che la struttura sia cosi' innovativa ecc quindi indagando anche aspetti ambientali, ergonomici e architettonici.. e correlarlo al benessere psicologico organizzativo ha senso? Fra l'altro ho sentito dire che da un punto di vista relazionale diciamo che non e' che il clima interno sia cosi' idilliaco.. il che pare un po' contrastare con un'organizzazione strutturalmente innovativa e massimamente efficiente...
    Voi come impostereste il discorso?
    Ammesso poi che trovi un docente a cui piaccia l'argomento dato che come al solito faccio i conti senza l'oste ... pero' se vado dai papabili con l'idea gia' pronta secondo me e' anche meglio...

  8. #8

    Riferimento: Consiglio

    Vado un po' di fretta, quindi per ora ti lascio una considerazione estemporanea: concentrati su poche dimensioni su cui hai dimestichezza/esiste una letteratura consolidata. Mi spiego meglio: nella parte teorica della tesi va bene elaborare tutto questo per dare un quadro esaustivo dell'argomento. Costruire un questionario in cui inserire tutte le dimensioni che hai citato mi sembra invece un lavoro troppo oneroso. Hai già una bibliografia di riferimento?
    "And all my armour falling down, in a pile at my feet
    And my winter giving way to warm, as I'm singing him to sleep"

  9. #9
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Re: Consiglio

    No.. nessuna bibliografia anche perche' devo ancora capire su cosa farlo... Ovviamente il questionario dovra' essere centrato su poche dimensioni... senno' diventa non una tesi ma un dottorato di ricerca.. ehehehe... ancora sono in alto mare... ma ho trovato gia' i docenti a cui proporlo che spero mi indirizzino... io gli proporro' la cosa cosi' come l'ho esposta spero che mi aiutino loro a restringere il campo...

Privacy Policy