• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    04-09-2006
    Messaggi
    436

    Tesi con relatore ESTERNO al proprio cdl (ma sempre di Psicologia)

    Tralasciando tutti gli altri fattori (qualità della tesi, bravura nella discussione, etc.), secondo voi se uno studente sceglie un relatore esterno al proprio cdl, la commissione potrebbe infastidirsi? C'è un rischio maggiore che lo studente venga "massacrato"?

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Tesi con relatore ESTERNO al proprio cdl (ma sempre di Ps

    Non penso, sarebbero davvero dinamiche infantili, si spera che tra i prof non succedano. Cmq se uno studente viene massacrato, è quasi un buon segno, vuol dire che sono svegli e stanno seguendo la discussione, in genere si addormentano tutti...ho visto proprio prof stentare a tenere gli occhi aperti o addirittura appisolarsi per qualche secondo...Il vero fastidio per loro sono i tesisti, per loro è un momento di noiosa routine di cui non importa un fico secco. Certo, poi ci sono prof e prof, quindi non si sa mai che reazioni può avere un essere umano.

  3. #3
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    04-09-2006
    Messaggi
    436

    Riferimento: Tesi con relatore ESTERNO al proprio cdl (ma sempre di Ps

    Citazione Originalmente inviato da ste203xx Visualizza messaggio
    Non penso, sarebbero davvero dinamiche infantili, si spera che tra i prof non succedano. Cmq se uno studente viene massacrato, è quasi un buon segno, vuol dire che sono svegli e stanno seguendo la discussione, in genere si addormentano tutti...ho visto proprio prof stentare a tenere gli occhi aperti o addirittura appisolarsi per qualche secondo...Il vero fastidio per loro sono i tesisti, per loro è un momento di noiosa routine di cui non importa un fico secco. Certo, poi ci sono prof e prof, quindi non si sa mai che reazioni può avere un essere umano.
    Un problema, forse, potrebbe esserci se si hanno relatore e correlatore in disaccordo...magari perché si riferiscono a modelli teorici psicologici non coincidenti.

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Tesi con relatore ESTERNO al proprio cdl (ma sempre di Ps

    però anche in questo caso, avere un modello teorico di riferimento diverso da un altro, non dovrebbe essere motivo di conflitto, ma di dialogo. Un cognitivista e uno psicodinamico dovrebbero rispettare ciascuno il modello dell'altro, senza imporre il proprio come l'unico giusto e senza trasformare la loro diversità in occasione di scontro, ma di reciproco arricchimento. O almeno, dall'alto della loro autorevolezza e sapienza, dovrebbero darci questo esempio: che essere diversi è occasione di incontro, non di scontro. Poi certo, è anche vero che questi esimi baroni non sempre danno fulgidi esempi...Cmq orientativamente direi di non fartene un problema grande

Privacy Policy