• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di ZingarellaOps
    Data registrazione
    09-09-2006
    Residenza
    Provincia di Salerno
    Messaggi
    11,811

    Dal ciclo mortifero alla Chiesa.

    Eh si, con un po' di imbarazzo questa volta mi accingo a scrivere anche io, invece di restare fuori a guardare. All'inizio ero alquanto turbata dai sogni delle ultime settimane, mi inquietavano, poi credo aver trovato la chiave di lettura, ma gradirei avere ulteriori ed esterne risonanze.

    Per una settimana intera ogni notte ho sognato di morire, ogni notte in un modo diverso: sono affogata in una palude, sono stata sbranata dai rottweiler, catapultata in un mondo parallelo dove ho trovato mio nonno (che è defunto davvero), trucidata dalla criminalità organizzata, fatta esplodere all'interno di un auto dopo aver messo in moto. Le altre due sere, invece, ho assistito alla morte prima di mio fratello (morso da una vipera) e poi a quella di una mia carissima amica che precipitava in un dirupo. Gli ultimi due ancor più carichi d'angoscia perché non riuscivo a salvarli.

    Poi la svolta. Sogno di un mio amico che viene a casa per darmi gli auguri di Pasqua. Ci avviciniamo alla porta per uscire ma comincia a piovere, così prendiamo gli ombrelli: uno è rosso e grande; l'altro, invece, è piccolo e marrone. Passiamo a fare gli auguri anche a mia nonna, ma usciti da casa sua il mio ombrello si piega in continuazione, non riesco a tenerlo aperto. Il mio amico mi offre riparo sotto il suo, ma non accetto e mi ostino a litigare con l'ombrello e, visto che, il ragazzo insiste, mi innervosisco e comincio a trattarlo male, fino ad innescare un alterco e costringerlo ad andare via. Nel frattempo vado a ripararmi in Chiesa, è affollata; c'è infatti tanto rumore, con un brusio di voci in sottofondo, ma sto già in dormiveglia perché mi sveglio.

    Le sere successive ho sognato di trovarmi sempre nella stessa Chiesa (che è quella che realmente frequento) e, in entrambi i casi, sta per cominciare la messa di Pasqua.

    E credo sia tutto, abbastanza in sintesi ovviamente.

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Dal ciclo mortifero alla Chiesa.

    Citazione Originalmente inviato da Zingarella85 Visualizza messaggio
    Eh si, con un po' di imbarazzo questa volta mi accingo a scrivere anche io, invece di restare fuori a guardare. All'inizio ero alquanto turbata dai sogni delle ultime settimane, mi inquietavano, poi credo aver trovato la chiave di lettura, ma gradirei avere ulteriori ed esterne risonanze.

    Per una settimana intera ogni notte ho sognato di morire, ogni notte in un modo diverso: sono affogata in una palude, sono stata sbranata dai rottweiler, catapultata in un mondo parallelo dove ho trovato mio nonno (che è defunto davvero), trucidata dalla criminalità organizzata, fatta esplodere all'interno di un auto dopo aver messo in moto. Le altre due sere, invece, ho assistito alla morte prima di mio fratello (morso da una vipera) e poi a quella di una mia carissima amica che precipitava in un dirupo. Gli ultimi due ancor più carichi d'angoscia perché non riuscivo a salvarli.

    Poi la svolta. Sogno di un mio amico che viene a casa per darmi gli auguri di Pasqua. Ci avviciniamo alla porta per uscire ma comincia a piovere, così prendiamo gli ombrelli: uno è rosso e grande; l'altro, invece, è piccolo e marrone. Passiamo a fare gli auguri anche a mia nonna, ma usciti da casa sua il mio ombrello si piega in continuazione, non riesco a tenerlo aperto. Il mio amico mi offre riparo sotto il suo, ma non accetto e mi ostino a litigare con l'ombrello e, visto che, il ragazzo insiste, mi innervosisco e comincio a trattarlo male, fino ad innescare un alterco e costringerlo ad andare via. Nel frattempo vado a ripararmi in Chiesa, è affollata; c'è infatti tanto rumore, con un brusio di voci in sottofondo, ma sto già in dormiveglia perché mi sveglio.

    Le sere successive ho sognato di trovarmi sempre nella stessa Chiesa (che è quella che realmente frequento) e, in entrambi i casi, sta per cominciare la messa di Pasqua.

    E credo sia tutto, abbastanza in sintesi ovviamente.

    Ciao, solo alcune risonanze, di passaggio, così come mi emergono dentro, senza troppe riflessioni.

    La prima impressione è che la serie di sogni potrebbe essere letta a partire dal simbolo della celebrazione della Pasqua.
    La Pasqua, nei sogni di una persona che ha una formazione aperta alla dimensione religiosa, rappresenta, di solito, simbolicamente, il tema del "passaggio": passaggio da una condizione esistenziale ad un'altra... passaggio da un tipo di esperienza ad un'altra... passaggio da un modo di percepirsi e/o di rapportarsi con gli altri ad un altro...
    Lo svolgimento dell'azione (di parte dell'azione) onirica nell'ambiente "chiesa" tende a connotare l'esperienza come esperienza "interiore", collegata al senso profondo del proprio agire ("spirituale", si potrebbe dire).

    La pioggia sembra sottolineare l'aspetto di trasformazione. La pioggia, simbolicamente, ha che fare con i processi di trasformazione.
    L'ombrello, invece, inteso in termini generali, è un simbolo di protezione; in questo caso, si tratterebbe di protezione rispetto ai cambiamenti, ai "passaggi" si stato in cui si è implicati...
    L'ombrello, però, classicamente, può essere anche interpretato come un simbolo sessuale...

    Determinante, per decidere il senso del messaggio, sembra la figura del tuo amico.
    La figura dell'amico può essere interpretata secondo significati molto diversi: in relazione a questi significati, poi, dovrebbe essere meglio precisato il simbolismo dell'ombrello.

    In termini molto generali, l'amico può:

    1) essere interpretato come il correlato oggettivo di una tua parte maschile (volitiva, "razionale", capace di difendersi rispetto alle richieste di cambiamento provenienti dall'esterno...); in questa interpretazione, l'ombrello rosso del tuo amico rappresenterebbe la "protezione" (come atteggiamento difensivo) che la parte "maschile" di te assume in relazione ai cambiamenti in corso nella tua esperienza... mentre la parte femminile ha meno difese (ombrello che non funziona) nei confronti di questi ipotetici cambiamenti... o, forse, è, semplicemente, più "aperta" alle trasformazioni...

    2) essere interpretato come una persona per te significativa, ma senza implicazioni di tipo affettivo; in questo caso, il sogno potrebbe esprimere la tua difficoltà ad accettare l'aiuto che ti può venire dall'esterno (tu vuoi fare da te stessa, utilizzando il tuo ombrello, anche se risulta inadeguato alla situazione);

    3) essere interpretato come una persona che ti intriga, in qualche modo, o, comunque, dalla quale una parte di te si sente attratta... L'ombrello, in questa interpretazione, acquisirebbe, probabilmente, un significato simbolico "sessuale"... Il sogno potrebbe esprimere metaforicamente una situazione di attrazione e di paura... che termina con un comportamento che risolve il dilemma mettendo la persona che ti "attira" nella situazione in cui sia costretta ad allontanarsi... risolvendoti, così, il conflitto di attrazione-evitamento...

    In tutte e tre le possibili interpretazioni (ma, ovviamente, possono esservi tante letture che intrecciano le variabili simboliche sopra riportate), i sogni precedenti (quelli di morti, di disastri, etc.) esprimerebbero ansie e timori collegati al cambiamento...
    Il morire è sempre legato, oniricamente, al cambiamento e alla paura del cambiamento. Cambiare è, in parte, anche morire... è sempre una parte di noi che deve "morire" per lasciare posto a qualcosa di nuovo... così, propio, come succede nella Pasqua cristiana... dove la morte è la premessa di una successiva resurrezione... quindi, di un "passaggio" evolutivo...
    Ultima modifica di Hermes Ankh : 23-02-2011 alle ore 16.03.29


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di ZingarellaOps
    Data registrazione
    09-09-2006
    Residenza
    Provincia di Salerno
    Messaggi
    11,811

    Riferimento: Dal ciclo mortifero alla Chiesa.

    Grazie Hermes, ineccepibile come sempre la tua risposta.
    Ho trovato molto interessante l'interpretazione della parte maschile e femminile, non ci sarei mai arrivata da sola. Spesso i sogni si impongono con prepotenza quando ci ostiniamo a non voler prender coscienza di qualcosa....

    Alla prossima

Privacy Policy