• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 13 di 13

Discussione: Psicologo-asl

  1. #1
    Partecipante Figo L'avatar di Pazzamente
    Data registrazione
    20-09-2008
    Residenza
    Campania
    Messaggi
    835

    Psicologo-asl

    Ciao a tutti!!!! ho appena iniziato il Tirocinio post-laurea magistrale.
    Volevo sapere, a titolo informativo, come fare per lavorare in un ASL che ancora non ho ben capito seppur abbia fatto un pò di ricerca
    Inoltre volevo sapere, adesso, che ancora non sono iscritta all'albo (e nemmeno quello B), cosa potrei fare di concreto??? vorrei iniziare ad avviarmi nelle piccole cose, anche associato ad uno psicologo..

    Grazie e spero in una vostra risposta!
    ...il bacio è la porta per la perdizione...

  2. #2
    lialy
    Ospite non registrato

    Riferimento: Psicologo-asl

    per lavorare nell'asl bisogna avere la specializzazione e vincere un concorso..

  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di Pazzamente
    Data registrazione
    20-09-2008
    Residenza
    Campania
    Messaggi
    835

    Riferimento: Psicologo-asl

    Specializzazione?? cioè psicoterapia??? perchè, nel concorso viene richiesto esplicitamente psicoterapeuta?
    ...il bacio è la porta per la perdizione...

  4. #4
    lialy
    Ospite non registrato

    Riferimento: Psicologo-asl

    ............tutti gli psicologi dell'asl dei consultori hanno tutti la specializzazione e accedono tramite un concorso............
    con la sola laurea si può fare ben poco, presentare dei progetti nelle scuole ma non come psicologa, fino all'abilitazione non si è nulla, la laurea in psicologia non vale nulla, cioè anche con l'eds vale poco......... .......................

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di Pazzamente
    Data registrazione
    20-09-2008
    Residenza
    Campania
    Messaggi
    835

    Riferimento: Psicologo-asl

    quindi per forza devo proseguire gli studi x altri 4 anni di psicoterapia??? ma è un omicidiooo...non solo economicamente......cioè...si lavora se si ha la professione psicoterapeuta, ma non di solo psicologo, seppur l'iscrizione all'albo di psicoterapia non esiste, ma solo di solo di psicologo??? bhààà il mondo non gira dritto..
    ...il bacio è la porta per la perdizione...

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Psicologo-asl

    non tutti i concorsi richiedono la specializzazione in psicoterapia, ad esempio quelli nel "reparto" Asl dei servizi sociali non lo richiedono. Più che altro, il problema è che non si tratta quasi mai di concorsi, come nelle favole, dove si compete in base al merito e il più competente vince (ahahahahahahaha, che bella battuta), ma di "regolarizzazioni" più o meno lecite di personale che già lavora all'interno e che è entrato in modi più o meno leciti. Insomma se vuoi investire almeno 30.000 euro per una scuola di specializzazione solo per avere la possibilità di partecipare a pseudo-concorsi, che anche nei rarissimi casi in cui sono puliti, non è certo garantita la vittoria...faresti un pessimo affare. Sono d'accordo con te che "il mondo nno gira dritto", prima si capisce la cosa e si esce dal mondo dei sogni, e meglio è...anzi non generalizzerei, all'estero non è così, ma in Italì...soprassediamo.
    Ultima modifica di ste203xx : 27-09-2011 alle ore 14.45.12

  7. #7
    lialy
    Ospite non registrato

    Riferimento: Psicologo-asl

    già, benvenuta nel mondo ...........................nella sanità pubblica ci vuole la specializzazione, nel privato non so.........se hai studiato psicologia per entrare nel publbico mi sa che devi rettificare i tuoi progetti...nulla dopo l'eds ti impedisce di focalizzare il tuo ambito e iniziare con la libera professione.....

  8. #8
    Partecipante Figo L'avatar di Pazzamente
    Data registrazione
    20-09-2008
    Residenza
    Campania
    Messaggi
    835

    Riferimento: Psicologo-asl

    nooooooooooooooooooooooooooo...non sia maiii...già i miei si sono tirati il sangue per farmi laureare alla specialistica...ma chi ce l'ha la possibilità economica (fortunati chi ce l'ha) e soprattutto psicologica....ho 25 anni e altri obiettivi di vita: sposarmi (poichè sono 6 anni che sono fidanzata) e farmi una famiglia...che per me se non li concretizzo, la vita non ha senso...cioè, il lavoro è importante e realizzarsi in ciò che si desidera, ma farsi una famiglia è un obiettivo che la vita, la natura ci ha dato per prima...io voglio iniziare a convivere con il mio ragazzo e se iniziassi a fare 4 anni ancora di studio...non potrei nè fare figli, nè mangiare, nè pagare l'affitto, nè lavorare, poichè costano un sacco di soldi gli studi di psicoterapia....e soprattutto..fare un sacrificio enorme anche nell'ignoto, come hai detto tu solo per avere la possibilità...ma io mi accontento di qualsiasi cosa..
    ...il bacio è la porta per la perdizione...

  9. #9
    Partecipante Figo L'avatar di Pazzamente
    Data registrazione
    20-09-2008
    Residenza
    Campania
    Messaggi
    835

    Riferimento: Psicologo-asl

    credo che nelle cliniche private non richiedano nessuna specializzazione..poichè privata...
    ...il bacio è la porta per la perdizione...

  10. #10
    Partecipante Figo L'avatar di Pazzamente
    Data registrazione
    20-09-2008
    Residenza
    Campania
    Messaggi
    835

    Riferimento: Psicologo-asl

    Cara Lyali...mi hai dato una piccola speranza...
    ...il bacio è la porta per la perdizione...

  11. #11
    Partecipante Super Esperto L'avatar di reagemmy
    Data registrazione
    19-03-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    677

    Riferimento: Psicologo-asl

    Citazione Originalmente inviato da ste203xx Visualizza messaggio
    non tutti i concorsi richiedono la specializzazione in psicoterapia, ad esempio quelli nel "reparto" Asl dei servizi sociali non lo richiedono. Più che altro, il problema è che non si tratta quasi mai di concorsi, come nelle favole, dove si compete in base al merito e il più competente vince (ahahahahahahaha, che bella battuta), ma di "regolarizzazioni" più o meno lecite di personale che già lavora all'interno e che è entrato in modi più o meno leciti. Insomma se vuoi investire almeno 30.000 euro per una scuola di specializzazione solo per avere la possibilità di partecipare a pseudo-concorsi, che anche nei rarissimi casi in cui sono puliti, non è certo garantita la vittoria...faresti un pessimo affare. Sono d'accordo con te che "il mondo nno gira dritto", prima si capisce la cosa e si esce dal mondo dei sogni, e meglio è...anzi non generalizzerei, all'estero non è così, ma in Italì...soprassediamo.
    scusa ste, mi puoi spiegare meglio questa cosa dei "reparti"? io finora ho sempre trovato nei concorsi disciplina "psicoterapia" o "psicologia" (mi sembra cmq di aver capito che per disciplina psicologia si intenda cmq una specializzazione tipo quelle universitarie)...

  12. #12

    Riferimento: Psicologo-asl

    quindi per fare i concorsi negli enti pubblici come ASL, bisogna per forza essere psicoterapeuti???

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Psicologo-asl

    Dunque, con la laurea in psicologia e l'abilitazione alla professione di psicologo (esame di stato e iscrizione all'Albo A) in teoria si può lavorare come psicologi. Gli ambiti (sempre in teoria) sono vari....nelle aziende per la selezione e formazione del personale, nelle scuole per progetti di orientamento o per sostegno psicologico agli studenti, nell'ambito clinico sempre per colloqui di sostegno psicologico, o se si ha la fortuna di lavorare in uno studio associato con un medico o altri colleghi psicoterapeuti si può fare anche diagnosi psicologica..... Tutto questo in teoria, poichè di spazio per lavorare ce n'è ben poco. Un'altra opportunità è di entrare in istituti, centri o cliniche private, ad esempio centri per diversamente abili, centri di riabilitazione per autismo o demenze, ecc... Invece, per seguire un paziente in un percorso psicoterapeutico, ovviamente è obbligatorio avere la specializzazione in psicoterapia. Ormai per partecipare ad un concorso pubblico nelle ASL è un requisito indispensabile. Anche per essere inseriti nelle graduatorie degli psicologi ambulatoriali è necessaria la specializzazione.
    In sintesi sono i termini stessi a dirci come funziona: psicologo= esperto di psicologia, ovvero la scienza che studia i processi mentali e il comportamento degli individui; psicoterapeuta=professionista che si occupa della cura dei disturbi psicopatologici. Detto questo, io mi chiedo davvero che senso abbia una laurea se non offre concrete opportunità di lavoro! In pratica si è quasi obbligati a specializzarsi, se si vuole far fruttare la propria laurea, ma questo è ingiusto. Così come esiste il medico di base non specializzato, esiste lo psicologo di base. Il problema è che, al di là delle chiacchiere teoriche, lo psicologo di base non si capisce bene cosa debba o sappia fare, è una figura professionale non ben collocata, e credo che tutti i laureati sappiano bene cosa significa lo spaesamento che si prova subito dopo questa laurea. Io sono molto arrabbiata, ma ormai ho smesso di lamentarmi e ho intrapreso il percorso di specializzazione in psicoterapia già da due anni.

    Comunque, cara Pazzamente, mi pare che il tuo curriculum riguardi le neuroscienze....quindi potresti provare a cercare nel tuo territorio delle cliniche private o dei centri riabilitativi per alzheimer, demenze, disturbi neuropsicologici... Lì ti occuperesti di diagnosi neuropsicologica e di riabilitazione. In bocca al lupo...

Privacy Policy