• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10
  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    07-12-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    32

    IREP Ist di Ricerche Europee in Psicot. Psicoanalitica e ore analisi

    Salve, dopo molteplici colloqui, mi sono innamorata dell'Irep, unico GRANDE NEO . . . 400 ore di analisi personale!
    Oltre al fatto che metodologicamente ritengo siano eccessive e disfunzionale ( incrementa a liv. direi ossessivo le rimurginazioni, astrae troppo dal contesto reale, favorisce una forte dipendenza dal terapeuta ) mi costerebbe compresa la retta sugli 11 mila euro annui!!!!!!!!!!!
    Voi la conoscete? che ne pensate?

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di bella primavera
    Data registrazione
    17-01-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    768

    Riferimento: IREP Ist di Ricerche Europee in Psicot. Psicoanalitica e

    non la conosco, ma ci rendiamo conto 11 mila euro annui! in un periodo di recessione economica, e di un mercato sempre più difficile per i terapeuti (per vari motivi), quanti anni dovrebbe metterci, un neo psicoterapeuta per ammortizzare 40/50 mila euro di costi...purtroppo quello delle scuole di psicoterapia è un altro triste business, della realtà Italiana.

  3. #3
    benedetta14
    Ospite non registrato

    Riferimento: IREP Ist di Ricerche Europee in Psicot. Psicoanalitica e

    Citazione Originalmente inviato da lorenzad Visualizza messaggio
    incrementa a liv. direi ossessivo le rimurginazioni, astrae troppo dal contesto reale, favorisce una forte dipendenza dal terapeuta
    Ottima sintesi. Concordo. Ma se vuoi fare questa professione come puoi pensare di evitare di farla?
    Sei tu la prima a non credere a quello che fai/vuoi fare.
    Ultima modifica di benedetta14 : 15-03-2011 alle ore 12.10.58

  4. #4
    Megiston Matema
    Ospite non registrato

    Riferimento: IREP Ist di Ricerche Europee in Psicot. Psicoanalitica e

    Citazione Originalmente inviato da lorenzad Visualizza messaggio
    Salve, dopo molteplici colloqui, mi sono innamorata dell'Irep, unico GRANDE NEO . . . 400 ore di analisi personale!
    Oltre al fatto che metodologicamente ritengo siano eccessive e disfunzionale ( incrementa a liv. direi ossessivo le rimurginazioni, astrae troppo dal contesto reale, favorisce una forte dipendenza dal terapeuta ) mi costerebbe compresa la retta sugli 11 mila euro annui!!!!!!!!!!!
    Voi la conoscete? che ne pensate?
    Eccessive e disfunzionali? Incrementa il liv. ossessivo .... la mia esperienza è molto differente e io di ore di analisi ne ho fatte molte di più (un'analisi finisce quando finisce, non quando il monte ore della tua scuola è stato coperto). Un'analisi ben condotta va in direzione opposta a quella che temi, ma radicalmente opposta, nessuno ha interesse ad astrarti dal contesto reale (quale "reale" poi?) o a favorire una forte dipendenza dal terapeuta. Il costo? Su questo concordo, la psicoanalisi è sempre stata una disciplina per ricchi borghesi o per persone meno ricche ma fortemente determinate (Io facevo tre lavori), è un impegno titanico e un titanico lavoro su di sé ... e non solo un costo economico. La questione costi-benefici nella scelta di una scuola a mio parere deve essere importante ma non da equipararsi al conoscere e seguire le proprie inclinazioni terapeutiche, teoriche e cliniche, non da sostituirsi ad un discorso più di tipo soggettivo di benessere, di sensazione di aver imboccato la strada giusta per sé, di trovarsi bene con le persone e con gli strumenti e con le esperienze che ti trasmettono.
    La scuola non la conosco e mi dispiace non poterti aiutare.
    Un saluto

  5. #5
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: IREP Ist di Ricerche Europee in Psicot. Psicoanalitica e

    Sono d'accordo con quanto scritto sopra: anche io ho un'esperienza di analisi che è molto diversa da quella prefigurata, che - per inciso - sembra più lo stereotipo di una cattiva terapia.
    Sull'impegno economico e non solo che comporta l'analisi personale, non ci sono dubbi. Ma ad esso fa solitamente seguito un guadagno molto più ampio (anche in termini monetari, a ben vedere) del semplice rientro dall'investimento. Una buona analisi libera risorse importanti e può portare a nuovi ed impensati spiragli.
    Detto questo, nessuno è obbligato a compirere questo percorso, ci sono molti altri lidi a cui approdare se non lo si ritiene confacente. Certo, come ha scritto benedetta, dà da pensare che chi vuol fare l'analista sia il primo a mettere dei limiti alla propria analisi...

    Saluti
    gieko

  6. #6
    benedetta14
    Ospite non registrato

    Riferimento: IREP Ist di Ricerche Europee in Psicot. Psicoanalitica e

    Citazione Originalmente inviato da Megiston Matema Visualizza messaggio
    Un'analisi ben condotta va in direzione opposta a quella che temi, ma radicalmente opposta, nessuno ha interesse ad astrarti dal contesto reale (quale "reale" poi?) o a favorire una forte dipendenza dal terapeuta.
    Citazione Originalmente inviato da gieko Visualizza messaggio
    Una buona analisi libera risorse importanti e può portare a nuovi ed impensati spiragli.
    In effetti bisogna fare delle distinzioni, non si può generalizzare.

  7. #7
    Partecipante
    Data registrazione
    07-12-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    32

    Riferimento: IREP Ist di Ricerche Europee in Psicot. Psicoanalitica e

    Allora, innanzitutto non sono contraria ad un mio percorso personale, anzi tutt'altro, ho già in atto un percorso di stampo dinamico da tre anni, con frequenza settimanale per due anni, e nell'ultimo anno ogni due settimane, in quanto in accordo con il mio terapeuta siamo arrivati in questa fase proprio perchè ripeto ogni caso è a sè. Per questo ritengo più funzionale e professionale, che sia l'analista che ti dica se ritiene che per lui il percorso è giunto a termine, o se si necessità di continuarlo: NON SONO PER I PACCHETTI PRECOSTITUITI!!!!!
    Lavoro in una comunità terapeutica, e sono la prima ad affermare che ci sono casi, o momenti, in cui il paziente/utente ha bisogno di maggior numero di colloqui, ma dall'esperienza acquisita sul campo, e SI anche dal modello teorico che adotto ( un conto è la Cornice ed uno lo scrigno ) ritengo che bisogna anche favorire uno spazio di autonomia "mentale", e non solo io a crederlo, ma anche molti "psicoterapeuti" con cui lavoro.
    Detto ciò tralascio il lato economico, perchè sono completamente d'accordo con Bella Primavera, non è un discorso di non fare sacrifici per un bene interiore, ma dove vivete?! sarò strana io, ma fra lavoro, benzina visto che per arrivarci ne spendo 120 euro al mese, affitto, bollette, cibo, e questioni di salute familiari . . . bhè credo che siate fortunati se riuscite a spendere 44 mila euro per 4 anni per studiare . . .

  8. #8
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    16-05-2011
    Residenza
    Mestre (Ve)
    Messaggi
    76

    Re: Riferimento: IREP Ist di Ricerche Europee in Psicot. Psicoanalitic

    Qualcuno sa darmi un riscontro della sua esperienza all'IREP? Vorrei aprire una discussione ma non riesco a farlo. :-(

  9. #9
    Partecipante Assiduo L'avatar di Wallyerbert
    Data registrazione
    02-11-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    142

    Riferimento: Re: Riferimento: IREP Ist di Ricerche Europee in Psicot.

    Citazione Originalmente inviato da Daniele85 Visualizza messaggio
    Qualcuno sa darmi un riscontro della sua esperienza all'IREP? Vorrei aprire una discussione ma non riesco a farlo. :-(
    Io ci ho fatto 6 mesi di tirocinio...e mi sono bastati..non c'è un metodo chiaro. Ero indecisa per l'iscrizione a suo tempo ma poi un pò per l'approccio un pò per la spesa veramente eccessiva, avendo già fatto analisi per conto mio, mi sono rivolta da altro. Ciao

  10. #10

    Riferimento: Re: Riferimento: IREP Ist di Ricerche Europee in Psicot.

    ciaooooo a tutti, sono in procinto di scegliere la scuola di specializzazione IREP a Roma, volevo sapere il motivo delle sperienze negative descritte da chi ha fatto la scuola, a me ha fatto una buona impressione nel complesso andando al colloquio,in che senso non c'è un metodo chiaro? la scuola non è impostata sul metodo di gillieron?ed inoltre com'è la qualità dei docenti della scuola? sono in forte crisi e vorrei avere informazioni da chi è già dentro questa realtà per poter fare una scelta razionale e consapevole, fermo restando che l'analisi posso farla cmq con un buon analista,grazie mille!!! qualcuno potrebbe cortesemente lasciarmi un indirizzo e mail per poterlo contattare?

Privacy Policy