• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di ZingarellaOps
    Data registrazione
    09-09-2006
    Residenza
    Provincia di Salerno
    Messaggi
    11,811

    Iter formativo dello psicologo/psicoterapeuta

    Ho notato che c’è abbastanza confusione a riguardo e - magari - riordinarci le idee farà bene a tutti.

    Laurea triennale di primo livello
    Laurea magistrale di secondo livello

    Tirocinio professionalizzante post laurea magistrale
    Ha una durata complessiva di 1000 ore da svolgersi in due semestri consecutivi (tirocinio annuale).
    Questo tirocinio è necessario e obbligatorio per accedere all’esame di stato per l'iscrizione alla sezione A dell'albo professionale.

    Esame di Stato
    Qui trovate il link al documento completo:http://www.miur.it/0006Menu_C/0012Do...1361Modifi.htm

    PROFESSIONE DI PSICOLOGO
    Art. 50
    (Sezioni e titoli professionali)
    1. Nell'albo professionale dell'ordine degli psicologi sono istituite la sezione A e la sezione B.2. Agli iscritti nella sezione A spetta il titolo professionale di psicologo.3. Agli iscritti nella sezione B spetta il titolo professionale di psicologo iunior.4. L'iscrizione all'albo professionale degli psicologi è accompagnata rispettivamente dalle dizioni: "Sezione degli psicologi", "Sezione degli psicologi iuniores". Nella sezione degli psicologi iuniores viene annotata la specifica attività professionale dell'iscritto in coerenza con il percorso formativo, con riferimento alle specifiche figure professionali, individuate con decreto del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica, come previsto all'articolo 52, comma 1.
    5. Qualora gli iscritti nella sezione A abbiano conseguito la specializzazione in psicoterapia, l'esercizio dell'attività di psicoterapeuta è annotata nell'Albo, come previsto dalla legge 18 febbraio 1989, n. 56.

    Art. 51
    (Attività professionali)
    1. Formano oggetto dell'attività professionale degli iscritti nella sezione A, ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 1, comma 2, restando immutate le riserve e attribuzioni già stabilite dalla vigente normativa, oltre alle attività indicate nel comma 2, le attività che implicano l'uso di metodologie innovative o sperimentali, quali:a) l'uso di strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione, riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità;
    b) le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito;
    c) il coordinamento e la supervisione dell'attività degli psicologi iuniores.
    2. Formano oggetto dell'attività professionale degli iscritti nella sezione B, ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 1, comma 2, restando immutate le riserve e attribuzioni già stabilite dalla vigente normativa, le attività di natura tecnico-operativa in campo psicologico nei riguardi di persone, gruppi, organismi sociali e comunità, da svolgere alle dipendenze di soggetti pubblici e privati e di organizzazioni del terzo settore o come libero professionista. In particolare lo psicologo iunior:a) partecipa alla programmazione e alla verifica di interventi psicologici e psico-sociali;
    b) realizza interventi psico-educativi volti a promuovere il pieno sviluppo di potenzialità di crescita personale, di inserimento e di partecipazione sociale;
    c) utilizza il colloquio, le interviste, l'osservazione, i test psicologici e altri strumenti di analisi, ai fini della valutazione del comportamento, della personalità, dei processi cognitivi e di interazione sociale, delle opinioni e degli atteggiamenti, dell'idoneità psicologica a specifici compiti e condizioni;
    d) utilizza con persone disabili strumenti psicologici per sviluppare o recuperare competenze funzionali di tipo cognitivo, pratico, emotivo e relazionale, per arrestare la regressione funzionale in caso di malattie croniche, per reperire formule facilitanti alternative;
    e) utilizza strumenti psicologici per l'orientamento scolastico-professionale, la gestione e lo sviluppo delle risorse umane;
    f) utilizza strumenti psicologici ed ergonomici per rendere piu' efficace e sicuro l'operare con strumenti, il comportamento lavorativo e nel traffico, per realizzare interventi preventivi e ormativi sulle tematiche della sicurezza con individui, gruppi e comunità, per modificare e migliorare il comportamento in situazione di persone o gruppi a rischio;
    g) cura la raccolta, il caricamento e l'elaborazione statistica di dati psicologici ai fini di ricerca.

    Art. 52
    (Esami di Stato per l'iscrizione nella sezione A)
    1. L'iscrizione nella sezione A è subordinata al superamento di apposito esame di Stato.2. Per l'ammissione all'esame di Stato è richiesto il possesso della laurea specialistica nella classe 58/S - Psicologia, oltre a un tirocinio della durata di un anno.3. L'esame di Stato è articolato nelle seguenti prove:a) una prima prova scritta sui seguenti argomenti: aspetti teorici e applicativi avanzati della psicologia; progettazione di interventi complessi su casi individuali, in ambito sociale o di grandi organizzazioni, con riferimento alle problematiche della valutazione e dello sviluppo delle potenzialità personali;
    b) una seconda prova scritta sui seguenti argomenti: progettazione di interventi complessi con riferimento alle problematiche della valutazione dello sviluppo delle potenzialità dei gruppi, della prevenzione del disagio psicologico, dell'assistenza e del sostegno psicologico, della riabilitazione e della promozione della salute psicologica;
    c)una prova scritta applicativa, concernente la discussione di un caso relativo ad un progetto di intervento su individui ovvero in strutture complesse;
    d) una prova orale sugli argomenti della prova scritta e su questioni teorico-pratiche relative all'attività svolta durante il tirocinio professionale, nonché su aspetti di legislazione e deontologia professionale.

    Art. 53
    (Esami di Stato per l'iscrizione alla sezione B)
    1. L'iscrizione alla sezione B è subordinata al superamento di apposito esame di Stato.2. Per l'ammissione all'esame di Stato è richiesto il possesso della laurea nella classe 34 - Scienze e tecniche psicologiche, ltre a un tirocinio della durata di sei mesi.3. L'esame di Stato è articolato nelle seguenti prove:a)una prova scritta vertente sulla conoscenza di base delle discipline psicologiche e dei metodi di indagine e di intervento;
    b) una seconda prova scritta vertente su discipline e metodi caratterizzanti il settore;
    c) una prova pratica in tema di definizione e articolazione dello specifico intervento professionale all'interno di un progetto proposto dalla commissione;
    d) una prova orale consistente nella discussione delle prove scritte e della prova pratica, e nella esposizione dell'attività svolta durante il praticantato, nonché su aspetti di legislazione e deontologia professionale.
    4. L'iscrizione nella sezione B avviene con l'annotazione della specifica attività professionale, in coerenza con il percorso formativo, con riferimento alle specifiche figure professionali individuate con decreto del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica, su proposta dell'ordine, sentita la conferenza dei presidi delle facoltà di psicologia, ferma restando comunque la facoltà di esercitare una qualsiasi delle attività di cui all'articolo 51, comma 2.

    Quindi, dopo l’esame di stato si è iscritti regolarmente all'albo e si è psicologi a tutti gli effetti, in quanto appunto, abilitati alla professione; altrimenti siamo dottori magistrali.

    Chi è lo Psicologo
    "La professione di psicologo comprende l'uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la
    prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte
    alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di
    sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito".
    http://www.psy.it/allegati/legge_56_1989_02_18.pdf

    Lo Psicologo opera sia nel settore privato (come libero professionista o esercitando in strutture private e/o convenzionate), che nel settore pubblico (ASL, servizi socio-sanitari dei Comuni, Province, Regioni ed altri Enti locali) e applica le sue conoscenze in molti ambiti: clinico, scolastico, familiare, lavorativo, della comunicazione.

    Chi è lo Psicoterapeuta
    "L'esercizio dell'attività psicoterapeutica è subordinato ad una specifica formazione professionale, da
    acquisirsi, dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di
    specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in
    psicoterapia, attivati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162, presso
    scuole di specializzazione universitaria o presso istituti a tal fine riconosciuti con le procedure di cui
    all'articolo 3 del citato decreto del Presidente della Repubblica". (Sempre dall'Ordinamento della professione di Psicologo).

    Per i vari orientamenti teorici vi lascio questo link:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Psicoterapia



  2. #2

    Riferimento: Iter formativo dello psicologo/psicoterapeuta

    grazie zingarella, c'è troppa confusione in giro e ci si confonde facilmente

Privacy Policy