• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 31
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studio privato

    Salve a tutti!
    con la nuova legge 170 sui disturbi di apprendimento, è specificato che la relazione diagnostica per avere validità a scuola deve essere fatta solo dall'ASL oppure da un ente accreditato.
    Ora, io sono una psicologa che ha a che fare con molti casi di dsa. Siccome lavoro presso uno studio privato, le relazioni diagnostiche su casi di dsa da presentare a scuola non vengono più accettate. Quindi dovrei occuparmi solo della fase abilitativa o di sostegno psicologico (per i casi che lo necessitano).
    Ma mi chiedevo, c'è qualcuno che sa dove rivolgersi e cosa fare per ricevere l'accredimento regionale di uno studio privato?
    Faccio questa domanda, perchè sono molto interessata a questo ambito di diagnosi e intervento.

    Grazie a chiunque possa rispondermi.

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Pentesilea84
    Data registrazione
    01-10-2008
    Messaggi
    736
    Blog Entries
    1

    Riferimento: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studi

    Ciao vittoria81, credo proprio che non si può avere questo accreditamento che dici tu!
    Ho fatto tirocinio nel campo dei DSA (sia nella specialistica che nel post-laurea) e la legge parla chiaro, per l'indennizzo si può occupare solo le ASL! Quindi credo proprio che non sia possibile, poi se trovi il modo facci sapere perchè anche io sono nel campo e non mi dispiacerebbe avere una convenzione che possa accreditare la mia valutazione.

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    Re: Riferimento: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno s

    Ciao,
    innanzitutto grazie per avermi risposto.
    Sono andata sul sito dell'AID e lì ho trovato un documento che dice come l'AID sostenga la necessità che abbia valore anche la disagnosi di un privato vista l'impossibilità dell'ASL di rispondere tempestivamente a tutte le richieste ricevute.
    Anche perchè le liste di attesa sono sempre state lunghe, ma ora poi non se ne parla. Quindi c'è il rischio che la valutazione scivoli anche dopo un anno dalla segnalazione e NON LO TROVO PER NIENTE GIUSTO!
    Quindi se c'è un modo per rendere più agevole la cosa, ci dobbiamo battere perchè il nostro mestiere è quello di accogliere un disagio non di delegarlo alle "calende greche" ...

  4. #4
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Pentesilea84
    Data registrazione
    01-10-2008
    Messaggi
    736
    Blog Entries
    1

    Riferimento: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studi

    Hai ragione... comunque le maestre non possono contestare una diagnosi anche se questa è privata!
    devono rimboccarsi le maniche e aiutare con gli strumenti dispensativi e compensativi previsti dalla legge.
    Molte volte sono proprio i docenti a mettere la pulce nell'orecchio ai genitori che vogliono la valutazione delle ASL... quindi se si può fare qualcosa sono con voi!
    vado sul sito per leggere questa notizia

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    Re: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studio privato

    Hai ragione. Per ora le maestre della Scuola Primaria si sono mostrate sensibili e disponibili a aiutare questi ragazzi. Ma alla scuola secondaria di primo grado, (alle medie per intenderci) hanno richiesto specificatamente una diagnosi redatta dall'asl, così ho genitori "disperati" che avendo chiamato a gennaio hanno avuto l'appuntamento per giugno. Da qui si capisce bene come la cosa non sia per nulla efficacie, perchè un ragazzino deve passare un'intero anno scolastico in che modo?

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Pentesilea84
    Data registrazione
    01-10-2008
    Messaggi
    736
    Blog Entries
    1

    Riferimento: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studi

    Vittoria81 mi metti l'url di questo file? perchè non lo trovo :-(

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    Re: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studio privato

    eccolo:
    www.aiditalia.org

    nella homepage se scorri trovi il documento dal titolo:
    NOTA AID: POSIZIONE DELL'ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA SULL'ITER DIAGNOSTICO

  8. #8
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Pentesilea84
    Data registrazione
    01-10-2008
    Messaggi
    736
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Re: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno s

    Citazione Originalmente inviato da vittoria81 Visualizza messaggio
    Hai ragione. Per ora le maestre della Scuola Primaria si sono mostrate sensibili e disponibili a aiutare questi ragazzi. Ma alla scuola secondaria di primo grado, (alle medie per intenderci) hanno richiesto specificatamente una diagnosi redatta dall'asl, così ho genitori "disperati" che avendo chiamato a gennaio hanno avuto l'appuntamento per giugno. Da qui si capisce bene come la cosa non sia per nulla efficacie, perchè un ragazzino deve passare un'intero anno scolastico in che modo?
    Infatti... è assurdo!
    però io so che serve la relazione multidisciplinare delle asl se i genitori vogliono fare domanda per ricevere una piccola pensione utile per ammortizzare spese. Tuttavia la scuola deve comunque mobilitarsi anche con la diagnosi del privato.
    Oh mi sbaglio? cioè la relazione delle ASL serve per i genitori per ricevere questa piccola pensione ma per la scuola basta anche quello privato.

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Pentesilea84
    Data registrazione
    01-10-2008
    Messaggi
    736
    Blog Entries
    1

    Riferimento: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studi

    Ho letto l'articolo... che casino? speriamo bene in effetti sarebbe un problema essere tagliati fuori!?

  10. #10
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    Re: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studio privato

    Hai letto,però l'AID sembra "difendere" anche la posizione del privato chiedendo di non gravare solo sul pubblico.

    Lo so che per ricevere l'indennizzo è necessaria la relazione dell'asl, ma io parlavo del tipo di relazione che può accettare la scuola e credimi non è sempre facile ...

  11. #11
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    05-06-2010
    Messaggi
    68

    Riferimento: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studi

    Ciao ragazze!

    Come chiarito esplicitamente dal Ministero nella Circolare Miur del 26/5/2011 protocollo 3573, al momento, sono da ritenere valide le diagnosi rilasciate anche da specialisti privati (pertanto, il minore diagnosticato ha diritto immediato a godere delle misure dispensative e compensative riportate nella relazione diagnostica) nell’attesa di poter ottenere (considerando le liste di attesa delle ASL) una diagnosi rilasciata dal SSN.

    Una scuola che non tiene in considerazione la diagnosi del privato lede gravemente al diritto allo studio degli alunni con DSA.

    Pertanto, capirete bene quanto sia importante sapere diagnosticare e relazionare correttamente un caso di DSA.

    Buon lavoro!

  12. #12
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Pentesilea84
    Data registrazione
    01-10-2008
    Messaggi
    736
    Blog Entries
    1

    Riferimento: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studi

    Infatti, Irene2010 anche io sapevo così, la scuola per legge deve intervenire subito anche se la diagnosi è di un privato.
    Mentre quella delle asl serve per avere questo riconoscimento e quindi una piccola pensione per far fronte alle spese riabilitazione, strumenti dispensativi e compensativi.


    Quindi vittoria81 se la scuola non vuole mettersi al passo puoi richiedere un incontro con il preside e spiegarli che per legge sono tenuti a farlo e che non possono contestare una diagnosi anche se privata.
    Ultima modifica di Pentesilea84 : 24-02-2012 alle ore 15.44.12

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di vittoria81
    Data registrazione
    21-01-2005
    Residenza
    Pisa
    Messaggi
    192

    Re: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studio privato

    Infatti, avevo pensato di fare proprio questo. Il problema è che con la diagnosi di un privato non possono adottare le misure compensative e dispensative ...

    Cmq rimango dell'opinione che è ingiusto aver passato tanti anni a studiare e a fare sacrifici e poi vedersi negata la possibilità di svolgere parte del tuo lavoro, solo perchè lavori privatamente ...

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Pentesilea84
    Data registrazione
    01-10-2008
    Messaggi
    736
    Blog Entries
    1

    Riferimento: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studi

    Dai vittoria81, non buttiamoci giù vedrai che la cosa verrà riconosciuta anche perchè è di intralcio a parecchie strutture che ormai sono inserite da anni e anni nel campo. Vedrai che si risolverà tutto! ;-)

  15. #15
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,889
    Blog Entries
    4

    Riferimento: DSA: requisiti per ricevere l'accreditamento di uno studi

    Ciao a tutte :-) (è da una marea di tempo che non scrivo più in questo forum!). Io ho lavorato per 3 anni nel servizio pubblico occupandomi prevalentemente di psicologia dello sviluppo e facendo quindi attività di valutazione sia per la legge 104 e dunque per le certificazioni scolastiche e assegnazione di insegnante di sostegno sia per DSA o problematiche di altro genere.
    Dopo l'emanazione della Legge 170 diverse Regioni hanno emesso una nota per il riconoscimento della valutazione e della diagnosi effettuate da un libreo professionista. In pratica il Servizio Socio Sanitario di base, nelle diverse Unità Operative che sono indicate come strutture competenti per la diagnosi di DSA, una volta che gli arriva una relazione diagnostica da parte di un libero professionista, sulla base del decreto di riconoscimento di validità del documento, convalida la diagnosi (accertandosi che siano stati seguiti i criteri definiti dalla Consensus Conference 2010 per giungere alla diagnosi: prove effettuate, punteggi ottenuti, anamnesi corretta, esclusione di deficit sensoriali e neurologici ecc).
    Una delle Regioni "apri pista" in questo senso è stato il Piemonte, per il Veneto, mia Regione di residenza, è stata emessa la nota n° 168259 dalla Direzione dell'Attuazione per la programmazione sanitaria nell'aprile del 2011.
    Io avevo frequentato il master in psicopatologia dell'apprendimento a Padova perchè mi avevano fatto credere che ci sarebbero state buone possibilità di rimanere a lungo termine in quel servizio (facevo 50 ore a settimana e tiravo avanti quasi da solo due distretti socio-sanitari per quanto riguarda l'area di psicologia dello svilpuppo e disabilità adulta) e quindi volevo essere in grado di fornire un servizio quanto più possibile adeguato e devo dire che, come avete ben sottolineato, le liste di attesa nel pubblico sono lunghe e fuori ci sono professionisti appositamente preparati e che, organizzandosi la propria attività in autonomia, riescono ad offrire prestazioni di alto livello che spesso il pubblico, per svariate ragioni, non è in grado di fornire.
    Non so se tutte le Regioni si siano adeguate, ma in caso positivo la valutazione di un privato può essere velocemente convalidata dal responsabile di Servizio e reso immediatamente valida ed operativa; per operativa intendo stesura del PDP e attuazione di misure compensative e/o dispensative cui il ragazzino ha pienamente diritto.
    La convalida della diagnosi del libero professinista da parte del servizio pubblico è inoltre funzionale anche al servizio stesso che non deve rifare necessariamente tutto l'iter di valutazione, al massimo, se sono molto scrupolosi, integreranno con alcune prove ritenute utili o per un approfondimento. Ma soprattutto per il bambino e per i genitori che affrontano un percorso diagnostico ed eventualemente riabilitativo, non ha senso ripetere due volte una valutazione.
    Ultima modifica di crissangel : 26-02-2012 alle ore 10.50.45
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy