• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5

Discussione: il frangiflutti

  1. #1

    il frangiflutti

    Stanotte ho sognato molte cose, ma ricordo solo questo.

    Mi trovavo in una conca marina molto grande. Stavo su una struttura frangiflutti, che si trovava nel bel mezzo. Mi trovavo sulla facciata interna rettangolare, aggrappato ad una scala verticale. Fermo. Una volta arrivato in alto si sarebbe visto di fronte il finire dell'insenatura artificiale di scogli.
    Dall'alto la scena sarebbe apparsa così:



    Ad un certo punto un'onda immensa si alza (guardando il disegno viene da sinistra, cioè contro di me nel sogno), ed attraversa la scogliera senza perdere la minima potenza. Sarà stata alta 50 metri. Si scontra col frangiflutti, ma è più alta e la sua cresta mi piomba addosso. È una di quelle onde hawaiiane, azzurra con sfumature verdi e dalla spuma bianca come le perle. Un pò la temo, ma resto aggrappato. Non sento freddo, nè mi sento bagnato, nonostante gli scrosci d'acqua mi cadino addosso fortissimi. La visuale non è sempre in prima persona, talvolta è in terza, come se fossi uno spettatore onnisciente.

    Non so come va a finire, tutto ciò che ricordo è il sentimento di essere sopravvissuto.
    Ultima modifica di Luke Bonham : 03-08-2011 alle ore 13.29.17

  2. #2
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: il frangiflutti

    L'acqua nei sogni ha vari significati, può simboleggiare la femminilità, la sensualità/sessualità o le emozioni forti/ viscerali e non controllabili.
    Inoltre, nel tuo sogno, ci sono ben due barriere che cercano di arginarla, ma essa è più forte (più alta) e, nonostante tante protezioni, alla fien ti raggiunge e ti cade addosso. Il tuo equilibrio sul frangiflutti è instabile perchè sei solo aggrappato.
    Quindi è un po' come se cercassi di tenerti saldo e ancorato a qualcosa che possa esserti d'aiuto, e in effetti resti lì (temi l'onda ma poco, come se sapessi che in qualche modo non potrà toccarti), nonostante l'onda, infine, ti travolga, è come se in realtà nemmeno ti sfiorasse (non ti senti bagnato, non senti freddo, nè dolore, sai che gli scrosci sono forti perchè li vedi cadere violentemente, ma non li senti in realtà).
    Provo a dare un senso al simbolismo del sogno, non sapendo nulla di te, e di che situazioni stai vivendo attualmente, nè cosa fai nella vita (lavori studi, sei single o meno...)

    Potrebbe essere che tu stia vivendo una situazione nella tua vita che, vista dall'esterno, dovrebbe causarti chissà quali conseguenze e sconvolgimenti, ma in realtà tu sai che, nonostante tutto, ti sei "corazzato a sufficienza" (la scogliera, il frangiflutti) e se questo non bastasse, contando sulla tua sola forza e le poche certezze che hai (l'appiglio cui ti aggrappi) passerai pressochè indenne da questa situazione.
    Insomma come se tra te e te ti stessi rassicurando del fatto che, nonostane tu sia in una "posizione scomoda e richiosa" riuscirai comunque a uscire dalla situazione (oggettiva-esami, questioni lavorative? o emotiva che sia) senza riportare "danni".
    Insomma stai dicendo a te stesso "me la caverò, vada come vada".

    Solo una nota, non vorrei che esprimesse un tuo lato del carattere troppo razionale e che non si lasci andare alle emozioni (va bene "resitere" nelle difficoltà, emotive o oggettive che siano, ma "non sentirsi bagnati" è come dire che sei "mpermeabile" a quanto ti accade, coem se non te ne rimanesse nulla, sia a livello di esperienza che di empatia con quello che vivi).

    ciao
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  3. #3

    Riferimento: il frangiflutti

    Citazione Originalmente inviato da Luke Bonham Visualizza messaggio
    Stanotte ho sognato molte cose, ma ricordo solo questo.

    Mi trovavo in una conca marina molto grande. Stavo su una struttura frangiflutti, che si trovava nel bel mezzo. Mi trovavo sulla facciata interna rettangolare, aggrappato ad una scala verticale. Fermo. Una volta arrivato in alto si sarebbe visto di fronte il finire dell'insenatura artificiale di scogli.
    Dall'alto la scena sarebbe apparsa così:



    Ad un certo punto un'onda immensa si alza (guardando il disegno viene da sinistra, cioè contro di me nel sogno), ed attraversa la scogliera senza perdere la minima potenza. Sarà stata alta 50 metri. Si scontra col frangiflutti, ma è più alta e la sua cresta mi piomba addosso. È una di quelle onde hawaiiane, azzurra con sfumature verdi e dalla spuma bianca come le perle. Un pò la temo, ma resto aggrappato. Non sento freddo, nè mi sento bagnato, nonostante gli scrosci d'acqua mi cadino addosso fortissimi. La visuale non è sempre in prima persona, talvolta è in terza, come se fossi uno spettatore onnisciente.

    Non so come va a finire, tutto ciò che ricordo è il sentimento di essere sopravvissuto.

    Beh, Bentrovato "Luke Bonham"... Sembra che i tuoi sogni siano sincronizzati alle mie possibilità di visitare questo forum!

    (e brava "claudia1976", hai colto molti spunti interessanti. )

    Per completare ulteriormente aggiungo solo che, dalla descrizione del tuo sogno, tendi molto a razionalizzare, creandoti delle "barriere di sicurezza" rappresentate nel sogno dal frangiflutti e dalla scogliera.

    Nonostante ciò la vita ti porta a vivere delle situazioni emotive, anche molto importanti, che non sono "arginabili". Ed ecco l'ondata altissima che ti travolge!

    L'acqua, in questo caso, come giustamente spiegato da Claudia, rappresenta le emozioni. Inoltre l'ondata proviene da SINISTRA, cioé la parte delle EMOZIONI!

    Evidentemente ti è "successo" qualcosa che non sei stato capace, razionalmente parlando, di prevedere né di gestire. Ti sei forse innamorato?

    Lo scenario "apocalittico" non significa che la situazione sia negativa, ANZI! Evidentemente significa la "fine" di un contesto non più attuale, una trasformazione verso un altro stato di cose. E questo è maggiormente sottolineato dai colori dell'ondata di marea: l'azzurro, il verde e il bianco! L'azzurro simboleggia i tuoi talenti, le tue capacità e l'uso che ne fai; il verde è la tua crescita personale, il bianco la totalità = usi le tue capacità (non solo razionali, anche irrazionali) e la tua esperienza, per una crescita personale a 360 gradi.

    E' indubbio che questo "sconvolgimento" ti lasci sbigottito: niente sarà mai più come prima, ma niente di tutto ciò potrà mai farti del male. Non senti né il freddo né il bagnato, ed hai la sensazione di essere "sopravvissuto" perché se tu avessi seguito la tua razionalità, una situazione del genere, che stravolge tutti gli "status quo", sarebbe stata da considerare PERICOLOSA (e per fortuna ci salviamo dal raziocinio grazie alle emozioni!).

    Che dire? Felicitazioni!

    Ciao ciao

  4. #4

    Riferimento: il frangiflutti

    Citazione Originalmente inviato da claudia1976
    Solo una nota, non vorrei che esprimesse un tuo lato del carattere troppo razionale e che non si lasci andare alle emozioni (va bene "resitere" nelle difficoltà, emotive o oggettive che siano, ma "non sentirsi bagnati" è come dire che sei "mpermeabile" a quanto ti accade, coem se non te ne rimanesse nulla, sia a livello di esperienza che di empatia con quello che vivi).
    Invece, è proprio quello che sento di più. Ma di razionalità c'è ben poco in me, giusto quanto basta per poter comunicare con gli altri. A me piace essere totalmente irrazionale, questo estremo viene sempre confuso con l'altro. E nella mia personalità, più vado avanti e più sento di essere niente. Non so spiegarlo altrimenti, ma sento che non si tratta di un imposizione, anzi è proprio ciò che mi sembra più naturale.

    Approposito, quanto non sopporto un mio amico, quando mi cita (non testualmente) Alan Watts: "Più ti sentirai niente, più sarai qualcosa"! Perché proprio non lo sento. A meno che si accetti come "qualcosa" un vuoto immenso.

    Comunque, per darti un inquadramento della mia vita, "Giocherellone" c'ha azzeccato.

    Dopo 2 anni, solo ora mi sono accorto di essere profondamente innamorato di una ragazza che frequento spesso. Forse dalla prima volta che l'ho vista.

    È un amore violento e immenso, che mi lacera e mi fa impazzire.

    Se in qualche modo inconscio creo queste "barriere di sicurezza", oggi (proprio oggi) intendo spezzarle.


    Grazie del vostro interesse, l'ho apprezzato molto.

  5. #5
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: il frangiflutti

    Già davvero, felicitazioni in bocca al lupo e dieci e lode a Giocherellone che ci ha preso in pieno!!!
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

Privacy Policy