• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 37

Discussione: Il vero amico

  1. #1

    Il vero amico

    E' quello che ti "sputa" la verità in faccia (o per telefono), o quello che non ti dice la verità pur di non farti rimanere male?

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Il vero amico

    Citazione Originalmente inviato da Nero 000 Visualizza messaggio
    E' quello che ti "sputa" la verità in faccia (o per telefono), o quello che non ti dice la verità pur di non farti rimanere male?
    Il vero amico è quello che "sa" quando bisogna dirti tutta la verità senza nasconderti neanche le virgole, e quando, invece, è meglio evitarti un inutile dolore e stare zitto.

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di verronica
    Data registrazione
    06-02-2009
    Residenza
    Terni
    Messaggi
    163

    Riferimento: Il vero amico

    Sono d'accordissimo con Joker, ma aggiungo che nonostante tutto scegliere di dire la verità quando lo si ritiene opportuno è comunque un rischio, nel senso che non si sa mai dall'altra parte come la cosa viene presa.
    E' un pò come dire: se il ragazzo di una tua carissima amica le mette le corna, ma lei non lo sa e tu si, cosa faresti? A prescindere dalla scelta, nella stragrande maggioranza dei casi va a finire male. Nonostante tutto io protenderei per la prima....

  4. #4

    Riferimento: Il vero amico

    La questione è che è una persona che dovrei evitare (che brutta parola; ma è tanto per dire) perché per me è "negativa" (anche questa brutta parola ) ma non riesco a dirgli << Mi hai rotto il ca**o, non ti voglio più vedere >> non che mi abbia fatto qualcosa di male; ma come dire... con lui non vado da nessuna parte; non so se mi spiego; cioè, è problematico, diciamo.
    E' un amico d'infanzia; forse ne avevo già parlato, nel forum.
    Ultima modifica di Nero 000 : 26-01-2012 alle ore 20.23.30

  5. #5

    Riferimento: Il vero amico

    Chi va con lo zoppo ... continua a zoppicare; si potrebbe dire in questo caso.

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Il vero amico

    Citazione Originalmente inviato da joker.the.mad Visualizza messaggio
    Il vero amico è quello che "sa" quando bisogna dirti tutta la verità senza nasconderti neanche le virgole, e quando, invece, è meglio evitarti un inutile dolore e stare zitto.
    D'accordissimo con Joker

    Citazione Originalmente inviato da Nero 000 Visualizza messaggio
    La questione è che è una persona che dovrei evitare (che brutta parola; ma è tanto per dire) perché per me è "negativa" (anche questa brutta parola ) ma non riesco a dirgli << Mi hai rotto il ca**o, non ti voglio più vedere >> non che mi abbia fatto qualcosa di male; ma come dire... con lui non vado da nessuna parte; non so se mi spiego; cioè, è problematico, diciamo.
    E' un amico d'infanzia; forse ne avevo già parlato, nel forum.
    Beh ma non capisco il collegamento tra la tua domanda iniziale e questo problema col tuo amico d'infanzia....
    Comunque non credo ci sia bisogno di essere così categorici, se non vuoi più frequentare questa persona semplicemente puoi evitarlo, non chiamarlo e non uscire con lui. E' il miglior messaggio che si possa mandare.

  7. #7

    Riferimento: Il vero amico

    Citazione Originalmente inviato da Alesxandra Visualizza messaggio
    Beh ma non capisco il collegamento tra la tua domanda iniziale e questo problema col tuo amico d'infanzia....
    Come no!? Il collegamento c'è; parlo della stessa cosa.
    Evitarlo mi sembra una parola brutta... io sono troppo buono.

  8. #8
    LucyVanPelt
    Ospite non registrato

    Riferimento: Il vero amico

    La domanda iniziale di Nero credo fosse se "sputare" in faccia la verità all'amico dicendogli di non volerlo più vedere, oppure se continuare a frequentarlo controvoglia pur di non ferirlo.
    Nero una via di mezzo ci sarebbe...potresti ad esempio spiegargli "ora che siamo cresciuti mi sono accorto di non sentire più quell'amicizia che ci legava un tempo, quindi spero non ti dispiaccia ma preferirei non ci incontrassimo più"
    Credo che questa sia la soluzione più corretta ed auspicabile in questi casi...anche se devo ammettere di essere riuscita raramente a seguire questo consiglio, e di aver spesso fatto come ha suggerito Alesxandra, a volte non senza sensi di colpa... Però forse molto dipende anche da chi hai di fronte, c'è chi ti mette nella condizione di poter essere sincero e chi invece non ti ispira altra alternativa che quella di dileguarti

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Il vero amico

    Ah ora ho capito. Avevo inteso la domanda iniziale in modo differente...
    Comunque non è facile sapere cosa fare... Diciamo che nella maggior parte dei casi le persone si perdono gradualmente: quando non c'è più spontaneità nel frequentarsi, ci si cerca sempre meno e piano piano si perdono i contatti. E' un processo naturale....molto triste, certo, ma accade. Poi può accadere anche di ritrovarsi.
    Quando invece esiste qualche motivo preciso per cui uno dei due è sicuro di non voler più frequentare l'altro, forse la questione è più complessa. Secondo me si può cominciare col prendere le distanze, poi se l'altro insiste nel cercarti sei costretto ad essere più esplicito dicendogli che non ti va di vederlo. Non è questione di cattiveria, se hai dei motivi per non volerlo frequentare. L'amicizia è spontaneità... Purtroppo l'altro ci resterà male, ma cos'altro puoi fare? In ogni caso anche se non gli dici in faccia che non vuoi più vederlo....beh, prima o poi lo intuirebbe da solo...

  10. #10
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Il vero amico

    Neanche io avevo capito la domanda iniziale, che peraltro, ad onor del vero, per come era stata formulata lasciava ampio spazio a diversa interpretazione....
    Io, penso che in casi come quello che riguarda Nero, non sia opportuno perdersi in eccessive spiegazioni e puntualizzazioni, almeno in un primo tempo... Io, personalmente, non affronterei il mio amico ( o, meglio, ex-amico...) e non gli direi brutalmente che ritengo sia meglio non vedersi più, onestamente mi sembrerebbe una cattiveria gratuita visto che, come Nero ci ha detto, non é che lui si sia macchiato di mancanze particolari nei suoi confronti...
    Semplicemente troverei mille scuse per evitarlo e, comunque, per limitare allo strettissimo indispensabile eventuali incontri... E, per di piú in tali occasioni impossibili da evitare ( chessó, feste di compleanno di comuni amici, per esempio... ), ci scambierei pochissime parole e col tono meno confidenziale possibile...
    Se non é uno stupido capirebbe l'antifona e se ha un minimo di orgoglio, sarebbe lui, a quel punto, a non volermi piú incontrare...
    Nel caso, invece, che lui sia o un po' stupido o privo di orgoglio o ambedue le cose e insistesse nel volermi frequentare e/o mi chiedesse esplicitamente spiegazioni per il mio comportamento... Beh, a quel punto, ma solo a quel punto, pur cercando di non essere sgradevole, gli direi chiaramente che i miei interessi sono cambiati e non ho piú tempo né voglia di trascorrere molto tempo con lui...

  11. #11
    LucyVanPelt
    Ospite non registrato

    Riferimento: Il vero amico

    Non sono d'accordo joker... Sarebbe una cattiveria gratuita scomparire di punto in bianco dalla vita di una persona che fino a quel momento ti ha considerato un amico, senza dargli uno straccio di spiegazione. Trovo che non sia per niente giusto lasciare le persone nel dubbio in questo modo, a chiedersi chissà che ti hanno fatto per meritarsi un trattamento simile, chissà dove hanno sbagliato per non essere più degnate della minima considerazione ed evitate come la peste. Ancora meno giusto quando non ti hanno causato nessuna imperdonabile offesa e tutto sembrava andare liscio.
    E' una questione di rispetto, tutti hanno diritto ad avere una spiegazione, e il fatto che se uno non è stupido lo capisca ugualmente non credo sia una scusa ammissibile. Chiedere spiegazioni è una cosa più che lecita e affatto indice di stupidità; non è per niente mancanza di orgoglio ma piuttosto rispetto per se stessi, in quanto se io chiedo spiegazioni è perchè ritengo di meritarle, perchè sono a posto con la mia coscienza e trovo ingiusto che chi ha preso una determinata decisione non se ne prenda anche la responsabilità.
    Forse mettersi nei panni dell'altro aiuterebbe...

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Il vero amico

    Citazione Originalmente inviato da LucyVanPelt Visualizza messaggio
    Non sono d'accordo joker... Sarebbe una cattiveria gratuita scomparire di punto in bianco dalla vita di una persona che fino a quel momento ti ha considerato un amico, senza dargli uno straccio di spiegazione. Trovo che non sia per niente giusto lasciare le persone nel dubbio in questo modo, a chiedersi chissà che ti hanno fatto per meritarsi un trattamento simile, chissà dove hanno sbagliato per non essere più degnate della minima considerazione ed evitate come la peste. Ancora meno giusto quando non ti hanno causato nessuna imperdonabile offesa e tutto sembrava andare liscio.
    E' una questione di rispetto, tutti hanno diritto ad avere una spiegazione, e il fatto che se uno non è stupido lo capisca ugualmente non credo sia una scusa ammissibile. Chiedere spiegazioni è una cosa più che lecita e affatto indice di stupidità; non è per niente mancanza di orgoglio ma piuttosto rispetto per se stessi, in quanto se io chiedo spiegazioni è perchè ritengo di meritarle, perchè sono a posto con la mia coscienza e trovo ingiusto che chi ha preso una determinata decisione non se ne prenda anche la responsabilità.
    Forse mettersi nei panni dell'altro aiuterebbe...
    Il problema in questo caso, però, é che Nero una spiegazione non é in grado di darla per il semplice motivo che non esiste una spiegazione alla sua decisione di non frequentarlo piú...
    Cosa gli deve dire, che lo considera una persona negativa?... O, parole sue, che "gli ha rotto il ca..o" e non vuole vederlo piú?....
    Io mi ci metto nei panni del suo amico e, proprio per questo, io, personalmente, preferirei un allontanamento "soft" ad una scenata del genere, che, conoscendomi, avrebbe probabilmente conclusioni piuttosto spiacevoli per ambedue....
    Questo non significa che, legittimamente, altre persone, nella stessa situazione, possano preferire il contrario.... Ovviamente, ho parlato solo per me...
    Ultima modifica di joker.the.mad : 28-01-2012 alle ore 17.20.00

  13. #13
    LucyVanPelt
    Ospite non registrato

    Riferimento: Il vero amico

    Citazione Originalmente inviato da joker.the.mad Visualizza messaggio
    Il problema in questo caso, però, é che Nero una spiegazione non é in grado di darla per il semplice motivo che non esiste una spiegazione alla sua decisione di non frequentarlo piú...
    Cosa gli deve dire, che lo considera una persona negativa?... O, parole sue, che "gli ha rotto il ca..o" e non vuole vederlo piú?....
    Io mi ci metto nei panni del suo amico e, proprio per questo, io, personalmente, preferirei un allontanamento "soft" ad una scenata del genere, che, conoscendomi, avrebbe probabilmente conclusioni piuttosto spiacevoli per ambedue....
    Questo non significa che, legittimamente, altre persone, nella stessa situazione, possano preferire il contrario.... Ovviamente, ho parlato solo per me...
    Ma esistono le vie di mezzo!! Chi l'ha detto che bisogna fare per forza una scenata ed essere brutali??? Certo che non puoi andare da qualcuno e dirgli "mi sono rotto di te e ti considero una persona negativa", ma non vedo cosa ci sia di male nel dirgli invece ad esempio "abbiamo sviluppato interessi diversi e non trovo più piacevole passare il mio tempo con te". Il concetto è quello, ma c'è modo e modo di dire le cose e non dovrebbe essere difficile farlo in modo ragionevole se chi hai di fronte effettivamente non ti ha fatto nulla.
    Ok non esiste una spiegazione alla decisione di non frequentare più l'amico, non dico che ci si debba giustificare, ma almeno comunicargliela questa decisione, invece di mettersi a giocare a nascondino! Se non hai più niente da dire ad una persona credo sia più corretto dirle "non ho più niente da dirti", invece di snobbarla perchè "tanto non avevo più niente da dirti".
    Non è cattiveria, non è sicuramente una cosa piacevole da sentirsi dire, ma non è cattiveria! Non è che uno ci rimane meno male se sparisci senza dirgli niente, anzi! Il fatto che ti venga comunicato esplicitamente almeno ti permette di mandare giù il boccone amaro e metabolizzare tutto...ma che ti si lasci lì come un cretino appeso al filo, rende un tantino difficile mandare giù il rospo!

    Poi ribadisco, io son tanto brava a predicare bene e razzolare male. Ho detto subito che son la prima ad essermi comportata come dici tu, ed ho mille spiegazioni che considero oggettivamente valide per motivare il mio atteggiamento...ma altrettanto oggettivamente ammetto che nessuna delle mie motivazioni potrebbe mai essere abbastanza valida da considerare giusto il modo in cui mi sono comportata!
    Parlo così forse perchè mi sono trovata anche dall'altra parte, ed è veramente brutto essere trattati così...quasi con sufficienza, come se le parole costassero oro.

  14. #14
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Il vero amico

    Citazione Originalmente inviato da LucyVanPelt Visualizza messaggio
    Ma esistono le vie di mezzo!! Chi l'ha detto che bisogna fare per forza una scenata ed essere brutali??? Certo che non puoi andare da qualcuno e dirgli "mi sono rotto di te e ti considero una persona negativa", ma non vedo cosa ci sia di male nel dirgli invece ad esempio "abbiamo sviluppato interessi diversi e non trovo più piacevole passare il mio tempo con te". Il concetto è quello, ma c'è modo e modo di dire le cose e non dovrebbe essere difficile farlo in modo ragionevole se chi hai di fronte effettivamente non ti ha fatto nulla.
    Ok non esiste una spiegazione alla decisione di non frequentare più l'amico, non dico che ci si debba giustificare, ma almeno comunicargliela questa decisione, invece di mettersi a giocare a nascondino! Se non hai più niente da dire ad una persona credo sia più corretto dirle "non ho più niente da dirti", invece di snobbarla perchè "tanto non avevo più niente da dirti".
    Non è cattiveria, non è sicuramente una cosa piacevole da sentirsi dire, ma non è cattiveria! Non è che uno ci rimane meno male se sparisci senza dirgli niente, anzi! Il fatto che ti venga comunicato esplicitamente almeno ti permette di mandare giù il boccone amaro e metabolizzare tutto...ma che ti si lasci lì come un cretino appeso al filo, rende un tantino difficile mandare giù il rospo!

    Poi ribadisco, io son tanto brava a predicare bene e razzolare male. Ho detto subito che son la prima ad essermi comportata come dici tu, ed ho mille spiegazioni che considero oggettivamente valide per motivare il mio atteggiamento...ma altrettanto oggettivamente ammetto che nessuna delle mie motivazioni potrebbe mai essere abbastanza valida da considerare giusto il modo in cui mi sono comportata!
    Parlo così forse perchè mi sono trovata anche dall'altra parte, ed è veramente brutto essere trattati così...quasi con sufficienza, come se le parole costassero oro.
    Anche io mi sono trovato da ambedue le parti della barricata... E, proprio per questo, ti posso dire che per quanto mi riguarda, reagirei piuttosto male ad un discorso tipo quello che hai prospettato tu... Ad un amico ( almeno: ad uno che fino a quel momento prima, tale consideravo...) che, improvvisamente e senza che io gli abbia fatto nulla, mi dice che gli ho rotto il c. e non vuole vedermi piú... Ed il fatto che non me lo dica brutalmente ma cerchi di indorarmi la pillola facendomi un ragionamento piú o meno contorto per giustificare la sua decisione, non servirebbe a farmela accettare meglio, anzi... Probabilmente mi farebbe incavolare di piú....
    Ripeto, peró, che posso ben capire come, invece, per altre persone possa non essere cosí...

  15. #15
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Il vero amico

    Secondo me facendo discorsi generici non se ne esce, perchè dipende sempre dalla situazione, da mille fattori.
    Anche dall'ìndole di ciascuno.
    Comunque penso che in ogni caso, come si diceva prima, scegliere una via di mezzo sia la cosa migliore!

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy