• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 9 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 125

Discussione: Dubbi primo colloquio

  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    Dubbi primo colloquio

    Ciao a tutti! Avrei qualche dubbio da condividere con voi, che magari saprete chiarirmi le idee riguardo il primo colloquio di sostegno psicologico:

    -per l'apertura della partita iva come regolarsi se non si sa quando si avrà il primo paziente? mi spiego: aprirla subito indipendentemente da quando si riuscirà a fissare il primo appuntamento, oppure attendere di fissarne uno?

    -stesso discorso per l'aasicurazione e l'enpap (l'enpap so che va attivato con la prima fattura, ma è vero che si possono scegliere le tariffe o ce n'è una unica?

    -cosa far firmare? ho trovato diversi moduli su vari siti dell'ordine e non, ma vorrei sapere quali sono davvero utili e necessari, se avete il link tanto meglio

    -far pagare o meno il primo colloquio? o almeno, secondo voi quali sono pro e contro del far pagare e del non far pagare..

    -come riuscite a distinguere sostegno psicologico da psicoterapia nel rapporto con il paziente? ovviamente per chi è specializzando e quindi frequenta una scuola.. perchè la differenza per chi ci sta dentro diventa sottile, quindi per evitare di fare errori...

    Se avete consigli di qualunque tipo che possono essere importanti per iniziare sono ben accetti.

    Grazie

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Citazione Originalmente inviato da trudinaa Visualizza messaggio
    Ciao a tutti! Avrei qualche dubbio da condividere con voi, che magari saprete chiarirmi le idee riguardo il primo colloquio di sostegno psicologico:

    -per l'apertura della partita iva come regolarsi se non si sa quando si avrà il primo paziente? mi spiego: aprirla subito indipendentemente da quando si riuscirà a fissare il primo appuntamento, oppure attendere di fissarne uno?
    ciao, io aspetterei di avere un paziente, più che altro perchè nel momento in cui apri la partita iva inizi anche ad essere soggetto ai controllo del fisco
    io ad esempio la fattura ai pazienti la do dopo un tot di sedute, se ti arriva una persona puoi andare all'agenzia delle entrate il giorno dopo (o eventualmente aprire la partita iva nel tempo che intercorre tra la telefonata del paziente e il primo appuntamento!), tanto la procedura di apertura viene fatta nello stesso giorno

    -stesso discorso per l'aasicurazione e l'enpap (l'enpap so che va attivato con la prima fattura, ma è vero che si possono scegliere le tariffe o ce n'è una unica?
    ci sono diverse tariffe, ma sei tu a scegliere quale pagare, in base a quanti contributi vuoi che ti vengano versati! in generale (almeno da quanto ne so io) la tariffa base dell'enpap è il 2% su tutte le fatture...

    -cosa far firmare? ho trovato diversi moduli su vari siti dell'ordine e non, ma vorrei sapere quali sono davvero utili e necessari, se avete il link tanto meglio
    se è un adulto, i moduli per il consenso al trattamento dei dati e quello per il consenso al counseling. Se si tratta di un minore, il modulo del consenso al trattamento per i minori

    -far pagare o meno il primo colloquio? o almeno, secondo voi quali sono pro e contro del far pagare e del non far pagare..
    fallo assoultamente pagare!!! Primo tra tutti, perchè anche quello è un colloquio utile, non un colloquio di semplici informazioni. Inoltre fare il primo colloquio gratis attira una serie di persone assolutamente non motivate ... addirittura ad una mia collega con cui condivido lo studio è capitato di prendere appuntamento con una tizia che era venuta solo per sapere informazioni generali e che dopo un quarto d'ora se ne è andata purtroppo non far pagare il primo colloquio sembra inizialmente vantaggioso ("non lo faccio pagare e magari vengono più persone") ma si rischia di attirare persone che poi non si fanno più vedere (e così tu hai perso tempo e fatica, lavorando gratis) o addirittura persone che prendono l'appuntamento e poi non si presentano

    -come riuscite a distinguere sostegno psicologico da psicoterapia nel rapporto con il paziente? ovviamente per chi è specializzando e quindi frequenta una scuola.. perchè la differenza per chi ci sta dentro diventa sottile, quindi per evitare di fare errori...
    secondo me è importante specificare che tu non sei psicoterapeuta, e che pertanto effettui percorsi di sostegno che possono aiutare la persona, ma che ti riservi di inviare il paziente ad un collega psicoterapeuta nel momento in cui il paziente manifesti un disagio che richiede un vero e proprio percorso di "cura"... io facevo così all'inizio anche se questo inevitabilmente richiederò un minimo di spiegazione per far capire (ricordo le facce perplesse di alcuni)

    in bocca al lupo
    Chiara
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di Alessya79
    Data registrazione
    06-11-2009
    Messaggi
    345

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Ciao Trudinaa, in quali ambiti di intervento intendi lavorare?

  4. #4
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Grazie mille arwen!!
    Alessya sono indirizzata verso il clinico, ti interessa sapere qualcosa in particolare?

  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di Alessya79
    Data registrazione
    06-11-2009
    Messaggi
    345

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    No, così, era solo per sapere di cosa ti occuperai. Anch'io vorrei iniziare la libera professione, per cui il tuo primo post interessa moltissimo anche a me perchè sono come te piena di dubbi ed ansie!

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Bene! Quale modo migliore per confrontarsi? Tu che dubbi hai?

  7. #7
    Partecipante Esperto L'avatar di Alessya79
    Data registrazione
    06-11-2009
    Messaggi
    345

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Guarda, più che altro sono insicura riguardo alle pratiche burocratiche necessarie per esercitare la libera professione, come partita iva, enpap ed assicurazione...temo di sbagliare qualcosa, dato che di queste cose proprio non me ne intendo...e l'ansia è chiaramente legata al fatto di svolgere colloqui di consulenza e sostegno, non avendone mai fatti..

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di agatha00
    Data registrazione
    28-09-2006
    Messaggi
    143

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Salve ragazze, sono nella vostra stessa situazione, e piena di ansie rispetto a tutto ciò che è burocratico ma non solo, tipo: dovrò fare una fattura per ogni prestazione anche se sarà lo stesso paziente? e i moduli per il consenso al trattamento dei dati dove li trovo? e la cartella clinica? e per eventuale somministrazione di test, voi li avete già acquistati? scusate le domande che possono sembrare assurde ma per chi non ha mi iniziato queste cose non le può proprio sapere, poi ovviamente rientreranno nella normalità credo. Grazie!

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Citazione Originalmente inviato da Alessya79 Visualizza messaggio
    Guarda, più che altro sono insicura riguardo alle pratiche burocratiche necessarie per esercitare la libera professione, come partita iva, enpap ed assicurazione...temo di sbagliare qualcosa, dato che di queste cose proprio non me ne intendo...e l'ansia è chiaramente legata al fatto di svolgere colloqui di consulenza e sostegno, non avendone mai fatti..
    Per p.iva assicurazione ed enpap potremmo fare come ci ha suggerito arwen, magari informarci su quanto dobbiamo pagare per la pensione, e cercare un'assicurazione valida e poco costosa!
    Per l'ansia da sostegno quella è normalissima, quindi più che prendere spunti qua e là non possiamo fare, solo l'esperienza ci aiuterà... Dobbiamo buttarci all'inizio, il resto verrà da sè

    Citazione Originalmente inviato da agatha00 Visualizza messaggio
    Salve ragazze, sono nella vostra stessa situazione, e piena di ansie rispetto a tutto ciò che è burocratico ma non solo, tipo: dovrò fare una fattura per ogni prestazione anche se sarà lo stesso paziente? e i moduli per il consenso al trattamento dei dati dove li trovo? e la cartella clinica? e per eventuale somministrazione di test, voi li avete già acquistati? scusate le domande che possono sembrare assurde ma per chi non ha mi iniziato queste cose non le può proprio sapere, poi ovviamente rientreranno nella normalità credo. Grazie!
    Io credo che farò la fattura per ogni colloquio, credo sia opportuno farci pagare ad ogni seduta... I moduli dovrebbero essere sul sito dell'ordine, io ne avevo trovati diversi ma tempo fa, devo tornarci ma non ho ancora avuto un attimo..!
    I test dipende, o li acquisti, o te li presta qualche collega, o te li danno a scuola se frequenti una scuola di specializzazione, quindi dipende dai casi... Comunque costano tantissimi, quindi acquistarli sarà dura!!!

    Domando a voi, per insegnare, o per scrivere articoli in internet o su giornali, o per fare altro che non sia il colloquio clinico, serve comunque la partita inva oppure no?
    Se iniziamo il percorso insieme, è bello poterci confrontare ragazze!

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di Alessya79
    Data registrazione
    06-11-2009
    Messaggi
    345

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Sono d'accordo con Trudinaa sul fatto di farsi pagare ad ogni colloquio e rilasciare fattura. Io pensavo inoltre di iniziare preparando i biglietti da visita indicando gli ambiti di intervento (dopo aver individuato la sede di lavoro, ovviamente) ed occuparmi dopo la prima telefonata di un paziente di partita iva, assicurazione ed enpap....

    I fogli del trattamento dati e consenso al counseling di solito sono sui siti dei vari Ordini....

    Cosa dite?

  11. #11
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Dei biglietti da visita io ho già fatto una bozza, ma sono molto indecisa su quanti farne fare, e a chi consegnarli.. In teoria si, con il primo appuntamento anche io vorrei provvedere alla partita iva, e alla prima fattura anche l'enpap, però non ti nascondo che questa cosa mi mette un pò d'ansia...

    Dimenticavo, i moduli sono due giusto? consenso al gtrattamento dei dati, e consenso informato consulenza psicologica?
    Ultima modifica di trudinaa : 04-01-2012 alle ore 19.10.07

  12. #12
    Partecipante Assiduo L'avatar di agatha00
    Data registrazione
    28-09-2006
    Messaggi
    143

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Che bello scambiarci informazioni così importanti e condividere la stessa ansia! dai ragazze, ce la faremo!! Grazie Trudinaa, i moduli li ho infatti trovati sul sito dell'ordine, ma non sapevo fossero due da far firmare, quindi quello per il consenso al trattamento dei dati e quello per il consenso alla consulenza psicologica? per i test dovrò organizzarmi dato che attualmente non sto frequentando la scuola di specializzazione ma un master e quindi i test non sono a mia disposizione. per quanto riguarda invece la domanda che hai posto, cioè se serva avere la P.IVA per insegnare e scrivere articoli, credo che dipenda da come verrai inquadrata (come contratto intendo) nella struttura in cui lavorerai, cioè se è un contratto di collaborazione credo proprio che ti servirà, se invece è una prestazione occasionale credo di no, però se qualcuno di voi che sta leggendo capisce che sto dicendo delle fesserie lo faccia pure presente
    Altra domanda che vi pongo: come comportarci se avremo degli appuntamenti mancati? magari proprio il primo? farlo pagare?

  13. #13
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Citazione Originalmente inviato da agatha00 Visualizza messaggio
    Altra domanda che vi pongo: come comportarci se avremo degli appuntamenti mancati? magari proprio il primo? farlo pagare?
    se è il primo colloquio a venire mancato, io l'ho sempre vista come un segno di scarsa motivazione della persona...in genere non lo faccio pagare, lascio perdere, ma richiamo la persona per capire cos'è successo... in genere gli faccio passare un messaggio tipo "se vuole io sono disponibile ad un ulteriore incontro, ci pensi e mi richiami se lo desidera" (della serie "ciccio, pensaci e vedi di deciderti" ). Per i colloqui mancati durante un percorso, dipende anche dall'orientamento teorico che adottate: un mio collega, psicodinamico, fa pagare anche le sedute mancate (ad esempio, per vacanze programmate) ma non quelle che la persona annulla all'ultimo momento (interpretando quindi le sedute mancate come una resistenza del paziente, e quelle saltate all'ultimo come dovute ad un impedimento reale, ad esempio l'influenza ecc).
    Io faccio esattamente l'opposto : nel primo colloquio chiarisco che se il paziente deve annullare una seduta, lo deve fare almeno con 24 ore di preavviso, altrimenti me la paga lo stesso così evito i perditempo che all'ultimo sono indecisi se venire o meno (e che poi magari si inventano una palla all'ultimo mentre io sono già lì in studio ad aspettarli..) poi a me non è mai capitato di avere pazienti che non pagassero...se mi dovesse capitare, penso che insisterei fino ad un certo punto, magari spostando il tutto su quanto è motivata la persona a stare dentro un percorso che richiede anche un consistente impegno economico
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  14. #14
    Partecipante Esperto L'avatar di Alessya79
    Data registrazione
    06-11-2009
    Messaggi
    345

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    Arwen, tu cosa consiglieresti di scrivere sui biglietti da visita? Solo psicologa o anche di cosa ti occupi? Ad esempio, chi è solo psicologo e si occupa di counseling, come potrebbe indicare questo?
    Grazie, non avendoli mai fatti, permangono i dubbi....

  15. #15
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: Dubbi primo colloquio

    anche io vorrei buttarmi

Pagina 1 di 9 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy