• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di pesciolina84
    Data registrazione
    15-03-2007
    Residenza
    Roma, ma sono SARDA!!!
    Messaggi
    75

    dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    Ciao a tutti!!! anche io sono alle prese con la preparazione dell'eds (ne verrò fuori più esaurita di quanto già non sia!!! )
    La mia difficoltà principale sono i costrutti teorici (sarà che ho sempre odiato imparare le teorie? boh, può essere!), tra le tante teorie citate ho difficoltà a prenderne in considerazione una sola un po' per tutti gli argomenti.... è solo un mio problema o c'è qualcuno che mi fa compagnia????
    Per quanto riguarda in particolare la motivazione ho diversi riassunti e molti accennano al comportamentismo.... mi chiedo, ma è giusto??? io il comportamentismo lo considero un costrutto teorico che spiega prevalentemente l'apprendimento, non la motivazione!
    Sinceramente pensavo di sviluppare come costrutto teorico la teorie biologico-pulsionale (omeostasi) e quella etologica (Freud non lo voglio citare.....) per poi passare alla teoria si Maslow. che ne dite?????
    Grazie!

  2. #2
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    29-09-2010
    Messaggi
    233

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    ciao, le teorie da te indicate vanno benissimo anche se per esperienza ti dico che non avrai ne il tempo ne lo spazio per inserirle tutte...comunque meglio esser pronti a tutto.

    PS il comportamentismo non é un costrutto teorico ma un approccio. stessa cosa vale per le teorie etologica e pulsionale biologica, non sono costrutti ma appunto teorie che spiegano il costrutto motivazione

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di pesciolina84
    Data registrazione
    15-03-2007
    Residenza
    Roma, ma sono SARDA!!!
    Messaggi
    75

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    Grazie per la tua risposta!
    Per la verità il tuo ps non lo condivido (ma magari sbaglio!). Mi spiego.... una traccia dell'eds dice cosi:
    Il/la candidato/a presenti un’analisi sintetica di un contesto o di un fenomeno sociale, clinico, organizzativo o di ricerca nel quale il tema delle motivazioni sia particolarmente rilevante.
    Il particolare il/la candidato/a illustri:
    − una teoria di riferimento, i suoi lineamenti generali e gli autori che hanno contribuito maggiormente al suo sviluppo.
    − I principali costrutti e le variabili che la teoria prende in considerazione.
    − I nessi che collegano il contesto o il fenomeno selezionato con la teoria, mostrando in che modo la teoria illustrata contribuisce a spiegare il contesto o il fenomeno considerato.
    − Illustrare quali aspetti del contesto o del fenomeno sono spiegabili attraverso l’adozione della posizione teorica prescelta.
    − Un possibile intervento sul contesto o fenomeno che la teoria consente di ipotizzare

    1.Partendo da un contesto metterei l'incontro del paziente con lo psicologo descrivendo perchè è importante il concetto di motivazione di entrambi.
    2. poi parlerei della definizione di motivazione, della teoria di Maslow (teoria di riferimento), quindi nello specifico della classificazione dei bisogni e dei vari tipi di motivazione (principali costrutti) che possono entrare in gioco.
    3. successivamente descriverei gli strumenti che possono essere utilizzati per indagare la motivazione (colloquio e questionari) e poi descriverei nello specifico quali sono le motivazioni dello psicologo e del paziente in una consulenza psicologica.....
    Che ne dici?

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di pesciolina84
    Data registrazione
    15-03-2007
    Residenza
    Roma, ma sono SARDA!!!
    Messaggi
    75

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    Grazie per la tua risposta!
    Per la verità il tuo ps non lo condivido (ma magari sbaglio!). Mi spiego.... una traccia dell'eds dice cosi:

    Il/la candidato/a presenti un’analisi sintetica di un contesto o di un fenomeno sociale, clinico, organizzativo o di ricerca nel quale il tema delle motivazioni sia particolarmente rilevante.
    Il particolare il/la candidato/a illustri:
    − una teoria di riferimento, i suoi lineamenti generali e gli autori che hanno contribuito maggiormente al suo sviluppo.
    − I principali costrutti e le variabili che la teoria prende in considerazione.
    − I nessi che collegano il contesto o il fenomeno selezionato con la teoria, mostrando in che modo la teoria illustrata contribuisce a spiegare il contesto o il fenomeno considerato.
    − Illustrare quali aspetti del contesto o del fenomeno sono spiegabili attraverso l’adozione della posizione teorica prescelta.
    − Un possibile intervento sul contesto o fenomeno che la teoria consente di ipotizzare

    1.Partendo da un contesto metterei l'incontro del paziente con lo psicologo descrivendo perchè è importante il concetto di motivazione di entrambi.
    2. poi parlerei della definizione di motivazione, della teoria di Maslow (teoria di riferimento), quindi nello specifico della classificazione dei bisogni e dei vari tipi di motivazione (principali costrutti) che possono entrare in gioco.
    3. successivamente descriverei gli strumenti che possono essere utilizzati per indagare la motivazione (colloquio e questionari) e poi descriverei nello specifico quali sono le motivazioni dello psicologo e del paziente in una consulenza psicologica.....
    Che ne dici?

  5. #5
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    29-09-2010
    Messaggi
    233

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    ma non é una questione di opinioni. si definisce costrutto un concetto astratto non direttamente osservabile e misurabile reso tale dalle variabili, caratteristiche fisiche o psicologiche che sono misurabili ed osservabili. quindi né il comportamentismo ne le teorie sono costrutti. infatti un punto della traccia chiede di indicare i principali costrutti e le principali variabili presi in esame dalla teoria scelta. come rispondi a questo quesito?

  6. #6
    Partecipante Affezionato L'avatar di pesciolina84
    Data registrazione
    15-03-2007
    Residenza
    Roma, ma sono SARDA!!!
    Messaggi
    75

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    Penso che questa pagina sia di confronto e di espressione di pensieri/opinioni/dubbi/perplessità, ancor più in vista dell'eds.
    Al primo post ho erroneamente parlato di costrutto teorico, ma evidentemente in base a quello che ho scritto, alludevo alla teoria di riferimento.
    Nel mio post precedente penso di aver già risposto alla tua domanda.... mi sembra che in parole diverse stiamo dicendo la stessa cosa....

  7. #7
    Partecipante Affezionato L'avatar di pesciolina84
    Data registrazione
    15-03-2007
    Residenza
    Roma, ma sono SARDA!!!
    Messaggi
    75

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    Penso che questa pagina sia di confronto e di espressione di pensieri/opinioni/dubbi/perplessità, ancor più in vista dell'eds.
    Al primo post ho erroneamente parlato di costrutto teorico, ma evidentemente in base a quello che ho scritto, alludevo alla teoria di riferimento.
    Nel mio post precedente penso di aver già risposto alla tua domanda.... mi sembra che in parole diverse stiamo dicendo la stessa cosa....

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    Allora: cerco di fare chiarezza...laddove è possibile..state discutendo su due cose diverse:

    1.misamisa ti sta facendo notare la differenza fra teoria e comportamentismo ...che sono ovviamnete due cose diverse (la teoria è unica...il comportamentismo è un approccio comprendente più teorie....come se fossero le bambole russe..una dentro l'altra....

    2.pesciolina però vuole sapere se il suo tema va bene...e secondo me si....
    anche perchè parlare di motivazione attraverso il comportamentismo può esere lungo (proprio perchè come dice misamisa) comprende più teorie.....e complesso..Maslow va benissimo...e anche il riferimento alle motivazioni del pz durante il colloquio...ma non scordati le motivazioni dello psioclogo...
    e se vuoi, ti posso dare un consiglio: invece di parlare di Maslow e basta..pèarla di TEORIA DELL'AUTOREALIZZAZIONE che include sia maslow che allport...in modo tale che puoi inserire anche le motivazioni dello psicologo (al contesto di riferiemnto)
    Buono studio e spero di avrevi, in parte, chiarito le idee!
    elisa
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  9. #9
    Partecipante Affezionato L'avatar di pesciolina84
    Data registrazione
    15-03-2007
    Residenza
    Roma, ma sono SARDA!!!
    Messaggi
    75

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    Grazie mille Elisa per le delucidazioni!!!! Seguirò il tuo consiglio e aggiungerò la teoria dell'autorealizzazione!
    Il livello di ansia cresce di giorno in giorno e la mente è poco lucida!

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    capisco! Io ho dato due eds (uno perla sez A e uno per la sez B)...so a quale livello di ansia può arrivare la tua testa..e so anche cosa l'ansia può provocare!...
    In bocca al lupo!
    elisa
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  11. #11
    Partecipante Esperto L'avatar di Tartarugatta
    Data registrazione
    15-05-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    303

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    ciao memole, posso chiederti perchè hai scelto di iscriverti anche all'albo B? non ho mai capito la convenienza...
    Quando sei assolutamente sicuro di qualcosa, probabilmente, non hai considerato tutto...

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: dubbio "amletico" sui costrutti teorici della motivazione

    Solo perchè spervavo servisse a qualcosa! ma così non è stato!...se non altro ho di certo approofndito lemie conoscenze in ambito psicologico e di eds!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

Privacy Policy