• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2
  1. #1
    Partecipante L'avatar di psicovada
    Data registrazione
    19-01-2010
    Messaggi
    34

    Progetto psicologo nelle scuole con educatori

    Salve, ho dei consigli da chiedere essendo alle prime armi riguardo la presentazione di un progetto per le scuole, che io Psicologa abilitata, e una amica educatrice ( laureta in scienze dell'educazione) stiamo preparando. Vi chiedo: quali attività dovrebbe svolgere l'educatore e quali lo psicologo in un ambito in cui si potrebbe confondere il ruolo? il compenso economico è lo stesso per entrambi nonostante la diversa preparazione? grazie mille a chi mi chiarisce le idee!!!
    Ultima modifica di psicovada : 03-02-2011 alle ore 03.10.26

  2. #2
    Partecipante L'avatar di PsychoJess
    Data registrazione
    03-09-2009
    Residenza
    Ancona
    Messaggi
    45

    Riferimento: Progetto psicologo nelle scuole con educatori

    Ciao psicovada,
    è difficile trovare risposte certe al 100% a ciò che chiedi...provo a darti il mio parere, basato su quanto sto apprendendo in un master di psicologia scolastica..ma prendilo più come uno scambio di pareri, che una risposta esperta
    Suppongo non ci siano problemi se a presentare un progetto sono una psicologa ed un'educatrice, ma al posto tuo mi informerei bene, magari anche presso l'Ordine (nel caso ci fossero problemi, credo che ne risponderesti tu)...perché il progetto che intendete presentare verte su aspetti psicologici, giusto??
    Detto ciò, dubito che esista una regola ben precisa... Io starei attenta a fare in modo che le attività più strettamente psicologiche fossero svolte esclusivamente da te (es. conduzione di un'attività di circle time, presentazione delle finalità del progetto e "restituzione" finale ai ragazzi e agli insegnanti........), affidando alla collega educatrice (o svolgendo insieme) la parte più ludica ed educativa. Quello che un'educatrice certamente non può fare è somministrare test clinici (ad es. la WISC, test proiettivi, e altri reattivi mentali). In generale, direi che a te dovrebbe spettare una maggiore responsabilità rispetto al progetto...come a dire che la tua amica sarebbe più nel ruolo di "aiutante", in quanto il campo professionale è quello che compete a te.
    Buon lavoro e buona fortuna!

Privacy Policy