• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1

    Quale strada intraprendere? Confusione totale!

    Ciao a tutti! Mi sono iscritto a questo forum con la speranza di avere delucidazioni in merito alla scelta da intraprendere per il mio futuro professionale.
    Mi sono appena laureato in Psicologia (vecchio ordinamento per intenderci) e vorrei lavorare nell'ambito delle Risorse Umane.
    A tal proposito ho saputo che per perseguire questa professione non è necessario nè il tirocinio post-laurea nè l'iscrizione all'albo degli Psicologi. E' vero tutto ciò?
    Sto cercando serie possibilità di frequentare stage nelle risorse umane ma sto riscontrando una certa difficoltà nel riuscire a trovare enti disponibili ad offrirti questa possibilità. Molti di loro non offrono nemmeno un rimborso spese (e questo a mio parere dequalifica il proponente lo stage) mettendomi in serie difficoltà perchè per fare uno stage fuori dalla mia città dovrei disporre di un certo patrimonio economico che non posseggo e se gli stage sono full time dal lun-ven come faccio a pagarmi le spese di affitto e mantenimento in altre città?

    Un'altra cosa che mi vede un pò combattuto è l'iscrizione ad un Master nelle Risorse Umane che sono costosissimi e non saprei proprio come pagarmeli. Essendo residente in Puglia, non so se la Regione mette a disposizione dei fondi per i Master o meno...

    qualcuno può consigliarmi la via più giusta per un inserimento efficace nel mondo del lavoro? Molti annunci chiedono ESPERIENZA nel settore ma come si fa ad accumularla se nessuno ti offre la possibilità di creartela?

    Grazie a chi deciderà di rispondermi

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    11-05-2006
    Messaggi
    1,438

    Riferimento: Quale strada intraprendere? Confusione totale!

    Ciao!
    per fare un master non è necessaria l'abilitazione; per quanto riguarda il lavoro nelle risorse umane non sempre è richiesta l'abilitazione, quindi siccome non è una cosa sempre necessaria, ma a volte indispensabile, a mio parere è meglio averla. Quindi come prima cosa, personalmente, ti consiglio di sostenere l'eds. A prescendire dal lavoro, è sempre una carta in più, se così lo vogliamo chiamare.
    I tuoi ostacoli economici li capisco benissimo, anzi penso di averne di maggiori, perchè io abito in Sardegna... immagina...
    Potresti, comunque, iscriverti ad un master che non richiede il trasferimento, poichè svolgono le lezioni il fine settimana e quindi dovresti viaggiare il venerdì e rientrare la domenica. E' sempre costoso, ma è sempre meno di un trasferimento. Inoltre, alcuni master consentono di sostituire il tirocinio (in cui dovresti trasferirti) con un lavoro di progetto autonomo.
    In bocca al lupo! Spero di averti dato degli spunti di riflessione.
    Ultima modifica di marghetta : 13-01-2011 alle ore 11.43.14

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di antoniozuf
    Data registrazione
    20-08-2008
    Messaggi
    87

    Riferimento: Quale strada intraprendere? Confusione totale!

    Anche io sono pugliese.
    E concordo con marghetta. L'esame di stato, anche se non serve praticamente ad una mazza (secondo me), è un pezzo di carta che viene chiesto. Anche nelle risorse umane. Non è necessario, ma a volte viene chiesto. Io ho una mia amica laureata in psicologia che lavora, dopo un bel po' di sbattimento, in un'azienda che fa formazione. Quando si relaziona con psicologi del lavoro più anziani, mi ha detto che un po' le hanno fatto pesare il fatto di non essere iscritta all'albo. Il suo capo infatti le ha chiesto di fare l'eds e di iscriversi.
    Per quanto concerne i master.
    Dovrebbe uscire a breve il nuovo bando ritorno al futuro per finanziare i master. (http://ritornoalfuturo.regione.puglia.it/)
    Se deciderari di partecipare, e vincerai la borsa di studio, considera che i finanziamenti arrivano sempre verso settembre-ottobre. Pertanto se trovi un master che inizia prima di quella data, i soldi dovrai prima sganciarli tu.
    Per i master, il mio consiglio è quello di sceglierne uno buono. Se cerchi in giro è pieno di master in risorse umane. Ma di questi, quanti sono buoni? Non lo so. So che la Bocconi di Milano e il centro Istud di Stresa hanno due master nelle risorse umane che sembrano interessanti. Ma costano un botto di soldi. E sono full time.
    Questo poi è un mio parere personale: se vuoi lavorare nelle risorse umane, ti consiglio di andare in realtà industriali maggiormente sviluppate come quelle delle nord-est Italia.
    Ciao
    Antonio

  4. #4

    Riferimento: Quale strada intraprendere? Confusione totale!

    Ragazzi, grazie mille per avermi dedicato un pò del vostro tempo.
    Il mio timore è quello di perdere ulteriore tempo...ho già 29 anni. Mettendo il tirocinio (anche se Marghetta sostiene anche un Master riconosciuto dall'Università possa supplire ad esso) e l'eds, arriverò sicuramente ai 30. Il mondo del lavoro presenta delle assurdità inaccettabili. Ad ogni modo vorrei seguire il vostro consiglio.
    Intanto al più presto dovrò recarmi all'ufficio post-laurea della facoltà e chiedere del tirocinio. Nel frattempo continuo a mandare curricula o ad interessarmi ad eventuali Master.
    A Roma non ci sono realtà industriali sviluppate quanto quelle del depressivo nord-italia?

  5. #5
    Partecipante Veramente Figo
    Data registrazione
    11-05-2006
    Messaggi
    1,438

    Riferimento: Quale strada intraprendere? Confusione totale!

    Master ed eds insieme!? Informati anche su questo così sei in vantaggio con il tempo
    Non so come funzioni nelle varie Regioni italiane, ma una mia collega faceva il tirocinio a Cagliari (ai fini dell'eds, 6 mesi) e contemporaneamente volava a Padova per il master (non so con quale frequenza). Tirocinio e master riguardavano lo stesso ambito.
    Quindi non è impossibile...
    Ogni adulto convive con il bambino che è stato
    S. Freud

Privacy Policy