• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 24
  1. #1
    Partecipante L'avatar di Egosintonica
    Data registrazione
    28-05-2010
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    38

    Lavorare con il trainig autogeno.

    Salve a tutti,

    sto facendo un corso di training autogeno (ma su di me, come paziente),
    e mi domandavo se per esercitare questa tecnica, fosse necessaria qualche
    autorizzazione o attestazione.
    La mia insegnante dice che gli esercizi che lei ha praticato durante il
    suo corso di preparazione, sono gli stessi che fa fare a noi.
    Quindi mi e vi domando: se ci si sente sufficientemente preparati (perchè lo si pratica e lo si studia), come psicologi possiamo lavorare con questa tecnica di
    rilassamento psicofisiologico? O si deve avere qualche qualifica specifica per non rischiare di essere radiati dall'albo??
    Grazie.

    E.
    "Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me."

  2. #2
    Partecipante
    Data registrazione
    21-05-2009
    Messaggi
    58

    Riferimento: Lavorare con il trainig autogeno.

    Ciao,
    Io fra poco inizio un corso per diventare "operatore di training autogeno", dopo potrò iscrivermi all'abo ecaat e iniziare ad applicare questa tecnica.
    Il corso dura 60 ore...mi pare di capire che quello che stai facendo tu è un percorso personale che non ti rilascia nessuna attestazione oppure un attestato di partecipazione al massimo...credo non basti per fare l'operatore di training autogeno...
    Ti consiglio cmq di visitare il sito dell'ecaat, li trovi molte informazioni e vedi anche le scuole che possono formare gli "operatori" di training autogeno...così vai sul sicuro se mai decidessi di frequentare un corso del genere...

  3. #3
    Partecipante L'avatar di Egosintonica
    Data registrazione
    28-05-2010
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    38

    Riferimento: Lavorare con il trainig autogeno.

    Ciao Caramelpop, grazie ho guardato il sito dell'acaat, tuttavia continua a rimanere la mia perplessità: serve, è necessario per legge, un attestato per esercitare il training autogeno? Oppure siamo noi che abbiamo bisogno di un attestato (come copertina di linus: perchè lo psicologo ha sempre paura di fare qualcosa che non può!!!)?
    No a parte gli scherzi, mi sembra di capire che in linea generale tutti possano insegnare il training autogeno (se si sono adeguatamente formati, anche con un training personale) anche se non si è psicologi, ma uno psicologo lo farebbe meglio, cioè con maggiore orientamento verso la persona, i suoi stati emotivi e le sue problematiche (ognuna affrontabile con un esercizio diverso), conoscendo maggiormente lo stretto legame tra funzionamento mentale e corporeo.
    Anche l'albo dell'ecaat, non mi sembra altro che un riconoscimento dato da loro, ma non un riconoscimento dato dallo stato italiano (nel senso che non viene riconosciuta la figura dell'operatore di training autogeno a livello giuridico).
    Non so se sto sbagliandomi, magari tu che hai deciso di fare il corso, hai info maggiori e più dettagliate; io in effetti sto cominciando ad interessarmi da poco, da quando ho intrapreso il lavoro personale, che credo cmq sia una buona palestra.
    Ti mando un grande saluto.

    E.
    "Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me."

  4. #4
    Partecipante
    Data registrazione
    21-05-2009
    Messaggi
    58

    Riferimento: Lavorare con il trainig autogeno.

    Ciao,
    il corso l'ho iniziato...
    intanto per l'iscrizione all'ecaat mi è sembrato di capire che serve solo per dare "visibilità", quindi si può pure evitare (anche perchè ha un costo annuale)...
    Che TUTTI possano fare training autogeno non ne sono molto sicuro (anche perchè in effetti i corsi per diventare operatore sono aperti solo a medici, psicologi o chi lavora nel sociale)...
    Il fatto è che quando conduci un gruppo (ma anche individualmente) di training autogeno, a volte le persone ti fanno delle domande, vogliono sapere che cosa succede fisiologicamente durante il training autogeno, come funziona il tutto, a volte alcuni riportano sensazioni spiacevoli (che non dovrebbero esserci)...e tu devi essere pronto a rispondere a tutte queste cose...e per essere pronto secondo me seguire un corso di formazione (per operatori) è la miglior cosa...
    Non lo so se per legge un laureato in psicologià può fare da conduttore a gruppi di training autogeno...ma secondo me c'è chi lo fa...non è una tecninca difficilissima, ma si devono conoscere anche le controindicazioni (perchè ce ne sono)...
    Se ne hai la possibilità cmq potresti fare un corso per operatore (che poi è sempre una "qualifica" che ti inserisci nel curriculum)...

  5. #5
    Partecipante Affezionato L'avatar di ladybird
    Data registrazione
    11-03-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    71

    Re: Riferimento: Lavorare con il trainig autogeno.

    Ciao,
    c'è da distinguere quello che si può fare "per legge" da quello che ci si sente in grado di fare.
    La laurea in psicologia abilita anche a condurre corsi di training autogeno, quindi da quel punto di vista non servono altri corsi, attestati o iscrizioni.
    Diverso è il fatto se si è in grado di gestire un gruppo e in particolare le dinamiche che emergono durante le sedute (soprattutto in gruppo).
    Questo dipende da te.
    Ciao

  6. #6
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: Lavorare con il trainig autogeno.

    ciao, so che il ta lo possono fare esclusivamente medici, psicologi e figure professionali in ambito sanitario

  7. #7
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: Lavorare con il trainig autogeno.

    sapete se parte qualche corso per operatori ta anche al nord? grazie

  8. #8
    Partecipante Super Figo L'avatar di skarlet82
    Data registrazione
    14-07-2004
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    1,763
    Blog Entries
    10

    Re: Lavorare con il trainig autogeno.

    Io non so se per legge è necessario un attestato, ma posso dirvi che il TA non va preso con troppa leggerezza. Io frequento la scuola di specializzazione in psicoterapia cognitivo comportamentale in cui si insegnano anche tecniche di rilassamento come appunto il TA.
    Un nostro docente ci ha spiegato che prima di tutto non va fatto in gruppo, ma individualmente, ma soprattutto ci si deve accertare delle condizioni del soggetto prima di farlo. Non può essere fatto con chi soffre di disturbi gastrointestinali (per via dell'esercizio del plesso solare), con chi soffre di sinusite (per l'esercizio della fronte fresca) e soprattutto non può essere fatto con chi soffre di disturbi psichiatrici (dist. psicotici e dissociativi in particolare) perchè il TA slatentizza tali disturbi.
    Per questo, secondo me, bisogna avere un'adeguata conoscenza e formazione sulla tecnica per poterla utilizzare adeguatamente.
    Solo due cose sono infinite,l'universo e la stupidità umana...ma non sono sicuro della prima. A.Einstein

    Lo sai perchè esiste la guerra?
    Perchè il mondo è cominciato senza l'uomo e senza l'uomo deve finire.


    Visitate il mio Blog


  9. #9
    Partecipante L'avatar di Summer74
    Data registrazione
    07-05-2010
    Messaggi
    55

    Riferimento: Lavorare con il trainig autogeno.

    Ciao, anche io mi sto informando per questo corso (sono attivi corsi a Milano e Como per chi fosse interessato nella regione Lombardia). Il corso non è aperto a tutti, ma a professionisti del settore sanitario (medici, psicologi). Io credo che il training autogeno non vada preso con leggerezza...il fatto di essere psicologo e di avere intrapreso un percorso personale non bastano... condurre un gruppo individualmente non è così semplice, bisogna essere preparati ....(io la chiamo auto-coscienza più che altro).

  10. #10
    Partecipante Leggendario L'avatar di Haidy2009
    Data registrazione
    14-01-2009
    Messaggi
    2,404

    Riferimento: Re: Lavorare con il trainig autogeno.

    Citazione Originalmente inviato da skarlet82 Visualizza messaggio
    Io non so se per legge è necessario un attestato, ma posso dirvi che il TA non va preso con troppa leggerezza. Io frequento la scuola di specializzazione in psicoterapia cognitivo comportamentale in cui si insegnano anche tecniche di rilassamento come appunto il TA.
    Un nostro docente ci ha spiegato che prima di tutto non va fatto in gruppo, ma individualmente, ma soprattutto ci si deve accertare delle condizioni del soggetto prima di farlo. Non può essere fatto con chi soffre di disturbi gastrointestinali (per via dell'esercizio del plesso solare), con chi soffre di sinusite (per l'esercizio della fronte fresca) e soprattutto non può essere fatto con chi soffre di disturbi psichiatrici (dist. psicotici e dissociativi in particolare) perchè il TA slatentizza tali disturbi.
    Per questo, secondo me, bisogna avere un'adeguata conoscenza e formazione sulla tecnica per poterla utilizzare adeguatamente.
    Sono d'accordo con quanto dici, Skarlet82, così pure con summer74
    E' proprio questione di coscienza formarsi adeguatamente...anche in questo settore.
    Skarlet82,hai dato informazioni utili che evidenziano quanto sia importante essere professionalmente preparati nel TA..

    "Non importa se vai avanti piano, l'importante è che non ti fermi". Confucio

  11. #11
    Partecipante Affezionato L'avatar di ladybird
    Data registrazione
    11-03-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    71

    Re: Lavorare con il trainig autogeno.

    Concordo con quanto detto negli ultimi post e preciso che esistono ulteriori controindicazioni all'uso del T.A. rispetto a quanto giustamente scritto da Skarlet82.
    Sul fatto che il T.A. non si debba usare in gruppo invece non concordo, o meglio come sempre dipende dall'obiettivo che ti proponi.
    Se utilizzi il T.A. come tecnica all'interno di un più ampio progetto terapeutico/di sostegno allora utilizzerai il TA individualmente.
    Tuttavia se lo proponi come tecnica di rilassamento su soggetti "sani" (previo colloquio) e magari indirizzato a studenti per gestire l'ansia da esame.... lo puoi utilizzare in gruppo, io l'ho fatto e conosco professionisti che lo fanno.
    Diventa quindi fondamentale il colloquio preliminare.
    Confermo quanto avevo già detto: un conto è essere legalmente abilitati, un conto è essere professionalmente ed eticamente in grado di farlo. Io sono del parere che nella nostra professione non ci si può improvvisare in niente e serva un'adeguata preparazione. Il TA è una tecnica molto potente e bisogna conoscerla molto bene, possibilmente anche su se stessi

  12. #12
    Partecipante Super Figo L'avatar di skarlet82
    Data registrazione
    14-07-2004
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    1,763
    Blog Entries
    10

    Re: Lavorare con il trainig autogeno.

    Il nostro docente ci disse che durante la fase di addestramento (3 mesi) è necessaria la seduta individuale, poi successivamente è possibile farlo in gruppo. Questo perchè il soggetto che vi si sottopone deve dare al terapeuta dei feedback e ciò non sarebbe possibile in un gruppo di più persone.
    Io personalmente non sapevo niente di tutto questo, vi ripeto semplicemente ciò che mi è stato detto da uno psicoterapeuta con una lunga esperienza alle spalle.
    Solo due cose sono infinite,l'universo e la stupidità umana...ma non sono sicuro della prima. A.Einstein

    Lo sai perchè esiste la guerra?
    Perchè il mondo è cominciato senza l'uomo e senza l'uomo deve finire.


    Visitate il mio Blog


  13. #13
    Postatore OGM L'avatar di monellina19
    Data registrazione
    05-06-2006
    Residenza
    terza nuvola a sud-est
    Messaggi
    4,375

    Riferimento: Lavorare con il trainig autogeno.

    Ho letto tutti i post del thread e ho rimosso quelli che non erano in linea con quanto previsto dal regolamento
    Vi prego di fare più attenzione quando scrivete!
    Scusate l'interruzione...buon proseguimento e Buona giornata a tutti
    Concetta
    Ultima modifica di monellina19 : 12-04-2011 alle ore 17.38.07
    E ho guardato dentro un'emozione
    e ci ho visto dentro tanto amore
    che ho capito perché non si comanda al cuore...
    "senza parole"


    un abbraccio alla mia Miss...ti voglio bene
    Concetta da seduta...Monica da alzata...Monellina da sdraiata


  14. #14
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: Lavorare con il trainig autogeno.

    e quindi, quando secondo voi si potrebbe proporsi sul mercato come operatore di ta, se ci sono tutte queste controindicazioni?!?
    secondo me, dietro a tutte queste proibizioni ci sono molte insicurezze e perplessità forse anche trasmesse implicitamente proprio dai docenti...

  15. #15
    Partecipante L'avatar di Trottola65
    Data registrazione
    27-11-2006
    Messaggi
    53

    Riferimento: Lavorare con il trainig autogeno.

    Ciao a tutti! Perdonatemi, ma mi sa che si sta facendo un pò di confusione....
    - il training autogeno nasce come una tecnica di gruppo: lo stesso Schultz lo insegnava in gruppi molto numerosi. Il gruppo va formato accuratamente, sulla base di un colloquio preliminare, ed è generalmente costituito, come scrive Ladybird, da soggetti senza particolari problematiche. Nei suoi sviluppi è diventata anche una tecnica individuale, in associazione a un percorso di sostegno o di psicoterapia.
    - è vero che vi sono diverse controindicazioni all'utilizzo del training autogeno, ma va sottolineato che alcune sono "persistenti", altre "passeggere". Mi spiego. Il TA va assolutamente sempre e comunque evitato con i pazienti psicotici, per i motivi riportati da Skarlet; come di norma viene evitato con le personalità fortemente oppositive, narcisistiche o dipendenti, per ovvi motivi.
    Ma non è vero che tutti coloro che soffrono di determinati disturbi non possono praticare il training autogeno a prescindere. Per esempio, non è da proporre a un soggetto con in corso un episodio di ulcera, perchè l'esercizio del plesso solare sarebbe fortemente controindicato.... Nulla vieta, però, di proporre la tecnica alla persona una volta che la fase acuta sia passata. Scrivere che non va proposto alle persone con disturbi gastrointestinali è assolutamente una falsità. Lo stesso dicasi, ad esempio, per un paziente colpito di recente da infarto. Non si propone subito la tecnica, ma una volta che vi sia stata una ripresa, non vi sono controindicazioni nemmeno per l'infartuato.

    Spero di essere stata utile

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy