• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: sogno stranissimo.....

  1. #1

    sogno stranissimo.....

    Ciao a tutti....sono nuova del forum!!
    Vi scrivo perchè vorrei una mano ad interpretare questo sogno:
    Allora, il sogno inizia che sono sul porto del mio paese e sono seduta su una sedia dando le spalle al mare e sto parlando al telefono con il mio ragazzo. Vicino a me ci sono mio fratello e il fratello del mio ex che ridono e scherzano fra loro, mentre il mio ex gironzola intorno a me mentre parlo al telefono, con un'aria di chi mi sta prendendo in giro. Io, tuttavia, non gli presto attenzione e provo, anzi, fastidio nel vedermelo girare intorno. Non ricordo nè cosa dicevo al mio ragazzo al telefono, nè cosa mi stesse dicendo nel mentre il mio ex. Tutt'un tratto, poi, mi ritrovo ( sempre sul porto ) a correre con i vestiti strappati e a piedi scalzi, gridando disperatamente aiuto. Mentre la prima parte del sogno si svolge in pieno giorno, qui è notte fonda...è tutto buio, il mare è talmente nero che non lo si distingue dalla banchina del porto...tutto buio, tranne un gigantesco lampione che illumina, con una luce piuttosto fioca, il porto stesso. Non so nel sogno da chi o cosa sto scappando, so solo che ho tanta ma tanta paura. Mentre corro, poi, vedo in lontananza un uomo sulla cinquantina, mai visto nella realtà, vestito in modo sciatto, con una canottiera da muratore, i capelli brizzolati alla spina e i calzoni corti. Corro contro di lui chiedendogli disperatamente aiuto e questi, nel vedermi, si spaventa tantissimo, tanto da dirmi (in napoletano) "Ma vatti a uccidere" e poi, in italiano, "piuttosto che aiutarti mi butto in mare, vai via, sei brutta sei un mostro". Io comincio a inseguirlo sempre gridando aiuto e lui si butta in acqua.
    Dopodichè mi ritrovo davanti a una scalinata che porta in una stanza piena di gente. Qui trovo anche il tizio a cui ho chiesto aiuto. Gli chiedo perchè sia scappato e lui mi risponde nuovamente che sono brutta, un mostro. Mi chiede quanti anni avessi e gli rispondo 22 ( come nella realtà ), mentre lui mi deride dicendo che ne avrò minimo 43. Io gli rispondo che è vecchio anche lui e lui mi risponde che è lui ad avere 22 anni, non io. A questo punto mi sono svegliata, parecchio angosciata.

    Chi riesce ad interpretare questo sogno stranissimo??? Help me!!

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di freudiana92
    Data registrazione
    24-09-2010
    Residenza
    Terracina
    Messaggi
    112

    Riferimento: sogno stranissimo.....

    Ciao anny, comincio con il dirti che non sono una grande esperta nella interpretazione dei sogni, nel senso che non sono una ricercatrice in questo campo o cose simili. Quello che posso dirti, però, è che mi piace leggere i sogni altrui ed esprimere una mia personale opinione su quello che potrebbe essere il contenuto latente.
    Il tuo sogno ha tre punti che hanno colpito la mia attenzione: 1) le tre persone che ti deridono mentre parli al telefono con il tuo ragazzo;
    2) il momento in cui corri con i vestiti strappati in uno scenario buio e indefinito;
    3) le offese che ti vengono rivolte nel chiedere aiuto.

    Innanzitutto vorrei chiederti se sei stata tu a lasciare il tuo ex o se è stato lui. Nel caso in cui fossi stata tu, forse ti senti in colpa per averlo fatto o forse senti che le persone attorno a te come gli amici o i familiari non comprendono le motivazioni della tua scelta.
    Nel caso in cui ,invece, è stato lui a lasciarti, forse la derisione da parte degli altri rappresenta la proiezione del tuo stato d' animo. Forse ti sei sentita ferita(vestiti strappati,aggressione nel sogno) forse il tuo ex non ti ha fatto sentire all' altezza di lui e hai perso autostima( persone che ti dicono che sei brutta e che non vogliono aiutarti per questo).
    Ti ripeto che questa è solo una mia personale interpretazione, fammi sapere comunque se c' è qualcosa di vero nelle mie parole.
    Tanti auguri per l' anno nuovo.
    Ileana
    Amore non è amore se muta quando nell'altro scorge mutamenti o se tende a recedere quando l'altro si allontana. Esso è termine fisso che domina le tempeste e non vacilla mai, esso è la stella di ogni sperduta barca, il cui potere è ignoto pur se ne misuriamo l'elevatezza. [..] Amore non muta in brevi ore e settimane, ma impavido resiste sino al giorno del giudizio.


  3. #3
    Partecipante L'avatar di pallina68
    Data registrazione
    17-07-2010
    Messaggi
    59

    Riferimento: sogno stranissimo.....

    Cominciamo con la solita premessa ovvero che da un singolo sogno e senza conoscere la sognatrice ci troviamo a muoverci a tentoni nell'oscurità più assoluta.
    Proviamo ad immaginare allora di avere una piccola e debole fonte di luce
    per qualche istante, una fiammella che ci consenta di farci una vaga idea almeno del posto dove ci troviamo.
    Data la situazione ci muoveremo quindi con molta cautela.
    Per questo motivo vedremo solo delle fugaci ombre e degli oggetti illuminati solo per qualche istante.
    Niente più.
    La prima cosa che rimarrebbe impressa osservando il sogno da questo punto di vista, in questo fondale, in questo palcoscenico dove si svolge la "scena", potrebbe essere benissimo l'uomo che appare in lontananza.
    La sognatrice avverte che per quanto "poco gradevole" possa essere questa figura, questi potrebbe invece essere una "persona" a cui chiedere aiuto.
    Ma chi è questo sconosciuto o meglio cosa rappresenta per l'anima della sognatrice?
    Non ne sappiamo nulla purtroppo.
    Dopo un breve incontro esso si rituffa infatti nel mare imperscrutabile dell'inconscio.
    La sognatrice dovrebbe andare a vedere per suo conto quale altre immagini e quali emozioni suscita questo soggetto in lei.
    Ma chi è davvero ad avere timore di chi o di cosa?
    Sarebbe molto affascinante poter dire una cosa del genere:
    quell'uomo nel sogno è la personificazione di un aspetto della personalità della sognatrice che al momento la sua coscienza rifiuta.
    Senz'altro questo volo pindarico, darebbe la sensazione di avere detto qualcosa insieme a quella del non aver detto nulla.
    Quindi ci decidiamo ora ad abbandonare il sogno e a lasciare un commento in generale su certi temi ricorrenti nei sogni, nelle opere della fantasia e nelle fiabe.
    Sarebbe troppo facile ora visto quello che abbiamo appena accennato ricorrere ad alcuni esempi famosi tratti dal mondo della fantasia e della letteratura.
    Uno dei più famosi è quello del Dott. Jekyll e Mr Hide.
    Storie simili hanno dimostrato che nessuno è così santo o così diavolo (salvo rare eccezioni), da potersi permettere di negare tout court la parte di "bene" o la parte di "male" che albergano contemporaneamente in ciascuno di noi.
    Abbiamo preso ad esempio forse due concetti troppo estremi, addirittura di contenuto morale.
    Ma avevamo avvisato che ci volevamo allontanare volontariamente dalla interpretazione del sogno.
    Infatti avremmo potutto benissimo utilizzare altre dicotomie quali
    "luce e ombra", "materia e spirito", "maschile e femminile", "bianco e nero" etc.
    Così anche le categorie di brutto e vecchio potrebbero rientrarvi con i loro corrispondenti opposti.
    Tutto questo quindi è solo per sollevare l'ipotesi di interpretazione a cui avevamo accennato in precedenza con il nostro volo pindarico.
    Ovvero, per cercare di ritornare al sogno, dato che la luce ormai va scomparendo e prima di abbandonare il "teatro", potremmo dire che, nella relazione che la sognatrice ha con la controparte maschile, l'ex e l'attuale, esiste qualche aspetto di se stessa che ha fino a questo momento trascurato e che potrebbe tornarle utile qualora dovesse "acciuffarlo" o conoscere in seguito a cosa tutto ciò possa riferirsi.
    Ultima modifica di pallina68 : 08-01-2011 alle ore 17.56.12
    il miglior sistema per riuscire a comprendere un
    sogno è di porvisi di fronte come se si fosse un bambino
    ignorante o un adolescente poco esperto, andare verso
    un uomo vecchio di due milioni di anni o verso la madre
    dei giorni e chiedere: «Cosa pensate di me?»

    C.G. Jung

    Il miglior interprete di sogni è colui che sa notare le somiglianze.
    Aristotele

Privacy Policy