Scade il 12 febbraio il termine per la scelta della scuola superiore.
La novità di quest'anno è che non si tratta più di una pre-iscrizione, ma di una vera e propria iscrizione a tutti gli effetti.
In più la riforma ha previsto anche una riorganizzazione della scuola superiore.
La scelta si articola tra:
- 6 licei: artistico, scientifico (normale o con l'opzione "scienze applicate", classico, delle scienze umane, linguistico e musicale/coreutico
- 11 Istituti Tecnici: Amministrativo, finanza e marketing; Turismo; Meccanica, meccatronica ed energia; Trasporti e logistica; Elettronica ed elettrotecnica; Informatica e telecomunicazioni; Grafica e comunicazione; Chimica, materiali e biotecnologie; Sistema moda; Agraria e agroindustria; Costruzioni, ambiente e territorio) , suddivisi in due settori (economico e tecnologico)
- 6 Istituti Professionali: Servizi per l'agricoltura e lo sviluppo rurale; Servizi socio-sanitari; Servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera; Servizi commerciali; Produzioni artigianali e industriali; Servizi per la manutenzione e l'assistenza tecnica, suddivisi in due settori (economico e tecnologico).

Alla già difficile scelta, quindi, si aggiunge la novità della Riforma.
Importante è comunque tenere sempre d'occhio aspirazioni e potenzialità dei nostri ragazzi, al di là dell'andamento scolastico attuale.

Ci sono pareri, dubbi o testimonianze a questo proposito?