• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,910

    Gli opposti si attraggono.... o si oppongono?

    Mi piaceva sapere un po' la vostra opinione per discorrere su questo tema, la metto su sentimentalmente perche' credo sia la sezione piu' adatta .. in quando non si tratta di un discorso da studenti o addetti ai lavori ma di qualcosa di piu' personale e che prescinde maggiormente dalla nostra interiorita' e dal nostro modo di intendere le relazioni...
    Nelle vostre esperienze.. citando il detto popolare... poi pensate che gli opposti si attraggano ... o che si oppongano.... Non voglio farne un discorso meramente sentimentale di coppia, anzi volevo proprio estenderlo al sentimento in senso lato.. amore ma in egual misura amicizia e legami di ogni genere.,..
    Sinceramente e personalmente credo che fondamentalmente siamo attratti da cio' che ci e' diverso solo inizialmente... un po' per il gusto della novita', un po' per un certo sapore dell'ignoto e dello sconosciuto che ci prende un po'... anche per la voglia di approfondire modi di pensare e di vivere la vita oppposti, diversi e un po' "sconosciuti" .. pero' poi penso che in quel diverso.. o cmq in quella persona .. per continuare ad avere un legame forte, duraturo e sereno abbiamo bisogno di rintracciare qualcosa di noi, qualcosa che ci somigli e che ci appartenga....senza il quale non riusciamo a instaurare relazioni comunque in un certo qual modo positive... Quindi anche cio' che ci appare diverso .. e per cui siamo tentati a dire che "gli opposti si attraggono" fondamentalmente ci attraggono e ci legano a noi solo quando in essi riscopriamo delle convergenze che ci fanno amare le divergenze..... Almeno ad esempio nei rapporti che ho avuto e anche nelle mie amicizie piu' strette... ho sempre notato la convergenza e l'apprezzare una certa similitudine anche nelle persone che per molte cose mi erano differenti... ed era quella probabilmente che mi rendeva molto legato fin da subito..
    Cosa ne pensate?

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Gli opposti si attraggono.... o si oppongono?

    Ciao Duccio
    Ti dirò, io non penso che gli opposti si attraggano. In particolar modo in amicizia, penso che ci si senta maggiormente legati a persone che ci somigliano, nel modo di pensare e nelle abitudini; l'amicizia si basa molto su una convergenza di opinioni, idee, gusti, preferenze, abitudini, hobby...è difficile che nasca una vera amicizia tra persone troppo diverse, che hanno poco in comune. Naturalmente parto dal presupposto che non esistono individui uguali, quindi anche tra persone molto simili vi sono una miriade di differenze e sfumature che possono rendere il rapporto stimolante per entrambi.
    In amore, il discorso è più complesso secondo me. Penso bisogna distinguere tra infatuazione/innamoramento e l'amore. Nel primo caso, è facile si venga attratti dal "nuovo", da ciò che è diverso da sè e che appare subito molto attraente, eccitante, e attira come una calamita. Ma un rapporto d'amore duraturo necessita anche di una base comune. Eccessive differenze di carattere, di abitudini, di gusti, di idee.....portano a lungo andare alla rottura di una relazione sentimentale. Penso che l'amore si basi molto su ciò che lega intimamente due persone, un comune sentire, un comune modo di guardare alla vita e di viverla...condividendola. E' molto difficile la condivisione tra chi è troppo diverso.
    Certo, ci sono delle sfumature caratteriali che si incastrano e si compensano bene tra loro, per cui in una coppia il partner più estroverso e giocoso può compensare la timidezza dell'altro partner, ma dev'essere una differenza non troppo marcata per far funzionare bene le cose...
    Mio parere personale!
    Ultima modifica di Alesxandra : 13-10-2011 alle ore 01.17.58

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Distillers
    Data registrazione
    15-01-2005
    Residenza
    provincia di Torino
    Messaggi
    1,182
    Blog Entries
    2

    Riferimento: Gli opposti si attraggono.... o si oppongono?

    Mi trovo sostanzialmente in accordo con voi. Un minimo di diversità è necessaria per crescere vicendevolmente e per non fare inabissare un rapporto, di qualunque natura essa sia, ma di fondo ci deve essere una comunanza di idee, gusti e interessi perché si costruiscano le basi del rapporto stesso.
    «O siamo capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, o dobbiamo lasciarle esprimere. Non è possibile sconfiggere le idee con la forza, perché questo blocca il libero sviluppo dell'intelligenza.»
    Ernesto Guevara de la Sierna


    Il mio blog di ricette

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di Tania1979
    Data registrazione
    19-01-2007
    Residenza
    Sicilia
    Messaggi
    3,032

    Riferimento: Gli opposti si attraggono.... o si oppongono?

    penso che dipende dalle persone, ci sono opposti che si attraggono e altri che si oppongono,altri opposti ancora che si attraggono e oppongono a seconda dei periodi e degli avvenimenti,non si può dire cosa è per tutti ,dipende dai casi
    _______

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di Tenaciaa
    Data registrazione
    05-06-2011
    Messaggi
    1,309

    Riferimento: Gli opposti si attraggono.... o si oppongono?

    Io penso che si attraggano, almeno per me è stato così!
    non nego comunque che le discussioni non mancano però alla fine se c'è DAVVERO sentimento si può benissimo stare insieme lo stesso
    Il lavoro allontana da noi tre grandi mali: la noia, il vizio, il bisogno – Voltaire

  6. #6
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,910

    Riferimento: Gli opposti si attraggono.... o si oppongono?

    si ma il succo del discorso che avevo messo in evidenza e su cui volevo discutere era piu' che altro questo..... si attraggono perche' sono opposti.. o perche' in fondo c'e' sempre una piccola percentuale di somiglianza ed e' per quello che poi rimangono legati a prescindere dalle divergenze e differenze? io credo sia piu' la seconda ... Ovvio che dipende dai casi ecc ma se la mettiamo sul fatto che siamo tutti diversi ecc e quindi varia da caso a caso non si puo' piu' discutere su niente... perche' e' sempre vero tutto e il contrario di tutto

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Antinomica
    Data registrazione
    22-03-2008
    Residenza
    al mare
    Messaggi
    9,035

    Riferimento: Gli opposti si attraggono.... o si oppongono?

    Secondo me chi ci attrae, inevitabilmente da qualche parte, in qualche angolo remoto di noi ci assomiglia (o all'evenienza anche in più angoli meno remoti ). Porto l'esempio di un mio caro amico con cui non ho gusti o abitudini in comune, chi ci incontra per strada, anche a vista, intuisce che siamo diametralmente opposti. Eppure siamo intimamente affini, abbiamo la stessa visione della vita e sulle questioni importanti, la pensiamo allo stesso modo.
    Ora forse se fossimo coppia sarebbe un pò più arduo andare d'accordo a lungo termine, ma comunque non impossibile.
    Personalmente ciò che è totalmente opposto a me (non parlo di abitudini o gusti, ma di modi di essere) non mi attrae.
    Ciò che tiene unite due persone sono le comunanze. Le differenze (talvolta) affascinano, le comunanze legano.
    Ultima modifica di Antinomica : 14-10-2011 alle ore 21.52.49
    C'era una stella che danzava e sotto quella sono nata (W. Shakespeare)



  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di N_is_Near
    Data registrazione
    19-10-2011
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    138
    Blog Entries
    8

    Riferimento: Gli opposti si attraggono.... o si oppongono?

    Mi alleccerei di più all'ultimo post: bisogna vedere quali sono le componenti di similitudine e quali di opposizione.
    Credo che a nessuno piacciano i bugiardi cronici e inveterati, per dirne una.
    Dipende molto, secondo me, anche il grado di "tolleranza" abbia un individuo in rispetto all'alterità del prossimo: ci sono persone molto inquadrate che possono vedere persone di cultura e ideologia diversa come "simpatici zuzzurelloni", ma apprezzarli lo stesso... come pure "mine vaganti sul punto di scoppiare" (a prescindere che sia vero o meno).
    Punterei a vedere quindi la persona di riferimento, che caratteristiche abbia.
    Conosci te stesso, ama te stesso e il prossimo.

Privacy Policy