• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 58
  1. #1

    Non so' cosa fare...aiuto..

    Un saluto a tutti! Vi racconto il mio cruccio:
    Ho vissuto per 4 anni un'avventura extra coniugale con una collega anche lei sposata come me, una storia bellissima e intensa da entrambre le parti, vissuta con anima e cuore. Fino al momento della decisione finale presa da lei che mi ha tagliato fuori dalla sua vita; piu' volte mi aveva chiesto o con lei o senza di lei, ma io non me la sentivo di lasciare mia figlia senza un papà, non sopportavo l'idea di non vedere piu' la mia creatura che so', mi sarebbe stata portata via, fuori regione.
    Ho fatto una scelta perdendo lei, ho scelto di non lasciare una bimba senza papà, ma cosi' facendo ho lasciato la donna della mia vita..ed ho smesso di vivere..
    Lei è stata molto male, in cura, in analisi, ci siamo lasciati un po' bruscamente tanto che lei non ha piu' voluto neppure sentirmi. Io mi rodevo dentro ogni giorno ed ora a distanza di tre anni di cui un anno che non la sento sto' ancora male pensando a lei, vedendola in ogni donna che guardo e soprattutto sto' male non sentendola piu'...Non so', ed è questo il motivo che chiedo il vostro aiuto, se faccio male a cercarla, a mandarle una mail a cercare di capire come stà...a sentire la sua voce...voi cosa fareste?? Un grazie a chi mi darà risposte, anche dure ma che possano aiutarmi almeno un po'..

  2. #2
    lialy
    Ospite non registrato

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    Sposto in sentimentalmente perchè parli di sentimenti...............

    benvenuto qui su Ops, provo a dirti la mia, ma anticipo che non ho figli posso solo ipotizzare.
    Ad oggi, ho sempre creduto che l'amore debba vincere sempre, che due persone se si trovano, se trovano l'Amore, la persona con quale si sentono all'unisono, debbano viversi il loro amore. Tu hai sacrificato la tua storia per un amore forse anche più grande di quello per un figlio.
    Ma da figlia con genitori complicati, ti dico che ho preferito mille volte non avere la famiglia del mulino bianco piuttosto che comprendere crescendo di avere una famiglia di facciata. Certo portare a letto il proprio figlio, vederlo tutte le mattine essere con lui tutti i giorni è diverso, ma quanto costa questo per te?

    rispetto alla tua domanda relativa al chiamarla o meno, o comunque contattarla dopo un anno di silenzio, non so che risponderti, chiamarla perchè? per continuarle a dire che vuoi rimanere con tua moglie? se lei ha tanto sofferto per la fine della vostra storia, se non sei pronto a darle quello che lei chiedeva, averti interamente, totalmente, viverti alla luce del sole....secondo me non dovresti chiamarla per dirle che la ami ancora.

    quattro anni di relazione sono tanti, ma se lei ha troncato con te è perchè non riusciva più a tollerare l'ambiguità. Non puoi sapere, se dopo un anno lei si stia ancora leccando le ferite, se ti pensa quotidianamente o se è lì che aspetta la tua chiamata o se il suo dolore è rientrato, ma tu per primo devi chiederti, cosa implicherebbe quella chiamata che tu le faresti.

    Non so, ma se adesso non metteresti a repentaglio la tua famiglia, non credo dovresti contattarla.
    Ad ognuno il suo dolore!

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di John Snow
    Data registrazione
    20-12-2011
    Residenza
    Oltre la Barriera!
    Messaggi
    1,523

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    Sarebbe bella la poligamia anche in Italia eh?

    scherzi a parte, hai preso la decisione più saggia per tua figlia, e condivido con quello detto da lialy qui sopra!!!
    Ci sono 10 tipi di persone: quelle che capiscono il codice binario e quelle che non lo capiscono.

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di blueberry
    Data registrazione
    22-11-2007
    Messaggi
    1,574
    Blog Entries
    11

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    e il rispetto nei confronti di tua moglie?
    non pensi che magari essendo sincero permetteresti anche a lei di vivere una relazione migliore?
    non pensi che magari lei non merita di cucinare, pulire, stirare e quant'altro per un uomo che le mente da anni e anni?
    mi dispiace essere dura, ma credo che nasconderti dietro tua figlia sia solo una vigliaccheria..
    non la lasceresti senza un padre perchè tu ormai ci sei e non potresti andare più via dalla sua vita nemmeno con la morte.
    e tu poi, con questi rimpianti nel cuore (se è davvero così) quanto sei felice nella tua vita? quanto con quella figlia che ti ha "impedito" di vivere la tua storia d'amore?
    quanto invece hai avuto paura che la tua vita cambiasse in peggio con una separazione? quanto saresti più scomodo separandoti?
    quello che penso io? chiamarla sarebbe solo un gesto di puro egoismo e narcisismo; per sentirti ancora amato e desiderato.
    Se ami quella donna ascolta la sua richiesta o con lei o senza di lei..
    scegli il meglio per te e sii convinto della tua scelta fino in fondo, senza passi indietro..

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di QuInCyyyyyy...
    Data registrazione
    13-03-2007
    Residenza
    sempre altrove,con la testa
    Messaggi
    5,944
    Blog Entries
    2

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    concordo con i pareri già dati...se tu avessi lasciato tua moglie ne sarebbe potuto seguire un periodo burrascoso che tua figlia avrebbe potuto patire,ma la situazione col tempo si sarebbe acquietata e le cose si sarebbero potute sistemare...da come ne hai parlato,si direbbe proprio che quest'altra donna sia davvero la persona della tua vita,e tu sei stato senz altro molto coraggioso a mettere quel rapporto dopo la tua bimba,per la quale vale il concetto espresso all inizio del mio post...se dopo tanto tempo soffri ancora così per la tua ex vuol dire che molto difficilmente troverai un pò di serenità sentimentale con un'altra...cercarla semplicemente per sentirla..beh,non avrebbe molto senso visto quanto ha sofferto anche lei,e quanto ha fatto per superare la vostra rottura,rischieresti di riaprire ferite guarite con molta fatica..se invece adesso credi che potreste avere un futuro beh,è un altro discorso...



    HuNgEr Of LiFe!



  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    Sono d'accordo con bluberry, si tratta non solo di tua figlia, ma anche di tua moglie.. Non posso dirti molto perchè so troppo poco di voi, però oltre al desiderio di vedere sempre tua figlia, dovresti considerare anche il rispetto per tua moglie, e ciò che ti rende felice. Se per anni dovrai continuare a portare avanti una famiglia di finzione, come puoi vivere bene? rifletti su questo, su quello che potresti creare con la persona che non riesci a dimenticare, se vale la pena lasciare la famiglia per lei, intendo dire se anche lei lascerebbe tutto per stare con te, e poi decidi. Per tua figlia, immagino sarà difficilissimo, a qualunque età, ma se sarai sempre presente, e le spiegherai sempre tutto, in maniera sincera, allora accetterà meglio questa situazione.
    In tutto questo discorso però, a mio avviso la cosa più importante è questa: non puoi fare proprio nulla per recuperare il rapporto con tua moglie? se ci fosse anche solo una possibilità per farlo, PROVACI! Cosa può esserci di più bello che portare avanti la propria famiglia senza poi doversi preoccupare dei figli? a volte diamo per scontato che una storia sia finita, non ci dia più nulla, forse solo perchè non si è fatto nulla. Non so se mi sono spiegata, ma prova a recuperare quello che puoi della tua famiglia, e se questo non fosse mai possibile, allora, valuta tu..

  7. #7
    Partecipante
    Data registrazione
    06-02-2012
    Messaggi
    32

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    tieni presente che il 90% delle risposte che leggi viene da ragazze in fase postadolescenziale (l'adolscenzq si è spostata di mooolto a quanto emerge dai dati statistici) e per di più al di sotto dei 25. dovresti chiedere a qualcuno che sia stato prima figlio/a e poi padre o madre, e conosciuto conseguentemente la vita vera secondo me la piccola apprezzerà e tua moglie certo non è detto sia la santa che pende dalle tua labbra. magari anche lei vive paralleli simili agiti o meno che siano. in definitiva fatti una buona scopata ogni tanto e chissà che anche la tua famiglia non torni migliore di prima. le cose cambiano per fortuna e spesso in modi che non immaginiamo
    pacca sulla spalla
    Ultima modifica di jonnybegood : 14-04-2012 alle ore 02.36.08

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di ZingarellaOps
    Data registrazione
    09-09-2006
    Residenza
    Provincia di Salerno
    Messaggi
    11,811

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    Citazione Originalmente inviato da jonnybegood Visualizza messaggio
    tieni presente che il 90% delle risposte che leggi viene da ragazze in fase postadolescenziale (l'adolscenzq si è spostata di mooolto a quanto emerge dai dati statistici) e per di più al di sotto dei 25. dovresti chiedere a qualcuno che sia stato prima figlio/a e poi padre o madre, e conosciuto conseguentemente la vita vera
    Scusa Jonny ma cosa vorresti insinuare? Non sai chi può esserci dall'altra parte dello schermo quindi io al posto tuo ci andrei piano con certe affermazioni. Hai anche pochi messaggi all'attivo, sarà sempre questa la tua modalità di relazionarti agli altri utenti?

  9. #9
    Partecipante
    Data registrazione
    06-02-2012
    Messaggi
    32

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    diventerà una soap zingarella? non so se vuoi insegnarmi a relazionarmi o se vuoi a tutti i costi "insinuare" che stia violando delle regole. rimane il fatto che nei contenuti espressi dico la verità. se poi gli utenti a cui mi riferisco possono smentire lo facciano, io credo di no, come credo le regole del forum non proibiscano di esprimersi. e come credo sia stato giusto farlo presente ad una persona matura che si è ancora una volta aperta con noi, ricevendo redarguizioni un pò pesantuccie anche da chi non sa nemmeno da lontano cosa significhi essere padre o madre. se per te deve pesare più il fatto che io non sia politicamente corretto con gli utenti che conosci, piuttosto che un contributo che mi pare doveroso verso chi chiede un aiuto, mi permetto di dire che dovresti rivedere le tue valutazioni come tu ti permetti di dire che io dovrei rivedere il mio modo di relazionarmi. inoltre aggiungo che questo tuo seguirmi di post in post cercando in tutti i modi di attribuirmi chissà cosa, sta dando inutilmente luogo a dei flames che rimarranno visibili anche agli utenti che non conosci, o ai tuoi colleghi che del resto saranno magari politicamente corretti pensando però probabilmente altro. -opinione personale-, spero non violi le regole.

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di Antinomica
    Data registrazione
    22-03-2008
    Residenza
    al mare
    Messaggi
    9,035

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    Citazione Originalmente inviato da jonnybegood Visualizza messaggio
    tieni presente che il 90% delle risposte che leggi viene da ragazze in fase postadolescenziale (l'adolscenzq si è spostata di mooolto a quanto emerge dai dati statistici) e per di più al di sotto dei 25. dovresti chiedere a qualcuno che sia stato prima figlio/a e poi padre o madre, e conosciuto conseguentemente la vita vera

    Io non ci giurerei che il 90% delle risposte provenga da ragazze in fase postadolescenziale
    E poi tutto è relativo. A 25 anni si può essere genitori o comunque avere alle spalle notevoli quantità di eperienze di vita vera.
    Figli siamo stati tutti, non credo però ci sia bisogno di essere genitori per esperimere un parere (sarebbe come asserire che devo diventare tossicodipendente per aiutare qualcun'altro ad uscirne). Magari abbiamo vissuto determinate situazioni dall'altra parte e possiamo dire, per esempio, come si sente un figlio, cosa percepisce quando i genitori non si amano.O quando ci sono attriti all'interno della famiglia.
    In ogni modo come fai a sostenere che non sappiamo nemmeno da lontano cosa significhi essere padre o madre. Ci conosci ad uno ad uno?

    Per tornare alla domanda inziale anch'io credo che spesso scegliere di non rinunciare alla famiglia sia una soluzione di comodo. Il coniuge che sosteniamo di non amare, in realtà, ci va bene (d'altro canto se ci fossero contrasti evidenti sarebbe più semplice allontanarsi). Ad un certo punto si raggiunge un equilibrio a cui è faticoso rinunciare. Perchè vivere "l'altra" storia comportrebbe un percorso fatto di attriti, tensione, dolore.E spesso non si è disposti a questo sacrificio.
    Bisognerebbe chiedersi in primis se si vuole veramente una storia stabile con qualcun'altro. Scevra quindi dall' intensa passione iniziale (che svanisce o comunque nel tempo si trasforma) e contaminata dal vissuto quotidiano (problemi, bollette, spesa, discussioni ecc..).
    E' facile alimentare un sentimento extraconiugale.Da una parte i problemi, i doveri ecc..Dall'altra l'evasione,la passione, tempo per sè ecc..
    Credo che il figlio sia soltanto un alibi (si continua ad essere genitori ad oltranza). E credo anche che se non l’hai fatto fino ad ora tu non sia disposto a lasciare tua moglie per intraprendere un'altra strada.
    Se è così non ha davvero senso cercare la donna che dici di amare.
    Se invece desideri stare con lei, cercarla avrebbe un significato completamente diverso. In bocca al lupo
    Ultima modifica di Antinomica : 15-04-2012 alle ore 15.04.30
    C'era una stella che danzava e sotto quella sono nata (W. Shakespeare)



  11. #11
    Partecipante
    Data registrazione
    06-02-2012
    Messaggi
    32

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    Citazione Originalmente inviato da Antinomica Visualizza messaggio
    Io non ci giurerei che il 90% delle risposte provenga da ragazze in fase postadolescenziale
    E poi tutto è relativo. A 25 anni si può essere genitori o comunque avere alle spalle notevoli quantità di eperienze di vita vera. Figli siamo stati tutti, ma non credo ci sia bisogno di essere genitori per esperimere un parere (sarebbe come asserire che devo diventare tossicodipendente per aiutare qualcun'altro ad uscirne). Magari abbiamo vissuto determinate situazioni dall'altra parte e possiamo dire, per esempio, come si sente un figlio, cosa percepisce quando i genitori non si amano.O quando ci sono attriti all'interno della famiglia.
    punto di vista apprezzabile anche il tuo, e sottolineo anche il tuo rispostandoci sull'argomento del thread non credo si possa parlare di esperienze di vita vera se non si avuto "esperienza diretta" del ruolo genitoriale che è ciò di cui si parla. ed allora tanto più si dovrebbero ponderare le opinioni senza elevarsi a giudici, ostentando "giudizi duri" come propriamente è stato fatto. si scade nella comicità involontaria e non si aiuta in nessun modo chi ha cercato un confronto, che snso ha? se poi fra chi ha espresso questo ordine di giudizi ci sono invece madri e padri che vogliono risportare la propria esperienza esponendosi allora se ne può parlare. io per primo sostengo che un contributo produttivo non deve affatto essere necessariamente "politicamente corretto" al contrario, ed i miei posto ne sono un ottimo esempio. però.. se ci fossero le condizioni di cui parlavo sopra, e non credo proprio ci siano

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di ZingarellaOps
    Data registrazione
    09-09-2006
    Residenza
    Provincia di Salerno
    Messaggi
    11,811

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    Citazione Originalmente inviato da jonnybegood Visualizza messaggio
    diventerà una soap zingarella? non so se vuoi insegnarmi a relazionarmi o se vuoi a tutti i costi "insinuare" che stia violando delle regole. rimane il fatto che nei contenuti espressi dico la verità. se poi gli utenti a cui mi riferisco possono smentire lo facciano, io credo di no, come credo le regole del forum non proibiscano di esprimersi. e come credo sia stato giusto farlo presente ad una persona matura che si è ancora una volta aperta con noi, ricevendo redarguizioni un pò pesantuccie anche da chi non sa nemmeno da lontano cosa significhi essere padre o madre. se per te deve pesare più il fatto che io non sia politicamente corretto con gli utenti che conosci, piuttosto che un contributo che mi pare doveroso verso chi chiede un aiuto, mi permetto di dire che dovresti rivedere le tue valutazioni come tu ti permetti di dire che io dovrei rivedere il mio modo di relazionarmi. inoltre aggiungo che questo tuo seguirmi di post in post cercando in tutti i modi di attribuirmi chissà cosa, sta dando inutilmente luogo a dei flames che rimarranno visibili anche agli utenti che non conosci, o ai tuoi colleghi che del resto saranno magari politicamente corretti pensando però probabilmente altro. -opinione personale-, spero non violi le regole.
    Dici la tua verità che è pur sempre una verità relativa. Le regole del forum, ovviamente, non vietano la libera espressione ma se leggi il regolamento comprenderai da solo che il tuo atteggiamento cozza con i valori e lo spirito di questa community. Tengo a precisare che non sono una stalker che ti ha scelto come vittima e per questo mi diverto a seguirti di post in post, faccio semplicemente quello che il mio compito richiede. Non so se ti rendi conto della gravità delle tue parole, mi stai accusando di una sorta di conflitto di interessi, a mio avviso stai esagerando.
    Ultima modifica di ZingarellaOps : 15-04-2012 alle ore 15.22.22 Motivo: Errori di battitura.

  13. #13
    Partecipante
    Data registrazione
    06-02-2012
    Messaggi
    32

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    a mio avviso non credo lo spirito della community vieti di riportare il proprio punto di vista nè che indichi rigidamente i criteri su come farlo. ancora a mio avviso non penso esagerare dicendoti che non credo di richiedere tutta l'attenzione che mi stai dedicando. se poi vuoi spostare la cosa di livello e dire che chissà quali gravi atteggiamenti sto mettendo in atto.. mi sembra l'esagerazione appartenga a te e non a me. sempre se sono libero di dirlo, e se non viola lo spirito della community. non credo proprio sinceramente che una diversità di vedute debba essere fatta valere tramite gli strumenti che ti proponi di usare, poi fai tu

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    Posso far notare una cosa che mi ha colpito?
    Fabryge74 si é iscritto al forum un mese fa, ha inviato il post che ha aperto il thread e poi é, letteralmente, scomparso...
    Per scomparso intendo che non solo non ha scritto altri post, quanto meno per interagire con le persone che avevano risposto al suo appello, ma proprio non si é piú collegato col forum dalle 10.56 del 16.03.2012, cioè subito dopo aver scritto il post...
    Un po' strano per una persona che aveva inviato un messaggio del genere, che aveva chiesto un aiuto con toni così accorati, "dimenticarsi" poi addirittura di leggere le risposte al suo appello... Non vi pare?...

  15. #15
    Partecipante
    Data registrazione
    06-02-2012
    Messaggi
    32

    Riferimento: Non so' cosa fare...aiuto..

    no joker è fantascienza tranquillo, io non chiederei mai a nessuno di dimenticarsi di me nè mi metto a fare giochetti così sù... spiace che dire le propri opinioni stimoli certe cose.. comunque nessun problema

Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy