• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    orientamento scolastico

    riesumo questa discussione se si può in quanto ho delle idee circa l'orientamento scolastico.
    Vado dal preside e mi presento come psicologa che desidererebbe attivare uno sportello di orientamento per le classi terze del suo istituto.
    lo sportello verrebbe pagato dalle famiglie che vogliano sottoporre i figli ad una vera valutazione completa dello stesso (le spese sono detraibili) e circa il 10-15% dell'importo lo lascerei alla scuola come ente gestore dello sportello...
    che mi risponderebbe il preside???
    cioè il quesito è questo: così facendo cercherei una alleanza con un dirigente, persona di cui le famiglie si fidano e conoscono, persona convincente che sponsorizzerebbe lo sportello. e cosa più importante la scuola avrebbe degli introiti proprio dal lavoro fatto dallo psicologo...sarebbe una cosa fattibile o si tratta di 'mafietta'?

    scusate ma non mi sono mai mossa all'interno della scuola!!!

    grazie

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Riferimento: orientamento scolastico

    ciao
    non mi sono chiare un paio di cose... provo a chiedere, poi spero che qualcuno più esperto di me ti risponda
    1) certamente devi andare dal preside, non vedo come potresti proporre uno sportello in una scuola senza il suo consenso
    2) in che senso le spese sono detraibili? non mi risulta proprio che le famiglie possano detrarre le spese dello sportello al massimo possono detrarre le spese IVA al momento della dichiarazione dei redditi, ma sarebbe una percentuale minima rispetto alla spesa completa...
    3) considera inoltre che dovresti mantenere un costo abbastanza elevato, dato che oltre alle spese dell'enpap e delle fatture (bollo ecc) dovresti anche dare un 15% alla scuola
    4) non credo che una scuola possa prendere fondi da privati, se è una scuola pubblica... anche ammesso questo, i fondi andrebbero inseriti nel bilancio della scuola, quindi dovresti muoverti per tempo e non so se sia possibile, al momento in cui la scuola fa il bilancio, inserire voci di entrata non prevedibili

    a presto
    Chiara
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: orientamento scolastico

    grazie chiara mi hai smontata con tutte ste prudenze...
    l'unico punto in cui mi hai dato una risposta concreta è la 4...forse non possono inserire spese impreviste ma forse sì.
    è ovvio che vado dal preside e non mi approprio di un aula a caso senza far saper niente a nessuno...il quesito è se appunto il preside può approvare oi meno una richiesta del genere visto che è sempre solito attivare sportelli di ascolto a spese della scuola.
    così facendo promuoverebbe un servizio guadagnandoci!è una bella controtendenza non ti pare?!?

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Riferimento: orientamento scolastico

    ciao
    ti chiedo scusa, non volevo smontarti, ma farti notare che il progetto che proponi - assolutamente interessante dal punto di vista dell'idea innovativa - ha dei punti deboli
    se proponi un progetto a pagamento di questo tipo, mi sembra di capire che l'unica differenza tra il proporlo nel tuo studio e il proporlo a scuola sia quello di usare i vantaggi dell'essere a scuola (visibilità, appoggio del preside ecc), proponendo un guadagno alla scuola
    in sè potrebbe anche funzionare, ma per guadagnarci qualcosa come unica possibilità vedo quella di mantenere un costo abbastanza elevato o comunque non inferiore alle normali spese del tariffario ... inoltre l'aspetto del bilancio è un aspetto concreto, non un dubbio le scuole devono presentare un bilancio ben redatto e chiaro, non so se e come un preside possa inserire entrate di questo genere

    ...per rispondere alla tua domanda finale: se vuoi sapere se si tratta di "mafia", secondo me no, perchè se tu ti proponi in una scuola senza raccomandazioni, ma con un progetto che colpisce e piace, non vedo perchè dovrebbe essere qualcosa di "mafioso"... secondo me questa è appunto uno scrupolo che ti stai facendo, mentre io ci vedo altri problemi concreti, che forse vanno un attimo analizzati (se chiaramente non li hai già analizzati prima, ovvio )
    in bocca al lupo

    Chiara
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

Privacy Policy