• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di pearljam
    Data registrazione
    22-09-2005
    Residenza
    mi
    Messaggi
    108

    Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    Ciao a tutti, come molti di voi sto lavorando senza sosta per promuovere il mio studio e stringere il maggior numero di contatti possibile. Come inizio mi sono buttata sui consigli che ho letto in molti forum. Per cui: organizzare incontri a tema, scrivere articoli, andare dai medici di base..insomma inventarne di ogni per farmi conoscere e magari rimediare qualche collaborazione per strada. Ebbene. Mi sentivo di condividere questo: non avevo assolutamente idea di cosa significasse, nè di quanto difficile potesse essere. Mi spiego. Forse sono stata sfortunata o non particolarmente brillante, ma da novembre ad oggi sono riuscita a scrivere un articolo e a fare una serata, entrambi gratuiti e dopo infiniti tentativi presso tutte le associazioni possibili. Anche solo quando si tratta di affittare uno spazio (dove io pagherei loro) mi sembra un'impresa epocale, scrivere un articolo non ne parliamo. Anche con il più piccolo giornaletto di paese una fatica immane e un continuo tormentarli. Senza contare che prima di me hanno avuto la stessa idea in 40 almeno. Mi chiedevo, al di là di quelli che possono essere i miei limiti personali o la sfiga o che ne so, qualcuno di voi ha esperienza in questo senso e ha voglia di condividerla. Abbiamo capito che dobbiamo uscire dallo studio e farci conoscere, ma chi l'ha fatto come si trova? Che risposte ha? Mi sono trovata di fronte a un muro e mi piacerebbe tanto conoscere le vostre esperienze...Grazie

  2. #2
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743

    Riferimento: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    In effetti, soprattutto all'inizio, non è facile: non sono tutti lì con le braccia aperte ad aspettarci, nè i pazienti nè i possibili invianti.
    Però perseverare alla lunga paga: a volte ti chiamano dopo mesi, altre volte mai, ma se non ti sbatti ti perdi anche quell'ultima possibilità.
    Perciò io mi sentirei di consigliarti di continuare (se vuoi provare a fare questo lavoro), altrimenti lasciando perdere dovrai prendere la decisione di cambiare campo e dedicarti ad altro (magari più remunerativo e soddisfacente ma comunque altro).
    Questo dipende da te: a me piaceva (e piace ancora) la parte dello sbattimento, mi incuriosiva pensare a cosa inventarmi e non mi costava fatica perseverare perchè sono proprio così.
    Ho anche raccolto dei frutti, ma soprattutto non mi è pesato sbattermi perchè alla fin fine era divertente.
    Se però senti che la fatica è eccessiva e non fa per te pensa bene a cosa fare e se vale la pena continuare, perchè lo sbattimento non finisce mai (o almeno, per me, dopo 10 anni di lavoro, buoni guadagni, collaborazioni consolidate e soddisfazioni varie... vedo che lo sbattimento non finisce mai, ma mi va bene così).
    Vimae

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Re: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    intanto pearljam, hai tutta la mia solidarietà, capisco le enormi difficoltà, la fatica inimmaginabile e le numerose frustrazioni che accompagnano inevitabilmente le operazioni di "promozione". Certo, dopo solo un articolo e una serata, è un po' prestino per tirare le somme! E' solo l'inizio ed è inevitabile che sia faticoso, magari essendo i primi sforzi di "marketing" ancora non avevi la consapevolezza di quanto fossero faticosi e anche di quanto fossero fondamentali. L'importante è che ora che hai questa consapevolezza, non ti fermi, perché da liberi professionisti, se non ci sbattiamo nella promozione, non lavoriamo. Persino i marchi più importanti non smettono mai di promuoversi (vodafone, barilla, mc donald), figuriamoci noi, piccoli e neri , quanto incessantemente dobbiamo promuoverci. Molti giovani psicologi si fermano ai primi 10 tentativi, ai primi 10 medici, alle prime 10 telefonate, quando poi è dall'undicesima in poi che si acquisisce maggiore consapevolezza e disinvoltura. Meglio abituarsi perché come diceva Vimae lo sbattimento non finirà mai, neanche quando ti sarai creata una minima continuità e qualche collaborazione più o meno consolidata. Fa parte della libera professione: per ogni ora frontale, ce ne sono 10 almeno 10 tra progettazione, promozione e quant'altro. Questo comporta anche uno stile di vita diverso, non esistono sabati, domeniche, ferie d'agosto e altre amenità di chi ha una vita lavorativa regolata dall'alto, dal "datore di lavoro", che magari gli dà lo stipendio a fine mese. Però non è neanche una parte brutta del lavoro, anzi è molto soddisfacente. Sinceramente, nonostante le difficoltà, la totale instabilità e momenti di vero abbattimento, non tornerei indietro a fare la dipendente tutelata "a stipendio". Per carità in momenti di sconforto ho pure provato a buttarmi sui concorsi (per poi avere la conferma che sono al 99,99% truccati!) e sono caduta in depressione, ma ormai non saprei più molto capace di gestirmi da dipendente. Convinvo abbastanza bene con l'instabilità, l'incertezza del reddito, e tutto il lavoro che c'è dietro al lavoro vero e proprio e che occupa forse la maggior parte del tempo (ideare, progettare, creare dal nulla contatti professionali, promuovere, promuovere, promuovere, promuovere, promuovere...). Certo spesso la timidezza si fa sentire , non lo nego. Cmq, chiaro che l''ottica è totalmente diversa, ma in fondo ci stai entrando. Lo schok all'inizio è tanto e gestirsi tollerando lo stress è difficile, però ci stai entrando, quindi ti direi: non ti fermare proprio adesso!!!

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di pearljam
    Data registrazione
    22-09-2005
    Residenza
    mi
    Messaggi
    108

    Riferimento: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    Sono d'accordo con te, hai ragione. Bisogna chiedersi cosa ci si sente di fare e sostenere personalmente. Credo che lo potrò capire con il tempo. Il mio desiderio, con questa discussione, era parlare di come sono le cose nella realtà, come ci si trova e consolarmi se è una fatica condivisa, non per lamentarmi . Anche solo per condividere aspetti della faccenda pure comici. A me per esempio fa ridere quella espressione che fanno quando gli proponi qualcosa, che sembra che si spaventano o gli hai chiesto di darti dei soldi ah ah. Oppure mi è capitato che mi dicessero cose tipo "voi psicologi siete tutti matti"...insomma robe così! E poi, ho bisogno di sapere che tutto questo seminare porterà a qualcosa..ogni tanto mi scoraggio!!!!

  5. #5
    Partecipante Affezionato L'avatar di pearljam
    Data registrazione
    22-09-2005
    Residenza
    mi
    Messaggi
    108

    Riferimento: Re: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    Grazie Ste e grazie Vimae (la risposta di prima era per te), di questo ho bisogno. Di quello che possono dirmi altri professionisti, che l'han provato e non solo le persone che mi sono vicine, che comunque mi aiutano tanto. é proprio così, lo realizzi all'inizio quello che è nella realtà e devi farci i conti. E più vai avanti più realizzi cosa significa e diventi sempre più brava, almeno spero eh eh!! Personalmente la cosa che mi pesa di più sono i lunghi spazi vuoti, quando lavori pochissimo in una settimana. Non voglio mollare, forse mi ci devo adattare, figurati che ho appena rifiutato un lavoro part time come segretaria! Ho solo bisogno di sapere che prima o poi cambierà qualcosa e di abituarmici credo

  6. #6
    Neofita
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    ROMA
    Messaggi
    12

    Riferimento: Re: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    Salve a tutti, anch'io ho iniziato nella disperazione più totale: avevo contattato diversi medici di base e professionisti ma per ben un anno non ho avuto alcun paziente, ho continuato a lavorare a vuoto e cercare di costruirmi contatti (volontariati, tirocini, progetti nelle scuole ecc). Poi improvvistamente il treno è passato anche per me... Credo che lavorando lavorando i risultati arrivino per tutti, è dura ma non bisogna demordere!!! Oggi dopo un perido dove ho lavorato in condizioni non troppo ideali per uno psicologo (in una stanza medica, a volte anche nella stessa stanza di un ginecologo!!!) sto provando a trasferirmi in uno studio tutto mio. A proposito di questo, qualcuno di voi saprebbe consigliarmi dove è possibile acquistare mobili adatti ad uno studio di psicolgogia a basso costo in zona Roma e dintorni? ho provato nei negozi di mobili a basso costo ma non hanno molto, mentre nei negozi di mobili per ufficio hanno dei prezzi elevatissimi (tipo una scrivania a 1000 euro). Aiuto!!!!

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    complimenti ilaria e in bocca al lupo! A Roma i classici a prezzo abbordabile sono sempre quelli: ikea e mondoconvenienza! Oppure fai un giro a porta portese e prova a contrattare con i rigattieri, spesso si fanno affari e si trovano cose d'epoca molto carine! Dipende poi dall'atmosfera che vuoi dare al tuo studio, se più classica, e allora va bene mondoconvenienza, che ha dei pezzi in "finto" anqtiquariato, oppure più giovanile, e allora è ok ikea, che poi ha vari pezzi, stili e poltoncine anche di gusto più classico e più formale. E' vero che le poltrone e i divani a basso costo si sfondano subito, ma in fondo è un uso da studio, non devi zomparci sopra come per un uso casalingo . Secondo me cmq è utile che arredi lo spazio in modo flessibile, per variare il setting e adattarlo magari anche per piccoli gruppi, piccole conferenze e altro. Non conviene la scrivania enorme e pesante, da rappresentanza, meglio qualcosa di spostabile per fare spazio a più sedie al momento opportuno . Infatti è utile tenere una serie di sedie impilabili, tipo quelle ikea, che quanso sono chiuse occupano poco spazio, così le tiri fuori all'uopo

  8. #8
    Neofita
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    ROMA
    Messaggi
    12

    Riferimento: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    Si in effetti avevo visto qualcosa in questi negozi ma non è che fossero proprio fornitissimi!!! comunque credo che a Roma siano le uniche soluzioni, ho fatto un giro nei negozi per arredo di studi medici e/o ufficio ma sono proprio inavvicinabili!!!
    grazie mille per gli utili suggerimenti!!!

  9. #9
    Partecipante Affezionato L'avatar di cpz
    Data registrazione
    10-07-2004
    Residenza
    milano
    Messaggi
    112

    Re: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    ho lavorato per anni nelle scuole come educatrice.
    nel frattempo, scuola di specialità, tirocinio, poliambulatorio con medici
    A dicembre ho scoperto di essere incinta e così ho lasciato il lavoro a scuola. diversi i motivi: rischio di prendere malattie rischiose per la gravidanza e poi soprattutto non voler più fare la vita di prima: quando nascerà mia figlia non voglio passare 11 ore fuori casa come facevo prima.

    Così ora ho solo lo studio privato (mio) e il poliambulatorio coi medici. Ho 7 pazienti.
    Mi sono resa conto che se il primo anno di libera professione ho avuto 1 paziente in 12 mesi ora, negli ultimi 2 anni, ho stabilmente 6 o 7 pz. A volte 10, a volte 4/5 ma più o meno stabilmente 6/7
    dovrei essere contenta..ma non mi basta, mi rendo conto che stare solo dentro lo studio è una cosa che non mi soddisfa al 100%. Vorrei contemporaneamente avere esperienze in contesti diversi, associazioni ad es.
    Come mamma frequento un'associazione dove una psicologa tiene dei corsi su vari aspetti..è molto bello... vorrei fare qualcosa del genere oppure fare serate a tema.. POi mi guardo allo specchio e dico: ma dove vuoi andare che hai il terrore di parlare in pubblico?? :-(
    una volta mi ero offerta come psicologa gratis ad una associazione per malati di sla.
    NOn avevano questo servizio ...tentennavano.. come dice pearljam era come se avessi chiesto dei soldi o cose strane..
    Non so..sono un pò scoraggiata..ma fa tanto bene condividere e ascoltare storie di chi ce l'ha fatta e non sempre e solo lamentele (come avviene spesso in questi forum) grazie

  10. #10
    Partecipante Affezionato L'avatar di pearljam
    Data registrazione
    22-09-2005
    Residenza
    mi
    Messaggi
    108

    Riferimento: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    ciao cpz, ho aperto questa discussione per parlare di quanto impegno, pazienza, fiducia e quant'altro ci voglia, perché io per prima, in modo molto infantile sicuramente, non avevo idea fosse così. non pensavo che fare serate gratuite fosse un'impresa epica, nè fare corsi. ho realizzato che le associazioni non sono disponibili nemmeno ad affittare spazi, vuoi perché non gli interessa, vuoi perché ci fanno corsi loro e sono diffidenti o che ne so. così come pubblicare articoli su riviste locali. io ti giuro, quando leggevo di altre esperienze mi sembrava così fattibile, invece non è così, sono io che mi aspettavo cose irreali!!!ho realizzato com'è la realtà effettiva e questo non mi porta a scoraggiarmi, anzi. sapere come sono le cose realmente mi permette di attivare strategie più mirate, agire diversamente. molti hanno un'idea quasi romantica della cosa "non mollare, resisti, i tuoi sogni si realizzeranno" , ma io credo più che altro (ora che sono scesa dal pero ) più in un atteggiamento concreto, strategico, che comprende anche qualche sano sclero ogni tanto. ora sto cercando un lavoro part-time di tutt'altro tipo, come ho fatto per anni, perché i soldi, dopo 7 mesi non ci sono più e anche perché così non sono lì con l'ansia ad aspettare ciò che non arriva e arriverà quando vuole. anche io ho pazienti in studio come te e anche a me non basta, anche se i miglioramenti ci sono stati. e sono convinta, ma sicura proprio, che con costanza, impegno, fatica, creatività, intelligenza e soprattutto conoscenza del contesto prima o poi i risultati arriveranno.

  11. #11
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    complimenti a tutte!dovrò seguire la vostra perseveranza!

  12. #12
    Partecipante
    Data registrazione
    19-11-2008
    Residenza
    Messina
    Messaggi
    34

    Riferimento: Re: Promozione studio: Tra il dire e il fare...

    Citazione Originalmente inviato da cpz Visualizza messaggio
    ho lavorato per anni nelle scuole come educatrice.
    nel frattempo, scuola di specialità, tirocinio, poliambulatorio con medici
    A dicembre ho scoperto di essere incinta e così ho lasciato il lavoro a scuola. diversi i motivi: rischio di prendere malattie rischiose per la gravidanza e poi soprattutto non voler più fare la vita di prima: quando nascerà mia figlia non voglio passare 11 ore fuori casa come facevo prima.

    Così ora ho solo lo studio privato (mio) e il poliambulatorio coi medici. Ho 7 pazienti.
    Mi sono resa conto che se il primo anno di libera professione ho avuto 1 paziente in 12 mesi ora, negli ultimi 2 anni, ho stabilmente 6 o 7 pz. A volte 10, a volte 4/5 ma più o meno stabilmente 6/7
    dovrei essere contenta..ma non mi basta, mi rendo conto che stare solo dentro lo studio è una cosa che non mi soddisfa al 100%. Vorrei contemporaneamente avere esperienze in contesti diversi, associazioni ad es.
    Come mamma frequento un'associazione dove una psicologa tiene dei corsi su vari aspetti..è molto bello... vorrei fare qualcosa del genere oppure fare serate a tema.. POi mi guardo allo specchio e dico: ma dove vuoi andare che hai il terrore di parlare in pubblico?? :-(
    una volta mi ero offerta come psicologa gratis ad una associazione per malati di sla.
    NOn avevano questo servizio ...tentennavano.. come dice pearljam era come se avessi chiesto dei soldi o cose strane..
    Non so..sono un pò scoraggiata..ma fa tanto bene condividere e ascoltare storie di chi ce l'ha fatta e non sempre e solo lamentele (come avviene spesso in questi forum) grazie
    Ciao a tutte ragazze,
    sono nelle stesse condizioni vostre.
    Vorrei intanto fare gli auguri a cpz per la dolce attesa.
    Poi vorrei chiedere a te cpz e a ilaria134 se gentilente potreste darmi qualche informazione circa un nuovo studio.
    Anch'io vorrei proporre a qualche medico di base se vuol condividere lo studio con me (ovviamente in orari differenti). Ma sono un pò timida non saprei come proporglielo, se ad es. proporgli io stessa di dargli l'affitto della stanza a ore o ad appuntamenti o a provvigione (cioè sulla base del numero di pazienti che riceverei).
    In seguito la mia intenzione è quella di aprirmi uno studio.
    Oltre a ciò, vorrei sapere come vi siete pubblicizzate nello studio del medico nei riguardi dei pazienti, avete affisso un volantino con i vostri dati e i servizi che offrivate? e/o Ve li inviava il medico?cosa avete rilasciato come ricevuta dell'avvenuta prestazione del servizio reso?
    Scusate per tutte quete domande, ma sono proprio quese informazioni che fin oggi mi hanno frenato per intraprendere questo percorso.
    Non ho fin'ora aperto la partita iva perchè presumo che non riuscirò a guadagnare sufficientemente.
    Ho letto nel forum che per chi presume e non supera il reddito di € 5.000,00 annui può avvalersi della dichiarazione di prestazioni occasionali. Ok ma cosa e come fare, che ricevuta rilasciare ai clienti? come vete fatto voi?
    Tante grazie ragazze, siete tutte preziose.
    Non so se lo sapete, ma non sono l'unica ad avere questi dubbi.
    Spero che voi possiate esaudire questa mia richiesta di info.
    Ancora grazie, a a presto
    Ultima modifica di mariagrazia 67 : 17-04-2011 alle ore 19.30.10 Motivo: errori nella battitura

Privacy Policy