• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 1 di 1
  1. #1
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    24-08-2009
    Residenza
    Pavia
    Messaggi
    139

    Neuropsicologia del Cervelletto

    Ciao a tutti,

    vorrei aprire un piccolo Topic per diffondere, in estrema sintesi, l'esito di un numero crescente di studi circa il ruolo funzionale del cervelletto.
    All'università, credo, ci siamo tutti sentiti dire che questa struttura non è molto interessante da un punto di vista neuropsicologico; essa sarebbe adibita esclusivamente al controllo motorio e cose del genere.
    Tuttavia, il cervelletto ha connessioni afferenti ed efferenti con aree prettamente associative, come la corteccia prefrontale e la parietale posteriore, oltre che, probabilmente, con strutture limbiche come l'amigdala e l'ippocampo.
    Sempre di più sono i lavori scientifici che mettono in rilievo il ruolo giocato dal cervelletto nella comprensione del linguaggio, nell'apprendimento sequenziale e nel controllo della memoria di lavoro. Inoltre, compromissioni dello sviluppo cerebellare sembrano essere implicate nella patogenesi di disturbi quali la schizofrenia, l'autismo, la dislessia e la depressione.
    Vi cito due o tre lavori di riferimento

    Justus TC, Ivry RB (2001) The cognitive neurpsyhcology of the cerebellum International Review of Psychiatry 13: 276 - 282

    Stric PL et al. (2009) Cerebellum and Nonmotor Function Annual Review of Neuroscience 32: 413 - 434

    Schmahmann JD, Sherman JC (1998) The cerebellar cognitive affective syndrome Brain 121(4): 561 - 579


    P.S. Naturalmente, immagino bene che volti di voi già siano a conoscenza di ciò che vi scrivo
    Tuttavia, dato che durante la mia esperienza universitaria non ho mai sentito fare cenno alla neuropsicologia del cervelletto, ho immaginato che la cosa potesse risultare nuova per molti.
    Ultima modifica di Barbacarlo84 : 21-02-2011 alle ore 04.15.08

Privacy Policy