• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Partecipante L'avatar di -cancerina-
    Data registrazione
    16-10-2009
    Messaggi
    44

    quando iniziare a fare lo psicoterapeuta?

    Ciao a tutti, mi domandavo, in generale quali sono le vostre opinioni e come vi comportate quando frequentate una scuola di specializzazione in psicoterapia: quando aprite il vostro studio o comunque iniziate a prendere in carico dei pazienti? Conosco persone che già al primo anno hanno iniziato, ma quanto si può essere pronti per aiutare una persona bisognosa?

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di neuromancer
    Data registrazione
    04-03-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    626
    Blog Entries
    8

    Riferimento: quando iniziare a fare lo psicoterapeuta?

    Citazione Originalmente inviato da -cancerina- Visualizza messaggio
    Ciao a tutti, mi domandavo, in generale quali sono le vostre opinioni e come vi comportate quando frequentate una scuola di specializzazione in psicoterapia: quando aprite il vostro studio o comunque iniziate a prendere in carico dei pazienti? Conosco persone che già al primo anno hanno iniziato, ma quanto si può essere pronti per aiutare una persona bisognosa?
    Un po' difficile risponderti, a meno che espliciti cosa intendi con il termine "bisognose".
    La formazione quadriennale accompagnata da pratica e supervisione (questa anche dopo e sempre) è indispensabile per il lavoro terapeutico.
    Ciascuno è libero di praticare ciò che vuole all'interno della cornice deontologica e delle leggi italiane. Sebbene rispettando le regole può combinare comunque guai.
    Ma è anche vero che i pazienti sono coloro che decidono infine se continuare o meno, decretando in parte la competenza del professionista.

    ciaz.

  3. #3
    Partecipante L'avatar di -cancerina-
    Data registrazione
    16-10-2009
    Messaggi
    44

    Riferimento: quando iniziare a fare lo psicoterapeuta?

    Più che altro volevo capire in base a quali criteri decidete di iniziare, quand'è che vi sentite pronti? anche se ancora avete iniziato la supervisione... Per esempio, i neolaureati, che senza fare master o scuola di specializzazione si aprono uno studio, cosa possono dare a un cliente (visto che di pz in questi casi non si può parlare?)? Non so se ho spiegato bene cosa mi interessa sapere...
    E anche per gli specializzandi in psicoterapia, se aprono uno studio anche al primo anno? chi ha avuto esperienza? chi si è buttato e mi racconta?

  4. #4

    Riferimento: quando iniziare a fare lo psicoterapeuta?

    Ovviamente per esercitare come psicoterapeuta bisogna prima aver conseguito l'abilitazione, il che comporta l'aver terminato il percorso formativo di una della tante scuole di specializzazione in Psicoterapia riconosciute (oppure il dottorato in psicologia Clinica, oppure essere medici specialisti in psichiatria).
    Aprire uno studio e lavorare come psicologo, legalmente lo si può fare a partire dall'iscrizione all'albo. Credo però sia opportuno chiedersi cosa siamo in grado di offrire ai pazienti.
    Iniziare prima di sentirsi davvero pronti non è nè un vantaggio economico (tanto, comunque sia, i primi anni sono a rimessa), nè professionale (il rischio di "bruciarsi" è molto concreto).
    Oltretutto, c'è da considerare che, quando si inizia davvero, il nostro sarà un lavoro che probabilmente si continuerà a fare per tutta la vita. Quindi poco male se, fino a quel momento, ci cimentiamo in altri lavori, altrettanto dignitosi (penso ad esempio a quello di educatore/educatrice, ma anche all'insegnamento, etc.) in cui le nostre competenze (anche quelle derivanti dal proprio percorso formativo dopo l'università) sono comunque spendibili, se non altro, per svolgere meglio il proprio lavoro.

    Andrea

Privacy Policy