• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1
    evaluna^
    Ospite non registrato

    :eek: volto di donna in acqua (e poi racconto il sogno ad alea)

    Sono nel cortile di casa mia. Sono insieme a tante persone che non ricordo.
    Nel mio cortile c'è una discesa molto ripida che porta ai garage, che poi si ricollegano al cortile attraverso una scala. Tutto lo spazio dei garage, però, nel mio sogno, è pieno d'acqua (di nuovo, ma che vuol dire?? ). Quindi il livello dell'acqua è pari al livello del cortile, quando inizia la discesa, che è tutta colma d'acqua che perciò diventa molto profonda.
    Ad un certo punto io mi tuffo. Arrivo sul fondo della discesa, e poi mi lascio ritrasportare su dalla forza dell'acqua. Riemergo quindi tutta bagnata. Mi guardo un pò intorno, poi mi tuffo di nuovo. Questa volta, mentre sono sul fondo della discesa, cerco di tornare a galla ma non ci riesco più. Mi sento come schiacciare da tutta quell'acqua. Riesco però facilmente a tenere gli occhi aperti (cosa che in realtà non riesco molto a fare) e vedo tutto nitidamente. Perciò se alzo la testa vedo la luce e inoltre ad un certo punto vedo.....una testa che è stata buttata nell'acqua e che viene giù verso di me. Non è proprio una testa, perchè c'è solo il viso, il volto, di una donna (che non so chi sia) con lunghissimi capelli neri. Io so che è stato un regista di un film ( ) a buttare questo viso di donna in acqua. Ma io la voglio salvare, sennò affoga (ma come fa ad affogare se non dovrebbe essere nemmeno viva, senza corpo...?? ), solo che davvero non riesco a "risalire" perciò decido di passare dall'altra parte, per le scale, senza dover cos nuotare, ma so che devo sbrigarmi perchè sono in apnea (ma questa sensazione non la avverto nel sogno). Perciò tengo questo volto in mano e mi avvio verso le scale. Quando riemergo fuori però ci sono delle persone, di sesso femminile, ma non so chi siano, che mi vengono incontro. Io sono tutta bagnata, i vestiti mi sono appiccicati addosso, così come i capelli. Grondo d'acqua. Poi guardo il volto. Penso che il regista del film, però, voleva che esso fosse in fondo all'acqua, perciò mi sporgo di nuovo verso la discesa dei garage, e lo lancio di nuovo nell'acqua profonda. Queste donne mi vengono incontro e mi sgridano per quello che ho fatto, ma io ripeto che quello era il volere del regista, allora loro mi chiedono perchè allora avevo portato fuori quel viso, ed io dico che mi ero sbagliata e che volevo solo salvarlo.
    Poi c'è un cambio di scena. Sono in una stanza con tanti scaffali marroni di legno pieni zeppi di libri. Seduta ad una scrivania. E vicino a me c'è Alea, a cui io sto raccontando questo sogno...ma poi tutto diventa confuso.
    Ragazzi, appena sveglia mi sono spaventata un sacco, e anche adesso sono molto preoccupata dalle invenzioni oniriche della mia mente !!!

  2. #2
    Beecharmer
    Ospite non registrato
    Sono senza parole..... ma io i sogni non so analizzarli, quindi passo il testimone a chi ne sa di più. Ma che è sempre tutta quest'acqua????

  3. #3
    evaluna^
    Ospite non registrato
    è quello che mi chiedo anche io (serena fuggita da un'ora di fisiologia cardiaca)

  4. #4
    hai mai visto minority report?

    Remy Lebeau
    Fu Moderatore Dolce Vita e Raduni

    SeeTheLifeIveHad.CanMakeAgoodManBad
    • • • • framtida självmordsoffer • • • •

    [ regolamento del forum ] * [ regolamento de "La dolce vita" ]


  5. #5
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    forse stavi un po' prevedendo il futuro, sapevi che sarebbe stato il primo sogno a cui avrei risposto una volta tornata ...
    ECCOMI QUI!!!!!!! Basta chiamarmi.
    Mi viene da pensare un Volto = maschera ( perchè solo volto) acqua e tante donne insieme , femminilità, acqua maternità, acqua rinascita, acqua e sensazione di apnea non avvertita, come nel liquido amniotico .. però c'è un "Regista". Un regista Maschio?
    troppa femminilità e quindi una tua parte maschile che vuole prendere sopravvento perchè negata? ma trattandosi di un Sogno potrebbe anche essere "più vero" il contrario, dose massiccia di elementi femminili per contrastare una tendenza maschile troppo pressante e condizionante?
    tanti piccoli elementi, tanti piccoli spunti solo tu puoi tracciare la rotta, noi siamo qui a pensare, parlare, sognare con TE.
    un bacio
    Pat
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  6. #6
    evaluna^
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Remy Lebeau
    hai mai visto minority report?
    no

  7. #7
    evaluna^
    Ospite non registrato
    Ma ciao Pat , che bello rileggerti
    Originariamente postato da alea

    Mi viene da pensare un Volto = maschera ( perchè solo volto) acqua e tante donne insieme , femminilità, acqua maternità, acqua rinascita, acqua e sensazione di apnea non avvertita, come nel liquido amniotico .. però c'è un "Regista". Un regista Maschio?
    troppa femminilità e quindi una tua parte maschile che vuole prendere sopravvento perchè negata? ma trattandosi di un Sogno potrebbe anche essere "più vero" il contrario, dose massiccia di elementi femminili per contrastare una tendenza maschile troppo pressante e condizionante?
    dunque anche io avevo visto quel volto più come una "maschera"...ma di cosa?
    E continuo a pensare alla figura del regista...ma non riesco bene a comprendere le due tendenze "maschili" (negata oppure pressante)...non riesco a "trasportarle" nella vita reale, di tutti i giorni, e non è la prima volta che esce fuori un discorso del genere.
    Ma riguardo all'acqua penso che il paragone con il liquido amniotico potrebbe essere perfetto.
    Voglio uscire dall'acqua anche se comunque non me ne sento "imprigionata", e cerco la strada per risalirne non riuscendo a venire a galla spontaneamente (Beecharmer che dici?? riguardo a ciò di cui parlavamo al telefono??)...e però mi porto dietro questo volto gettato in mare da un regista...che poi ributto in acqua perchè è lì che deve stare, questo punto ancora confuso...
    Grazie Pat .

  8. #8
    Beecharmer
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da evaluna^

    Voglio uscire dall'acqua anche se comunque non me ne sento "imprigionata", e cerco la strada per risalirne non riuscendo a venire a galla spontaneamente (Beecharmer che dici?? riguardo a ciò di cui parlavamo al telefono??)
    Sì, io credo che tu abbia ragione, che abbia pensato bene a cosa può essere questo non riuscire spontaneamente a uscire dall'acqua. Magari poi ci sono altri significati, ma comunque questo è secondo me possibile e pertinente.

  9. #9
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    che bello quando un sogno mi "costringe" a cercare nella memoria , a studiare, a informarmi, ad (Amus ho imparato a usare AD) appassionarmi ...
    curiosando nella "rete"
    PERSONA - PHERSU - MASCHERA - VOLTO

    Il collegamento tra "persona" e il greco "prosopon" lo ritroviamo già in
    Severino Boezio, nel suo Contro Eutiche, III: "la parola "persona" sembra
    essere un prestito da una fonte differente, cioè dalle maschere ("personae")
    che nelle commedie e nelle tragedie erano solite rappresentare la gente di
    cui si trattava... Anche i Greci chiamano queste maschere 'prosopa' per il
    fatto che sono messe sopra il volto e nascondono la parte di fronte agli
    occhi: _para tou pros opas tithesthai_ (dall'essere posta fronte alla
    faccia). Ma dal momento che, come si è detto, era attraverso le maschere
    indossate che gli attori rappresentavano gli individui coinvolti in tragedia
    o commedia -Ecuba o Medea oppure Simone o Cremete-, così anche per tutti gli
    altri uomini che potevano essere chiaramente riconosciuti dal proprio
    aspetto i latini usarono il nome di "persona" e i greci quello di "prosopa".

    In proposito è interessante Florence Dupont "L'orateur sans visage. Essai
    sur l'acteur romain et son masque", PUF, 2000, in part. la parte III "La
    voix des masques", cap. 1 ( Prosopon et persona), dove mette in luce la
    differenza tra le due diverse concezioni di maschera in Grecia e a Roma:
    mentre il greco _prosopon_ maschera la faccia dell'attore per sostituire il
    volto del personaggio, la maschera romana nasconde i tratti della faccia, ma
    non per sostituirne un'altra, ed è per questo che quando i romani
    s'interrogarono sull'etimologia del termine _persona_ erroneamente, ma
    significativamente, riandarono a "personare": cioè il luogo ove la voce
    dell'attore passa, poiché, in una maschera, quel che conta per i romani è
    invece isolare i tratti caratteristici di un modo di essere: "la maschera di
    Atreo [cfr. Seneca], iratus Atreus, non è la faccia di un Uomo arrabbiato,
    bensì i tratti della collera stessa"

    spero ti dia spunti di riflessione ...
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  10. #10
    evaluna^
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da alea
    ....poiché, in una maschera, quel che conta per i romani è
    invece isolare i tratti caratteristici di un modo di essere: "la maschera di
    Atreo [cfr. Seneca], iratus Atreus, non è la faccia di un Uomo arrabbiato,
    bensì i tratti della collera stessa"

    ....il volto del mio sogno...era un volto di donna, e la caratteristica che prima mi balza agli occhi era stata quella dei lunghissimi capelli neri, che si disperdevano nell'acqua, e una carnagione molto chiara, occhi chiari...non riesco proprio però a dare a tutto ciò un significato...penserò ancora .
    Che bello quando vi divertite a pensare ai miei sogni
    Remy, che c'entra minority report????

  11. #11
    ebbene.. in Minority Report (un film stupendo) ci sono molte sequenze che richiamano l'immagine onirica di un veggente relativa ad una donna che affoga che corrisponde piu' o meno alla descrizione che hai fatto..

    avevo supposto che, qualora tu l'avessi visto, avessi assimilato quelle immagini forti e costanti durante buona parte del film.. ed inconsciamente le avessi utilizzate come materiale onirico...

    ad ogni modo, malgrado le caratteristiche fisiche apparentemente diverse dalle tue, non escluderei tu ti fossi inconsciamente immedesimata in questa donna.. percio' partirebbero altre mille interpretazioni....
    a me inquieta solo il pensiero; cio' non toglie ke adoro i sogni inquietanti
    Remy Lebeau
    Fu Moderatore Dolce Vita e Raduni

    SeeTheLifeIveHad.CanMakeAgoodManBad
    • • • • framtida självmordsoffer • • • •

    [ regolamento del forum ] * [ regolamento de "La dolce vita" ]


  12. #12
    evaluna^
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Remy Lebeau
    ad ogni modo, malgrado le caratteristiche fisiche apparentemente diverse dalle tue, non escluderei tu ti fossi inconsciamente immedesimata in questa donna.. percio' partirebbero altre mille interpretazioni..
    umh

Privacy Policy