• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11
  1. #1
    Matricola L'avatar di psicoguido
    Data registrazione
    25-03-2004
    Residenza
    Cinisi -Pa-
    Messaggi
    23

    Ci saranno mai opportunità di lavoro per i triennalisti?

    Ciao a tutti! Sono uno studente del nuovo ordinamento, a luglio conseguirò la laurea di primo livello.
    Non ho alcuna intenzione di fermarmi, infatti contiunuerò la laurea specialistica a Roma.
    In questi due anni, mi piacerebbe poter lavorare secondo le attività che possono svolgere i triennalisti, documentate nella famosa sezione B dell'albo.
    Secondo voi, cari colleghi, ci sarà mai opportunità per noi?
    Questa riforma, che è nata per favorire l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, riuscirà nel suo intento?
    Se qualche esperto in materia sa qualcosa, mi piacerebbe approfondire questa discussione.
    Mi sembra che anche questa riforma sia il riflesso della nostra società caotica e alienante, per questo motivo mi interrogo sul nostro futuro.
    Ciaooooooooo!!!!!!!!!

  2. #2
    SuperManu
    Ospite non registrato
    Bella domanda
    Qualcuno ne sa qualcosa?

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di Pedrita
    Data registrazione
    08-07-2003
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,880
    Blog Entries
    2
    e per i quinquennali del vecchio ordinamento?

    [<<<Tutti sul lettino>>>clikka!
    questo è un video di sedute psicoanalitiche nei diversi film!
    il mio avatar è un quadro di BoB ArT

  4. #4
    Azzu82
    Ospite non registrato
    Domanda da un milione di euro!!!Chissà..speriamo bene

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di sonica
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Pointe Noire, Congo
    Messaggi
    597
    Bhe ragazzi io sto al N.O. indirizzo organizzazioni e comunità.
    Posso dirvi ke già adesso non ho grosse difficoltà a trovare lavori in linea con i miei studi (se non per il fatto ke cerco un part-time).
    Posso dire per esperienza ke il settore delle risorse umane e' in forte espansione eheh ke ( ( )
    Per gli altri indirizzi non so proprio ke dire e cmq rimango ugualmente contraria a questa riforma
    Quando stiamo andando su questa teera ???
    Dove stiamo facieendo su questa teera ???Se sei qui é perché te c'hai molta crisi, stai miagolando nel buio, vai a dentoni. Ti chiedi: Come mai, Come dove nel mondo, Dove chi, Perché quando?
    Ma la risposta, non la devi cercare fuori, la risposta é dentro di te, e peró é sbagliata!

  6. #6
    SuperManu
    Ospite non registrato
    Si infatti, Manu, credo che ci sia molta differenza tra corsi di laurea
    Io per esempio sarò un'ibrido di psicologia clinica e sarò obbligata a fare poi la specialistica

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di sonica
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Pointe Noire, Congo
    Messaggi
    597
    Gia', anke io farò la specialistica, se non altro per non ritrovarmi a fare da zerbino ad uno psicologo "vero"
    Quando stiamo andando su questa teera ???
    Dove stiamo facieendo su questa teera ???Se sei qui é perché te c'hai molta crisi, stai miagolando nel buio, vai a dentoni. Ti chiedi: Come mai, Come dove nel mondo, Dove chi, Perché quando?
    Ma la risposta, non la devi cercare fuori, la risposta é dentro di te, e peró é sbagliata!

  8. #8
    Matricola L'avatar di psicoguido
    Data registrazione
    25-03-2004
    Residenza
    Cinisi -Pa-
    Messaggi
    23
    Vorrei sapere se c'è qualcuno che studia nell'ambito delle relazioni familiari. I miei professori hanno detto che il settore clinico è strapieno e speranza di trovare posti di lavoro ce n'è poca. Al contrario i settori del lavoro e risorse umane, famiglia, sono in via di sviòuppo.
    Voi che ne pensate? Siete d'accordo?
    Ciao!

  9. #9
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912
    Posso solo raccontarvi di una mia amica di clinica vecchio ordinamento che ando' a trovare il nostro vecchio professore di matematica del liceo, il quale collabora con la facolta' di psicologia di padova per l'elaborazione statistica e di analisi dei dati dei test, quando la mia amica gli disse a cosa era iscritta ( psicologia clinica) lui fu abbastanza chiaro nella risposta:"beh quella che fai tu e' abbastanza inutile che tu la faccia, faresti prima ad andare a lavorare alla coop o a zappa'la terra, mentre chi fa lavoro lo rispetto perche' ha avvero ottime opportunita' per quanto riguarda il lavoro in ambito aziendale, nelle riorse umane o pubblicitario, anche generale sperimentale non e' mai perche' da un'ottima preparazione a livello statistico". Beh per quanto duro e' sempre un parere....

  10. #10
    Partecipante Super Esperto L'avatar di sonica
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Pointe Noire, Congo
    Messaggi
    597
    Ragazzi e' anke vero però ke per attività quali selezione del personale, formazione, ecc. è richiesta una grandissima preparazione a livello clinico.
    Personalmente come ho già detto sono a organizzazioni e comunità ma la specialistica la prenderò in clinica, in modo da avere una preparazione completa
    Aggiungo anke ke molto dipende dal master quindi attenti a quando arriverete alla laurea o non potrete beneficiare delle borse di studio io avendo iniziato tardi ho già 26 anni
    Quando stiamo andando su questa teera ???
    Dove stiamo facieendo su questa teera ???Se sei qui é perché te c'hai molta crisi, stai miagolando nel buio, vai a dentoni. Ti chiedi: Come mai, Come dove nel mondo, Dove chi, Perché quando?
    Ma la risposta, non la devi cercare fuori, la risposta é dentro di te, e peró é sbagliata!

  11. #11
    Matricola L'avatar di psicoguido
    Data registrazione
    25-03-2004
    Residenza
    Cinisi -Pa-
    Messaggi
    23
    Sicuramente la preparazione clinica è fondamentale anche per la psicologia del lavoro. Il mio prof. di Teorie e tecniche della dinamica di gruppo si è specializzato a Roma in psicoterapia gruppoanalitica.
    Credo che chi sottovaluta la psicologia clinica, confonda la psi. clinica con la psicoanalisi; è chiaro che si tratta di giudizi formulati sulla base di stereotipi.
    A quanto pare chi studia relazioni familiari nello specifico sono proprio in pochi.
    Chissà cosa ci riserva il futuro...
    Una sensazione che ho è che stiamo vivendo un momento, piuttosto oscuro, di passaggio.
    Voi cosa ne pensate del nostro futuro?
    Soprattutto noi del nuovo ordinamento, che fino a poco tempo fa non si sapeva se ci dovessimo laureare con il titolo di "operatori psicologici", mentre adesso saremo "dottori in scienze e tecniche psicologiche della personalità e delle relazioni d'aiuto"
    Quando sono entrato all'università ho sempre creduto che ognuno dovesse fare la propria strada, e ancora adesso credo che sia così, ma credo anche che, in questo futuro incerto, dovremmo unirci per avere, almeno, un senso di sicurezza dato dalla consapevolezza di essere sempre insieme.
    Ragazzi, vi faccio imiei auguri di Pasqua.
    Ciao a tutti!!!! Guido.

Privacy Policy