• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1

    Case deserte, nani, portagioie, tempi indiani e vino... un aiutino?!

    Premessa: vivo a Londra da un anno, periodaccio, sto pensando di tornare per un paio di mesi all'ovile per poi tornare su a Settembre... credo.
    Mi sento un po depressa e senza energie e molto confusa, da tempo non sogno ( o non ricordo i sogni) cosi l'altro giorno prima di addormentarmi mi sono detta "Bene, ora farò dei sogni che mi aiuteranno a decidere sul da farsi e a capire se sto scappando o se davvero necessito di recuperare un po di energie al sole del belpaese" e cosi è stato.

    1- Mi aggiro per una casa deserta, deserta perchè appunto stavo traslocando.
    La casa è completamente differente da quella in cui vivo al momento, su un piano, è buia, ci sono calcinacci e polvere.
    Io gironzolo e mi sento piuttosto rassicurata notando che non mi ero dimenticata di prendere niente, la casa è completamente vuota, controllo bene e penso che senza mobilio la casa era proprio un bello schifo, dava un pesante senso di abbandono e trascuratezza.
    Poi penso "Dovrei controllare anche in camera da letto" che sapevo essere di sotto in una specie di cantina, poi dico " No vabbe, la mia coiquilina di sicuro ha gia controllato e sistemato tutto".
    Vado di sopra ed eccolo là, un nano orrido con sembianze da film dell'orrore fa capolino dalla porta d'ingresso, si guarda in giro, mi terrorizza, io faccio la voce grossa e gli urlo di andarsene e lui se ne va.
    Poi penso che fosse stato mandato dalla padrona di casa per assicurarsi che me ne fossi gia andata.


    Ecco altri che ho fatto nei giorni successivi, non so se c'entrino.


    1-Molto confuso, sono in acqua, nuoto, a tratti avevo paura e l'acqua era scura e mossa, a tratti ero sul bagnasciuga ed era quasi piacevole.
    Ad un certo momento trovo un portagioie immerso nell'acqua. Punto interessante: ho gia fatto questo sogno.
    Il portagioie è antico, come di 50 60 anni fa, ma non kitch, antico e bello, decorato, sul verde scuro ma con altri dettagli colorati, un po' rovinato dall'acqua marina, non ricordo con esattezza cosa ci fosse dentro, credo gioielli e cose da tutti i giorni, non cose di valore, ma belle, come di un'altra epoca, penso "Che fortuna, questo ha una storia, chissa a chi apparteneva?", ne ero molto affascinata.

    2-Sono in una foresta, alberi alti e frondosi, c'è un tempio indiano nel mezzo.
    Una lunga scalinata per arrivare al tempio, non ripida ma lunga, io son seduta sulla parte sinistra degli scalini e osservo.
    Osservo un amico (che nella realtà sta studiando queste filosofie) camminare con un altro amico, camminano e parlano per via di metafore come oracoli, non capisco.
    Dicono cose come " Io questo giorno me lo ricordo" " Perchè è il giorno in cui sei nato"
    Osservo amici e gente sconociuta bere vino da calici di vetro e io non ho nè vino nè calice.
    Arriva un'amica e mi fa bere dal suo bicchiere, ridiamo, mi fa felice.

    3-Molto confuso e annebbiato.
    Sono distesa con il ventre pieno di grossi tagli, mia nonna che è al camposanto, è al mio fianco, sulla destra.
    Mi cuce le ferite con ago e filo, mi chiede se i punti vadano bene, come li voglio e se mi sta facendo male, è molto premurosa.
    Cuce tutto, ma rimane un piccolo taglio della larghezza di un centimentro, in basso, di poco sotto l'ombelico e sulla sinistra, che non si chiude, e continua a sanguinare.


    Sarebbe molto bello se qualcuno mi desse qualche suggerimento per interpretarli, ho la sensazione che siano importanti, ma non riesco a capirne bene il centro.
    Ringrazio chi mi aiuterà=)
    Ultima modifica di _LiLiTh_ : 27-07-2011 alle ore 22.08.15 Motivo: confuso

  2. #2
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: Case deserte, nani, portagioie, tempi indiani e vino... u

    ciao Lilith,
    non sono esperta di osgni, però ho letto un po' dei simbolismi sottesi e il sogno si presenta richiesto da te e in modo particolare
    provo a dare une lettura del primo, a te sperimentare se il significato che vi leggo è consono:

    Mi aggiro per una casa deserta, deserta perchè appunto stavo traslocando.

    Il tuo stato d'animo attuale, in fase di transizione;
    calcinacci e polvere: cose da togliere per fare pulizia per rendere l'ambiente confortevole/fare piazza pulita/ riordinare le idee.

    non mi ero dimenticata di prendere niente, la casa è completamente vuota,

    ciò che è necessario lo hai preso con te
    (le esperienze fatte sono state completamente assimilate)

    controllo bene e penso che senza mobilio la casa era proprio un bello schifo, dava un pesante senso di abbandono e trascuratezza


    Questo è proprio il tuo sentimento attuale, l'esperienza fatta / cercata che c'era e desiderata (e che ti stai portando via) adesso non ha più nulla da offrirti e quind ti rendi conto che tutto quello che si è svolto in questo uo periodo all'estero, senza il tuo impegno, non avrebbe avuto lo stesso significato (senso di abbandono e trascuratezza che lasceresti lì e prima non avresti notato, piena delle tue buone intenzioni-i mobili che coprivano "le magagne"-

    Poi penso "Dovrei controllare anche in camera da letto" che sapevo essere di sotto in una specie di cantina, poi dico " No vabbe, la mia coiquilina di sicuro ha gia controllato e sistemato tutto".

    E' come se unaparte di te volesse scovare più a fondo, indugiare in questa situazione, chissà forse ti è "sfuggito qualcosa" che è "rimasto lì" ma, tutto sommato, non è così necessario, probabilmente sono cose su cui hai riflettuto già e non meritano tanta attenzione perchè sistemate "da altri" (la coinquilina non è altro che una proiezione di te stessa in questa casa)

    Vado di sopra ed eccolo là, un nano orrido con sembianze da film dell'orrore fa capolino dalla porta d'ingresso, si guarda in giro, mi terrorizza, io faccio la voce grossa e gli urlo di andarsene e lui se ne va.
    Poi penso che fosse stato mandato dalla padrona di casa per assicurarsi che me ne fossi gia andata.



    E' il momento di andare ma c'è qualcosa (qualcuno? il tuo senso di depressione?) che sembra in qualche modo bloccarti, ma tu reagisci, prendi di petto la situazione e lo fai fuggire (trovi il modo di sbarazzarti di questo senso di oppressione).

    Poi penso che fosse stato mandato dalla padrona di casa per assicurarsi che me ne fossi gia andata.

    La padrona di casa è un'altra proiezione di te stessa, che cerca di sincerarsi che tu sia davvero pronta ad andartene (mandando questo "nano").

    Mi sono basata sul tuo racconto, perchè non dicendo i motivi per cui sei andata a Londra e se hai un clima sereno in casa dai genitori, non ho molte altre chiavi di lettura."

    Adesso leggo gli altri
    ciao
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  3. #3
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: Case deserte, nani, portagioie, tempi indiani e vino... u

    -Molto confuso, sono in acqua, nuoto, a tratti avevo paura e l'acqua era scura e mossa, a tratti ero sul bagnasciuga ed era quasi piacevole.
    Ad un certo momento trovo un portagioie immerso nell'acqua. Punto interessante: ho gia fatto questo sogno.
    Il portagioie è antico, come di 50 60 anni fa, ma non kitch, antico e bello, decorato, sul verde scuro ma con altri dettagli colorati, un po' rovinato dall'acqua marina, non ricordo con esattezza cosa ci fosse dentro, credo gioielli e cose da tutti i giorni, non cose di valore, ma belle, come di un'altra epoca, penso "Che fortuna, questo ha una storia, chissa a chi apparteneva?", ne ero molto affascinata.

    Secondo la letteratura onirica l'acqua rappresenta in qualche modo la femminilità, la sensualità e sessualità, anche se nel tuo caso ci vedo un nuotare "dentro gli affetti e i sentimenti" poi ti spiego sotto il perchè.
    Il fatto che stai nuotando potrebbe significare che stai sperimentando dei sentimenti/la sessualità (sarebbe importante capire quanti anni hai in tal senso, giusto per "collocare" il tipo di evoluzione esperienziale che stai affrontando) e preferisci farlo in "zone sicure" tipo il bagnasciuga, (dove tocchi, sai dove appoggiarti, cosa aspettarti) però il tutto è così "in superficie" non va a fondo, (un po' come nel precedente sogno dove in qualche modo eviti di scendere nella camera da letto -un luogo intimo- che è sotto la cantina -un luogo "nascosto"/recondito, sommerso-), perchè hai timore dell'acqua scura e mossa (sentimenti che vengono un po' negati e che possono travolgerti-stravolgerti, timore di abbandonarsi).
    Ma la sorpresa è prorio lì, immersa in queste acque che tu temi: il portagioie=custode delle gioie--> dei sentimenti felici

    Mi soffermerei molto sugli aggettivi che utilizzi per descriverlo:

    antico, come di 50 60 anni fa, = conserva cose che sono di lunga data, di tanto tempo fa o comunque lontani ricordi o del passato
    antico e bello, decorato= per cui custodisce qualcosa di bello, ed è bello esso stesso
    sul verde scuro ma con altri dettagli colorati= i colori simboleggiano la posività di tutto questo
    un po' rovinato dall'acqua marina=forse poco considerato il tempo che è trascorso, è quasi intatto!!!come a dire: certe cose nonostante tutto, non cambiano.

    non ricordo con esattezza cosa ci fosse dentro, credo gioielli e cose da tutti i giorni, non cose di valore, ma belle, come di un'altra epoca, penso "Che fortuna, questo ha una storia, chissa a chi apparteneva?", ne ero molto affascinata
    gioielli e cose da tutti i giorni = questo è un bell'ossimoro, i gioielli si portano di solito in occasioni particolari, ma tu accosti i primi alla quotidianità, il che da un senso di serenità.

    Ne sei molto affascinata eppure questo portagioie è dentro di te: sentimenti, esperienze e ricordi che custodisci, e che potresti ritrovare se "ti lasci andare" vai più a fondo (in una relazione? In un sentimento di amore? Dentro te stessa? crescendo o approfondendo alcune esperienze? non ho abbastanza elementi per focalizzarlo, ma di certo tu sì )

    I reiterarsi del sogno significa che ci sono dei sentimenti dentro di te, molto belli-forse sperimentati in passato ma che, a causa di delusioni o ferite, o perdita di qualcuno, hai voluto inscatolare per non perderne l'essenza-, che però dipendono da un lasciarsi andare, esporsi, rischiare di "navigare in acque non sicure" per poterli ritrovare, e ancora non indossi infatti questi "gioielli ritrovati" ma ti affascinano come se fossero in realtà "nuovi", e ti chiedi di chi fossero, non riconoscendoli al momento come tuoi.
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  4. #4
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: Case deserte, nani, portagioie, tempi indiani e vino... u

    2-Sono in una foresta, alberi alti e frondosi, c'è un tempio indiano nel mezzo.
    Una lunga scalinata per arrivare al tempio, non ripida ma lunga, io son seduta sulla parte sinistra degli scalini e osservo.
    Osservo un amico (che nella realtà sta studiando queste filosofie) camminare con un altro amico, camminano e parlano per via di metafore come oracoli, non capisco.
    Dicono cose come " Io questo giorno me lo ricordo" " Perchè è il giorno in cui sei nato"
    Osservo amici e gente sconosciuta bere vino da calici di vetro e io non ho nè vino nè calice.
    Arriva un'amica e mi fa bere dal suo bicchiere, ridiamo, mi fa felice.


    Dunque il sogno sembra si allacci poco ai tuoi precedenti, ma allo stesso tempo ci sono delle riflessioni personali, in qualche modo ha un qualche significato intimo o spirituale, non si capisce però il tempio se è un posto che hai deciso di visitare (?), se sei lì per qualche motivo oppure se sei andata a "trovare qualcuno" e quindi sei lì per altre ragioni o per caso(?).

    Sei ferma e osservi gli altri (amici o meno) di cui, dici, non comprendi i discorsi, ma da come lo spieghi questo non ti fa sentire "fuori posto" o a disagio, sei proprio lì per vedere cosa accade e la cosa non ti turba (almeno non è quello che scrivi )
    e poi osservi dal lato sinistro della gradinata (ossia con tutta la razionalità possibile)
    la gradinata è lunga e porta al tempio, ma tu non sembri molto interessata a percorrerla, infatti sei ferma, seduta, rilassata (forse al tempio ci devono arrivare gli altri, non è la tua meta quella).

    Poi c'è questo bellissimo messaggio -tra tanti incomprensibili, questo è piuttosto chiaro- "ricordo il giorno in cui sei nato", ossia in cui uno viene al mondo OPPURE prende coscienza di sè in senso lato.
    Nonostante l'atmosfera "induista" l'espressione dei sentimenti è pagana: vino + calice simboleggiano gioia, un brindisi per "il ricordo di questa nascita" -bevono tutti-o brindano
    (banalmente poteva anche essere davvero il compleanno di qualcuno in quel periodo?)
    Tu sei sprovvista di ciò che ti serve per brindare / gioire con gli altri, ma qualcuno ti viene in aiuto, fornendoti ciò che ti occorre per essere anche tu felice ebrindare con gli altri e allora tutto va "a posto".

    In questo sogno è come se fossi ad una festa dove "non sei stata invitata", ma comunque ti unisci con gioia, anzi felicità, alla gioia degli altri, e anzi qualcuno ti aiuta e ti accoglie in questo gruppo.

    Per capire se è legato al primo sogno, e poterlo leggere meglio servirebbero altri elementi attualmente vissuti da te.
    Anche in merito alla tua religione ad esempio, insomma ci sono molti elemnti nel sogno ma non facilmente leggibili con le poche info su di te.
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  5. #5
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: Case deserte, nani, portagioie, tempi indiani e vino... u

    3-Molto confuso e annebbiato.
    Sono distesa con il ventre pieno di grossi tagli, mia nonna che è al camposanto, è al mio fianco, sulla destra.
    Mi cuce le ferite con ago e filo, mi chiede se i punti vadano bene, come li voglio e se mi sta facendo male, è molto premurosa.
    Cuce tutto, ma rimane un piccolo taglio della larghezza di un centimentro, in basso, di poco sotto l'ombelico e sulla sinistra, che non si chiude, e continua a sanguinare.


    Questo sogno si lega a quello dell'acqua, hai il ventre pieno di tagli (il ventre simbolicamente potrebbe rappresentare la sensualità, le viscere, le emozioni profonde e forti).
    Poi c'è tua nonna alla tua destra (quindi ha un significato emotivo), (è al camposanto intendi che nella vita reale è defunta?) (mi ricorda un po' il tuo "antico porta gioie", dove sono stati custoditi e accantonati sentimenti e gioie ma anche cose quotidiane e quidni se avevi un bel rapporto con lei potrebbe esserne un po' il simbolo, per te -anche qui ci vorrebbero ulteriroi info-).

    Sei stata ferita (nei sentimenti?), più e più volte, ma anche in questo sogno, come nel precedente, una figura femminile ti viene in aiuto, si prende cura di te, cerca di farti stare meglio, risanarti, l'impresa qui non riesce al completo, infatti hai una piccola ferita che rimane lì ben visibile nonostante sia piccola (1 cm) e sanguinante.
    (forse proprio la sua perdita, ti ha lasciato il segno?avrebbe senso perchè lei medesima non potrebbe riparare quella ferita, ma potrebbe essere anche qualcosa d'altro, qualcosa che ti ha fatto e ti fa ancora soffrire, anche se il taglio è piccolo ma e proprio il porre l'accento sul fatto che lo banalizzi che gli da risalto e sanguina ancora...)

    E' interessante che vengano in tuo aiuto figure femminili e che il mondo che osservi nel secondo sogno sia quello di tuoi amici (uomini/maschi?) che comprendi poco e a tratti.

    Non so quanti anni hai e fatico un attimo a ricollocare questi significati.
    In ogni caso le risorse dentro di te sono presenti (le figure femminili potrebbero essere proiezioni di te stessa)
    e tese a superare i momenti difficili e andare oltre, stare bene.
    non di meno scovare sentimenti ormai dimenticati, che per trovare dei provare a rischiare e non rimanere sulla "superficie", quidni riscoprire qualcosa di te stessa che avevi "sommerso".
    (forse l'intento del nano è spaventarti ma per farti correre giù, nella camera che "pensi si già stata sistemata" quidni potrebeb essere sia una reazione positiva, sia un secondo "aggirare l'ostacolo" ossia scendere nella camera-cantina).

    Buon rientro anche se per solo per le vacanze!!!
    E buoni sogni
    Ultima modifica di claudia1976 : 02-08-2011 alle ore 17.51.31
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

Privacy Policy