• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1
    Partecipante L'avatar di danette76
    Data registrazione
    13-06-2008
    Messaggi
    52

    fantasmi del passato all'opera

    Sentire dopo tanti anni ancora il legame per il primo fidanzato con cui sono stata 8 anni...HA UN PREZZO ASSURDO! non riuscire a rifarmi una vita in serenità...e non riuscire a guardare avanti!
    Inoltre da poco vengo a sapere che questo mio ex aspetta un figlio e il colpo è stato fortissimo. Faccio terapia individuale da poco tempo ma non riesco ad uscirne. Sono convinta che solo lui sia la persona adatta a me e non riesco ad aprire il cuore ad altri in modo sereno e totale.

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di John Snow
    Data registrazione
    20-12-2011
    Residenza
    Oltre la Barriera!
    Messaggi
    1,523

    Riferimento: fantasmi del passato all'opera

    Il mondo è bastardo:bastarda la glassa, bastardo il ripieno. Abituatici, ci perdi solo in salute!!
    la vita nel suo complesso è stupenda: goditela finchè puoi perchè ne abbiamo solo 1.
    Saluti

    Ci sono 10 tipi di persone: quelle che capiscono il codice binario e quelle che non lo capiscono.

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: fantasmi del passato all'opera

    Ciao Danette
    Sicuramente la terapia individuale ti aiuterà a stare meglio...
    Capisco come ti senti, ma la convinzione che solo lui sia la persona adatta a te è irrazionale e non può essere dimostrata. Anzi, se foste stati davvero adatti l'uno per l'altra non vi sareste lasciati....evidentemente nonostante il profondo legame c'era qualcosa che non funzionava. Persone adatte a noi ce ne sono tante, nel mondo. Certo, ci vuole fortuna ad incontrarne, ma esistono. La convinzione che solo lui sia giusto per te ti rende chiusa verso le possibilità della vita, non aperta verso nuove persone, e non ti aiuta a riconoscere un'altra eventuale persona adatta a te, se tu dovessi incontrarla....
    So che il cuore ti dice che lui era l'unico per te, ma prova ogni tanto a riflettere sui motivi per cui è finita, sulle cose che non funzionavano.....e prova a sperare che il futuro può riservarti qualcosa di ancora più bello di ciò che hai vissuto in passato. Fiducia, e speranza

  4. #4
    Partecipante L'avatar di danette76
    Data registrazione
    13-06-2008
    Messaggi
    52

    Riferimento: fantasmi del passato all'opera

    la ragione delle cose arriva sempre ;-)

  5. #5
    Partecipante L'avatar di danette76
    Data registrazione
    13-06-2008
    Messaggi
    52

    Riferimento: fantasmi del passato all'opera

    Ciao Alesxandra :-) bellissime parole le tue e il tuo ragionamento non fa una piega.
    Ho provato tantissime volte a ragionare sui problemi che mi hanno allontanato da lui e che al momento avevano un effetto su di me. Ora che è passato tanto tempo però nn ricordo bene le situazioni negative ma solo quelle positive e rimango dell'idea che erano assolutamente risolvibili ma entrambi non abbastanza maturi per farlo. E così il tempo è passato, gli incontri sono proseguiti fino a poco tempo fa lasciando così ibernata la storia ed è per questo che a volte cado nella malinconia cronica. Forse non voglio uscirne perchè mi sta più comodo stare nei ricordi che nella vita reale...? :-) chissà...
    Prima o poi la mia vita avrà una svolta. :-)

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: fantasmi del passato all'opera

    Cara Danette, a volte la mente ci fa lo scherzetto di selezionare i ricordi... Ricordare solo le cose positive di quel rapporto ti induce a pensare di aver perso l'occasione della tua vita, in campo sentimentale. E' passato del tempo, non sappiamo come sarebbe stato adesso... Comunque hai detto bene, quasi sempre le abitudini mentali sono così comode che non vogliamo uscirne, anche quando sono così dolorose! A volte il dolore diventa l'unico modo per esistere, diventa un'abitudine e non si riesce a scrollarsela di dosso. E si vive di ricordi, pur di non mettersi in gioco in situazioni reali e concrete.
    Cerca sostegno attorno a te....non solo terapia personale, ma anche famiglia e amici!

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: fantasmi del passato all'opera

    Citazione Originalmente inviato da danette76 Visualizza messaggio
    Ciao Alesxandra :-) bellissime parole le tue e il tuo ragionamento non fa una piega.
    Ho provato tantissime volte a ragionare sui problemi che mi hanno allontanato da lui e che al momento avevano un effetto su di me. Ora che è passato tanto tempo però nn ricordo bene le situazioni negative ma solo quelle positive e rimango dell'idea che erano assolutamente risolvibili ma entrambi non abbastanza maturi per farlo. E così il tempo è passato, gli incontri sono proseguiti fino a poco tempo fa lasciando così ibernata la storia ed è per questo che a volte cado nella malinconia cronica. Forse non voglio uscirne perchè mi sta più comodo stare nei ricordi che nella vita reale...? :-) chissà...
    Prima o poi la mia vita avrà una svolta. :-)
    La frase che ho evidenziato è la trappola micidiale che la nostra mente si costruisce in questi casi... Pensare che le cose in realtà sarebbero andante benissimo e quella sarebbe stata la storia della nostra vita "se"....
    Se solo fossimo stati più maturi, se sua madre fosse stata meno invadente, se i suoi amici meno pettegoli, se, se, se, se.....
    Con i "se", cara Danette, non si arriva a nulla: la tua storia é andata così e se questo è ciò che é successo un motivo ci sarà, anche se a te non appare evidente in questo momento ( lo sarà, forse, tra 10 anni...).
    E se pure un motivo non ci dovesse essere, questo è solo perché individuare una giustificazione per la nostra stessa esistenza è impresa improba in cui si esercitano da secoli Pensatori e Filosofi vari....
    La vita è un percorso a bivi, ad ogni secondo la nostra strada si divarica in due o più direzioni ed a seconda di quella che intraprendiamo andrà in un senso o in quello diametralmente opposto... Non possiamo farci niente, é così che vanno le cose: e, se ci pensi bene, tutto sommato questa volatilità dell'esistenza, questo mettersi in gioco in ogni istante, è anche uno dei motivi per cui è bello vivere...
    Pensa che palle se, invece, tutto scorresse sempre sullo stesso binario, imperturbabile agli scossoni della vita: tutto preciso, perfettino, da eterna famiglia del Mulino Bianco...
    Meglio, mille molte meglio, gioire, soffrire, sbagliare, cadere e poi rialzarsi, vivere avendo continuamente paura di perdere tutto, ma sperando sempre di azzeccare, prima o poi , il bivio giusto che ti porta alla felicità...
    Mille auguri.
    Ultima modifica di joker.the.mad : 21-01-2012 alle ore 11.20.42

  8. #8
    Partecipante L'avatar di danette76
    Data registrazione
    13-06-2008
    Messaggi
    52

    Riferimento: fantasmi del passato all'opera

    Ciao Joker the mad! hai reso perfettamente chiaro il concetto.
    Sto lavorando molto sull'elaborazione di questo distacco e a piccoli passi vado avanti. Ne uscirò prima o poi...
    Grazie!

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: fantasmi del passato all'opera

    intanto puoi essere soddisfatta di te stessa per aver scelto di intraprendere un percorso evolutivo che ti porterà ad un maggior grado di consapevolezza ed all'acquisizione e sviluppo di molte abilità, la cui assenza o scarsa funzionalità al momento ti limitano in maniera invalidante da come riporti. strada facendo riuscirai ad elaborare questa tua immagine prototipica alla quale àncori il grande perduto ed irripetibile amore. non che non sia una relatà emotiva fondata, magari lo è stata e lo è davvero. ma per fortuna dopo la notte c'è sempre un nuovo giorno. a volte abbiamo difficoltà a guardare il nuovo giorno che viviamo. inizialmente siamo pieni di rabbia per le presunte ingiustizie subite. poi realizziamo i nostri errori e ce ne rammarichiamo. ed a volte purtroppo rimaniamo impantanati in questo rammarico, che diventa vergogna tristezza e spesso qualcosa in più. una cosa importante però io penso sia non farsi distrarre dal problema isolandolo come un unico perno sul quale ruota la tua sofferenza. incastrare la tua storia finita in una finestra di otto anni e considerarla come un unico giorno, un unico problema per il quale tu soffri non ti porterà a nessuan verità. guardare invece quali sono i tuoi comportamenti che hanno portato all'esito di cui parli, e trovare una correlazione fra quei comportamenti, mancanze, incapacità, errori etc, ed il tuo sviluppo precedente come persona potrà invece darti le risposte che cerchi. ovvero se ritieni che alcuni tuoi comportamenti abbiano inciso fortemente sulla vostra separazione, chiederti da quali relazioni, vissuti ed esperienze quei comportamenti derivavano. questo è un primo passo per nono lasciarsi distrarrre troppo "dal problema" e vedere sterilmente solo quello. detto ciò sotto il consiglio e la supervisione del tuo terapeuta potresti perfino pensare a ricontattarlo. con molte palle e discrezione. vedere come la ricorda lui quella storia. cosa significava e significa per lui. se ora è seriamente impegnato la cosa non lo destabilizzerà, ed a te darà un termine di confronto magari doloroso ma estremamente utile. ceerto per la sua partner non sarebbe bello nè facile, come non lo è per te del resto. cmq questa è solo un'idea, l'importante a mio avviso è quel che ti ho detto in precedenza. in bocca al lupo e complimenti per la tua forza.

Privacy Policy