• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1

    DSM 5: quale sarà il futuro della diagnosi clinica?

    Leggevo l'altro giorno questo articolo del prof. Vittorio Lingiardi, docente alla Sapienza di Roma, apparso sul Sole 24 Ore e avente come oggetto delle pesanti critiche che vari luminari della psicologia clinica internazionale stanno muovendo nei confronti della futura edizione del DSM.

    Vi posto il link:

    http://www.ilsole24ore.com/art/cultu...?uuid=AafOO8QE

    Vorrei chiedere un vostro parere in merito.
    "And all my armour falling down, in a pile at my feet
    And my winter giving way to warm, as I'm singing him to sleep"

  2. #2
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: DSM 5: quale sarà il futuro della diagnosi clinica?

    1. «abbassamento delle soglie diagnostiche» col conseguente accresciuto rischio di falsi positivi (viene diagnosticato un disturbo mentale che non c'è) e relativa medicalizzazione (psicofarmaci compresi) di soggetti non clinici
    2. «inserimento di nuove categorie diagnostiche»
    3. «minore attenzione al peso dei fattori psicologici, sociali e culturali» nella genesi e nell'espressione dei disturbi mentali;
    4. «eccessiva polarizzazione medico-organicista»,
    le critiche in realtà sembrano lo scopo del DSM-5.
    Per fortuna che dovrebbe essere ateorico
    Ultima modifica di Johnny : 26-02-2012 alle ore 21.29.59

  3. #3
    Matricola
    Data registrazione
    24-02-2012
    Messaggi
    14

    Riferimento: DSM 5: quale sarà il futuro della diagnosi clinica?

    La psichiatria non ha alcuna base scientifica così come il DSM che per altro non ha niente di statistico. Non mi stupisco che qualcuno abbia cominciato a fare qualcosa al proposito. E tanto per rimarcare, non esiste una singola prova dell'efficacia di alcuna terapia e non esiste alcun legame tra i cosiddetti disturbi e il cervello. Ma esistono prove schiaccianti su come nel corso della storia la psichiatria si sia macchiata di crimini abominevoli. Un solo esempio per tutti: gli schiavi d'america che volevano scappare alla loro condizione erano classificati da questi cialtroni come affetti da una malattia mentale chiamata drapetomania.

  4. #4
    Partecipante
    Data registrazione
    15-06-2010
    Messaggi
    49

    Riferimento: DSM 5: quale sarà il futuro della diagnosi clinica?

    1. «abbassamento delle soglie diagnostiche» col conseguente accresciuto rischio di falsi positivi (viene diagnosticato un disturbo mentale che non c'è) e relativa medicalizzazione (psicofarmaci compresi) di soggetti non clinici
    2. «inserimento di nuove categorie diagnostiche»
    Per quanto riguarda l'autismo, il DSM5 sembra andare nella direzione opposta. I nuovi criteri secondo una ricerca escluderebbero una porzione di quelli che oggi sono diagnosticati autistici. In piu' stanno considerando l'eliminazione della categoria di Asperger che verrebbe incorporata nella categoria di Autism Spectrum Disorder.

    Per approfondire:

    DSM5 Diagnosis of Austim


    ps. grazie johnny
    Ultima modifica di luca london : 21-04-2012 alle ore 05.44.17

Privacy Policy