• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Identità di genere:imposizione o diritto?

    Mi piacerebbe avere i vs pareri circa quanto deciso dai genitori di questo bambino o bambina, il sesso non lo si conosce in quanto i genitori hanno deliberatamente scelto di non rivelarlo per minimizzare, a loro dire, le pressioni sociali.

    http://www.osservatoriopsicologia.it...-o-un-diritto/

    Personalmente mi chiedo quanto loro stessi non si faranno influenzare da questo fattore e al tempo stesso quanto possa essere facilitante per il bambino la scelta dei genitori.

    Va da sè che le pressioni sociali si fanno sempre largamente sentire, ma è altrettanto vero che questo non impedisce a buona parte degli individui di manifestare poi caratteristiche e/o comportamenti solitamente socialmente riconosciuti come peculiari di un sesso piuttosto che dell'altro.

    Credo che in qualche modo nascere maschi o femmine sia comunque parte dell'individuo, la difficoltà, sta, semmai, accettare che poi l'individuo non si comporti come ci si aspetti per il suo genere di appartenenza.
    Infine come è possibile essere avulsi dal contesto culturale e sociale nel quale si vive?
    Da un punto di vista pratico lo trovo poco effettivamente possibile, da un punto di vista teorico, è come vedere un vagone lasciato andare in mezzo ai prati, senza un minimo di rotaie: viaggerà? Se sì, come? Dove terminerà la sua corsa?

    Attendo pareri
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  2. #2
    ninfaverde
    Ospite non registrato

    Riferimento: Identità di genere:imposizione o diritto?

    Questa notizia è stata diffusa diverso tempo fa e allora come oggi trovo che sia un esperimento dalle gambe corte: sperimentare sulla pelle del proprio figlio come possa cambiare la sua crescita senza le pressioni sociali, che ahimè, inevitabilmente ci saranno anche nel non sapere nell'immediato il sesso(commenti, curiosità, dicerie non saranno fermati da nessuno, siamo animali sociali), è un tentativo estremo di evitare una realtà che in primis fa soffrire i genitori e non il bambino. I genitori fanno delle pressioni innaturali sullo sviluppo del figlio per non subire a loro volta pressioni inevitabili, in pratica si aggiunge altra pressione su pressioni che nessuno può evitare e loro ingenuamente si accodano alla società, proprio con il loro tentativo di controllo.
    E poi, nessuno cambierà mai il pannolino a questo pupo ad eccezione dei genitori?

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di N_is_Near
    Data registrazione
    19-10-2011
    Residenza
    Palermo
    Messaggi
    138
    Blog Entries
    8

    Riferimento: Identità di genere:imposizione o diritto?

    La cosa che mi sembra più ironica...è che questa scelta di certo non l'ha fatta il bambino.
    Non che fosse possibile ma... la trovo curiosa come cosa... tra l'altro in questo modo attireranno su di lui molta attenzione e pressioni per conoscere, scoprire, ect.
    Che andrebbe esattamente contro il loro intento originario.
    Conosci te stesso, ama te stesso e il prossimo.

Privacy Policy