• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: casa-studio

  1. #1

    casa-studio

    Salve,
    sono una psicoterapeuta ed esercito privatamente da qualche anno.
    Sto pensando di trasferire lo studio presso la mia abitazione, in quanto
    lo spazio si presta bene alle finalità professionali, e ciò mi
    consentirebbe di risparmiare le spese di affitto. Il mio regime fiscale
    prevede già l'utilizzo di casa-studio.

    Mi chedevo come è regolamentata la questione dello svolgimento di attività
    professionali presso una abitazione privata, se ci sono richieste o
    dichiarazioni da fare al condominio, al comune di residenza, all'ordine.

    Le domande si fanno piu' pressanti in quanto l'amministratrice del mio
    condominio ha sollevato la questione che, essendo il mio appartamento
    accatastato come abitazione e non come studio, non potrei svolgere
    l'attività professionale di pscioterapeuta se non cambiando destinazione
    d'uso all'immobile. Sebbene non penso che sia vero che un'attività
    privata debba essere necessariamente svolta presso un locale destinato
    ad essere esclusivamente uno studio (o mi sbaglio??), volevo
    documentarmi per bene.

    Ci potrebbe essere il problema, poi, se il regolamento di condominio
    impedisse di svolgere tale tipo di attività, ma questa sarebbe
    tutt'altra questione, da risolvere con i condomini (sperando che sia possibile,
    perchè i regolamenti condominiali sono ferrei!!).

    Mi interessa avere le carte in regola, per non avere brutte sorprese e
    non dare problemi a nessuno, mi potreste aiutare, magari riportandomi di
    esperienze simili alla mia, o suggerendomi a chi chedere o dove cercare?
    sto tentando di contattare l'ordine degli psicologi del lazio per avere
    una consulenza legale, ma non ancora sono riuscita.
    Grazie!!!
    dm

  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di chiocciolina4
    Data registrazione
    12-04-2005
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    4,820

    Riferimento: casa-studio

    sicuramente l'ordine potrà darti informazioni certe, anzi ce le fai sapere quando ti chiarisci il tutto? Grazie

    Un vero amico ti pugnala sempre di fronte. (O. Wilde)

    Perchè per un uomo la psicoanalisi dura meno? Non c'è bisogno di regredire all'infanzia.

    Non sono cattiva, è che mi disegnano così...! -->

    Membro del Club del Giallo e addetta all'ufficio promozione e marketing - Tessera n° 2
    (Guardiana radar del gruppo insieme a RosaDiMaggio )

    Vieni a trovarci al social group!

  3. #3

    Riferimento: casa-studio

    Ciao,
    praticamente non c'è bisogno di alcuna autorizzazione nè comunicazione. Per aprire uno studio professionale privato non c'è neanche bisogno che l'immobile sia destinato ad uso studio, ma va bene anche un appartamento ad uso abitativo.
    Il problema del condominio invece esiste: se il regolamento impedisce di fare studio non lo si può fare. Nel mio caso il regolamento vincolava soltanto nel caso di attività pericolose, come stidi medici in cui si utilizzano apparecchiature a raggi x.
    Così, alla fine, non ho avuto problemi.
    Saluti,
    d

Privacy Policy