salve a tutti sono Alessandro da Roma,scusatemi in anticipo se posto le stesse domande in diversi spazi di discussione ma per dissipare i miei dubbi ho bisogno di sentire tutte le campane.Ho consultato il manifesto del corso triennale di laurea di Roma in scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico nello sviluppo,adolescenza e famiglia e ho notato che tra i vari sbocchi lavorativi e' contemplata la possibilita' di lavorare in equipes specializzate nella prevenzione e nella riabilitazione di soggetti nell'eta' evolutiva previste nel piano nazionale di azione e intervento per la tutela dei diritti e lo sviluppo
-di lavorare in servizi ambulatoriali in funzioni diagnostiche e terapeutiche
-collaborazioni psicologiche in servizi rivolti a nascita,prima infanzia,adolescenza e famiglie problematiche in reparti pediatrici,centri fec.assistita,strutture scolastiche,consultori,comunita'per il disagio e centri di accoglienza.
-in istituz scolastiche e enti nella funzione di valutazione e prevenzione di rischi psicopatologici
-fare parte di gruppi di esperti supevisionati da uno psicologo magistrale e impiegati per migliorare il benessere psichico e l'integrazione sociale di gruppi di individui e prevenire il disagio e l'emarginazione di bambini e adolescenti critici

Io mi sono informato e mi e' stato detto da piu laureati anche specializzati che con la laurea triennale si puo fare solo l'educatore e con quella specialistica se non hai raccomandazioni solo aprire uno studio.A me non attira tanto aprirmi uno studio mio e avere i miei pazienti (a parte che non e' facile) ma proprio la possibilita' di collaborare con un gruppo di persone nelle mansioni elencate dal corso,dare il mio contributo e consultarmi con loro o anche di fornire appunto consulenze alle scuole o a gli enti.Alla luce delle vostre esperienze di laureati in psicologia e lavoratori nel settore mi confermate che con la triennale da me mensionata si puo' solo aspirare a saltuarie collaborazioni in veste di educatori e che con la rispettiva specialistica senza ''spinte'' il massimo a cui si puo ambire e' aprirsi un proprio studio?.So che siamo nel paese dei balocchi infatti mi aspetto risposte pratiche e concrete non teoriche,ben accette se possibili argomentazioni piuttosto che risposte secche,mi aiuterebbero molto grazie