• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Matricola
    Data registrazione
    07-12-2005
    Messaggi
    26

    Colloquio Psicoattitudinale - guardia giurata

    Ciao, mi chiedono di effettuare dei colloqui psico attitudinali per attestare che delle guardie giurate hanno i requisiti per continuare a svolgere il loro lavoro. Io preferirei sottoportli a qualche test di personalità (..e non psicoattitudinali), ma manca il tempo e mi chiedono espressamente colloquio. ... che faccio? come posso strutturare questo colloquio?
    Grazie infinite a chiunque mi aiuterà!

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Colloquio Psicoattitudinale - guardia giurata

    Purtroppo non si possono fare cose contrarie alla deontologia solo per accontentare il committente...fare un coloquio alla svelta, colludendo con l'agìto del committente, che vuole sbrigarsi, decidendo lui cosa, come, quando, perché (manca solo che decide in anticpio pure l'esito dei colloqui) violerebbe parecchi articoli e soprattutto ti farebbe rischiare la reputazione, perché probabilmente, come spesso avviene nei numerosi casi in cui non si fa l'analisi della domanda, il committente avrà da ridire e scaricherà tutto su di te. poi chi sono questi? perché è scritto "mi chiedono di...", ma non si sa chi son ocostoro e qual è la relazione tra te, loro e gli utenti finali, se prima, come il dice il prof Carli, non si istituisce la committenza, non si può rispondere alla domanda

  3. #3
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Colloquio Psicoattitudinale - guardia giurata

    Citazione Originalmente inviato da paperinik Visualizza messaggio
    Ciao, mi chiedono di effettuare dei colloqui psico attitudinali per attestare che delle guardie giurate hanno i requisiti per continuare a svolgere il loro lavoro. Io preferirei sottoportli a qualche test di personalità (..e non psicoattitudinali), ma manca il tempo e mi chiedono espressamente colloquio. ... che faccio? come posso strutturare questo colloquio?
    Grazie infinite a chiunque mi aiuterà!
    per una grossa scrematura forse sarebbe utile fare un MMPI così almeno escludi soggetti con disturbi psichiatrici.

  4. #4
    Partecipante Esperto L'avatar di Empowered
    Data registrazione
    22-11-2010
    Residenza
    Foggia
    Messaggi
    442

    Riferimento: Colloquio Psicoattitudinale - guardia giurata

    Ciao, capisco quello che scrivi: basarsi sul solo colloquio fa perdere precisione, e questo a volte i committenti non lo sanno. Altre volte lo sanno ma preferiscono impiegare meno tempo possibile. Quello che puoi fare per ottimizzare l'intervista è preparare un' intervista un minimo strutturata, con griglie di osservazione, personalmente trovo molto utile analizzare il candidato con strumenti standardizzati di osservazione del linguaggio del corpo come il F.A.C.S. (http://www.igorvitale.com/#!facs-selezione), certamente utilizzare un test di personalità sarebbe meglio, in quel caso dovresti stabilire quali sono i tratti di personalità che cerchi in una guardia giurata. (Alta coscienziosità e stabilità emotiva? Ci sono studi sui predittori di efficacia in questo ambito?)
    Nel caso delle guardie giurate un test come l'MMPI ci sta (come dice Johnny), andrebbero considerate le norme sviluppate in contesti di selezione (Boncori, 2006) per ottimizzare i confronti dei punteggi con le norme, il rischio di falsificazione è alto e non sempre la scala Lie riesce a cogliere questi aspetti.
    Un rischio sta nel fare una selezione frettolosa ma nel contempo prendersi la responsabilità di aver selezionato alcune persone.
    E poi quanto tempo impieghi per ogni colloquio? Quanti candidati ci sono? Il colloquio non è necessariamente più sbrigativo del test, perché con i test con la somministrazione collettiva puoi risparmiare sui tempi e approfondire col colloquio solo quelli che hanno le caratteristiche di personalità che ritieni essere dei predittori dell'efficacia professionale in quell'ambito. In ogni caso, se non trovi dati sulla validità predittiva per una certa categoria professionale, io proverei a calcolarla dopo alcuni mesi, o ad un anno della selezione, solo così puoi capire se sei stato efficace e puoi capire su quali criteri andare a selezionare nelle selezioni successive.

    Igor

  5. #5
    Matricola
    Data registrazione
    07-12-2005
    Messaggi
    26

    Riferimento: Colloquio Psicoattitudinale - guardia giurata

    Grazie mille per le indicazioni. Non si tratta di un processo selettivo, queste persone già lavorano da anni nel ruolo e per farlo hanno già superato test psico-attitudinali (non fatti da me). Quello che viene richiesto ora è di confermare la loro attitudine a svolgere tale lavoro ... peraltro la norma cui sottostanno recita chiaramente che bisogna valutare "l'attitudine ad esercitare i compiti di sicurezza e in particolare di individuare i possibili pericoli per la sicurezza anche nel comportamento delle persone presenti nell'area vigilata". Insomma, la legge di riferimento parla solo di verifica delle attitudini, non di personalità .... Utilizzerò la betteria di velocità e precisione del DAT ... ma per il resto devo basarmi su colloquio (tra l'altro...mi dicono che hanno sempre fatto solo colloquio) ...

Privacy Policy