• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Partecipante Figo L'avatar di levais75
    Data registrazione
    05-12-2006
    Residenza
    milano
    Messaggi
    842

    Rapporti tra lo psicologo e la scuola

    Ciao a tutte!
    Vi scrivo perchè mi sono sorti alcuni dubbi riguardo il rapporto che dovrebbe esserci tra uno psicologo privato e la scuola del paziente che segue.
    Mi è stato chiesto, infatti, di scrivere un documento dettagliato su un paziente per cui ho fatto una consulenza, da un dirigente scolastico, che comprendesse informazioni sul bambino e eventuale metodologia da adottare per gli insegnanti.
    A seguito della consulenza fatta, avevo richiesto un colloquio telefonico con le insegnanti a cui però ha fatto seguito questa richiesta di documentazione dettagliata.
    A questo punto mi chiedevo quale fosse la prassi giusta da adottare in questi casi, cioè: lo psicologo è tenuto a redigere tale documentazione? Se si, quali informazioni deve contenere?
    E infine, c'è un costo per tale relazione o è totalmente gratuita?
    So che i professionisti appartenenti a strutture pubbliche fanno spesso colloqui con le insegnanti, in particolare per la stesura del PEI, ma non so se facciano anche relazioni di questo tipo.
    Spero che qualcuno possa risolvere questi miei dubbi e ringrazio tutti in anticipo!
    Ultima modifica di levais75 : 10-02-2011 alle ore 22.31.21
    levais75

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Re: Rapporti tra lo psicologo e la scuola

    ma tu sei psicologa della scuola o psicologa privata?
    comunque io direi questo: immaginando che tu sia una professionista privata, forse avresti dovuto (almeno, io lo avrei fatto, ma ovviamente non significa che il tuo modo di lavorare è sbagliato) parlare con le insegnanti per capire che tipo di problemi ci sono e soprattutto per capire (se non lo hai capito... dal tuo post non si capisce molto) che senso avrebbe questa relazione
    Sinceramente comunque non penso che tu possa fare una relazione di questo tipo più che altro perchè il rapporto di lavoro è tra te e la famiglia del bimbo quindi al massimo si può fare una relazione alla famiglia in cui specificare eventuali indicazioni per la scuola, poi starà ai genitori decidere se consegnarne una copia ai professori o parlarne con loro a voce
    almeno, io farei così, soprattutto perchè le misure che la scuola può adottare sono cose di cui vanno informati i genitori, quindi dal punto di vista deontologico, è a loro che tu devi riferire
    per il pagamento, non penso che tu possa chiederlo alla scuola un conto sono i PEI, che sono stesi dalla psicologa della scuola (che viene pagata dalla scuola), ma per prestazioni di questo tipo la scuola non penso che possa assolutamente pagarti di tasca propria piuttosto, se hai fatto un percorso con la famiglia, e di conseguenza ti trovi a dover riferire ai genitori anche sui rapporti con la scuola, rilascia una relazione a loro, in cui riassumi senza entrare troppo nel dettaglio (dato che comunque hai il segreto professionale e non puoi dire informazioni che non c'entrano con la richiesta specifica agli insegnanti) le problematiche del minore, e qualora loro vogliano usare la relazione nei rapporti con la scuola, ti fai pagare da loro per la relazione

    ...comuqnue io non ho molta esperienza di minori, quindi se qualcuno ne sa di più sicuramente potrà esserti di maggiore aiuto!!!
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  3. #3
    Partecipante L'avatar di PsychoJess
    Data registrazione
    03-09-2009
    Residenza
    Ancona
    Messaggi
    45

    Riferimento: Rapporti tra lo psicologo e la scuola

    ciao!
    Mi permetto di dirti la mia, anche se non sono "un'esperta", ma mi baso su quanto sto studiando al master di psicologia scolastica.
    ...In realtà, quoto tutto ciò che dice Arwen! Il tuo rapporto è con la famiglia del bambino, la scuola non può chiederti un simile documento senza parlarne con i genitori, né credo che ti pagherà, dunque è alla famiglia che dovresti chiedere un compenso.
    Inoltre, molto dipende dal tipo di "problemi" che ha questo bambino: tu hai fatto anche una diagnosi o delle ipotesi? Te lo chiedo perché questo comporta procedure diverse. Se ad es. il bambino avesse un DSA, occorre seguire un accurato protocollo diagnostico e poi si può stendere una relazione per la scuola (sempre previo consenso dei genitori, dato che lavori privatamente) in cui dare suggerimenti sulla didattica. In questo caso, dato che la scuola ti ha chiamato direttamente, non dovresti incontrare ostacoli, ma tieni presente che potrebbero non riconoscere la documentazione da te prodotta e richiedere alla famiglia di farsi fare diagnosi+relazione dal servizio pubblico. Se invece le problematiche del bambino fossero più strettamente psicologiche, nel senso che magari ha difficoltà relazionali e/o comportamentali, fobia scolastica, o altri tipi di disagio per cui non vi sia un protocollo da seguire.......allora è tutto più "semplice" (dal punto di vista dei tuoi obblighi professionali, intendo!). Resta fermo che nel tuo caso è bene interagire con la scuola avendo sempre come tramite la famiglia.
    Spero di esserti stata di qualche aiuto... Buon lavoro!!

  4. #4
    Partecipante Figo L'avatar di levais75
    Data registrazione
    05-12-2006
    Residenza
    milano
    Messaggi
    842

    Riferimento: Rapporti tra lo psicologo e la scuola

    Ciao a tutte,
    io sono una psicologa libera privata e non della scuola, effettivamente mi sono informata e la prassi è la seguente: la relazione si può fare ma deve essere consegnata ai genitori e non al dirigente, poi sono loro a portarla al dirigente.
    Riguardo al pagamento non intendevo farmi pagare dalla scuola, non avrebbe nessuna logica, essendo un privato.
    Mi chiedevo, se per la relazione potessi chiedere un compenso a loro direttamente o se includerla nella consulenza e per ora l'ho inclusa, per le prossime volte vedrò...
    Riguardo ai rapporti con la scuola, si penso che siano indispensabili anch'io.
    In ogni caso grazie a tutte!
    levais75

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di LuisaMiao
    Data registrazione
    07-02-2005
    Residenza
    Monza
    Messaggi
    3,204

    Riferimento: Rapporti tra lo psicologo e la scuola

    Puoi fartela pagare a parte oppure includerla direttamente nel compenso della consulenza... è più una questione di forma che altro.
    Não sei o motivo pra ir
    só sei que não posso ficar
    não sei o que vem a seguir
    mas quero procurar.
    (Mafalda Veiga)

    Il mio blog

Privacy Policy