• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1

    Matrici di Raven per i non laureati

    Ciao a tutti,
    vorrei sapere se qualcuno di voi ha svolto una tesi sperimentale somministrando dei test (come le matrici di Raven) che sono riservati ai laureati. Voglio dire, è comune che un prof chieda ad un laureando di somministrare test che il laureando non può nemmeno acquistare? Qualcuno mi spiega come si esce da questo paradosso?

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di adelitas
    Data registrazione
    20-11-2006
    Residenza
    a casa
    Messaggi
    284

    Riferimento: Matrici di Raven per i non laureati

    secondo me se ne esce semplicemente con il prof che deve seguirti nella somministrazione del test che deve darti lui!

  3. #3
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    20-02-2011
    Messaggi
    191

    Riferimento: Matrici di Raven per i non laureati

    Citazione Originalmente inviato da adelitas Visualizza messaggio
    secondo me se ne esce semplicemente con il prof che deve seguirti nella somministrazione del test che deve darti lui!
    Esattamente; la corresponsabilità professionale rimane del docente, che ha appunto l'incarico di guidarti e supervisionarti tecnicamente nell'applicazione corretta dello strumento.

  4. #4
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743

    Riferimento: Matrici di Raven per i non laureati

    E soprattutto i test applicati nelle tesi non hanno alcuna finalità clinica o diagnostica: i loro risultati sono finalizzati unicamente al raccoglimento statistico dei dati o alla tua tesi, se quindi ci sono errori nella somministrazione o altro questo non va assolutamente a discapito del paziente (come invece succederebbe in ambito clinico).
    Vimae

  5. #5
    Partecipante Figo
    Data registrazione
    09-09-2008
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    925

    Riferimento: Matrici di Raven per i non laureati

    se un prof prevede la somministrazione di un test penso che sia lui a disporne, in quanto clinico... è impensabile che uno studente disponga di strumenti diagnostici, che costano comunque un botto!!

Privacy Policy